La fotografia riveste un ruolo fondamentale in ambito multimediale grazie anche al suo immediato potere evocativo.
Per questo nel momento in cui si caricano fotografie e, più in generale, immagini su siti aziendali, pagine Facebook e sugli altri social media, è bene adottare degli accorgimenti.

Foto

I) Pensate a cosa volete comunicare


Le fotografie che pubblicate sulla vostra pagina Facebook e sui vostri siti internet contribuiscono in modo decisivo a formare l’opinione che i potenziali clienti si faranno di voi. Per questo è bene evitare di riempirli di foto, magari bellissime, ma che riguardano dettagli della vita privata e nulla hanno a che vedere con l’immagine dell’azienda che volete dare al pubblico del web. Nel momento in cui scegliete una foto chiedetevi, quindi, che cosa volete comunicare.




II) Curate il soggetto della vostra fotografia

Ponete particolare attenzione al soggetto della fotografia. Per esempio, se avete un ristorante e fotografate le vostre pietanze accertatevi che l’impiattamento sia curato. Se volete fotografare frutta o verdura evitate di prendere quella avvizzita o ammaccata e, se necessario, spolveratela!


III) Fate attenzione all'ambiente che fotografate

Piani di lavoro sporchi o pieni di cartacce e oggetti impolverati comunicheranno un' immagine sciatta della vostra azienda.

Foto
Esempio di foto di frutta avvizzita

Foto
esempio di foto sottoesposta 

IV) Attenzione alla luce

Molto spesso le foto scattate all’interno dei locali con smartphone risultano sottoesposte a causa della scarsità di luce con la conseguenza che i colori, ad esempio, dei cibi possono risultare alterati e quindi poco accattivanti. Rischiate, quindi, di ottenere un effetto opposto a quello che volevate senza riuscire a valorizzare al meglio le vostre pietanze.


V) Didascalie e descrizioni

Ricordatevi di aggiungere le didascalie e una breve descrizione che permetta all’utente del web di contestualizzare la foto. Tornando nuovamente all’esempio della pietanza, potete scriverne il nome e aggiungere dei dettagli interessanti.


Foto
notizie Azienda Agricola Terra D’Oro- Dono Dorato: l’amore per la natura e l’arte in un olio pregiato e speciale L’azienda agricola Terra D’Oro- Dono Dorato è presente nel territorio pugliese di Trinitapoli dal marzo del 2015. L’azienda è nata dall’amore di Marina Parente per la natura e il territorio pugliese che offre una varietà di prodotti naturali dalle caratteristiche speciali. L’Azienda Agricola Terra D’Oro produce un pregiato olio d’oliva, Il Dono Dorato, dai riflessi dorati e dal sapore speciale che ha alla base la coltura della coratina, una varietà pregiata di olive, tipica del territorio pugliese. La coratina è capace di conservare a lungo le sue proprietà organolettiche.
Foto
notizie Ristorante Al Capone, le autentiche ricette italiane approdano in Polonia   Nella città polacca di Warszawa è possibile gustare i piatti tradizionali che rappresentano l’autentica cucina italiana nel mondo presso il Ristorante Al Capone dove il Campione di Pizza d’Italia, chef Marco, vi saprà guidare con esperienza e professionalità in un viaggio tra i sapori autentici del nostro Paese. Il menù del ristorante Al Capone è studiato con minuzia e competenza e consente al cliente di spaziare tra le ricette più gustose che vale la pena assaggiare e di cui non può fare a meno di innamorarsi. Mangiare presso Al Capone infatti significa scoprire ingredienti genuini e naturali che vengono selezionati e importati direttamente dall’Italia. Il signor Marco ci tiene tanto a garantire l’autenticità di un Made in Italy che in base alla sua esperienza all’estero ci racconta che va tutelato. Egli non condivide le scelte di chi spaccia per ”italiano” ciò che non ha nulla a che fare con la “tradizione” che si tramanda con tanto amore e passione di generazione e generazione. Del suo concetto di “autentico Made in Italy” e dell’amore per le ricette tradizionali italiane ci parla in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Al via il Festival del cinema di Venezia Ecco i titoli più attesi.
Foto
notizie L’ Azienda Agricola Scisci e i suoi “Grandi Olii”, la storia di una tradizione secolare   Nel Sud d’Italia, precisamente nella zona di Monopoli (Ba), ricca di alberi di olivi secolari sorge un frantoio la cui gestione familiare si tramanda di generazione in generazione. Vi parliamo dell’Azienda Agricola Scisci che produce ogni anno un olio d’oliva di qualità che ha ottenuto molteplici riconoscimenti e premi sia a livello nazionale che internazionale. Il merito è da rintracciare nell’amore e nella dedizione che il signor Franco Scisci ci mette quotidianamente nel suo lavoro multitasking che spazia dalla produzione alla commercializzazione dei prodotti. Le olive che sono alla base dell’olio della linea “Grandi Olii Scisci” sono le coratine, le peranzane e le pichioline che rappresentano il contesto territoriale pugliese capace di donare tanti prodotti di qualità. Questa linea comprende la selezione di 8 Eccellenze che rendono omaggio alle migliori monoculture del territorio pugliese oltre che la creazione di brand unici. Picholine, Peranzana Biologico e Don Pasquale sono solo alcune delle prelibatezze che hanno portato il marchio Scisci, tra il 2017 e il 2019, a vincere i più prestigiosi premi nazionali e internazionali. (Oro a Biol 2018, Oro a Japan Olive Competition 2019, Oro all’ Evo New York Competition 2019,Gambero Rosso ,Leone d’Oro 2019). Ma il vero capolavoro dei "Grandi Oli"  rimane "L'olio di Mia Figlia". Nato da una dedica personale di un padre, Franco Scisci, a sua figlia Paola Chiara. La sua elegante miscela si è distinta in un concorso con 431 partecipanti provenienti da 17 paesi e ha ricevuto il Best International Coupage North Hemisphere 2019, il premio più prestigioso del settore oleario al mondo.