L’intesa, denominata “Ripresa Italia”, prevede un plafond da un miliardo di euro e interventi finanziari innovativi. Cinque pilastri fondamentali: ripresa ciclo economico; competitività e innovazione; formazione; internazionalizzazione; reti d’impresa.

La ripresa convince ed è giunto il momento di dare slancio e supporto alle piccole e medie imprese nella fase di rilancio dell’economia. Questo l’obiettivo del progetto “Ripresa Italia” che nasce da un accordo tra Unicredit e Rete imprese Italia (Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti) presentato a Roma. L’intesa prevede un plafond da un miliardo di euro e una serie di interventi finanziari innovativi sviluppati attraverso il dialogo e il confronto con le associazioni.

Il nuovo progetto si basa su cinque pilastri fondamentali: ripresa ciclo economico; competitività e innovazione; formazione; internazionalizzazione; Reti di impresa. “Nel 2010 – ha affermato Roberto Nicastro, direttore generale di UniCredit – UniCredit ha supportato l’economia con oltre 10 miliardi di euro di nuovi finanziamenti a quasi 200 mila piccole aziende e grazie al forte rapporto con i Confidi e le associazioni di categoria sono stati erogati quasi tre miliardi di nuovi finanziamenti a oltre 40 mila piccole imprese, a riprova di un forte rapporto con il territorio e di una consolidata e proficua collaborazione.

Questa nuova iniziativa – ha aggiunto – è la naturale prosecuzione di Impresa Italia e Sos Impresa Italia e nasce, come sempre, da un dialogo continuo e costruttivo tra UniCredit e i propri partner del mondo imprenditoriale per disegnare soluzioni concrete che diano sostegno alle aziende in tutte le fasi del ciclo economico”. “L’assiduità degli interventi – ha sottolineato Giorgio Guerrini, presidente di Rete Imprese Italia – si è dimostrata la ricetta vincente nel rapporto di collaborazione tra UniCredit e le piccole imprese. Lo confermano i risultati positivi ottenuti in questi anni di grandi difficoltà per l’economia.

Il nuovo accordo Ripresa Italia – ha commentato Guerrini – si pone nel segno della continuità di attenzione alle esigenze creditizie degli artigiani e delle Pmi e può offrire loro un importante sostegno in una fase in cui, nonostante forti criticità, si intravedono i primi segnali di una ripresa degli investimenti e degli ordini”. Si partirà fin da subito con i primi tre pilastri del progetto ripresa Italia: Ripresa, Innovazione e Formazione.

Per la Ripresa del ciclo produttivo sono previsti i seguenti passaggi: finanziamento per la ripresa; prestito per assunzione EntiCash (linea di fido a breve termine per smobilizzo crediti commerciali); supercash e supercash rotativo (affidamento a breve destinato a sostenere l’intero ciclo produttivo dell’impresa 12 mesi); WinEvo (soluzione di finanziamento finalizzata al sostegno del ciclo produttivo aziendale). Per la competitività e l’innovazione i progetti in campo sono: Innova (mutuo finalizzato al finanziamento di investimenti volti all’arricchimento tecnologico); Ricerca (mutuo finalizzato al finanziamento di progetti di ricerca & sviluppo); Start up Imprese (finanziamento destinato alle aziende in fase di start up con la finalità di supportare le iniziali necessità di liquidità).

Fonte: Confcommercio

Foto
notizie Gelaterie Sottozero: l’eccellenza dell’autentico gelato artigianale Le Gelaterie Sottozero presenti nel territorio toscano con ben nove sedi sono nate dalla passione per il gelato del signor Andrea Oglialoro che si dichiara un amante e un abile intenditore di gelato. La prima sede è sorta nel 98 a Prato in via Roma 321/B. Qui Andrea, con motivazione e determinazione, ha realizzato il suo sogno di prodursi da sé un gelato di qualità con alla base ingredienti naturali e unici nel suo genere.
Foto
notizie Azienda agricola Paoletti: quando il farro è benessere Il Farro di Monteleone di Spoleto dal luglio 2010 si fregia del marchio Europeo DOP
Foto
notizie Pizzeria Napoli nel Cuore a Leeds: l’arte della pizza insita nel nostro Dna Se siete a Leeds e volete gustare la vera pizza italiana, preparata col cuore, non esitate a recarvi presso il Ristorante Pizzeria Napoli nel Cuore gestito da Grazia Rea. Grazia Rea è originaria di Napoli e appartenente ad una famiglia di pizzaioli che si tramanda questo mestiere di generazione in generazione. È giunta qui a Leeds con suo marito, fondatore della celebre Saviano Food Import per diffondere l’autentico Made in Italy. Da meno di un anno e mezzo facendo tanti sacrifici e investendo tanta energia ed emozioni autentiche, ha fondato Napoli nel Cuore.
Foto
notizie Accademia di Moda Luciano Di Nardo: aiutare le persone a scoprire il proprio talento Dal 2011 ad oggi, L’Accademia di Moda Luciano Di Nardo di Milano, forma i veri talenti nell’ambito della moda con professionalità e passione per questo settore sempre più in evoluzione e fermento creativo. L’accademia è ubicata in una struttura liberty nel centro di Milano. È nota per i seri e competenti percorsi formativi e per le continue collaborazioni con i più famosi brand di moda che periodicamente selezionano e ricercano nuove figure specializzate da inserire nei loro organici aziendali.