Vin Santo
Dal 31 agosto al 4 settembre l’incantevole cornice dell’isola di Pantelleria farà da sfondo alla prima edizione di Passitaly , rassegna interamente dedicata ai vini dolci naturali del Mediterraneo.

La manifestazione sarà articolata in cinque giornate in cui gli appassionati, muovendosi fradegustazioni, tour delle cantine, talk show e appuntamenti musicali, si stanno preparando a vivere un viaggio fra le suggestioni turistiche offerte dall’isola nelle sue diverse vocazioni e scoprire il legame ancestrale che la unisce da sempre alla produzione vitivinicola.

Lucio Monte , direttore generale dell’ IRVOS – Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia – auspica di focalizzare l’attenzione dei media e del pubblico sulla viticultura estrema praticata nelle isole minori.
La kermesse è stata progettata come una fiera naturale diffusa nella quale cantine locali, nazionali e di tutta l’area del Mediterraneo avranno occasione di far conoscere le proprie pregiate produzioni di nicchia di vini passiti che saranno per l’occasione sottoposte alla valutazione di una giuria di esperti rappresentata da firme prestigiose del giornalismo di settore nazionale ed estero.

“Passitaly – ha dichiarato il Sindaco di Pantelleria Salvatore Gabriele – deve diventare uno strumento di valorizzazione dell’isola e del suo tessuto produttivo, partendo dall’agricoltura ma includendo anche ristorazione, ricettività, servizi, cultura, archeologia, antichi saperi e sapori”.

Cartina dell'isola di Pantelleria

A questo proposito, vanno ricordati i celeberrimi capperi prodotti nel territorio isolano, ai quali nel giugno 1996 e’ stato riconosciuto il Marchio di Indicazione Geografica Protetta ( IGP ).

Attesissima poi l’imminente decisione da parte della Commissione Nazionale per l’ Unesco per la registrazione della storica pratica agricola della “ vite ad alberello “, un patrimonio tradizionale dei coltivatori della comunità pantesca, che hanno saputo convertire in punti di forza le avversità della conformazione geomorfologica locale (forte vento e matrice vulcanica del suolo).

Passitaly costituisce pertanto un’occasione preziosissima per ampliare il potenziale di comunicazione che i prodotti italiani possono generare nel mondo coniugando qualità, identità culturale e natura .
Il progetto intende inoltre offrire una risposta concreta alla richiesta di unità, sinergia e tutela espressa dalle aziende produttrici del vino dolce di qualità.

Per maggiori informazioni sugli eventi della kermesse:www.passitaly.com/programma/

La foto d’apertura è di Sara Marte.

 

Foto
notizie Ristorante Anema e Core: la passione come fattore di successo nel Regno Unito Anema e Core è un ristorante italiano fondato a Eastbourne nel Regno Unito, dal signor Giuseppe Bongiovanni. Il ristorante, a conduzione familiare e con personale tutto italiano, è nato dalla sua inestimabile passione per l’arte culinaria. Originario di Battipaglia il signor Giuseppe Bongiovanni, chef italiano all’estero, difende l’autentico Made in Italy da qualsiasi forma di contraffazione o speculazione offrendo alla sua clientela pietanze che non si perdono in fronzoli estetici.
Foto
notizie Osteria Il Campo: come educare il popolo belga all’autentico Made in Italy Nella cittadina belga di Liège, in pieno centro, vi è l’Osteria Il Campo del signor Luca Bini che direttamente dalla Toscana ha voluto diffondere con professionalità il Made in Italy all’estero. Il signor Luca Bini gestisce con inesauribile passione ed entusiasmo questo ristorante italiano da circa un anno e tre mesi. Ci mette il cuore in quello che fa e ciò lo trasmette nelle prelibatezze che si possono gustare presso Il Campo.
Foto
notizie La Locanda dei girasoli, un posto speciale in cui l’arte culinaria si sposa con l’imprenditoria sociale   La Locanda dei Girasoli a Roma è un ristorante- pizzeria in cui l’arte culinaria acquisisce un valore aggiunto. È quello di quattordici ragazzi con Sindrome di Down, sindrome di Williams e altre disabilità cognitive che ogni giorno trasmettono con motivazione ed entusiasmo il loro amore per la cucina di qualità preparando piatti prelibati e pizze gustose. È un luogo speciale dall’ ambiente raffinato e al tempo stesso confortevole. Ciò che rimane impresso de La Locanda dei Girasoli è la sua atmosfera conviviale e allegra dalla quale sarà facile lasciarsi contagiare. È il posto ideale per piccoli rinfreschi, cene di lavoro, serate con amici o di coppia. Offre ai suoi clienti menu stagionali preparati con grande attenzione, cura dell’aspetto qualitativo e raffinatezza nella presentazione. Gli ingredienti che sono alla base di ogni specialità che gusterete sono selezionati con competenza e minuzia. La Locanda dei Girasoli ci tiene infatti a valorizzare i prodotti del territorio laziale che si caratterizzano per qualità, genuinità e gusto. La Locanda dei Girasoli è l’esempio concreto di un’imprenditoria sociale vincente. Da 1999 ad oggi promuove l’inserimento lavorativo di persone con sindrome di Down, nobilitando e dando dignità alla persona attraverso un percorso individuale, di formazione e di inserimento lavorativo.  Ce ne parla in questa intervista il sign. Ugo che da circa quattordici anni segue i ragazzi nel loro percorso professionale. I suoi racconti trasudano tanta passione, umanità e amore per questo luogo speciale che rimane impresso nella memoria di chi lo visita.
Foto
notizie Agriturismo Cavaliere dei Conti, tutti i benefici della natura in un luogo ricco di storia e attrattive   L’agriturismo Cavaliere dei Conti si trova ad Albori, una delle frazioni della suggestiva Vietri sul Mare, in provincia di Salerno. È il luogo ideale in cui trascorrere una vacanza o semplicemente un weekend in cui godere dei benefici di una natura incontaminata e svolgendo diverse attività avventurose e divertenti. Un soggiorno in questa struttura è consigliata a diversi target e fasce d’età perché permette di soddisfare innumerevoli esigenze. Questa struttura è ubicata in un antico casolare che ha alle spalle una lunga e ricca storia che si intreccia inevitabilmente con quella della famiglia Nicolào, che oggi la gestisce. Giovanni e Marco Nicolao, gli attuali titolari con spirito imprenditoriale e seguendo le orme paterne, hanno trasformato l’antico casale e ingrandito l’azienda agricola permettendo a tutti di poter godere delle bellezze di questa località e della tradizionale ospitalità. Grazie alla sua azienda agricola, presso l’Agriturismo Cavaliere dei Conti è possibile gustare una cucina del territorio altamente genuina con alla base prodotti di qualità e a Km 0. Grazie ad essa ci si immerge in un vero e proprio “viaggio culinario” fatto di ricette tradizionali tramandate di generazione in generazione. Questa struttura agrituristica è iscritta all’Albo regionale delle fattorie didattiche. Consente ai più piccoli (e non solo) di intraprendere una vera e propria esplorazione mirante alla conoscenza dei principali processi produttivi e dei metodi di produzione alimentare. Inoltre l’Agriturismo Cavaliere dei Conti organizza periodicamente serate a tema caratterizzate da musica live e serate di degustazione di prodotti tipici del territorio. Molto amati sono i corsi di cucina tenuti da uno staff altamente professionale. Della storia e delle innumerevoli attrattive che offre questa struttura agrituristica ci parla con tanta passione ed entusiasmo la signora Laura in questa intervista.