Foto
Sig.Edoardo

Il signor Edoardo è sempre stato un grade estimatore del Made in Italy e ai suoi clienti offre il meglio scelto con estrema professionalità. Il suo locale italiano è stato definito uno dei più prestigiosi in Spagna. Raggiungere questo traguardo riempie di gioia e orgoglio il signor Edoardo che non ha mai smesso di credere in quello che fa e ha sempre puntato sulle eccellenze italiane. In questa intervista esclusiva traspare il suo entusiasmo e la passione con le quali si dedica al suo lavoro quotidianamente. In essa dispensa utili e preziosi consigli alle giovani generazioni che sono interessate e motivate nel diffondere l’autentico Made in Italy all’estero.

Com’è nata l’idea di aprire questa trattoria in Spagna?

Abbiamo deciso di trasferirci in Spagna a causa di problemi burocratici in Italia che ci hanno smorzato l’entusiasmo. Volevamo provare a diffondere il Made in Italy all’estero. Abbiamo riscosso subito molto successo qui in Spagna. Gli spagnoli sono contenti di noi e soprattutto soddisfatti della genuinità e delle golosità che prepariamo rispettando l’autentica tradizione italiana. Abbiamo anche clienti italiani e provenienti da altre nazioni che ci apprezzano in egual misura. Stiamo proponendo le specialità e i prodotti tipici abruzzesi. Molto amati sono gli gnocchi e gli spaghetti alla chitarra. Li prepariamo davanti alle persone condendoli con salse molto leggere ma gustose. Anche le pizze vanno alla grande. Da questa settimana con la pasta madre cominceremo a preparare il pane.

Foto
Esterno del locale
Foto
Pasta fatta in casa

Che tipo di atmosfera è possibile respirare presso La Trattoria- Pizzeria Da Edoardo?

Un’atmosfera tipica casalinga. La nostra è una trattoria calda e accogliente. I nostri clienti si affidano a noi nella scelta dei piatti da gustare. La gente apprezza molto la nostra cordialità e umanità. Ci fanno continuamente i complimenti. Quest’ultimi mi fanno emozionare. Al giorno d’oggi all’estero si stanno apprezzando e valorizzando tantissimo i prodotti italiani.

A proposito, quali sono i prodotti Made in Italy ai quali non rinuncerebbe mai nella sua cucina?

Le salsicce di carne e di fegato, la ventricina di Vasto, la pancetta arrotolata, la mozzarella fior di latte, la burrata, la mozzarella di bubala, la stracciatella, i pomodori, crema di aglio e salse tipiche abruzzesi che stanno andando tantissimo. E naturalmente la farina con la quale prepariamo la pizza. Questi prodotti fanno davvero la differenza.

Che tipo di pizza è possibile gustare presso la Trattoria- Pizzeria Da Edoardo?

La nostra è una pizza con lievitazione lenta di ben 48 ore. Usiamo per l’impasto farine pregiate. La nostra pizza è cotta su forno a legno a temperatura bassa. Risulta croccante fuori e molto digeribile. Non appesantisce e non fa venire sete.

Com’è strutturata la sua carta dei vini?

Sinceramente qui amano di più la birra. Abbiamo importato la birra Moretti. Abbiamo anche vini del Sud Italia che stanno andando molto bene come il Montepulciano. I nostri clienti si fidano di noi e ci chiedono quale vino accostare a ciò che stanno mangiando.

Qual è la parte più soddisfacente di questo lavoro?

Quando il cliente si alza dal tavolo e viene in cucina a ringraziarti per ciò che ha mangiato. Tutto ciò mi riempie il cuore

Foto
Pizza
Foto
Gnocchi

Un consiglio che darebbe a chi vuole promuovere l’autentico Made in Italy all’estero?

Promuovere l’autenticità dei prodotti. Deve offrire al cliente prodotti di eccellenza. Il prodotto italiano deve essere valorizzato all’estero. Questo lavoro va svolto con entusiasmo e passione. Sono due requisiti che col tempo consentono di raccogliere i giusti frutti. Vi dico per esperienza che dopo tanti sacrifici si raccolgono i risultati economici. Non bisogna avere fretta.

Secondo lei un bravo chef quali capacità deve possedere al giorno d’oggi?

Deve sapere trasmettere l’entusiasmo e la sua passione con piatti prelibati. Bisogna trasmettere amore e scegliere prodotti di alto livello.

Quanto conta per lei l’estetica nella presentazione di un piatto?

Bella domanda!! Credo che l’estetica abbia importanza per il 50%. L’abbinamento dei colori in un piatto fa tantissimo. È un fattore da non sottovalutare.

Quanta importanza ha per lei il mondo dei social per promuovere il suo locale?

All’inizio ho sottovalutato il loro ruolo. Poi ho constatato che oltre al passaparola la visibilità del locale sui social fa tantissimo perché la gente li consulta ed è incuriosita dalle foto dei piatti che si postano continuamente. Certo il passaparola è sempre importante, non lo metto in dubbio!

Un progetto da realizzare entro fine 2020…

Mi sto organizzando con un ragazzo di Milano per aprire un nuovo locale, più grande di questo sempre qui in Spagna.

Foto
 
ID Anticontraffazione: 11208Mariangela Cutrone


Foto
notizie Patsa Lab, creatività e autenticità per una cucina sana e genuina   Il Patsa Lab a Barcellona è un luogo suggestivo in cui il concetto di “mangiare bene” e “mangiare sano” si concretizza a pieno attraverso specialità culinarie preparate con ingredienti di alta qualità provenienti direttamente dall’Italia. Questo ristorante è il progetto ambizioso di Brunetto Espedito che negli ultimi tre anni con il suo professionale staff ha investito la propria creatività e passione per dar vita ad un progetto coerente con l’autentico Made in Italy di cui ha bisogno la ristorazione italiana all’estero. In poco tempo il Patsa Lab ha raggiunto un successo inaspettato anche tra i giovanissimi. Mangiare presso questo ristorante significa intraprendere un “viaggio emozionale” che coinvolge tutti i sensi impegnati nell’esplorazione di gustosi e creativi piatti che cambiano di stagione in stagione e che sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di palato. È inevitabile essere coinvolti da un’atmosfera suggestiva in cui si respira familiarità e serenità. Il merito è di Brunetto Espedito e del su staff professionale e affiatato che non smetterà mai di accompagnarvi in questo viaggio memorabile offrendovi consigli e suggerimenti. Di com’è nata l’idea creativa del Patsa Lab e di come sia importante garantire l’autenticità del Made in Italy, ci racconta Brunetto in questa esclusiva intervista che trasuda tanta passione per il suo lavoro creativo di ristoratore italiano all’estero.
Foto
notizie Fama Restaurant Pizzeria, quando cucinare è una vocazione da assecondare -- C’ è un locale suggestivo in Lussemburgo in cui si respira la convivialità tipica di noi italiani e si gusta l’autentica tradizione culinaria fatta di piatti semplici e gustosi che si rifanno a ricette che si tramandano di generazione in generazione. Vi sto parlando del Fama Restaurant Pizzeria nato dalla passione e la professionalità di Gionata Fama che ogni giorno persegue l’obiettivo di esprimere con la sua cucina i sapori della sua terra d’origine. Per Gionata cucinare è una sorta di vocazione che gli consente di emozionare i suoi commensali attraverso sapori inediti e gustosi grazie ai quali è possibile di intraprendere un viaggio esplorativo dell’arte culinaria italiana che è tanto apprezzata all’estero. Ogni dettaglio dei suoi piatti è curato con minuzia e creatività. Ce lo racconta in questa intervista esclusiva in cui dispensa consigli per chi vuole intraprendere la carriera di ristoratore all’estero diffondendo l’autentica cucina italiana. --
Foto
notizie Un viaggio attraverso i sapori e i colori sardi con la Trattoria Pizzeria “L’isola di Maurizio” La Trattoria Pizzeria L’isola di Maurizio è un ristorante italiano situato nella città svizzera di Dottingen dove Tony e Maurizio hanno portato uno scorcio di Sardegna all’estero.
Foto
notizie Fruit Service, frutta secca e derivati Dalle falde dell’Etna la fragranza del vero pistacchio di Bronte