Foto

Giovanni Iorio

 Giovanni Iorio è un insegnante di prodotti e prelibatezze gastronomiche presso un’associazione che organizza ogni anno validi corsi a macellai ed esperti del settore gastronomico provenienti da tutta Italia. Nel suo mestiere si distingue per umiltà, passione, entusiasmo e creatività. Giovanni ama il suo lavoro e il contatto con i suoi clienti che sa orientare con abilità verso prodotti genuini e preparati con professionalità e fantasia. Le ricette delle sue prelibatezze sono frutto di ricerca e sperimentazione quotidiana.

In questo mestiere Giovanni Iorio non smette mai di aggiornarsi e formarsi per essere il più possibile vicino alle esigenze in continua evoluzione della clientela di oggi senza naturalmente perdere di vista la tradizione.

Nella Macelleria Del Centro di Giovanni Iorio la “tradizione” è sinonimo di “qualità”. Ce lo conferma in questa interessante intervista, Giovanni Iorio in persona.

La Macelleria Iorio si è tramandata negli anni di generazione in generazione…ci racconti un po’ la storia di questa tradizione di famiglia…

La Macelleria è stata avviata da mio nonno nel 1952 a Carditello. Successivamente la gestione è stata affidata a mio padre. Attualmente io e i miei tre fratelli abbiamo quattro sedi e portiamo avanti questa bella tradizione con tanta passione ed entusiasmo. La nostra missione è quella di fondere insieme la “tradizione” con l’”innovazione” per creare qualcosa di inedito e di qualità nel settore della gastronomia. Questa fusione è molto apprezzata dai nostri clienti.

Foto
Fusello ripieno con carciofi
Foto
Rool bigusto

La Macelleria Del Centro prepara tante prelibatezze gastronomiche. Per lei cosa significa “mangiare bene e mangiare sano”?

“Mangiare sano” è sinonimo di “vivere bene”. Bisogna conoscere ciò che si mangia. Il consumatore deve essere attento a quello che compra e scegliere il meglio per la propria alimentazione. I prodotti che mangiamo devono essere di prima qualità. Noi ad esempio quando prepariamo le nostre salsicce, garantiamo la qualità della carne che utilizziamo. La prepariamo tre volte al giorno. Abbiamo operato sempre così. Ce lo ha insegnato nostro padre che ci ha trasmesso e donato tanto dal punto di vista professionale e umano.

Una carne di qualità quali peculiarità deve possedere? Come deve orientarsi il consumatore nella sua scelta?

Il consumatore deve vedere prima di tutto il prezzo. Quando il prezzo è sottocosto deve prestare molta attenzione alla carne che sta comprando. Più paghi la carne più essa è di qualità. Io consiglio di scegliere la scottona. È una carne morbida e si scioglie in bocca. Il sapore è straordinario

Quali sono le specialità più richieste dalla sua clientela?

I salumi di nostra produzione, il cuguizzo ideale per un buon ragù o per un’eccellente genovese, i sacchettini ripieni, la fiorentina. Prepariamo anche piadine e croissant farciti di carne, hamburger al kebab, babà di pollo. Diamo grande spazio all’espressione della nostra creatività.

Foto
Fuselli di pollo all'ortolano
Foto
Tortino di pollo e suino in crema di peperoni, capperi e pecorino

Quanto è importante per lei l’estetica nella preparazione di una specialità gastronomica a base di carne?

L’ estetica vuole la sua parte ma ciò che è importante è la qualità e il sapore di ciò che si prepara alla clientela. Il sapore è determinato dalla qualità dei prodotti. Se preparo un rollè di carne io ci tengo a scegliere carne di qualità e ingredienti genuini e freschi.  L’estetica deve servire per richiamare la qualità del ripieno.   Usando ingredienti scadenti fai un danno a te stesso perché il cliente una seconda volta non sceglierà ciò che non è di qualità o non tornerà più nel tuo negozio, andrà altrove.

Al giorno d’oggi sono diffuse molte intolleranze alimentari, come la Macelleria Del Centro soddisfa questo tipo di esigenze della clientela?

Da noi c’è una vasta scelta di prodotti integrali e senza glutine. Ci aggiorniamo continuamente. Testiamo prima i prodotti per valutare bene anche i tempi di cottura e successivamente li mettiamo nel banco. Molto richiesto è il petto di pollo integrale. C’è tutto un lavoro di ricerca alla base in quello che prepariamo.

Quanto conta la formazione e il continuo aggiornamento nel suo settore?

Io non smetto mai di leggere libri, documentarmi, seguire corsi. Non bisogna fermarsi mai e bisogna puntare all’evoluzione professionale. Sono capace di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza, dal cliente con un’intolleranza al glutine al sessantenne che è molto legato ai prodotti tradizionali.

Foto
Spiedini croccanti

Foto

Qual è la parte più soddisfacente del suo lavoro?

Il contatto col cliente, orientarlo nella scelta dei prodotti di qualità. I clienti affezionati ci danno tante soddisfazioni. Ci riempiono di complimenti e attivano un ottimo “passaparola” orientato verso i clienti nuovi e che funziona tanto.

Quali consigli darebbe ad un giovane che vuole intraprendere il suo stesso lavoro?

Sono poche le persone che vogliono dedicarsi a questo tipo di lavoro. Io amo tanto insegnare il mio mestiere, sono un docente di gastronomia in una scuola da gourmet frequentata da macellai di tutta Italia che seguono i corsi e i meeting che organizziamo. Non smetto mai di essere motivato a trasmettere conoscenza ed esperienza in questo settore. Consiglio a tutti i macellai di essere umili. Questo insegnamento me lo ha tramandato mio padre. Bisogna amare questo lavoro e farlo con passione ed entusiasmo. La giornata lavorativa è molto impegnativa. Non si ha un attimo di tregua. Bisogna rimboccarsi le maniche e garantire al cliente la freschezza e la qualità della carne e dei preparati gastronomici.



Secondo lei perché il Made in Italy ha molto successo nel mondo?

È tutto merito della qualità dei nostri prodotti. Sono genuini, freschi e senza conservanti aggiunti. Per quanto riguarda la carne io scelgo sono carni italiane di animali allevati senza uso di antibiotici.

Progetti futuri?

Mi sto attrezzando per preparare piatti precotti. Le nuove generazioni li richiedono tanto. Una persona può ordinare da noi in piena tranquillità in qualsiasi momento della giornata stabilito, ritirare ciò che vuole già pronto. Naturalmente in questo progetto manterremo la nostra tradizione di famiglia che è sinonimo di qualità.

Foto
ID Anticontraffazione: 9192Mariangela Cutrone


Foto
notizie Ristorante Pizzeria La Sardegna: dove l’arte culinaria italiana è insita nel Dna Il Ristorante italiano "La Sardegna" si trova vicino al quartiere europeo, nel fantastico capoluogo belga di Bruxelles. Nel suo ambiente caldo e familiare a il signor Ivano, originario della Sardegna, accoglie i suoi clienti per accompagnarli personalmente in un’inedita scoperta degli autentici sapori italiani. La passione per l’arte culinaria italiana, qui al Ristorante Pizzeria La Sardegna, si tramanda di generazione in generazione.
Foto
notizie Pante Cucina Siciliana: tra modernità e tradizione Il concetto di Pante deriva dall'isola di Pantelleria che è un'isola vulcanica siciliana con scogliere sbalorditive e spiagge di roccia nera. È così che Alessandro Luchetti, Daniel Cabezas e Antonio Facco, hanno deciso di portare l'architettura di Pantelleria e la sua cucina tradizionale italiana con un tocco siciliano in una capitale vibrante come Madrid. Il menu di Pante si ispira alla cucina tradizionale italiana, in particolare di Pantelleria e della Sicilia. Il menù si basa su ricette tradizionali rivisitate in chiave contemporanea, senza perdere l'essenza della gastronomia italiana, ma anzi valorizzandola. Il locale propone piatti di stagione realizzati con materie prime di altissima qualità per diffondere l'eccellenza e la qualità dell'autentica cucina italiana.
Foto
notizie La Locanda da Antonio: essere perseveranti nel salvaguardare il vero Made in Italy all’estero Immersa in un ambiente elegante e rilassato La Locanda Da Antonio, in Austria, è il sogno avvenuto realtà del signor Antonio Sarracino, originario dalla Puglia. Ogni giorno con passione e professionalità il signor Antonio ci tiene a salvaguardare e tutelare l’eccellente Made in Italy all’estero. Il suo obiettivo ambizioso viene perseguito offrendo una vasta scelta di prodotti genuini e freschi che apportano un valore e un sapore ineguagliabili. Nella Locanda Da Antonio il cliente si sente coccolato e guidato. Antonio riserva molto spazio elle famiglie con bambini e cani. È molto vicino alle loro particolari esigenze perché egli crede nel valore del contatto umano.
Foto
notizie Ristorante Italiano Il Trulletto, alla scoperta delle autentiche tradizioni pugliesi in Belgio   Se amate le tradizioni culinarie autentiche della regione Puglia e vi trovate in Belgio, non potete non fare un salto presso il Ristorante Il Trulletto in Belgio, precisamente nella citta di Charleroi, dove il signor Mario Firenze, con passione ed entusiasmo, vi guiderà alla scoperta di tante specialità che fanno la differenza e che resteranno memorabili nella mente e per le vostre papille gustative. Da circa cinquant’anni il signor Mario si occupa di questo settore offrendo al popolo belga solo il meglio dell’alta qualità Made in Italy con alla base prodotti eccellenti con i quali cucinare piatti tipici pugliesi che si tramandano di generazione in generazione nella sua famiglia. Il suo ristorante è un vero e proprio tributo alla sua città pugliese d’origine, ossia la meravigliosa Alberobello, nella incantevole Valle d’Itria. Immersi in un ambiente accogliente, in cui si respira l’autentica italianità, potrete ammirare alle pareti dei murales raffiguranti i famigerati trulli che vi ammalieranno e vi faranno sentire letteralmente in Puglia. È inevitabile in questo ristorante respirare odori, sapori e colori di una regione italiana che vale la pena esplorare in ogni sua sfaccettatura e che Mario ha saputo ricreare con competenza e professionalità. Della sua storia di ristoratore italiano all’estero e della sua passione per le tradizioni culinarie pugliesi, Mario Firenze ci parla in questa esclusiva intervista.