glass
Trepidante attesa per la 49esima edizione del Vinitaly (22-25 marzo 2015).
Torna un appuntamento fondamentale per il sistema italiano: la vetrina Vinitaly ha il compito di raccontare al pubblico mondiale l’intera esperienza vitivinicola nazionale .
Verona sarà l’occasione per confrontarsi sullo stato dell’arte dell’internazionalizzazione delle nostre aziende e lanciare i nuovi traguardi oltre l’orizzonte di Expo 2015 , tra questi il “Testo Unico sul vino“, per la riorganizzazione e il riordino del comparto.

Ettore Riello, Presidente di Veronafiere, ha comunicato che “con questo impegno stiamo lavorando per raggiungere l’obiettivo lanciato lo scorso anno dal presidente del Consiglio Matteo Renzi in visita a Vinitaly: incrementare l’export di vino del 50% entro il 2020″.
L’edizione 2015 si proietta dunque con vigore in direzione del business , mettendo in campo un incontro con delegazioni provenienti sia da mercati maturi, sia da aree in forte o potenziale sviluppo, coinvolte in un fitto calendario di incontri, seminari e degustazioni in grado di pianificare con concretezza le nuove strategie commerciali del settore.

padiglioni
Ce ne sarà – è il caso di dirlo – per tutti i gusti.
Nell’area di degustazione riservata ai buyer, Vinitaly Tasting , verrà proposta l’ eccellenza italiana attraverso la selezione di un centinaio tra le migliori etichette nazionali di vini rossi, bianchi e spumanti di diversa provenienza regionale.

Nel padiglione 11 sarà allestita l’ Enoteca di Vinitalybio , dedicato ai vini biologici certificat i, che enfatizza le produzioni enologiche che rispettano ilregolamento UE n. 203/2012; i produttori si confronterannovis-à-viscon i visitatori in un ambiente disposto per essere il più possibile familiare e intimo, a favorire un rilassato flusso di quesiti-risposte.

Conferma anche quest’anno la sua presenza Enolitech , il “Salone delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie”, che esibirà una preview delle innovazioni tecnologiche applicate alla filiera del vino e dell’olio : le parole d’ordine saranno sostenibilità ambientale ed efficienza , considerando che con l’applicazione dei principi dellagreen economysi prospetta un abbattimento dei consumi energetici fino al 30%.

Il programma completo suwww.vinitaly.com

 

Foto
notizie L’eccellenza italiana in una calzatura: nasce il calzolaio 3.0 Storie di chi ama la sua terra e, per tornarvi, si reinventa con un’idea imprenditoriale d’altri tempi
Foto
notizie Pizzeria Napoli nel Cuore a Leeds: l’arte della pizza insita nel nostro Dna Se siete a Leeds e volete gustare la vera pizza italiana, preparata col cuore, non esitate a recarvi presso il Ristorante Pizzeria Napoli nel Cuore gestito da Grazia Rea. Grazia Rea è originaria di Napoli e appartenente ad una famiglia di pizzaioli che si tramanda questo mestiere di generazione in generazione. È giunta qui a Leeds con suo marito, fondatore della celebre Saviano Food Import per diffondere l’autentico Made in Italy. Da meno di un anno e mezzo facendo tanti sacrifici e investendo tanta energia ed emozioni autentiche, ha fondato Napoli nel Cuore.
Foto
notizie Il Ristorante La Giara: il meglio delle specialità siciliane sull’isola di Malta La Giara è un ristorante di specialità siciliane a conduzione familiare localizzato sull’isola di Malta, meta di tanti turisti in ogni periodo dell’anno. Il nome del ristorante allude al contenitore in terracotta che veniva utilizzato nella cultura contadina siciliana per conservare l’olio o le granaglie e tanto decantato da Luigi Pirandello. E’ un omaggio alle indimenticabili origini siciliane del signor Antonio Mammina.
Foto
notizie Il Tartufo: frutto prezioso della terra dalle origini antichissime Noto fin dai tempi antichi, il suo profumo inconfondibile inebria i sensi e riesce ad esaltare qualunque pietanza.