Foto

Com’è nata l’idea di aprire un’attività all’estero?
Sono arrivato in Lussemburgo circa 18 anni fa dopo che mio fratello era già qui dal 1990 e lavorava già nel campo della ristorazione. Abbiamo lavorato insieme per circa una decina di anni per poi decidere di aprire insieme un locale e metterci in proprio: lui in cucina e io in sala e al bar.


Che tipo di prodotti proponete?
Allora noi facciamo cucina tipica italiana e francese per lo più. Proponiamo piatti tradizionali francesi ma la nostra specialità sono i piatti italiani come la pasta e le sue varianti e la pizza.

Per quanto riguarda le materie prime dove le reperite?
Per il 90% le materie prime le reperiamo da fornitori italiani attraverso i loro depositi e magazzini qui in Lussemburgo. I fornitori le portano direttamente dall’Italia e poi noi successivamente le compriamo da loro.



Quali sono i piatti che hanno maggior successo?
I piatti che hanno più successo sono sicuramente i piatti di pasta e quelli di carne. Il filetto di cavallo è uno dei piatti che riscuote maggior successo insieme ai nostri panzerotti ricotta e spinaci con anche scampi e vongole. Anche le linguine sempre con scampi e vongole vanno molto; tutto ciò che è pesce abbinato alla pasta riscuote particolare successo. Le pizze vanno ma in misura più ridotta devo dire.

Per voi quanto conta l’estetica nei vostri piatti?
Conta ma fino ad un certo punto perché se l’ingrediente alla fine non è buono l’estetica conta poco. Diciamo che per me nella mia filosofia è meglio curare l’ingrediente piuttosto che l’estetica. Nel nostro caso poi gli spazi sono ristretti e facciamo molti coperti perciò curare l’estetica a volte risulta difficile soprattutto d’estate quando abbiamo il locale pieno.

Foto
 


Foto
 

Per quanto riguarda la carta dei vini cosa proponete?
Nella mia cantina ho molti vini lussemburghesi ma principalmente io propongo vini esclusivamente italiani. A questo proposito da qualche mese abbiamo iniziato a collaborare direttamente con una cantina abruzzese che mi rifornisce direttamente i vini senza così dover passare dai fornitori; devo dire che abbiamo anche ridotto la nostra carta dopo la pandemia ma comunque offriamo per esempio un ottimo Montepulciano proveniente direttamente come le dicevo dall’Italia.


Cosa consiglierebbe ad un giovane che volesse intraprendere una carriera nel campo della ristorazione?
Ad ogni lavorare nel mondo della ristorazione risulta essere più difficile di qualche anno fa sicuramente, anche qui in Lussemburgo. Proprio a livello burocratico le cose sono cambiate, basti pensare all’aumento dell’IVA nella vendita per esempio degli alcolici dal 3 al 17%; costi d’entrata non sostenibili come una volta. Certo rispetto a 5-6 anni fa lavorare in questo mondo è più complesso e difficile ma non impossibile; diciamo che dopo la pandemia si è anche aggiunto anche il problema della scarsità di personale, io personalmente capisco anche i ragazzi o comunque persone con famiglia che non sono più disposti a fare tardi la sera però è un problema che sta colpendo molto il nostro settore.

Foto
 



Foto
 

Secondo lei perché la cucina riscuote così tanto successo all’estero?
Credo che alla base del successo della nostra cucina ci sia la qualità degli ingredienti che risulta essere di base molto elevata. Nella situazione attuale tra il covid e la guerra spero in realtà che per venire incontro alle esigenze di mercato la qualità non diminuisca perché altrimenti ne risentiremo di credibilità.

Ha qualche progetto per il futuro?
Abbiamo qualche progetto in mente per quanto riguarda il locale ma per il momento è ancora tutto bloccato a causa del periodo non proprio ottimo; ma in futuro vedremo.

.

ID Anticontraffazione: 19161Giorgia Maltecca
Foto
notizie Il Palio di Siena Una delle città toscane più conosciute al mondo è Siena, la città di Santa Caterina, patrona d’Italia insieme a San Francesco. Il centro storico di Siena è patrimonio Unesco e, contestualmente, Piazza del Campo è considerata una delle piazze più belle del mondo.
Foto
notizie La vera ricetta della pasta alla carbonara   La pasta alla carbonara è uno dei piatti più amati e riprodotti in tutto il mondo. Ognuno ha la sua versione: chi la preferisce con la pancetta, chi con il parmigiano e addirittura c'è chi mette la panna e i funghi; inoltre, ogni romano che si rispetti, è convinto di saper fare la carbonara più buona del mondo.
Foto
ristorazione Fish & More: passione per il mare targata Made in Italy Se siete nella città svizzera di Basilea e avete voglia di gustare un piatto di delizie marinare a base di freschi crostacei, molluschi o filetti di pesce potete recarvi presso il ristorante Fish & More.Noto e apprezzato per la freschezza e l’attenta selezione dei suoi prodotti ittici, Fish &More è il luogo ideale per intraprendere un viaggio nei sapori e nelle delizie del Made in Italy.Oltre ai piatti misti di pesce è possibile gustare carpacci, linguine, insalata di polpo allo scoglio e tante altre prelibatezze capaci di soddisfare qualsiasi palato o esigenza.
Foto
notizie Ristorante Il Capitano, quando la tradizione italiana si fonde alla creatività   Il Ristorante Il Capitano a Praga è un locale suggestivo in cui ci si immerge nell’autenticità del Made in Italy grazie ad un menù variegato che offre una vasta scelta di antipasti, primi e secondi che rispettano la tradizione italiana. Gli ingredienti che sono alla base dei piatti che gusterete rispettano la stagionalità. Sono inoltre selezionati con tanta minuzia e professionalità. Ogni giorno vengono create nuove ricette nelle quali si investe tanto amore e fantasia. Questo ristorante nasce dopo anni di esperienza pregressa nell’ambito della ristorazione da parte di Damiano, originario della Calabria che a Praga ha deciso di concretizzare il sogno ambizioso di promuovere una cucina italiana semplice, genuina e salutare. Nel corso degli anni ha riscosso tanto successo. Il merito è sia dell’alta qualità degli ingredienti che sono alla base dei suoi piatti ma anche del coraggio e della sua perseveranza nel portare avanti la sua attività nella quale investe ogni giorno energie, passione e creatività. Ce ne parla in questa esclusiva intervista nella quale dispensa preziosi consigli a chi vuole intraprendere una carriera nell’ambito della ristorazione italiana all’estero.