Foto
 

Com’è nata l’idea di aprire L’Istrione?

Il Ristorante L’Istrione nasce da un’idea mia e di mia sorella, un progetto ereditato da nostro padre nel 2016. L’Istrione fa riferimento ad una canzone tanto amata da nostro padre. Il nome e il particolare logo incuriosisce la gente. Il nostro ristorante ha alle spalle una grande passione per l’arte culinaria e per la musica.

Conferma che dietro un ristorante c’è è una storia tutta da scoprire…

Si lo confermo. Di fatti è sempre stato il desiderio di mio padre aprire un proprio ristorante per diffondere le tradizioni culinarie del nostro territorio.

Che tipo di cucina possiamo gustare presso L’Istrione?

Ci piace valorizzare e promuovere le tradizioni della nostra terra. Da noi si può gustare una cucina rustica. Cuciniamo piatti tipici calabresi rivisitati in chiave moderna a cui aggiungiamo un tocco di eleganza. Prestiamo molta attenzione alle materie prime che utilizziamo e che selezioniamo con minuzia. Le nostre pietanze hanno alla base prodotti di qualità perché ci teniamo a promuovere l’autentico Made in Italy.

I colori di un piatto sono in grado di stimolare l’appetito. Per voi quanto è importante l’aspetto estetico di un piatto?

È un aspetto che fa molto e che incuriosisce i clienti. Siamo molto attenti agli accostamenti dei colori tra piatti e pietanza. Infatti cerchiamo di abbinare al meglio i colori del cibo col piatto stesso. Ci piace differenziarci e curare molto l’estetica. Giochiamo tanto su questo aspetto. Il tocco di modernità che abbiamo apportato ai piatti tradizionali si nota proprio grazie all’aspetto visivo.

Foto
 
Foto
 

Quali sono i piatti che dobbiamo assolutamente assaggiare?

Tutti i piatti che valorizzano i prodotti della nostra terra. proprio perché rappresentano le nostre origini. I piatti a base di funghi e melanzane sono molto apprezzati dalla nostra clientela. Lavoriamo questi prodotti di terra in diversi modi per valorizzare al meglio il loro gusto prelibato.

Nel beverage offrite una vasta scelta di birre artigianali. Che tipo di riscontro sta avendo la birra artigianale?

Abbiamo scelto di accostare la birra alle nostre pietanze per differenziarci e per promuovere la cultura della vera birra artigianale. La gente ne è soddisfatta. Abbiamo clienti che si documentano sulle nostre birre perché affascinati proprio dalla cultura che c’è alla base. Stiamo vendendo tanti cesti con un vasto assortimento di birre artigianali speciali che sono richieste soprattutto in questo periodo particolare e in quello natalizio come regalo per amici e parenti.

Qual è la parte più bella del suo lavoro per lei?

Lavorare con uno staff giovanile e affiatato. Nonostante questo sia un lavoro che mi impegna tante ore al giorno e che richiede innumerevoli sacrifici sono fiero di svolgerlo. Nel nostro ristorante si respira un’aria familiare. Siamo una “grande famiglia” e questo traspare anche all’esterno e io e mia sorella ne andiamo orgogliosi.

Un consiglio che darebbe ad un giovane che vuole diffondere il Made in Italy attraverso il settore della ristorazione…

Prima di tutto ci vuole tanta mista alla pazienza. Il mio consiglio è di non perdere mai di vista i propri obiettivi principali e cercare di portarli avanti con perseveranza. Solo con la tenacia i risultati prima o poi arrivano…

Foto
 
ID Anticontraffazione: 12116Maraiangela Cutrone


Foto
notizie La Genuinità e la Natura dell’Azienda Agricola di Pasqualina Baldo Alle porte delle Langhe, a Morozzo, vicino Cuneo, Pasqualina Baldo ha avviato la sua azienda agricola specializzata nell’allevamento del Cappone di Morozzo, di Galli e Pule. Da anni l’azienda si occupa anche dell’allevamento di Trote e Salmerini in acqua sorgiva.
Foto
notizie Esperienza, tradizione e intuito gastronomico: il tris vincente della famiglia Martone Da Vitulano, in provincia di Benevento, a Edimburgo: due fratelli campani hanno fatto breccia nel cuore dei residenti e degli Italiani di Scozia, grazie all’unione di due grandi classici delle rispettive cucine
Foto
notizie Passione italiana, successo internazionale: la Busonero Coffee conquista il Regno Unito C’è una torrefazione italiana con una lunga storia, che ha deciso di mettere radici in Inghilterra, dove elabora miscele di grande qualità, con un prezzo vantaggioso per i clienti e un occhio di riguardo per le produzioni etiche