Foto
Chef Raffaele

Sig. Raffaele, lei è da tanti anni all’estero in qualità di ristoratore italiano…Come mai ha voluto diffondere la sua arte culinaria a Parigi?

Dopo tanti anni di lavoro in questo settore nella mia terra d’origine, la Campania, ad un certo punto ho voluto mettermi in gioco trasferendomi all’estero per capire come fosse percepita la cucina italiana. Mi sono così stabilito qui a Parigi dove mi sono subito sentito motivato nel diffondere le autentiche tradizioni culinarie che mancavano. Purtroppo all’estero spesso e volentieri si diffondono tradizioni che non hanno nulla a che fare con quelle originali che abbiamo in Italia. Con il Ristorante Il Sorrentino cerchiamo di salvaguardare queste tradizioni e lo facciamo ogni giorno con motivazione e passione autentica. Il nome è un vero e proprio tributo a Sorrento, la mia città natale che ho nel mio cuore.


Come potremmo definire la cucina del suo ristorante?

Presso Il Sorrentino potrete gustare una cucina tradizionale, genuina e soprattutto autentica. Ci teniamo a rispettare le ricette originali e prestiamo tanta attenzione alla selezione dei prodotti alla base dei nostri piatti. Quelli che scegliamo sono prodotti Made in Italy di alta qualità.

Che tipo di atmosfera ha ricreato presso il suo ristorante?

Da noi si respira l’autentica atmosfera che si trova piacevolmente in un tipico ristorante italiano in Campania. Siamo bravi a far sentire accolto e coccolato il cliente che si cala in un ambiente altamente cordiale e familiare.

Foto
Interni del Locale


Foto
Spaghetti ai Frutti di Mare

Quali sono le specialità che dobbiamo assolutamente assaggiare presso il suo ristorante?

Offriamo una grande varietà di piatti dai sapori inconfondibili. I più amati sono i ravioli alla genovese, farciti con pollo e salsa genovese. Molto richiesti sono i flambé di formaggio parmigiano. Imperdibili sono tagliatelle ai funghi porcini e tagliolini ai quattro formaggi flambati con la grappa invecchiata. Riguardo ai secondi piatti, il nostro cavallo di battaglia e la spigola in crosta di sale.

Quanto conta la creatività nel cucinare?

Conta tanto perché non si finisce mai di stupire il cliente con piatti nuovi e innovativi che però hanno alla base il rispetto della tradizione. Non si finisce mai di sperimentare e mettersi in gioco.

Da dove trae l’ispirazione per la creazione dei suoi piatti?

I prodotti che scelgo personalmente sono una fonte di ispirazione. Le ricette nascono dalla fusione dei sapori di questi prodotti freschi e di qualità.


Com’è strutturata la carta dei suoi vini?

Abbiamo circa duecentocinquanta etichette italiane provenienti da diverse regioni italiane. Ci teniamo a diffondere il culto del vino italiano attraverso l’accostamento con le nostre gustose specialità. Scelgo le mie etichette direttamente dalle fiere di settore nelle quali non si finisce mai di conoscere e innamorarsi di nuovi vini di alta qualità.

In questa epoca dominata dai social media, lei quanto cura l’espetto estetico dei suoi piatti?

Curo molto l’aspetto estetico perché impiattato in un certo modo stimola indubbiamente l’appetito dei nostri clienti. Quando un piatto è bello sprona ad assaggiarlo. Crea un imprinting che spinge in seguito ad esplorarlo con gli altri sensi.

Foto
Cuori d Carciofi Ripieni di Ricotta di Bufala e Tartufo Nero


Foto
 

Qual è la parte che ama del suo lavoro?

Donare emozioni e piacere attraverso le specialità che creo e che sono tanto apprezzate tanto da stimolare i clienti a tornare. Difatti vedere tornare i clienti è una grande soddisfazione. Il nostro obiettivo è quello di far trascorrere una serata piacevole a tutti i nostri clienti, ossia regalare loro momenti indimenticabili.

Un consiglio che darebbe ad un giovane ristoratore italiano che vuole diffondere la sua arte culinaria all’estero…

Fare tanta gavetta e non dare nulla per scontato. Non smettere mai di mettersi in gioco. Puntare sull’ autenticità che fa davvero la differenza all’estero.

Perché dovremmo venire a mangiare presso Il Sorrentino?

Presso il Sorrentino ci si sente in Italia gustando l’autentica cucina della nostra terra d’origine, preparata con amore, passione e professionalità.



ID Anticontraffazione: 18075Mariangela Cutrone


Foto
notizie Trattoria Cucina Povera, l’amore autentico per la vera cucina italiana approda in Polonia   C’è un locale in Polonia, precisamente nella cittadina di Zalesie Górne chiamato Trattoria Cucina Povera, in cui potrete gustare l’autentica arte culinaria italiana, fatta di prodotti autentici Made in Italy e ricette originali. Non appena varcherete la soglia di questo ristorante vi sembrerà di stare letteralmente in Italia, immersi in un ambiente accogliente, caloroso, famigliare che Damiano e Paolo hanno ricreato con molta professionalità e passione facendo tanti sacrifici e investendo energie in questo loro progetto professionale. Dopo anni di esperienze pregresse nell’ambito della ristorazione italiana hanno voluto dedicarsi a questo sogno nel cassetto che è divenuto realtà e di cui vanno tanto orgogliosi, anche perché sta riscuotendo tanto successo. Il merito sta nel loro impegno nel diffondere tradizioni culinarie autentiche e nella sapienza nel selezionare prodotti genuini e di alta qualità che fanno la differenza. Nel loro ristorante ci si sente letteralmente “coccolati” perché il fattore umano è molto valorizzato e ogni cliente può sentirsi propriamente a suo agio e guidato nella scelta di piatti gustosi che sono in grado di soddisfare ogni palato e che rimangono memorabili. Ogni due settimane il menù cambia in modo da rispettare la stagionalità dei prodotti che sono alla base dei piatti e ciò inoltre permette di non annoiare mai i clienti che sono continuamente stimolati nel degustare nuove pietanze nel pieno rispetto della tradizione culinaria italiana. Del loro lavoro di ristoratori in Polonia e del successo del Made in Italy, conversiamo con Damiano e Paolo in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Eiscafé, il gelato con del carattere A Wernigerode, in Germania, il gelato "al naturale" senza aromi, coloranti né grassi idrogenati
Foto
notizie Antica Osteria del Cerreto, la tradizione ha incontrato l’apericena Nel verde delle campagne lodigiane una cucina tipica, con piatti autentici ed un tocco di innovazione
Foto
notizie Royal Karoma: il caffè di qualità italiano a Ginevra Royal Karoma è sinonimo di qualità sia a livello di miscele di caffè che di pasticceria. Da una parte abbiamo il ramo dedicato al caffè e ai prodotti collegati come le diverse macchine adatte anche alla ristorazione; poi dall’altra abbiamo tutta la produzione della pasticceria con l’aggiunta di piatti caldi a mezzogiorno. L’obiettivo di questa attività è di mantenere i più alti standard di qualità con un controllo totale della filiera nei loro stabilimenti di Benevento e, inoltre, diffondere la qualità del made in Italy in Svizzera e possibilmente nel mondo. Scopriamo di più a proposito di questa attività in questa intervista.