Edimburgo. Città viva, con un ampio bagaglio storico, ma anche moderna, in grado di offrire molto a chi la visita o decide di passarci un periodo di vacanza. E anche in quella bella città, magari dopo un po' di shopping o una passeggiata lungo le sue vie, non manca la possibilità di incontrare piacevoli e gustose sorprese. È il caso de “La Bruschetta”, ristorante italiano del sig. Giovanni Cariello.


tavolo-eleganzaIl ristorante è stato avviato 14 anni fa, e si è affermato come punto di riferimento per chi ha a cuore la qualità in tavola








Signor Giovanni, anche lei ha deciso di portare un po' di Bel Paese nel mondo... com'è andata?

Io vengo dal meridione. In Italia ho studiato all'alberghiero, in provincia di Salerno, poi per qualche anno ho lavorato in albergo durante la stagione estiva. Era chiaramente un lavoro periodico, in inverno non c'era molta possibilità.


E dunque?

Dunque grazie a degli amici che si trovavano in Scozia, nel 1985, ho avuto la possibilità di raggiungerli a Edimburgo, e soprattutto di lavorare per un ristorante rinomato e affermato, certamente il migliore del circondario. Si chiamava “Cosmo”. Proponeva un servizio impeccabile, alla francese. Pensi che ho addirittura avuto l'occasione di cucinare per la principessa Diana e il principe Carlo.

Il sig. Giovanni CarielloIl sig. Giovanni Cariello

Però... un ristorante ben frequentato insomma.

Eccome. Al tempo, intorno al 1986-87, vennero da noi vip del calibro di Sean Connery e Roger Moore.
È stato certamente un gran bel apprendistato.
Poi nel 1990 il ristorante è stato venduto a una compagnia, ed io ho preferito cambiare aria. Finché quattordici anni fa l'ex proprietario del Cosmo, mio caro amico, ha deciso di aiutarmi a mettere in piedi “La Bruschetta”.
Sono molto riconoscente e ringrazio di cuore lo staff e tutte le persone che hanno creduto assieme a me in questo bel progetto, a partire da mia moglie Lisa, per avermi saputo fornire un fondamentale sostegno nella gestione e comunicazione del locale.

staff


Che tipo di ristorante avete pensato di aprire?

Si tratta di un ristorantino piccolo, ma ben assestato ed elegante. Abbiamo un buon numero di clienti regolari affezionati alla nostra cucina. Anche in questo caso non mancano di farci visita alcune personalità del luogo.






Un'eleganza che, scorrendo il vostro menù, è tradotta anche nei piatti...

Certamente. La nostra è una cucina classica, con qualche influenza francese. Qui nei dintorni ci sono molti ristoranti moderni, e diverse catene di cucina italiana che attirano soprattutto i turisti. Noi, invece, non facciamo nemmeno la pizza.


Foto


Qualche piatto forte?

Ci tengo a precisare che il menù alla carta segue le stagioni e quindi cambia ogni tre mesi. Tra i piatti forti, comunque, abbiamo certamente l'antipasto “novizio”, che consiste in un'insalatina accompagnata da un formaggio di capra alla griglia guarnito con miele caldo e noci tostate. Il tutto servito assieme a fette di prosciutto e asparagi. Questa è una mia invenzione.


Un piatto gustoso e invitante. Tra carne e pesce cosa proponete?

Andiamo dalle scaloppine “alla viennese” al fritto misto “cilentano”. Tra i secondi di certo spiccano i nostri salti in bocca “all'italiana” Il tutto con prodotti freschi e di qualità. Disponiamo di una varietà in grado di soddisfare anche i clienti più esigenti, senza per questo ricadere in menù strampalati o nel solito cliché “pasta e pizza” Made in Italy. Oltretutto siamo interessati a servire ai nostri clienti solo vini italiani.


Progetti per il futuro?

Ingrandire l'attività. O meglio, acquisire una struttura qui vicino per proporre un cocktail bar affiliato al ristorante. Il nostro intento è quello di rendere il ristorante ancora lussuoso, sulla linea di quella che vuole essere il nostro target e linea di condotta nei confronti dei nostri clienti.


giovanni-lisaIl sig. Cariello con sua moglie Elisabeth
trio-staffA sinistra: il caposala del ristorante


ID Anticontraffazione conferito da Eccellenze Italiane n.7729
www.labruschetta.co.uk

Foto
notizie Il Giramondo: cibarsi quotidianamente di innovazione, sperimentazione e creatività A Parigi, in rue De Grenelle, vi è un posto speciale chiamato “Il Giramondo” in cui l’arte culinaria italiana è diventata un’istituzione. Da circa, venticinque anni il signor Giuseppe Termini, di origini siciliane, lavora nell’ambito della ristorazione con amore e professionalità. Il Giramondo è nato dall’incontro con la giapponese Seiko con la quale Giuseppe crea quotidianamente nuove ricette, gustose e innovative. Il Giramondo è un ristorante e traiteur in cui Giuseppe e Seiko dal 2008 fondono insieme le loro culture creando piatti inimitabili. Ala base di essi vi è l’attenta selezione di prodotti genuini e di qualità e una creatività inedita che intriga letteralmente il cliente. Presso il Giramondo si respira un’aria familiare e artistica. Il ristorante caldo e accogliente sembra una capanna al mare elegante. La combinazione di legno bianco e pareti in pietra, su cui sono esposte le foto in bianco e nero, dona luminosità all’ambiente. I tavoli in legno grezzo, i lampadari in ottone e le decorazioni regalano un autentico e apprezzato tocco di modernità.
Foto
notizie Casa Tua: “sentirsi a casa” in un’atmosfera densa di colori e sapori italiani   Casa Tua con le sue due sedi a Londra è il luogo prediletto in cui immergersi nell’autentica atmosfera di un lifestyle inedito fatto di prelibatezze cucinate seguendo le autentiche ricette tradizionali. Casa Tua è come sentirsi in famiglia in Italia in cui si l’ambiente è denso e ricco di odori, colori e sapori del cibo fatto in casa come facevano le mamme e le nonne. In questo bar e ristorante è possibile fare colazione, fermarsi per un brunch, pranzare o cenare. La colazione è all’italiana, non mancano infatti l’autentico caffè e cappuccino italiano in cui si sente il vero gusto del latte e del caffè corposo. Molto apprezzati sono gli aperitivi e i cocktail in cui non si finisce mai di sperimentare dando sfogo alla fantasia. I primi piatti sono fatti con pasta fresca fatta a mano con alla base farine genuine selezionate con tanta professionalità.
Foto
notizie Pizzeria Napoli nel Cuore a Leeds: l’arte della pizza insita nel nostro Dna Se siete a Leeds e volete gustare la vera pizza italiana, preparata col cuore, non esitate a recarvi presso il Ristorante Pizzeria Napoli nel Cuore gestito da Grazia Rea. Grazia Rea è originaria di Napoli e appartenente ad una famiglia di pizzaioli che si tramanda questo mestiere di generazione in generazione. È giunta qui a Leeds con suo marito, fondatore della celebre Saviano Food Import per diffondere l’autentico Made in Italy. Da meno di un anno e mezzo facendo tanti sacrifici e investendo tanta energia ed emozioni autentiche, ha fondato Napoli nel Cuore.
Foto
notizie NONNA BELLA – RISTORANTE ITALIANO A NYC Avete mai avuto la sensazione di essere piacevolmente travolti da un fiume di parole e idee ? Questo è quello che accade se si ascoltano le avventure del sig.Lino, il co-owner del ristorante Nonna Bella di Garden City a New York.