Foto
 

Com’è nata l’idea di diffondere l’arte della pizza italiana in Spagna? Ci racconta un po’ la sua storia…

Sono figlio di pizzaioli artigiani. Con nonno Zacca mi sono prefissato di diffondere, qui a Barcellona, quello che è il mio stile culinario partendo da questo prodotto, ossia la pizza.  La nostra ha alla base un impasto particolare che in Spagna era poco conosciuto.

Per lei cosa significa dedicarsi a quest’ arte?

Per me la pizza è tutto: testa amore e cuore. In essa ci mettiamo il nostro essere. Quando sono con le mani in pasta il tempo si blocca e in quello che faccio ci metto il cuore e tanta fantasia. 


Attraverso l’impasto si trasmettono innumerevoli emozioni…Secondo un articolo di settore la pizza è in grado di stimolare il buonumore e la socialità, cosa ne pensa al riguardo?

Attraverso il cibo faccio il pieno di emozioni positive. Di fatti l’organismo fa il pieno di serotonina. Più un cibo è goloso alla vista, più l’emozione che si prova nel mangiarlo è intensa. La pizza attraverso le sue preparazioni è legata ad un ricordo. Mangiandola un soggetto ricrea nella sua mente un ricordo legato ad un determinato luogo, in questo caso l’Italia. 

Quanto conta la selezione di prodotti di qualità per la farcitura di una pizza?

È di fondamentale importanza questo aspetto. Le materie prime di alta qualità consentono di differenziarci e donano un valore maggiore al prodotto. Nel mio locale tutto è preparato da me perché ci tengo a far star bene i miei clienti. Difatti la mia pizza produce benessere e goduria.

Foto
 


Foto

 

In questa epoca dominata dai social media quanto conta l’estetica nella presentazione di una pizza al cliente?

Al giorno d’oggi questo aspetto influenza molto il settore della ristorazione. L’occhio vuole inevitabilmente la sua parte. Non si finisca mai di postare, sponsorizzare e promuovere ciò che si crea e fa ogni giorno in questo lavoro.

Quali sono le specialità di pizza più amate dalla vostra clientela, quelle che dobbiamo assolutamente assaggiare?

Ho creato delle pizze che fondono i sapori catalani del posto con quelli italiani. Una delle pizze più amate dalla nostra clientela è una base rossa condita con la soppressata catalana. Molto richiesta è anche con cipolla, soppressata e formaggio di capra.  Dietro le nostre pizze c’è tanto studio delle materie prime.

Che ruolo ha la creatività nella creazione delle sue specialità?

L’inventiva aiuta a creare le novità e a rinnovare ciò che si fa. Non si finisce mai di sperimentare. Noi in particolare rispettiamo la stagionalità dei prodotti che sono alla base delle nostre pizze perché le esigenze cambiano di mese in mese e noi siamo al passo con questi bisogni. Ci teniamo a soddisfare qualsiasi esigenza di palato. 

Qual è la parte che preferisce del suo lavoro?

Lo studio delle materie prime, in primis le farine che richiedono tanto impegno e dedizione.  Ogni farina ha le sue particolari caratteristiche che consentono di ottenere un impasto e un risultato diverso.

Foto
 


Foto

E il fattore umano che valore ha?

Abbiamo a che fare con il cibo e la nutrizione e per noi è importante far star bene i nostri clienti. Abbracciamo a pieno la filosofia di cucina circolare in cui nulla va buttato. Ci teniamo a lavorare bene e a non sprecare le materie prime. Questa è una forma di rispetto nei confronti delle nostre risorse e del lavoro stesso che sta alla base di tutto.

Che tipo di atmosfera e ambiente troviamo presso Nonno Zacca?

Da noi si respira l’autentica convivialità e atmosfera italiana. La nostra cucina è a vista grazie alla quale i clienti possono vedere ciò che prepariamo con le nostre mani. Tutto è preparato da noi, quindi da noi sono banditi prodotti preparati o congelati.


Quale consiglio darebbe ad un giovane ristoratore che vuole promuovere l’autentico Made in Italy in Spagna?

Impegnarsi e promuovere la vera cucina italiana. Ci vuole autenticità soprattutto nella selezione delle materie prime. Questo è un settore in cui non si finisce mai di apprendere. Bisogna mantenersi pacati e umili e lavorare sodo. I risultati inevitabilmente arrivano col tempo.  Inoltre fa tanto confrontarsi con gli altri.

Secondo Lei in questo settore conta di più la formazione o l’esperienza?

Vanno di pari passo. L’ideale è trovare un equilibrio tra queste due dinamiche. Aiutano tanto a capire gli errori che si fanno. Bisogna inoltre ammettere che non si finisce mai di apprendere in questo settore. Quindi bisogna continuamente aggiornarsi e frequentare corsi di aggiornamento e partecipare a concorsi che consentono di acquisire nuove conoscenze e imput creativi. 

Foto
 
ID Anticontraffazione: 17439Mariangela Cutrone


Foto
notizie Ristorante da Vito, come vivere uno scorcio d’Italia in Germania   Il Ristorante da Vito a Lipsia è da anni membro dell'Associazione dei ristoranti italiani in Germania. Di fatti si distingue per l’autenticità delle ricette che vengono proposte. Alla base della varietà dei piatti del suo menù vi sono ingredienti sani e genuini provenienti direttamente dall’Italia e selezionati con tanto amore e professionalità. Con questo ristorante di successo da oltre ventisei anni, il signor Vito Signorello persegue l’obiettivo di diffondere il suo amore per le tradizioni culinarie della sua terra d’origine, la sua amata Sicilia. Oltre a gustare il meglio dei piatti che sono tanto amati nel mondo, presso il Ristorante Da Vito i più romantici e avventurosi hanno la possibilità di fare un giro a bordo di due gondole che provengono direttamente da Venezia. Uno dei punti di forza di questo ristorante è proprio il fatto che si affaccia sul suggestivo canale Elster che offre un’esperienza unica nel suo genere e che rimarrà impressa nella vostra memoria. Grazie al Ristorante Da Vito vi sembrerà di trovarvi in Italia e godere di tutti i suoi odori e sapori. Il merito è del coraggio e della perseveranza di Vito Signorello che nel suo lavoro ci mette tanta passione e professionalità, doti essenziali per svolgere al meglio il lavoro di ristoratore italiano all’estero. Ce lo racconta in questa esclusiva intervista.  
Foto
notizie Ristorante Caffè Italy Braga: il meritato successo della cucina italiana in Portogallo Nella città portoghese di Braga c’è un posto suggestivo e accogliente in cui si può gustare la vera cucina italiana preparata con amore e professionalità, Il Ristorante Caffè Italy. Reduce dal successo di altri due ristoranti nella capitale portoghese, Gianluca, originario del Sud Italia di diffondere il Made in Italy attraverso l’arte culinaria non si ferma mai.  È da circa otto anni che vive qui in Portogallo e in questi anni è stato premiato diverse volte per la sua professionalità nel campo della ristorazione. Gianluca è un ristoratore che ama tanto il suo lavoro. Non smette mai di ricercare il meglio dei prodotti italiani per preparare piatti prelibati e pizze eccellenti che lasciano soddisfatti i suoi numerosi clienti. A fine pranzo o cena è inevitabile non ringraziarlo per la qualità di ciò che si mangia in questo ristorante dove il menù è variegato e non ci si stanca mai di sperimentare e provare nuove pietanze gustose.
Foto
notizie Vino biologico Made in Italy, volano le esportazioni Anche all'estero apprezzano il buon vino.