Foto
 

Com’è nata l’idea di aprire un’attività all’estero?
Abbiamo aperto questa attività spinti dall’amore per la cucina italiana e in particolare per quella napoletana. Il mio socio ed io abbiamo deciso di unire le forze per aprire “Il Capitano”; abbiamo iniziato con le pizze e negli anni abbiamo aggiunto piatti della tradizione campana utilizzando materie prime provenienti proprio da lì come il pomodoro San Marzano, mozzarella fiordilatte… cerchiamo di mantenere intatta la tradizione.

Che cucina proponete?
Noi siamo una pizzeria napoletana e proponiamo principalmente pizza insieme appunto ad alcuni piatti campani come la Caprese, delle bruschette e alcuni antipasti. Ovviamente il nostro piatto principale rimangono le pizze.

A questo proposito, quali sono le pizze che hanno più successo?
Le nostre pizze sono molto classiche con alcune specialità; è difficile selezionare quella che ha più successo ma per esempio la nostra “Salsiccia e friarielli” ha riscosso molto successo tra i nostri clienti insieme alla nostra pizza bianca con pere, gorgonzola, noci tostate, miele e mozzarella. Anche le altre pizze tradizionali non sono male come la Capricciosa o la Calabrese con l’nduja.


Le materie prime le importate dall’Italia?
Sì diciamo che le principali materie prime le reperiamo dall’Italia e dalla Campania. Per esempio prendiamo le mozzarelle di Bufala, la salsa di pomodoro… diversi salumi come prosciutto cotto, la coppa e la bresaola. Poi ovviamente anche i condimenti per mantenere i gusti mediterranei: prendiamo l’olio d’oliva, l’aceto balsamico… facciamo il possibile per mantenere le ricette quanto più vicine all’originale anche per le materie prime.

Perché avete deciso di aprire un ristorante italiano? Da dove nasce la vostra passione per la cucina italiana?
Diciamo che ci sono due ragioni principali. La prima è sicuramente per i sapori, la cucina italiana è piena di sapori diversi e incredibili rispetto alle altre cucine del mondo. La seconda è perché di base sono ricette semplici ma appunto saporite. Mi sono innamorato della cucina italiana durante la mia luna di miele in crociera: attraverso le diverse tappe abbiamo toccato diverse zone dell’Italia tra cui Napoli, Civitavecchia, le Cinque Terre… ho provato molta cucina regionale diversa che mi ha fatto innamorare immediatamente.

Foto
 


Foto
 

Secondo lei perché la cucina italiana ha così successo all’estero?
Beh devo dire che credo sia una questione di passione. Gli italiani quando cucinano mettono un sacco di passione in quello che stanno facendo. Anche quando preparano una semplice pasta come la cacio e pepe si vede che mettono molta passione nella preparazione ed è bellissimo da vedere e soprattutto da provare. Si vede che il cibo fa parte intrinsecamente della cultura italiana e che amate cucinare.

Qual'è la parte migliore del suo lavoro?
 Amo cucinare e comunicare attraverso i miei piatti, ho sempre amato il cibo e questo mondo. Quello che mi spinge a continuare giorno dopo giorno è sicuramente vedere che i clienti tornano perché sono rimasti soddisfatti dalla tua cucina e dai tuoi piatti. Parlo proprio del rapporto che si viene ad instaurare con il cliente: una delle sensazioni migliori al mondo.


Ha qualche consiglio per i giovani che vogliono entrare in questo mondo?
Ho principalmente un solo e semplice consiglio per chi vuole aprire un’attività ed avere successo: bisogna concentrarsi sulla qualità e non sulla quantità. Se si punta fin dal principio sulla qualità avrai sicuramente successo, magari ci metterai un po’ più tempo ma credo sia la carta vincente. Quando punti sulla quantità si tende sempre ad abbassare la qualità a causa magari della velocità nel far uscire i piatti; se rispetti la qualità degli ingredienti non potrai sicuramente sbagliare.

Progetti per il futuro?
Beh l’idea che abbiamo è di aprire un secondo “Il Capitano” sempre qui a Liverpool. In realtà manca davvero poco, al momento stiamo ultimando le ultime modifiche e spero di poterlo mostrare alla nostra clientela tra circa un mese. Una volta inaugurato vedremo il futuro cosa ci riserverà.

Foto
 


ID Anticontraffazione: 18974Giorgia Maltecca


Foto
notizie Slide e Post Facebook Di Eccellenze Italiane Raggiungi il pubblico che desideri!
Foto
notizie Borgia Ristorante Milano, dove la tradizione della cucina mediterranea si sposa con la moderna creatività   Dalla fusione de L’ Isola 56 con il Tasting House nasce il Ristorante Borgia a Milano, in via George Washington. Questo è il luogo in cui la tradizione della cucina mediterranea si sposa con un creativo concetto di modernità. Il nome è quello della prestigiosa famiglia fondatrice. Il pittogramma di accompagnamento, simbolo dell’arsenico nella tavola periodica, è un sottile riferimento a Lucrezia Borgia, abile manipolatrice di erbe e veleni. Il menù del Ristorante Borgia è in continua evoluzione. È tutto da scoprire ed esplorare. Sarà capace di soddisfare la vostra curiosità e tutte le vostre esigenze di gusto e sapore. Nella progettazione di esso si presta molta attenzione alla selezione delle materie prime per offrire ai clienti qualità e genuinità. Accanto ai prodotti italiani più iconici come il Fassone Piemontese –presidio Slow Food- troverete materie prime provenienti da Paesi lontani come la carne di Wagyu giapponese. Le deliziose e originali pietanze saranno accompagnate da un’ottima selezione di vini biologici, naturali e artigianali, birre e oltre 200 tra i migliori distillati. Immersi in un ambiente dal design minimal caratterizzato da colori tenui e i materiali di altissimo pregio potrete partecipare nei prossimi mesi ad una serie di eventi e degustazioni gastronomiche in cui il cibo si tramuta in una esperienza indimenticabile in grado di suscitare inedite emozioni. Del progetto evolutivo del Ristorante Borgia, del nuovo menù che valorizza i gusti e i desideri personali e di come sia importante il fattore umano in questo settore ci parla in questa intervista il signor Edoardo.
Foto
notizie La Vecchia Camiceria, capi su misura e unici nel loro genere 100% Made in Italy   La Vecchia Camiceria ad Ispra (Va) nasce dalla passione e dall’amore di Matteo Petullo per il settore tessile. Dopo esperienze pregresse all’estero, nel 2015 Matteo decide di tornare in Italia per promuovere e valorizzare l’autentico Made in Italy creando camicie da uomo, su misura e personalizzate. Le sue camicie sono prodotte con tessuti di qualità. Matteo non smette mai di sfruttare la sua fervida fantasia e la sua creatività per creare capi sempre più belli e di qualità capaci di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza. Le sue creazioni sono state anche apprezzate da uomini di successo come Trump, il Ministro Conte e Di Maio. Nel suo negozio troverete una varietà di camicie, maglioni, polo, foulard che non troverete da nessun’altra parte perché Matteo crea ex novo ogni suo prodotto tessile mettendoci tutta la sua competenza, professionalità e verve creativa. Ce lo racconta in questa esclusiva intervista in cui ci parla di quanto l’autentico Made in Italy nel settore tessile faccia la differenza e sia una vera e propria garanzia di successo.