casteldelmonte

Andria (BT) – Castel del Monte e’ considerato universalmente un geniale esempio di architettura medievale , in questa struttura difensiva dai tratti misteriosi si fondono elementi stilistici multiformi, dal taglio romanico dei leoni dell’ingresso alla cornice gotica delle torri, dall’arte classica dei fregi interni a fino alle leggiadre raffinatezze islamiche dei suoi mosaici.
La sua pianta ottagonale lo rende immediatamente riconoscibile: questa inusuale forma venne fortemente incentivata da Federico II di Svevia , illuminato mecenate e statista nipote di Federico Barbarossa, che nel 1240 la elesse sede permanente della sua corte, una scelta astuta per esaltare la propriagrandeur, in ossequio alla concezione di “ arte al servizio del potere “.

Non va d’altronde dimenticato che il Sud Italia governato da Federico II, fra il 1200 e il 1250, percorso da una ventata di modernita’ si mise in luce come uno dei centri piu’ attraenti e piu’ sviluppati culturalmente dell’intero mondo occidentale.

federicosecondoFederico II era conosciuto dai contemporanei
con l’appellativo “Stupor mundi”

Il cortile interno di Castel del Monte e’ caratterizzato, come tutto l’edificio, dal contrasto cromatico prodotto dall’utilizzo di breccia corallina, pietra calcarea e marmi ; un tempo erano presenti anche antiche sculture, di cui restano solo la lastra raffigurante il Corteo dei cavalieri ed un Frammento di figura antropomorfa.
E’ noto che a causa della sua posizione collinare sopraelevata e per le sue particolarita’ progettuali, il maniero fu oggetto di enorme ammirazione da parte di sudditi, alleati, nonche’ nemici dell’Imperatore.
Registrato come patrimonio dell’umanita’ UNESCO , e’ da sempre al centro di una ridda di ipotesi che – al di la’ delle giustificazioni ufficiali degli storici – cercano di tracciarne l’intima origine e l’utilita’, e calamita puntualmente la visita di telecamere della Tv ma anche di Vip curiosi.
A Castel del Monte si arriva dall’autostrada A16 Bari-Canosa, uscita Andria-Barletta; quindi percorrendo la provinciale 170 per circa 18 chilometri.
I centri urbani piu’ vicini sono Andria (km 18), Ruvo (km 21), Corato (km 21) e Minervino Murge (km 24).

“Misura, providenzia e meritanza / fanno esser l’uomo sagio e conoscente / e ogni nobilta’ bon sen[n]’avanza / e ciascuna ric[c]heza fa prudente. / Ne’ di ric[c]heze aver / grande abundanza / faria l’omo ch’e’ vile esser valente, / ma della ordinata costumanza / discende gentileza fra la gente. / Omo ch’e’ posto in alto signoragio / e in riccheze abunda, tosto scende, / credendo fermo stare in signoria. / Unde non salti troppo omo ch’e’ sagio, / per grande alteze che ventura prende, / ma tut[t]ora mantegna cortesia.”
(Federico II di Svevia, Rime)

 

Foto
notizie Macelleria Del Centro di Giovanni Iorio: dove la “tradizione” si fonde “all’innovazione” In un piccolo paesino in provincia di Napoli chiamato Carditello, vi è una macelleria chiamata Macelleria del Centro gestita da Giovanni Iorio. Questa macelleria è un vero e proprio “negozio da gourmet” in cui si possono acquistare numerose prelibatezze a base di carne per soddisfare qualsiasi tipo di palato, anche quello più esigente. La Macelleria Del Centro di Giovanni Iorio si tramanda di generazione in generazione e fonde la “tradizione” con l’“innovazione”. Qui potete acquistare carne italiana di qualità, fresca e genuina e una vasta scelta di sacchettini di carne ripieni, babà di pollo, piadine e croissant ripieni di eccellente carne e salume.
Foto
notizie Ristorante Pizzeria Al Caminetto: dove la tradizione della cucina italiana non tramonterà mai Il Ristorante Pizzeria Al caminetto è situato nel centro di Vienna. È uno dei luoghi in cui la tradizionale cucina italiana in Austria non tramonterà mai. Tutto merito della professionalità e convivialità di Mario Collot.
Foto
notizie Ristorante Rialto: un viaggio suggestivo nella cucina italiana sull’ indimenticabile Isola di Usedom Sulla suggestiva Isola di Usedom, a confine tra Germania e Polonia, meta di molti turisti ogni anno, vi è il Ristorante Rialto, tappa obbligata per chi vuole gustare l’autentica cucina italiana. La location del ristorante Rialto è molto carina, calda e familiare. La sua attrattiva è la spaziosa terrazza sulla quale in estate si può pranzare e cenare godendo di un bellissimo panorama naturalistico e indimenticabile che dà sul Mar Baltico.