Foto
Specialità della casa

«Ma possibile che a Copenaghen non ci sia un posto in cui mangiare un buon risotto italiano?».

È nata quasi come una battuta e si è trasformata in una vincente idea imprenditoriale. I due giovani titolari di Ris8 - lui italiano e lei danese doc - hanno inaugurato la risotteria cinque mesi fa e già pensano ad una evoluzione della loro attività con dolci e arancini preparati secondo la ricetta siciliana.

Ris8 è il paradiso del gluten free nella turistica città danese. Christian Lorenzato arriva dalla provincia vicentina, 28 anni, diplomato all'istituto alberghiero e con una grande passione per i viaggi, i prodotti biologici e a km zero.

Dall'unione di tutte le sue passioni è nato Ris8.

«Sono approdato a Copenaghen tre anni e mezzo fa, dopo aver visitato un po’ l’Europa. Questa città offre moltissime opportunità, soprattutto se sei giovane e vuoi darti da fare».


Copenaghen è una città che pullula di locali, qual è la vostra specificità?


«Prepariamo solo prodotti a base di riso, tutte le nostre ricette sono rigorosamente gluten free.


Quanto c'è di italiano in questa risotteria?


Molto. Il riso è solo quello italiano. Viene prodotto in due esclusive riserie di Verona e Vercelli, è da lì che ci viene spedito. Al riso italiano associamo poi tutti gli ingredienti danesi freschi, a chilometro zero: la filosofia è quella di far incrociare il meglio dei due Paesi. Gli ingredienti dei nostri piatti seguono le stagioni: ogni due settimane cambiamo menù. Per quanto riguarda le mozzarelle e gli altri prodotti caseari poi, abbiamo il nostro asso nella manica, un caseificio di Copenaghen gestito da italiani. La loro stracciatella di burrata prodotta con il latte danese è squisita.


Una ricetta particolarmente apprezzata del menù?


Risotto con piselli, asparagi, stracciatella di burrata e grano saraceno.


Carta dei vini?


Tutti italiani. Etichette prodotte quasi esclusivamente nel Nord-Est, hanno caratteristiche che si sposano meglio con i risotti.


Avete aperto da pochi mesi, ma il bilancio è già entusiasmante. Quali sono le difficoltà per i giovani imprenditori in Danimarca?


Nessuna difficoltà, solo vantaggi. È un paese che punta sui giovani e ci sono grandissimi incentivi per chi vuole realizzare un progetto imprenditoriale. Abbiamo aperto la nostra società con un euro, in cinque mesi i risultati sono arrivati senza intoppi e possiamo già pensare con ottimismo al futuro».

Foto
Ai risotti sono associati i vini, tutti italiani
ID Anticontraffazione conferito da Eccellenze Italiane n. 7928
Foto
notizie Restaurant Le Cômo: un ritorno alle origini per lo chef stellato Renato Favaro Lo chef stellato Renato Favaro quattro anni fa ha deciso di voltare pagina per scrivere un nuovo capitolo della sua vita culinaria: il Ristorante Le Cômo. Questo nuovo locale è un ritorno alle origini, ai sapori di una volta, un ritorno a quella semplicità che sembrava ormai perduta. Lo chef Favaro propone nel suo menù ricette classiche e senza tempo provenienti dalla tradizione culinaria italiana realizzate con materie prime sempre di altissima qualità provenienti da piccoli produttori italiani così da poter offrire alla propria clientela un assaggio della vera cucina italiana. L’amore per la cucina non lo ha mai abbandonato e in questa nuova esperienza è condensato tutto il lavoro e l’esperienza trentennale dello chef: le materie prime vengono infatti toccate ed elaborate il meno possibile così da non inficiarne il gusto. Ma scopriamo qualcosa in più a riguardo dalle parole dello Chef Favaro in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Pizzeria Gusto Italiano Villeneuve, quando la tradizione si arricchisce di innovazione creativa   Il successo della ristorazione italiana all’estero, indubbiamente, risiede nel gusto unico e speciale dei nostri prodotti Made in Italy semplici e genuini che consentono di creare qualcosa di innovativo e memorabile. Ne sa qualcosa Giorgio Vandin. Dopo anni di esperienze significative ha coronato il sogno di aprire un suo ristorante, il Gusto Italiano Villeneuve- Ristorante Pizzeria Cucina Italiana nella cittadina svizzera di Vaud. In questo locale, in cui si respira l’atmosfera tipica e speciale dell’Italia degli anni Cinquanta e Sessanta, è possibile gustare una varietà di specialità tradizionali italiane alle quali Giorgio sapientemente ha aggiunto un piccolo tocco innovativo, capace di fare la differenza e non annoiare mai i suoi clienti. Il menù è ricco di una varietà di pinse romane che stanno riscuotendo tanto successo e che sono farcite con ingredienti di alta qualità in grado di soddisfare qualsiasi tipo di palato, anche quello più esigente. Nel suo lavoro di ristoratore italiano in Svizzera, Giorgio presta tanta attenzione ai bisogni e ai gusti della sua clientela perché ha imparato che il fattore umano va valorizzato. Grazie a questo lavoro non smette mai di alimentare il suo lato creativo, una delle parti che più apprezza di questo lavoro. Ce lo racconta in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Emporio Ravioli e Casa Ravioli: a San Paolo una cucina italiana di ricordi Nella città con più italiani al mondo Roberto Ravioli ha conquistato emigrati, oriundi e non solo. Grazie ai grandi piatti della nostra tradizione, preparati con rigore e semplicità
Foto
notizie RistoMacelleria Rosso 27 a Vercelli, passione e amore per la carne di qualità   La RistoMacelleria Rosso 27 a Vercelli è il posto consigliato a tutti gli amanti della carne di qualità. Nata nel 2015 in seguito all’ esperienza di successo di Claudio Limberti e sua moglie Gabriella nella gestione della storica macelleria “Bottega della Carne”. In questo locale caldo e accogliente potrete gustare tante specialità a base di carne eccellente come il pregiato Fassone di Razza Piemontese, certificato e garantito dal consorzio Coalvi. Oltre alla celebre battuta al coltello imperdibili sono gli agnolotti e tante prelibatezze tipiche della zona, tutte da esplorare, assaporare e abbinare ad un’ampia selezione di etichette pregiate del Monferrato, Langhe e Gattinara L’angolo caffetteria completa il servizio, offrendo gustose colazioni e appetitose merende. Di come riconoscere una carne di qualità e della passione per questo lavoro in cui non si finisce mai di mettersi in gioco per evolversi e crescere professionalmente, ci parla in questa esclusiva intervista Claudio Limberti.