treno-verde-stazione
Percorrendo lo Stivale farà tappa in 15 città italiane con l’obiettivo di far riscoprire l’eccellenza del nostro tessuto economico-culturale e stimolare il racconto delle migliori esperienze prodotte dall’agricoltura italiana di qualità; il Treno Verde 2015, allestito da Legambiente e Ferrovie dello Stato , punta dritto verso l’ Expo di Milano foriero dello slogan ambientalista “Tornare alla terra per seminare il futuro” .

Iniziando il suo itinerario da Caltanissetta, transitando per Battipaglia, Perugia, Cuneo e molti altri centri urbani, fino all’11 aprile il colorato convoglio composto da quattro carrozze darà vita a una intensa sfida che interfaccerà mondo scientifico, ministeri di agricoltura e ambiente di tutte le regioni con la rappresentanza dagli Ambasciatori del Territorio , produttori e aziende che hanno scommesso sul cibo sano derivante da agricoltura sostenibile e che saliranno a bordo ad ogni fermata.

treno_verde_logo
Perchè la scelta di un treno come veicolo di idee, incontro e innovazione culturale ?
E’ presto spiegato dalle parole diMichele Mario Elia, amministratore delegato di FS Italiane: “Rispetto alle altre modalità di trasporto, il treno assicura un minor impatto ambientale, minori emissioni inquinanti, minori consumi energetici che si traducono in minori costi esterni.”

“A bordo del Treno Verde – come ha sottolineatoRossella Muroni, direttrice di Legambiente – si parlerà di biodiversità, cibo di qualità e lotta al consumo del suolo , essenziali per la mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici, il rilancio di un economia “verde” del paese e per creare nuova occupazione”.

Sulla scorta dei dati che esprimono la rilevanza del patrimonio agroalimentare italiano (con una sostanziosa fetta pari al8,7% del Pil nazionale, l’Italia figura tra i dieci maggiori paesi produttori di biologico al mondo), si segnala fra le novità introdotte quest’anno il “Progetto Conversione” realizzato con la partnership della storica aziendaAlce Neronell’auspicio del potenziamento delle coltivazioni bio dal 9 al 20% della superficie agricola italiana entro l’arco dei prossimi 6 anni.

ape_fiore
Nel corso dell’iniziativa si dialogherà anche in difesa delle api dedicando un ampio spazio agli agricoltori italiani che hanno scelto d’impegnarsi a tutela della biodiversità e dei prodotti tradizionali locali, esprimendo al contempo fermo diniego alla filosofiaOGM.

Va ricordato che le preziose api sono responsabili dell’impollinazione di almeno 70 delle 100 principali colture agricole e senza il loro apporto non potrebbero sussistere la maggior parte di frutta, ortaggi, foraggi per animali, piante officinali e colture per utilizzi industriali, quali il cotone o la soia.
Un patrimonio fondamento della biosfera stessa, da salvaguardare dunque ad ogni costo.

Importante il risvolto didattico a beneficio delle scuole: duemila classi visiteranno il treno per una full-immersion interattiva incentrata sull’ agricoltura e la nutrizione ; nella carrozza numero 3 è stata inoltre predisposta una cucina itinerante dove i ragazzi degli Istituti agrari e alberghieri potranno sbizzarrirsi cucinando ricette biologiche e a Km 0.

Il Treno Verde è aperto dalle 8,30 alle 13,30 per le classi prenotate. Per il pubblico dalle 16 alle 19 ,la domenica dalle 10 alle 13. L’ingresso è gratuito.

Queste le tappe previste:

Caltanissetta – 23, 24, 25 febbraio

Palermo – 27 febbraio

Bari – 1, 2, 3 marzo

Pescara – 5, 6 marzo

Battipaglia – 7, 8, 9 marzo

Napoli c.le – 10 marzo

Termoli – 12, 13 marzo

Latina – 15, 16, 17 marzo

Perugia – 19, 20, 21 marzo

Arezzo – 22, 23, 24 marzo

Chiusi – 26 marzo

Parma – 28, 29, 30 marzo

Vicenza – 31 marzo, 1, 2 aprile

Cuneo – 7, 8, 9 aprile

Milano – 10 aprile Milano C.le; 11 aprile Gran finale a Milano Porta Garibaldi

Per maggiori informazioni:www.legambiente.it/treno-verde-2015

 

Foto
notizie Azienda Agricola Terra D’Oro- Dono Dorato: l’amore per la natura e l’arte in un olio pregiato e speciale L’azienda agricola Terra D’Oro- Dono Dorato è presente nel territorio pugliese di Trinitapoli dal marzo del 2015. L’azienda è nata dall’amore di Marina Parente per la natura e il territorio pugliese che offre una varietà di prodotti naturali dalle caratteristiche speciali. L’Azienda Agricola Terra D’Oro produce un pregiato olio d’oliva, Il Dono Dorato, dai riflessi dorati e dal sapore speciale che ha alla base la coltura della coratina, una varietà pregiata di olive, tipica del territorio pugliese. La coratina è capace di conservare a lungo le sue proprietà organolettiche.
Foto
notizie Ristorante Mondello’s: omaggio alle tradizioni culinarie siciliane nel Regno Unito Situato nel cuore di Crawshawbooth, a Rossendale, nel Regno Unito, il Ristorante Italiano Mondello è il posto ideale per immergersi nella tradizione culinaria italiana. la filosofia del Mondello è recuperare e al tempo stesso valorizzare l’essenza e l’origine degli autentici sapori della nostra terra. Dal 1999 lo chef Antonio, con entusiasmo e amore, diffonde l’autentico Made in Italy. Ciò che lo contraddistingue è la sua umanità e il suo senso artistico. Sono le sue “carte vincenti” per svolgere il suo lavoro tra i fornelli e a contatto con il cliente.
Foto
notizie Pizza Uno a Chênée: dalla Sicilia con amore Nel distretto di Liegi, Domenico Ammavuta tiene alta la bandiera delle grandi tradizioni italiane. Pizza e pasta di prima qualità realizzate rigorosamente “a conduzione familiare”
Foto
notizie Ristorante Italiano Taranto: uno scorcio di Puglia in Germania In Germania, precisamente in Bad Lauterberg, presso il Ristorante Italiano Taranto è possibile gustare la vera cucina pugliese nel pieno rispetto delle ricette tramandate di generazione in generazione. Questo ristorante è gestito abilmente dallo chef pugliese Raffaele Dargenio. Dopo circa trent’anni di esperienza nel settore della ristorazione, Raffaele nel suo prestigioso ristorante prepara piatti a base di frutti di mare e pesce che non troverete da nessun’altra parte qui in Germania.