Foto
Aragosta alla Catalana



A Punta Cana, di Bella Napoli Italian Food &Tastes vi sono due sedi: una presso il centro Commerciale Blue Mall lungo il Boulevard Aeropuerto Internacional e l’altra in Plaza Turquesa Avenida Alemania. Tutte e due le sedi di quello che ormai sta diventando un vero e proprio franchising sono meta di turisti e dominicani che amano sperimentare nuovi sapori e assaggiare prelibatezze preparate con tanta passione e amore.

Da Bella Napoli è possibile gustare una buona pizza napoletana o dei primi piatti squisiti come la carbonara e il ragù alla bolognese. Ampio spazio è dedicato alla pasticceria italiana dove regna sovrana la sfogliatella, il babà, la pastiera napoletana. I dolci e i dessert vengono prepararti accuratamente nel laboratorio ben fornito di ingredienti e prodotti Made in Italy.

Il successo di Bella Napoli sta proprio nell’ accurata selezione dei prodotti con i quali il Signor Stammegna Giuseppe prepara le sue prelibatezze. Dopo un successo come ristoratore in Italia il signor Giuseppe, all’età di circa cinquant’anni, ha voluto “mettersi in gioco” e conquistare il campo della ristorazione dominicana diffondendo il tanto amato Made in Italy.

In questa intervista Giuseppe Stammegna ci racconta la sua avventura nel campo della ristorazione lasciando trasparire tanta passione, entusiasmo, professionalità, carte vincenti del successo nel campo della ristorazione all’estero

Com’è nata l’idea di aprire Bella Napoli. Ci racconti un po’ la sua storia…

Avevamo già una pizzeria in Italia. Lavoravamo bene. Non appena è arrivato l’euro si è notata la differenza perché ha causato una crisi generale. Nel 2005 un amico che era qui da tanti anni mi ha concesso la possibilità di trasferirmi qui in Repubblica Dominicana, uno stato in crescita. Siamo qui dal 2012. All’inizio abbiamo aperto solo una pizzeria. Due anni fa abbiamo avuto la proposta di questo centro commerciale qui a Punta Cana di aprire qui come ristorante italiano. Abbiamo anche un laboratorio di pasticceria. Facciamo tutto noi aderendo al franchising Bella Napoli. Attualmente siamo aperti nella zona est con due punti vendita. Mi sono messo in gioco a cinquant’anni

Come vi ha accolto il popolo della Repubblica Dominicana?

La cucina italiana è molo amata anche qui in Repubblica Dominicana. Al dominicano piace molto. Preferisce più la pasta alla pizza. Noi abbiamo mantenuto la tradizione italiana nei piatti che prepariamo Qui lavoriamo noi italiani al 100%. Ci teniamo a mantenere la nostra italianità in ciò che prepariamo con amore e dedizione.




Foto
Staff Bella Napoli



Foto
Pizza Margherita

La pizza più richiesta?

La margherita in assoluto. Il turista apprezza anche la Quattro Stagioni e La Capricciosa. Sta avendo un grande successo anche la pizza alla carbonara. Molto richiesto è anche il calzone fritto che qui non era conosciuto. Io non smetto mai di sperimentare ingredienti nuovi e farine. Prepariamo anche la pizza alla carbonara

Giacché avete un laboratorio di pasticceria, c’è un dessert che consiglia ad eccellenze Italiane?

Abbiamo un pasticcere domenicano molto talentuoso che ha lavorato quattro anni a Napoli. Prepariamo sia dolci italiani che dolci internazionali. Gettonati sono il babà, la sfogliatella e la pastiera napoletana. Molti italiani che vogliono riassaporare i sapori della pasticceria italiani ce li ordinano con molto piacere.

Per quanto riguarda il beverage il pubblico dominicano cosa beve?

La birra in assoluto. Sono molto nazionalisti. Amano bere anche molto il rum.

C’è un primo piatto gettonato?

La pasta come Lasagne, ravioli. Molto apprezzati sono gli gnocchi. La carbonara e il ragù alla bolognese.

Secondo lei perché il Made in Italy ha molto successo all’estero?

La cucina italiana è una cucina molto genuina e al tempo stesso complicata. Ha successo perché utilizza prodotti naturali, di qualità e ben selezionati. I dominicani apprezzano questo tipo di cucina perché è variegata. Il dominicano è un buon degustatore, sa cosa vuole e non bada a spese.

Quanto conta il lavoro di squadra nel suo settore? Che tipo di rapporto ha con il suo staff?

Il problema di questo Paese è che il dominicano non è un lavoratore serio, dopo cinque mesi vuole andare in vacanza, pensare al divertimento. Noi italiani invece siamo lavoratori più seri e motivati quando ci impegniamo in qualcosa. Fortunatamente posso contare su dipendenti italiani che sono le colonne portanti di Bella Napoli con i quali formiamo una squadra compatta e coesa. Siamo molto collaborativi e solidali tra noi.






Foto
Cottura pizze in forno a legna
Foto
Aragosta

Quali consigli darebbe ad un giovane ristoratore che vuole diffondere il Made in Italy in Repubblica Dominicana?

Avere chiaro il progetto che si vuole realizzare. Rimboccarsi le maniche e non scoraggiarsi mai. Impegnarsi con costanza e responsabilità

C’è qualcosa che le manca dell’Italia.

Manco da sette anni dall’Italia. Ma sono costantemente informato su ciò che avviene. Mi mancano i parenti, la famiglia. Qui siamo nei Caraibi e abbiamo le spiagge più belle e consiglio a tutti di fare una vacanza da queste parti.







ID Anticontraffazione: 9103Mariangela Cutrone


Foto
ristorazione Le Milazzo: in Provenza la pizza è “made in sud” A due passi da Aix en Provence Albert Facciolo ha conquistato francesi e italiani del posto grazie a un mix di farine speciale e a ingredienti al 100% italiani
Foto
notizie "Corte dei venti", il legame indissolubile tra terra e vino Il nome deriva dalla particolare confluenza dei venti che costantemente soffiano in questa zona