Foto
Arancina alla Sorrentina

Com’è nata l’idea di far conoscere in Germania l’arte gastronomica della sua terra d’origine attraverso La Rosticceria L’Arancina La Regina?

È da tredici anni che ho deciso di occuparmi di questo settore. Lo perseguo con tanta passione e amore perché ci tengo a diffondere il meglio dell’arte culinaria della Sicilia, in particolare le specialità di Palermo, la mia città d’origine.

Che tipo di riscontro ha avuto da parte del popolo tedesco?

I tedeschi prima del mio arrivo qui vicino Francoforte non conoscevano queste specialità tipiche siciliane. Erano un po’ scettici ma poi assaggiandole si sono ricreduti. Col passare del tempo si sono letteralmente innamorati dei miei prodotti.


Immagino quanto sia importante per lei la selezione delle materie prime che sono alla base delle sue specialità….

Tantissimo. Ci tengo ad offrire solo il meglio alla mia vasta clientela. Ecco perché le materie prime che mi servono per preparare le mie specialità provengono direttamente dall’Italia. Ne vale la pena questa scelta perché indubbiamente si sente la differenza dell’alta qualità.

Quali sono le specialità che dobbiamo assolutamente assaggiare?

I nostri cavalli di battaglia sono le quindici varietà di arancine in grado di soddisfare ogni esigenza di gusto e i cannoli che hanno alla base una ricotta di pecora eccellente che proviene direttamente dalla Sicilia. Amate sono anche le pizze al taglio e i calzoni fritti.

Foto
Pasticcini Misti


Foto
Sfincione

Qual è la parte più bella del suo lavoro?

Amo di questo lavoro la soddisfazione dei clienti. Mi soddisfa quando riesco a preparare il meglio per la mia clientela. Cerco sempre di migliorarmi. Con i miei clienti ho un bellissimo rapporto. Addirittura mi chiamano per complimentarsi, per chiedere consigli sulla scelta delle nostre specialità. Questo successo mi ripaga di tutti i sacrifici quotidiani e del tempo e delle energie che investo per portare avanti un’attività come questa.

In questa epoca dominata dai social media, per lei quanto è importante la cura dell’estetica per le sue specialità gastronomiche siciliane?

È un aspetto che curo molto perché i colori di una specialità, il modo in cui viene presentata è in grado di stimolare l’appetito. L’occhio vuole la sua parte! E poi sappiamo che al giorno d’oggi la gente consulta i social per la scelta di cosa e dove andare a mangiare. A volte i social sono più funzionali del passaparola.


Che tipo di atmosfera e ambiente troviamo presso la Rosticceria L’Arancina?

Da noi si respira il calore tipico della Sicilia. Mangiare da noi è come immergersi in un ambiente familiare e cordiale. I tedeschi apprezzano tanto il nostro essere socievoli, solari, caratteristiche della nostra italianità. È quest’ultima che fa la differenza all’estero. È un approccio al cliente in cui il fattore umano è alla base e non va sottovalutato.

Secondo lei in questo settore conta di più la formazione o l’esperienza?

Penso che sia l’esperienza a fare la differenza. Senza di essa non puoi andare avanti, non puoi improvvisarti. Oggi la gente tedesca è cambiata molto. Ha la possibilità di viaggiare e constatare cosa offrire loro. Quindi bisogna curare ogni minimo dettaglio di ciò che si fa e in questo l’esperienza ti guida tanto.

Foto
Cono Sfogliatella con Gelato e Granella di Pistacchio


Foto
Bombolone Crema/Ricotta

Un consiglio che darebbe ad un giovane ristoratore che vorrebbe intraprendere una carriera nell’ambito della ristorazione italiana all’estero…

Questo settore richiede tanto impegno e investimento di tempo. Bisogna lavorare sodo, rimboccarsi le maniche e poi ci vuole autentico amore e passione per dedicarsi a questo lavoro. Inoltre sono del parere che bisogna differenziarsi facendo conoscere specialità che non trovi da nessun’altra parte all’estero e con esse offrire la qualità dell’autentico Made in Italy che risiede in materie prime selezionate con minuzia, serietà e professionalità.

ID Anticontraffazione: 17955Mariangela Cutrone


Foto
notizie La Giostra della Quintana di Ascoli La Giostra della Quintana è un’importante rievocazione storica che coinvolge, durante l’intera estate, la città di Ascoli Piceno. Qui, fra luglio e agosto, si svolgono diversi eventi che culminano con il Palio della Quintana.  
Foto
notizie Maccarò, la passione culinaria partenopea di Maurizio Tortora conquista la Svizzera   Mangiare presso il ristorante Maccarò a Marais, in Svizzera, significa immergersi in un ambiente rigorosamente partenopeo in cui esplorare i sapori, gli odori e i colori esclusivi della Campania che Maurizio Tortora ha voluto ricreare con tanta minuzia e professionalità. Il ristorante ha quasi dieci anni e ha già riscosso tanto successo. Lo confermano le tante soddisfazioni e riconoscimenti che ha collezionato e di cui Maurizio è tanto orgoglioso. Il merito è da rintracciare nella qualità dei prodotti Made in Italy che sono alla base delle sue gustose specialità e alla passione che il suo staff ci mette nella “missione” di diffondere e tutelare l’autentica tradizione culinaria campana in Svizzera. È impossibile non lasciarsi tentare da una pizza napoletana eccellente che risulta facilmente digeribile e farcita con ingredienti genuini e di qualità. Oltre alla pizza il Maccarò è noto per la sua pasta fresca farcita preparata seguendo le ricette che si tramandano di generazione in generazione. Della sua passione per l’arte culinaria che l’ha reso un grande ristoratore all’estero e dell’importanza di contare su una squadra competente e collaborativa, ci racconta Maurizio Tortora in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie La Bastide de Massimo a Marsiglia: la creatività in un viaggio inedito di sapori italiani La Bastide de Massimo sita in Rue Poucel a Marsiglia è un’antica residenza del Settecento francese che il signor Massimo Birindelli, originario di Livorno, ha trasformato da dimora privata a ristorante italiano.
Foto
notizie Ristorante Badinelli by Covello un pizzico d'Italia tra la natura incontaminata