Foto
 

Ilario e Simone quotidianamente preparano con tanta creatività e dedizione piatti semplici, genuini ma molto creativi perché il loro obiettivo è quello di far innamorare la loro vasta clientela della cucina italiana. Per loro il cliente va continuamente sorpreso. Ecco perché puntano molto sull’innovazione e non smettono mai di innovarsi, formarsi e aggiornarsi in quanto nel settore della ristorazione non si smette mai di mettersi in gioco ed evolvere per stare al paso coi tempi e differenziarsi dalla concorrenza spietata.

La pizza che gusterete presso il Ristorante Pizzeria Acqua e Farina rispetta la gustosa e autentica tradizione napoletana. È una pizza non troppo alta, soffice e condita con verdure fresche e ingredienti provenienti direttamente dall’Italia. Nella scelta dei prodotti Made in Italy, Ilario e Simone sono attenti a proporre solo la qualità come accade con la selezione dei loro vini prodotti da cantine di medio alta qualità con una certa predilezione del biologico. Numerosi sono i progetti nuovi in cui investiranno i due soci nei prossimi mesi. Qualcosa ce la svela Ilario Aiezza in questa interessante ed esclusiva intervista realizzata per noi.

Com’è nata l’idea di promuovere il Made in Italy con il Ristorante Pizzeria Acqua e Farina in Svizzera?

È nato tutto dalla passione per la pizza e la ristorazione mia e del mio socio Simone. Qui in Svizzera ci siamo trovati in un contesto in cui mancava la vera pizza italiana e allora motivati dalle nostre passioni abbiamo deciso di investire in questa nazione i nostri sogni, le nostre energie e soprattutto la nostra professionalità.

Che tipo di riscontro ha avuto la cucina italiana dal popolo svizzero?

Un ottimo e positivo riscontro. Qui a Lugano non dobbiamo dimenticare che ci sono molti italiani. Comunque la cucina che prepariamo è ben apprezzata sia dagli italiani che dagli svizzeri. Il Made in Italy ha molto successo.

Foto

Foto

Come definirebbe la cucina del suo ristorante?

Semplice e preparata con prodotti freschi e genuini. Proponiamo le tradizioni del territorio campano rivisitate in chiave moderna.

Secondo lei quanto è importante l’estetica nella preparazione di un piatto?

Noi diamo tanto spazio ai colori in un piatto. Vogliamo sorprendere il cliente. Fa tanto l’estetica di ciò che si prepara perché stimola tanto l’appetito.

Quali sono i piatti che dobbiamo assolutamente assaggiare presso il Ristorante Pizzeria Acqua e Farina?

Il nostro piatto forte è la pizza. È un piatto fondamentale. Non deve mai mancare e sappiamo quanto all’estero sia apprezzata e valorizzata. Prepariamo anche piatti della tradizione culinaria italiana. Si contraddistinguono per semplicità, genuinità e perché sono molto gustosi. Ad esempio da noi è molto richiesto un piatto semplice come pasta con le patate.

Quali sono i prodotti Made in Italy ai quali lei non rinuncerebbe mai?

Le verdure di stagione provenienti dal territorio campano. Non ne possiamo proprio fare a meno.

Secondo lei la vera “pizza italiana” come deve essere?

Non troppo alta, soffice e digeribile. Non deve mettere sete. Il cliente non deve appesantirsi dopo averla gustata. Io sono a favore della pizza napoletana. La nostra pizza viene lasciata a lievitare per ben due giorni e lavorata solo a partire dal terzo giorno di lievitazione.

Com’è strutturata la carta dei vini del Ristorante Pizzeria Acqua e Farina?

Abbiamo selezionato piccole aziende vinicole di qualità medio- alta. Non abbiamo scelto la grande distribuzione. I nostri vini sono selezionati con professionalità dando spazio al biologico.

Foto


Foto
 

Quanto conta per lei la formazione e l’aggiornamento nel suo settore?

Per me conta tantissimo. La ristorazione è un settore in continua evoluzione quindi bisogna stare al passo coi tempi. Bisogna continuamente aggiornarsi se si rischia di rimanerne fuori. Non si finisce mai di evolvere e mettersi in gioco.

Qual è la parte più soddisfacente del suo lavoro?

Quando i clienti apprezzano. Quando otteniamo un feedback positivo. Questa soddisfazione ci motiva ad andare avanti, a proporre nuovi piatti e pizze. È grazie alla nostra clientela loro che continuiamo ad innovarci e abbiamo sempre nuove idee.

Quale consiglio darebbe a chi vuole promuovere il Made in Italy all’estero?

Scegliere di diffondere solo prodotti Made in Italy, di qualità e rimanere umili proponendo la semplicità delle tradizioni d’origine.

Che tipo di ambiente troviamo presso il Ristorante Pizzeria Acqua e Farina?

Il nostro è un ambiente giovanile e cordiale. Abbiamo una clientela vasta che spazia dai vent’anni ai settant’anni. Il nostro ambiente è altamente suggestivo perché abbiamo ricreato un giardino nel quale il cliente si sente accolto in un ambiente inedito.

Un progetto da realizzare entro fine 2020…

Stiamo realizzando in collaborazione con un birrificio delle birre artigianali. Le proporremo tra circa due, tre mesi. È un progetto ambizioso che ci sta entusiasmando tanto

Foto
ID Anticontraffazione: 11450Mariangela Cutrone


Foto
notizie Ristorante La Cantinella di Claudio Carta, autentiche specialità italiane che lasciano il segno   Il ristorante La Cantinella di Claudio Carta si trova nel pieno centro della suggestiva città svizzera di Ginevra. È il locale ideale in cui gustare specialità italiane di qualità con alla base materie prime provenienti direttamente dal nostro Bel Paese e selezionate con tanto amore dal signor Carta. Quest’ultimo è originario di Roma e da anni lavora nel campo della ristorazione all’estero. Il suo amore per le ricette italiane lo ha condotto sino in Svizzera con l’intento di promuovere l’autentico e genuino Made in Italy. Tra le sue innumerevoli specialità in grado di stimolare a pieno i cinque sensi per intraprendere un’esperienza culinaria unica nel suo genere, presso La Cantinella potrete mangiare gustose focacce e pizze farcite. Vi immergerete in un ambiente familiare e conviviale in cui Claudio Carta in persona vi spiegherà ne dettaglio le origini e gli aneddoti sui piatti che mangerete e di cui vi innamorerete perdutamente. Della sua passione per l’autentico Made in italy e di quanto sia importante il “fattore umano” e la conoscenza delle materie prime nel suo lavoro di ristoratore in Svizzera ci parla Claudio Carta in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie La Cantina dello Chef da Natuccio Passione ed entusiasmo gastronomico a Marcianise (CE)
Foto
notizie La Dolce Vita: l’autentico lifestyle italiano degli anni 60 in Danimarca   La Dolce Vita a Helsingør è stata nominata il migliore ristorante italiano della capitale danese. Il merito sta nella tradizione italiana autentica che è alla base dei piatti preparati con tanto amore e professionalità da Francesco Rozzo e il suo staff competente e grazie all’umanità che sta alla base del servizio impeccabile