Foto
Esterno del locale

Com’è nata questa sua passione per l’arte culinaria che poi si è tramutata nel suo lavoro?

Chef Cristiano. I miei genitori hanno sempre lavorato nell’ambito della ristorazione nelle Marche. Sin dall’infanzia sono stato immerso in questo ambiente. Durante l’adolescenza ho frequentato la scuola alberghiera a Senigallia. I miei professori hanno visto in me delle potenzialità e così mi hanno convinto a lavorare a Roma al Bristol dove mi sono formato e ho fatto tante esperienze che mi hanno contribuito a farmi crescere professionalmente. Da Roma mi sono trasferito, sempre per lavoro, a Montecarlo e da lì all’età di diciassette anni ho intrapreso un percorso professionale serio fino a diventare Ambasciatore della Cucina Italiana nel mondo. Non ho mai smesso di viaggiare e mettermi in gioco perché in questo settore non si smette mai di evolvere. Mi sono occupato anche di fare consulenze per i giovani ristoratori che volevano aprire ristoranti italiani in giro per il mondo.


Come potremmo definire la sua cucina?

Chef Cristiano. La cucina del Ristorate Pomodoro è una cucina che si rifà alle vere e autentiche tradizioni italiane che sono molto apprezzate all’estero, soprattutto qui in Francia. Alla base di essa vi è un’attenta selezione di prodotti genuini e salutari che provengono direttamente dall’Italia. Amo salvaguardare l’autentico Made in Italy. Io prediligo il piccolo allevatore e agricoltore nella scelta dei prodotti dei miei piatti. Mi piace valorizzare le storie che ci sono dietro i prodotti che scelgo.

Secondo lei perché il Made in Italy ha molto successo all’estero?

Chef Cristiano. La cucina italiana ha la fortuna di essere variegata. Questo aspetto ci viene invidiato in tutto il mondo. Di fatti ogni regione del territorio italiano è ricco di peculiarità e prodotti che la contraddistinguono. Proprio per questo sono veramente fiero di essere italiano.

Foto
Gnocchi Primavera


Foto
Pizza Mortadella, Pistacchio e Rucola

Quali sono i prodotti italiani ai quali non rinuncerebbe mai?

Claire. È una domanda difficile perché io personalmente non potrei proprio fare a meno di un gustoso piatto di pasta italiana e di una pizza con alla base farine italiane.

Chef Cristiano. L’Italia dispone di una grande varietà di prodotti. Io adoro i formaggi, i salumi, la pasta, la mozzarella, l’olio extravergine d’oliva. La qualità dei nostri prodotti è una garanzia di successo all’estero. Questa qualità ha alla base il rispetto per la natura.

Secondo lei un bravo chef quali competenze e capacità deve possedere al giorno d’oggi?

Chef Cristiano. Lo chef è un artista. Con le sue creazioni deve essere capace di emozionare i suoi commensali. Deve avere capacità gestionali e in questo deve essere supportato da un team efficiente e coeso.


Quanto contano i colori e quindi l’estetica di piatto?

Chef Cristiano. I colori di un piatto hanno un significato e un valore particolare. Stimolano l’appetito. Io amo creare piatti semplici ma creativi che regalano emozioni inedite e indimenticabili che invogliano i nostri commensali a tornare da noi per esplorare nuovi gusti e nuove emozioni. Cucinare per me è un’arte.

Da dove trae l’ispirazione per creare i suoi piatti?

Chef Cristiano. L’spirazione mi coglie quando meno me l’aspetto e io devo assecondarla in qualsiasi momento. Lei pensa che ho l’abitudine di dormire con un taccuino appoggiato al mio comodino. Spesso di notte mi vengono delle idee che non posso fare a meno di annotare e che il giorno dopo diventano dei piatti gustosi.

Foto
Arancini Cacio e Pepe


Foto
Tagliatelle Limone e Menta

Un piatto che dobbiamo assolutamente assaggiare presso il Ristorante Pomodoro?

Chef Cristiano. Il signor Luca è un imprenditore molto intelligente che ci permette di curare al meglio la qualità delle farine che utilizziamo per le pizze, la mozzarella e il pomodoro (rigorosamente napoletani). Da noi non si può fare a meno di mangiare un buon piatto di pasta italiana e una gustosa pizza.

Che tipo di atmosfera è possibile cogliere presso il Ristorante Pomodoro?

Chef Cristiano. Da noi si respira un’atmosfera conviviale, calorosa e familiare. Il merito è del nostro team che è come una famiglia. Da noi c’è simpatia, gentilezza e semplicità sono fattori importanti.


Quanto conta la formazione nel suo settore?

Chef Cristiano. È la base ma è l’esperienza che fa la differenza e in questo settore non si finisce mai di imparare. Chi decide di lavorare in esso deve essere sempre pronto a mettere in discussione ciò che fa.

La parte più bella del suo lavoro…

Chef Cristiano. Emozionare la gente.

Claire. Il contatto con la gente, poter soddisfare le loro richieste in maniera eccellente grazie ai nostri prodotti Made in Italy di qualità che vengono apprezzati e che non smettiamo mai di promuovere e far conoscere qui in Francia.

Foto
Pizza
ID Anticontraffazione: 11684Mariangela Cutrone


Foto
notizie Eatalia: una cucina aperta sulla tradizione A Wavre, in Belgio, dall’incontro tra due “fedelissimi” della gastronomia italiana è nato un ristorante che fa della qualità e della convivialità le sue armi vincenti
Foto
notizie Pizzeria Vecchia Napoli: uno scorcio d’Italia a Bucarest Dopo anni di studio intenso presso la famosa "Scuola Nazionale Maestri Pizzaioli" di Arezzo, Bogdan Manolescu, ottiene il titolo di "Maestro Pizzaiolo Istruttore".  Nel 2002, insieme a Mihaela, sua moglie di origine napoletana, fonda la pizzeria "Vecchia Napoli" a Bucarest. Il suo periodo italiano è stato di vitale importanza per il suo progetto professionale. La Pizzeria Vecchia Napoli si distingue sul territorio rumeno per la qualità dei prodotti Made in Italy con i quali vengono diligentemente condite le pizze che offre alla sua numerosa clientela. In tutti questi anni di attività Bogdan ha cercato di offrire la vera “pizza italiana” cotta sul forno a legna. Attualmente la pizzeria "Vecchia Napoli" ha oltre 60 tipi di pizza, in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e palato. Notevoli e apprezzate sono le combinazioni di ingredienti che creano mix di sapori inediti e tutti da scoprire. In questa intervista Bogdan Manolescu ci parla della sua esperienza di formazione in Italia e del successo della sua pizzeria lasciando trasparire tanta gratitudine nei confronti della nazione italiana che è sempre nel suo cuore. -
Foto
notizie Rossini Ristorante Italiano: le ricette tradizionali Made in Puglia direttamente a Glasgow Lo chef Maurizio Rossini è un pugliese verace e cordiale che ci tiene tanto a salvaguardare e diffondere la propria italianità. Dopo aver accumulato tante esperienze pregresse nel campo della ristorazione, si è trasferito a Glasgow, affascinato dal mondo britannico. Nel Luglio 2018 supportato e motivato dalla moglie Ester, ha creato con lei il Rossini Ristorante Italiano. Immersi in un ambiente caloroso e familiare, presso il Ristorante Rossini potete avventurarvi nel sapore inedito delle ricette autentiche pugliesi gustando piatti che non troverete altrove. Alla base di essi vi sono le ricette di famiglia e la selezione di prodotti freschi e genuini. Molto apprezzate sono le orecchiette alla barese con le famigerate cime di rape, le “patate riso e cozze” e l’insalata di calamari. Anche il vino che degusterete presso il Ristorante Rossini è di qualità. Periodicamente Maurizio Rossini organizza serate di degustazione di vini italiani presiedute da sommelier famosi che sono in grado di orientare il cliente verso l’autentico culto del vino Made in Italy.