progetto-comfort
Dal 16 al 18 aprile il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania attende la confluenza di oltre 1.800 progettisti, 3mila professionisti (con predominanza di architetti, ingegneri, geologi), studenti e docenti del mondo universitario, centinaia di imprese, rivenditori e distributori del settore delle costruzioni eco-sostenibili e della produzione .

Sono i numeri della prossima edizione del Salone nazionale “Progetto Comfort” che, sorretto dagli ottimi riscontri ottenuti nel 2014, promette allettanti novità, fra le quali un ampio spazio dedicato ai mezzi di trasporto a basso impatto ambientale .
In questo contesto il comparto automobilistico gioca un ruolo delicato e ambivalente: imputato come causa dell’attuale elevato livello di inquinamento atmosferico, può al contempo rappresentare una soluzione al problema, con il suo apporto in termini di R&S che si concretizza in un sempre crescente numero di modelli dotati di nuove tecnologie e alimentati da fonti energetiche a basso impatto (auto elettriche, ibride, a gas).

auto-elettricheQuesto settore va dunque incontro a una grande, difficile impresa, ed è opinione diffusa tra gli studiosi che una delle grandi sfide del XXI secolo sarà quella di riuscire ad attenuare gli effetti negativi dei trasporti sull’ambiente, mantenendo inalterate le caratteristiche positive della mobilità .

L’obiettivo della tre-giorni sarà fare il punto della situazione sul complesso delle politiche in sede comunitaria e nazionale, nonché delle misure per il miglioramento dell’ efficienza energetica nei settori dell’edilizia, residenziale e terziaria, nell’industria, nei trasporti, nell’agricoltura e nei sistemi dei servizi energetici, indicando soluzioni praticabili nel settore della produzione da fonte rinnovabile e della generazione distribuita.

world
Molteplici i temi ambientali ed energetici di alto profilo tecnico-scientifico che si articoleranno nell’arco della manifestazione siciliana per stimolare l’attenzione del comune cittadino accompagnandolo verso un’educazione energetico-ambientale , nella consapevolezza che i sistemi rinnovativi sono in grado, nell’immediato, di costituire i nuovi bacini occupazionali stabili a beneficio delle future generazioni.

Con le ultime direttive si punta infatti entro il 2020 al risparmio del 5-6% sul consumo energetico totale e del 5% sul totale delle emissioni di CO2 : a tal proposito la Sicilia , grazie a finanziamenti europei per circa 30 milioni di Euro, stanziati a favore dei 390 comuni isolani, e attraverso il Patto dei sindaci, potrebbe virtualmente rappresentare un modello di riferimento in Italia, candidandosi a “Distretto Tecnologico delle energie rinnovabili nel Mediterraneo” .

Per maggiori informazioni:www.progettocomfort.org

 

Foto
notizie Pizzeria Ti-Amo: la vera pizza napoletana nel Regno Unito La Pizzeria Ti- Amo è situata in Petts Wood , Orpington Kent, nella periferia sud est di Londra. E’ il posto ideale per gustare la vera pizza napoletana a Londra.
Foto
notizie Chez Theo, in Belgio le lasagne “sbuffano” all’italiana   Massimo Di Prima e la moglie, a Mons, portano avanti la grande tradizione della pasta fresca italiana. La sfoglia della loro lasagna, tirata e ruvida, lascia delicatamente fuoriuscire il ragù se premuta con la forchetta. Come ogni lasagna bolognese che si rispetti.
Foto
notizie Ristorante Italiano Taranto: uno scorcio di Puglia in Germania In Germania, precisamente in Bad Lauterberg, presso il Ristorante Italiano Taranto è possibile gustare la vera cucina pugliese nel pieno rispetto delle ricette tramandate di generazione in generazione. Questo ristorante è gestito abilmente dallo chef pugliese Raffaele Dargenio. Dopo circa trent’anni di esperienza nel settore della ristorazione, Raffaele nel suo prestigioso ristorante prepara piatti a base di frutti di mare e pesce che non troverete da nessun’altra parte qui in Germania.
Foto
notizie Trattoria Ibleo, un autentico scorcio d’Italia nel cuore di Londra   La Trattoria Ibleo è un vero e proprio scorcio d’Italia a Londra. È il posto ideale in cui immergervi nell’autentica atmosfera che trasuda italianità nei colori, negli odori e soprattutto nei sapori di piatti unici e speciali. Il ristorante prende il nome da Ibleo, una delle più piccole provincie siciliane situata sui famigerati Monti Iblei. È un vero tributo alle origini di Antonio e Giovanni Criscione, due fratelli siciliani accomunati dalla passione per l’arte culinaria Made in Italy. Entrambi hanno alle spalle innumerevoli esperienze nel campo della ristorazione. Nel corso degli anni la loro forte passione li ha motivati a realizzare il loro sogno ambizioso di trasferirsi all’estero per diffondere l’autentica cucina italiana. Presso la Trattoria Ibleo potrete gustare i piatti classici italiani che rispettano le ricette che si tramandano di generazione in generazione. Alla base di essi vi è un’attenta selezione di materie prime di alta qualità che provengono direttamente dall’Italia e alla quale Antonio ci tiene tanto. Alla sua vasta clientela ci tiene ad offrire solo la qualità. Della sua ventennale esperienza di ristoratore italiano all’estero e di quanto sia importante fare gavetta in questo settore, ci parla Antonio Criscione in questa intervista nella quale dispensa tanti utili consigli ai giovani che vogliono intraprendere la sua stessa carriera.