Foto
 

Come è nata l’idea di diffondere il gustoso gelato italiano all’estero?

Michele: Sono partito dall’Italia con l’intento di cercare fortuna e avere la possibilità di realizzarmi dal punto di vista professionale. Erano gli anni 80 quando sono giunto qui in Germania per raggiungere mio fratello che lavorava qui da tanti anni. Stando qui ho nutrito la voglia e la motivazione di dedicarmi all’arte del gelato per diffondere questo prodotto gustoso, offrendo solo la qualità.

In base alla vostra esperienza all’estero che tipo di riscontro ha avuto il gelato italiano in Germania?

Michele: Il gelato italiano è di qualità e noi cerchiamo di diffonderlo rispettando la vera tradizione. Ci dedichiamo ad esso con entusiasmo, passione e sacrifici. I tedeschi ne mangiano a grande quantità. Lo amano.

Che tipo di gelato possiamo gustare presso la Gelateria GelatOk?

Michele: Si possono gustare diversi tipi di gelato naturale. Il nostro gelato ha alla base ingredienti di alta qualità che fanno davvero la differenza. Ci teniamo tanto a selezionare ingredienti genuini e naturali che mantengono alta la qualità che ci differenzia rispetto alla concorrenza.

Qual è la parte più bella del vostro lavoro?

Michele: Il contatto col cliente. La vendita. È una grande soddisfazione vedere la gente incantata ad osservare il nostro gelato che è ben decorato. Grazie alla vista di esso cambia qualcosa in loro. Improvvisamente diventano più allegri.

Quali sono i gusti che dobbiamo assolutamente assaggiare?

Michele: La vaniglia è il gusto più amato qui in Germania. Poi seguono i classici nocciola, cioccolato, limone, fragola. Offriamo gusti che rispettano la stagionalità dei prodotti che utilizziamo per produrre il nostro gelato. Di fatti il nostro intento è quello di stupire e non annoiare mai la nostra vasta clientela.

Fabio: Un gusto imperdibile è il cookie che ha alla base dei biscotti fatti in casa. Ha un sapore molto particolare rispetto agli altri cookie. Un altro gusto prelibato e ricercato è il Kinder Fetta al Latte preparato con latte di qualità, pan di spagna e miele. Amato dai tedeschi è il gelato alla birra. Utilizziamo per questo gusto le birre artigianali della zona.

Foto
 
Foto
 

In questa epoca in cui dilagano le intolleranze alimentari, voi come soddisfate le esigenze di questo tipo di clientela?

Cerchiamo di soddisfare anche questo tipo di esigenza. Il nostro gelato è senza glutine a parte qualche gusto particolare a base di biscotti. La nostra frutta è biologica e priva di derivati di alcun tipo.

Fabio: Abbiamo anche coni senza glutine per intolleranti.

Secondo un articolo di settore il gelato è in grado di suscitare delle emozioni positive e stimolare il buonumore. Voi cosa ne pensate al riguardo?

Michele: Siamo pienamente d’accordo soprattutto se si parla di gusti a base di cioccolato fondente. Il cioccolato stimola le papille gustative e diffonde una sensazione di benessere inimitabile. I nostri gelati hanno un gusto corposo che si percepisce subito e fa star bene.

Fabio: È vero i nostri gelati hanno un sapore inimitabile. È in grado di rendere contenti sia i bambini che gli adulti.

Secondo voi in questo settore conta di più la formazione o l’esperienza?

Michele: Oggi come oggi non si può più improvvisare. Bisogna avere alle base determinate conoscenze. Non ci si può permettere di sbagliare. Bisogna essere professionali e conoscere ciò che si va a fare. Questo è un lavoro che impegna su diversi fronti e bisogna essere preparati e competenti. Questo è un impegno a 360 gradi, una vera e propria professione multitasking.

Quanto conta la creatività in questo settore e dove traete l’ispirazione per le vostre creazioni?

Michele: La fantasia è la base di tutto ciò che facciamo e ci sprona a sperimentare gusti sempre nuovi. Spesso creiamo gusti che nemmeno immaginavamo e che poi si si rivelano dei veri e propri “cavalli di battaglia”.

Fabio: A me personalmente è successo che da alcuni errori mi è capitato di creare dei nuovi gusti che hanno riscosso tanto successo. Per esempio e mescolando per sbaglio cioccolato nocciola e pistacchio ho creato il gusto Mozart, molto amato dai nostri clienti.

Foto
 
Foto
 

Quale consiglio dareste ad un giovane che vuole intraprendere questa carriera all’estero?

Fabio: Avere la voglia di mettersi in gioco ed imparare perché non si finisce mai di apprendere. Ogni giorno è un giorno diverso e questo aspetto fa tanto. Bisogna inoltre dedicarsi a questo lavoro col cuore e non smettere mai di accettare consigli.

Michele: Non smettere mai di essere umili e restare coi piedi per terra anche se si hanno anni di esperienza. Inoltre non bisogna scoraggiarsi mai soprattutto nei periodi più difficili e duri.

ID Anticontraffazione: 17723Mariangela Cutrone


Foto
notizie Osteria Il Campo: come educare il popolo belga all’autentico Made in Italy Nella cittadina belga di Liège, in pieno centro, vi è l’Osteria Il Campo del signor Luca Bini che direttamente dalla Toscana ha voluto diffondere con professionalità il Made in Italy all’estero. Il signor Luca Bini gestisce con inesauribile passione ed entusiasmo questo ristorante italiano da circa un anno e tre mesi. Ci mette il cuore in quello che fa e ciò lo trasmette nelle prelibatezze che si possono gustare presso Il Campo.
Foto
notizie Caffè Italiano Skerries, l’alta qualità del Made in Italy che ha fatto breccia nel cuore degli irlandesi   In Irlanda, precisamente nella cittadina di Skerries, vicino Dublino, esiste Il Caffè Italiano, un locale in cui è possibile a colazione gustare l’autentico caffè italiano e torte prelibate preparate con amore da chi si dedica a questo lavoro con passione e competenza da tantissimi anni. Inoltre presso il Caffè Italiano Skerries potrete pranzare o cenare degustando le specialità tipiche italiane che hanno alla base prodotti Made In Italy di alta qualità. Aperto da quasi due anni e mezzo ha subito riscosso tanto successo. C’è gente che macina tanti km per venire a gustare una pizza sublime con alla base un impasto leggero e altamente digeribile e farcita con ingredienti selezionanti con tanta accuratezza. Un’altra prelibatezza tanto apprezzata è il tiramisù, preparato seguendo una ricetta che si tramanda di generazione in generazione. Contribuiscono a rendere speciale questo locale il suo ambiente suggestivo e la sua atmosfera calda e accogliente che ti fa sentire parte di una famiglia. Del successo inaspettato del Caffè Italiano Skerries e di quanto sia importante offrire l’autenticità del Made in Italy se si vuole intraprendere una carriera nell’ambito della ristorazione italiana all’estero, ci parla con tanto entusiasmo ed orgoglio il signor Antonio, che ha alle spalle una carriera di oltre quarant’anni in questo settore, in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Azienda Agricola Terra D’Oro- Dono Dorato: l’amore per la natura e l’arte in un olio pregiato e speciale L’azienda agricola Terra D’Oro- Dono Dorato è presente nel territorio pugliese di Trinitapoli dal marzo del 2015. L’azienda è nata dall’amore di Marina Parente per la natura e il territorio pugliese che offre una varietà di prodotti naturali dalle caratteristiche speciali. L’Azienda Agricola Terra D’Oro produce un pregiato olio d’oliva, Il Dono Dorato, dai riflessi dorati e dal sapore speciale che ha alla base la coltura della coratina, una varietà pregiata di olive, tipica del territorio pugliese. La coratina è capace di conservare a lungo le sue proprietà organolettiche.
Foto
notizie Villa Verdi a Parigi, autentico amore e passione per le specialità campane   Cucinare è una vera e propria forma d’arte grazie alla quale si trasmettono emozioni e si ricreano i colori, gli odori e i sapori della propria terra d’origine. Su questa filosofia lo chef italofrancese Mario Zullo ha creato Villa Verdi, il suo ristorante italiano a Parigi, un vero tributo all’arte culinaria italiana. Figlio di campani e cresciuto tra le ricette di famiglia che si tramandano di generazione in generazione, ogni giorno nel suo ristorante, Mario prepara specialità campane alle quali aggiunge il suo tocco di creatività. Immersi in un ambiente caldo in cui il legno ricrea un’atmosfera retrò, molto suggestiva, potrete avventurarvi in un viaggio tra i sapori di una terra che vale la pena scoprire ed esplorare dal punto di vista culinario. Il successo di Villa Verdi risiede nell’alta qualità e nella genuinità delle materie prime che sono alla base delle sue specialità e che sono importate direttamente dall’Italia. In questo ristorante vi sentirete letteralmente “coccolati” perché per chef Mario Zullo e il suo staff, il fattore umano è un aspetto che non va assolutamente sottovalutato e sul quale bisogna puntare se si vuole intraprendere una carriera di ristoratore italiano all’estero. Ce lo racconta in questa esclusiva intervista che trasuda amore e passione per questo lavoro.