Foto
Una delle specialità della casa




Avreste mai pensato di aprire un’ osteria in una vecchia fabbrica dedicata alla produzione di macchine agricole?
Il Sig. Giovanni, proprietario dell’Osteria Piemonte, sì.
La sua idea, nata dalla passione per la buona tavola e il buon vino, gli ha regalato soddisfazioni e successo.

La nostra redazione ha deciso di intervistarlo per sapere qualcosa in più su questa originale iniziativa imprenditoriale.





Sig. Giovanni, com’è nata l’idea di aprire un’osteria in una vecchia fabbrica?


«Mi sono trasferito in Polonia, nei pressi di Varsavia, nel 2004 perché avevo deciso di comprare a Warszawa una porzione (circa 70.000 mq) di una  vecchia fabbrica dismessa intorno agli anni '30, che produceva linee di macchine agricole URSUS.

Ho ristrutturato e destinato i locali ad uffici e magazzini, che do in affitto, ma ho anche pensato di lasciare dei locali, nell’area di circa 15.000 mq dove sono ubicati gli uffici, per coltivare il mio hobby, la buona cucina e il buon vino!
E’ nata così l’Osteria Piemonte»
.

.
Foto
Uno dei secondi...

Che tipo di clientela ha il locale?


«Il ristorante è aperto sia a pranzo che a cena, se così si può dire. In Polonia c’è una diversa concezione dei pasti rispetto all’Italia. Si pranza, o meglio si mangia, in un orario flessibile che comprende tutte le ore della mattina fino alle 3 del pomeriggio, ora in cui si smette di lavorare. Per tale motivo ho dovuto organizzare il locale con doppi turni (e doppi costi di gestione!) in modo da poter servire i pasti lungo tutto l’arco della giornata.
La mia clientela è composta sia da coloro che lavorano negli uffici che da persone che vengono appositamente qui dal centro di Varsavia, soprattutto la sera, perché trovano piatti e prodotti di qualità che non riescono a trovare altrove.
E questo mi regala delle belle soddisfazioni»
!


Che tipo di prodotti usi e che tipo di cucina offri?


«Prevalentemente prodotti italiani provenienti, per lo più, da cooperative del cuneese, mia terra d’origine e del Piemonte in generale. Prediligo piatti e prodotti tipici, anche perché la mia idea è sempre stata quella di portare qui i sapori e le pietanze della zona da cui provengo, come i ravioli burro e salvia, il brasato, la salsiccia con patate e la bagna càuda.
Ho anche un’ottima gamma di formaggi tipici, oltre ai grandi classici italiani come il Parmigiano e il Grana Padano.
Dall’Italia importo anche l’olio, il prosciutto sia crudo che cotto e i salumi in generale.
Qui, infatti, i taglieri vanno alla grande.
Amo abbinare pietanze e taglieri ai vini, anch’essi in massima parte piemontesi. La selezione comprende Barbaresco, Barolo e Nebbiolo ed altre DOC e DOCG rigorosamente made in Italy con prezzi differenziati, in modo da averne un po’ per tutte le tasche.
Al ristorante si può ovviamente mangiare anche anche la pizza. Soprattutto per il lunch proponiamo anche piatti un pò più innovativi, offrendo generalmente due opzioni»
.

Foto
Composizione di prodotti di qualità del locale 


Foto



Per esempio, oggi, il menù prevedeva, come prima opzione, una classica carbonara e come seconda una pizza al ragù di nostra invenzione.
Non è facile, ma quando c’è passione e si sa cucinare bene, il locale va da solo.


Hai altri progetti per il futuro?


«Sì. Ho intenzione di aprire, entro breve tempo, un negozio di prodotti tipici italiani dove farò anche delle degustazioni in modo che i clienti possano assaggiare ed apprezzare la meravigliosa varietà di sapori del Bel Paese».


                                                                                     Di Laura Bizzarri



ID Anticontraffazione conferito da Eccellenze Italiane n. 8088

Foto
notizie "Corte dei venti", il legame indissolubile tra terra e vino Il nome deriva dalla particolare confluenza dei venti che costantemente soffiano in questa zona
Foto
notizie Villa Le Prata, l’esclusivo wine resort in cui il culto del vino si fonde con l’amore per l’arte   Villa Le Prata è una dimora storica di Montalcino risalente al 1860. E’ circondata da campi di vigneti toscani dai quali si ricava il Rosso di Montalcino, il Brunello di Montalcino e il Brunello di Montalcino Riserva “Massimo”. Per valorizzare al massimo la sua location suggestiva, i coniugi Maria Vittoria e Bernando Losappio hanno ristrutturato la villa storica per creare un esclusivo wine resort. La sua struttura si contraddistingue per il suo ambiente artistico. La compongono otto camere ben curate nel design e nei particolari che ricreano l’atmosfera suggestiva che nel 1800 contraddistingueva le ville senesi. All’interno del wine resort si possono degustare le specialità tipiche della zona. La cucina della struttura è aperta tutto il giorno con proposte per ogni momento della giornata. Tutti i piatti sono preparati con ingredienti ben selezionati, di origine biologica e a km 0. È questo il luogo in cui il culto del vino si fonde a pieno con l’arte. Ci si può rilassare o divertirsi svolgendo divertenti attività all’aperto come escursioni in e-bike, passeggiate a cavallo, lezioni di yoga in mezzo alla natura. Presto saranno attivati delle attività culturali per tutti gli amanti dell’arte. Della storia di Villa Le Prata e della grande passione della famiglia Losappio per l’arte e il vino ci parla in questa esclusiva intervista la signora Anna Vittoria.
Foto
notizie Pizz’Kottò di Tiziano Scianamè e Gilda Galione, il regno della vera pizza italiana in Francia   A Menton in una delle più belle cittadine della riviera sud – est della Francia, dopo tante esperienze pregresse nell’ambito della ristorazione, Tiziano Scianamè e Gilda Galione hanno deciso di aprire il Pizz’Kottò, una pizzeria che diffonde l’autentico Made in Italy grazie ad una pizza gustosa e di qualità e ai principali piatti della cucina italiana
Foto
notizie Napoli Centrale Pizzeria Spaghetteria: la semplicità, l’autenticità e la passione del Made in Italy in Romania Nella città romena di Cluj Napoca, Edgardo Attilio Ciancio e suo padre, alla fine degli anni Novanta, hanno aperto Napoli Centrale Pizzeria e Spaghetteria. In questo posto dall’atmosfera calda e familiare è possibile gustare piatti prelibati di pasta fresca.  In estate è possibile immergersi in un’atmosfera naturale grazie al giardino di cui la struttura dispone e che è quotidianamente curato. Molto richiesti sono i primi di tagliatelle e pappardelle condite con sughi preparati con ingredienti freschi e di qualità importati direttamente dall’Italia.  Amata anche la pasta ripiena come fagottini, ravioli e tortellini. La pizza che gusterete qui a Napoli Centrale Pizzeria e Spaghetteria è l’autentica pizza napoletana dalla lievitazione e dal sapore vero, cotta nel forno a legna come se le stesse assaporando in una pizzeria di Napoli. Il legame con la propria terra di origine, il gusto della semplicità e la ricerca della qualità accompagnano Edgardo nella sua missione di diffondere l’autentico Made in Italy qui in Romania. Ce lo esprime con entusiasmo in questa interessante intervista.