Bruxelles è la città che ospita il ristorante E..ccetera del calabrese Aurelio Giglio. Lo chef Aurelio si avvicina alla ristorazione all’età di 16 anni grazie a un suo amico cuoco. La passione per la cucina aumenta sempre più e, da semplice lavoro stagionale, si trasforma in vero autentico sentimento per la cucina.


Foto


Foto

L’E…ccetera come nasce?


«Decisi di andare in Belgio per dei lavori stagionali. I primi anni andavo e venivo dall’Italia solo per esperienze lavorative. Incominciai dunque ad avere dei lavori sempre più importanti e quindi mi trasferii definitivamente a Bruxelles. Questo è il mio quarto ristorante».



Foto
Linguine alle vongole, consigliate dalla casa!

E...ccetera è un nome che non si scorda. Come mai questa scelta?


«Bisogna dire che qui la gente non ha né il tempo né la voglia di fare pasti lunghi. Quando stilavo il menù parlavo di vari piatti tra cui pasta, risotti e “eccetera”. Perché quindi non chiamarlo proprio così?»


Il vostro menu si concentra soprattutto su primi piatti, come mai questa preferenza e che piatti ci consiglia?


«La nostra è stata una scelta di mercato. In questo modo abbiamo un risparmio di tipo gastronomico, soprattutto con la crisi che è subentrata. Le persone qui amano tanto uscire e il ristorante è visto come qualcosa legato allo svago. Perché quindi non aprire un ristorante dove la clientela possa venire in completo relax, mangiare e bere un bicchiere per poi, tranquillamente, continuare la serata? Vi consiglierei sicuramente di assaggiare i fusilli al ragù d’agnello, piatto tipico calabrese, e le linguine alle vongole».


La zona scelta è molto turistica?


«Sì, assolutamente, ecco perché ho cercato di fare un menù che premi l’elasticità per le esigenze del cliente. Da molti anni cercavo una zona di questo tipo. Bisogna dire che avevo un altro ristorante nella medesima strada e quindi conoscevo già “il passaggio”».


Cosa vi rende unici?


«Il fatto di essere calabresi, pochi lo sono qui. Bruxelles ci ha fornito l’appellativo di ristorante per eccellenza calabrese. Mettiamo quindi l’accento sulla regione Calabria. Cerchiamo di mettere nei piatti i sapori della nostra terra, specialmente nella scelta dei vini».

Foto

Nuovi “E…ccetra” nel vostro futuro?


«no…almeno per il momento».


Siamo molto curiosi di sapere come mai all’interno del ristorante ha un pianoforte…


«Precedentemente avevo un ristorante gastronomico dove facevamo, regolarmente, concerti di musica classica. Quando mi sono trasferito ho ripreso il piano e una volta a settimana, in genere il sabato, abbiamo delle serate con musica dal vivo».


Siete soddisfatti del vostro lavoro sia a livello economico che personale?


«Sì, molto. Grazie alle mie passate esperienze lavorative il ristorante ha avuto subito molto successo. Inoltre, commercialmente, la zona è ottima».



Foto

Foto


Migliorie?


«In un’attività commerciale c’è sempre da migliorare. È un percorso quotidiano di progresso sia per quanto riguarda le materie prime sia nel servizio».


L’E…ccetera si dimostra un ristorante in costante mutamento e sempre più sensibile alle nuove esigenze del cliente. Il ristorante mantiene un “buon rapporto qualità prezzo”. Come il Signor Aurelio ci confessa: «ogni volta che faccio un nuovo piatto cerco sempre di contenere i prezzi. Sono convinto che il cliente diventa tale non quando mangia, ma quando ha finito ed esce. Voglio quindi che esca soddisfatto e con l’idea di ritornarci».

ID Anticontraffazione conferito da Eccellenze Italiane n. 7870
Foto
notizie L’eccellenza italiana in una calzatura: nasce il calzolaio 3.0 Storie di chi ama la sua terra e, per tornarvi, si reinventa con un’idea imprenditoriale d’altri tempi
Foto
notizie Spiga d’Oro Ristorante: il culto del vino e della cucina Made in Italy in Belgio Il ristorante Spiga d’Oro è nato dalla passione per l’arte culinaria del signor Francesco Di Taranto, originario del Sud italia, che con un passato da pizzaiolo all’estero ha voluto mettersi in gioco e imparare a cucinare i piatti regionali della nostra Italia. Il Ristorante Spiga d’Oro si trova nella caratteristica cittadina di Boortmeerbeek in Belgio. La cucina della Spiga d’Oro è una sorta di viaggio culinario che sconfina nella vastità dei territori che il nostro Paese multi-sfaccettato offre all’estero.
Foto
notizie Celebrities Gold Restaurant: dalla Romagna alla Spagna per diffondere l’autentico Made in Italy Il Celebrities Gold Restaurant a Puerto Banùs, in Spagna, sulla Costa del Sòl. è un posto incantevole in cui poter gustare il Made in Italy autentico grazie ai prodotti freschi, la pasta fatta in casa, la pizza, le assortite piadine romagnole e i dessert prelibati e ricercati. E’ inevitabile non rimanerne ammaliati.Il Celebrities Gold Restaurant nasce dalla fusione dell’esperienza nel campo della ristorazione e dall’amore per l’arte culinaria italiana di due fratelli romagnoli, Luigina e Angelo Lutasini che hanno creato a Riccione il noto Family Hotel.Quella che si respira al Celebrities Gold Restaurant a Puerto Banús, è un'atmosfera calda e familiare merito dell’esperienza, della professionalità e del clima meraviglioso che consente di fermarsi in terrazza per un aperitivo, un brunch o un pranzo vero e proprio in tutti i mesi dell’anno lasciandosi catturare dall’energia vitale del sole.
Foto
notizie Azienda Agricola Serena Minieri, amore autentico per la natura e la semplicità   L’azienda Agricola Serena Minieri si trova a Marmorassi, un paesino che sorge sulle colline liguri, distante circa cinque km da Savona. È un’azienda a conduzione familiare che si tramanda di generazione in generazione. Dal 2018 Serena la gestisce con tanta passione e amore dopo un’infanzia trascorsa in mezzo alla natura. La sua famiglia infatti le ha insegnato tanto sul lavoro dei campi. Da essa ha appreso cosa significa la semplicità e la qualità dei prodotti che quotidianamente coltiva per offrire solo il meglio alla sua vasta clientela. Presso la sua azienda potrete acquistare prodotti freschi al 100% naturali e a Km 0. Serena offre anche una vasta gamma di confetture, tisane, oli, miele, vino. Sono ordinabili anche on line da tutta Italia. Assaggiando i prodotti dell’Azienda Agricola Serena Minieri scoprirete il vero sapore del biologico, coltivato senza uso di pesticidi e fertilizzanti chimici. La sua tipologia di lavoro che si sta tanto diffondendo nel mondo femminile imprenditoriale ha tanto da donare e fare imparare. Il contatto con la natura è infatti qualcosa di terapeutico. Ce ne racconta e ce lo consiglia con tanto entusiasmo, Serena Minieri in questa esclusiva intervista.