Foto

Come e quando è nato il progetto de La Locanda dei Girasoli?

La Locanda dei Girasoli nasce circa ventun anni fa dall’idea di due genitori con un figlio con Sindrome di Down che volevano dare una prospettiva di lavoro al proprio figlio e a quelli degli altri. Hanno scelto di mettersi in gioco nell’ambito della ristorazione perché è un settore caratterizzato dal contatto umano sia con i colleghi di lavoro che con i clienti. il progetto gradualmente si è esteso e diffuso riscuotendo successo. Il personale formato dai nostri ragazzi segue dei corsi per acquisire delle competenze lavorative che potranno essere utili anche in futuro. Siamo un ristorante a tutti gli effetti.

Cosa significa trasmettere la passione per la ristorazione?

Significa tanto. Molti ragazzi del nostro staff già hanno questa passione. Infatti studiano in istituti alberghieri. Noi cerchiamo di tramettere quotidianamente l’amore per l’arte culinaria e il cibo. Da noi vi è il giusto connubio tra cibo e familiarità.

Quanto conta il lavoro di squadra?

È fondamentale. Noi abbiamo un cartello all’entrata in cui definiamo ciò che siamo. Siamo una famiglia e una squadra collaborativa. I ragazzi tra di loro sono coesi e per loro è fondamentale avere un rapporto costante anche con i clienti che diventano degli amici.

Come potremmo definire la cucina de La Locanda dei Girasoli?

Rivisitiamo i piatti tradizionali della cucina romana. Siamo diventati anche ambasciatori delle eccellenze enogastronomiche laziali. I nostri prodotti provengono tutti dal territorio laziale. Ci teniamo a valorizzarli e promuoverli.

Foto

Foto

Quali sono le specialità che dobbiamo assolutamente assaggiare?

In questo periodo a causa del lockdown siamo aperti solo come pizzeria. Il nostro cavallo di battaglia è la cacio e pepe, classico piatto romano. La rivisitiamo servita in un cestino di pecorino croccante con aggiunta di speck croccante o una scorzetta di limone. È una rivisitazione che piace molto ai nostri clienti.

Quanto conta la creatività in questo settore?

Tanto ma non bisogna esagerare più di tanto perché le tradizioni vanno rispettate. Un minimo di ricerca e innovazione crea curiosità e voglia maggiore di scoprire i piatti proposti.

l colore di un piatto stimola l’appetito. Quanta importanza date all’estetica di un piatto?

Ovviamente un piatto si giudica prima con gli occhi. Indubbiamente un piatto bello alla vista ha una marcia in più. Noi ci manteniamo equilibrati senza strafare con l’estetica per non a andare a discapito del gusto: questo è il nostro punto di vista.

Che tipo di atmosfera troviamo presso La Locanda dei Girasoli?

Ci si sente a casa. Questo è merito dei nostri ragazzi. Appena entra un cliente ci tengono a farlo sentire a proprio agio. Noi vogliamo abbattere qualsiasi tipo di barriera con i nostri clienti. Quando viene un cliente è come se accogliessimo un nostro amico. Da noi si respira un’aria allegra e conviviale.

Foto

Foto
 

Organizzate feste e cerimonie oltre a catering e banchetti all’esterno. C’è un ricordo particolare legato a questo tipo di eventi?

Ci ha colpito tanto la richiesta di festeggiare da noi un matrimonio. Per noi è stata una sorpresa. Ci ha fatto immensamente piacere il fatto che gli sposi ci avevano scelto per condividere con noi una giornata così importante e significativa. Episodi come questo ci fanno capire che lasciamo un bel ricordo in chi viene a trovare.

La parte più bella del suo lavoro…

Seguo i ragazzi da più di quattordici anni e mi piace stare a contatto con loro. Ci divertiamo e impariamo tante cose insieme. È tutto piacevole e divertente.

ID Anticontraffazione: 10433Mariangela Cutrone


Foto
notizie Il Giramondo: cibarsi quotidianamente di innovazione, sperimentazione e creatività A Parigi, in rue De Grenelle, vi è un posto speciale chiamato “Il Giramondo” in cui l’arte culinaria italiana è diventata un’istituzione. Da circa, venticinque anni il signor Giuseppe Termini, di origini siciliane, lavora nell’ambito della ristorazione con amore e professionalità. Il Giramondo è nato dall’incontro con la giapponese Seiko con la quale Giuseppe crea quotidianamente nuove ricette, gustose e innovative. Il Giramondo è un ristorante e traiteur in cui Giuseppe e Seiko dal 2008 fondono insieme le loro culture creando piatti inimitabili. Ala base di essi vi è l’attenta selezione di prodotti genuini e di qualità e una creatività inedita che intriga letteralmente il cliente. Presso il Giramondo si respira un’aria familiare e artistica. Il ristorante caldo e accogliente sembra una capanna al mare elegante. La combinazione di legno bianco e pareti in pietra, su cui sono esposte le foto in bianco e nero, dona luminosità all’ambiente. I tavoli in legno grezzo, i lampadari in ottone e le decorazioni regalano un autentico e apprezzato tocco di modernità.
Foto
notizie La Locanda dei girasoli, un posto speciale in cui l’arte culinaria si sposa con l’imprenditoria sociale   La Locanda dei Girasoli a Roma è un ristorante- pizzeria in cui l’arte culinaria acquisisce un valore aggiunto. È quello di quattordici ragazzi con Sindrome di Down, sindrome di Williams e altre disabilità cognitive che ogni giorno trasmettono con motivazione ed entusiasmo il loro amore per la cucina di qualità preparando piatti prelibati e pizze gustose. È un luogo speciale dall’ ambiente raffinato e al tempo stesso confortevole. Ciò che rimane impresso de La Locanda dei Girasoli è la sua atmosfera conviviale e allegra dalla quale sarà facile lasciarsi contagiare. È il posto ideale per piccoli rinfreschi, cene di lavoro, serate con amici o di coppia. Offre ai suoi clienti menu stagionali preparati con grande attenzione, cura dell’aspetto qualitativo e raffinatezza nella presentazione. Gli ingredienti che sono alla base di ogni specialità che gusterete sono selezionati con competenza e minuzia. La Locanda dei Girasoli ci tiene infatti a valorizzare i prodotti del territorio laziale che si caratterizzano per qualità, genuinità e gusto. La Locanda dei Girasoli è l’esempio concreto di un’imprenditoria sociale vincente. Da 1999 ad oggi promuove l’inserimento lavorativo di persone con sindrome di Down, nobilitando e dando dignità alla persona attraverso un percorso individuale, di formazione e di inserimento lavorativo.  Ce ne parla in questa intervista il sign. Ugo che da circa quattordici anni segue i ragazzi nel loro percorso professionale. I suoi racconti trasudano tanta passione, umanità e amore per questo luogo speciale che rimane impresso nella memoria di chi lo visita.
Foto
notizie Pasticceria Chiara, dove l’arte pasticcera diventa una dolce ed emozionante “coccola”   La Pasticceria Chiara ad Olgiate Olona (Va) è il luogo ideale in cui fare il pieno di energia al mattino gustando un’indimenticabile colazione in cui regnano sovrani inediti croissant dei quali vi innamorerete letteralmente. Qui potrete anche fare il pieno di gustosi dolci per una pausa relax, per festeggiare una ricorrenza o semplicemente per concedervi una prelibata coccola. La Pasticceria Chiara nasce nel 1974 per regalare emozioni e “coccole” ai suoi clienti tramite un assortimento di dolci tradizionali, torte, croissant, prodotti lievitati. È in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di palato. Oggi è gestita da Fabio Longhin che con tanto amore ha apportato alla tradizione della sua famiglia di pasticceri un’impronta moderna grazie alla sua costante voglia di sperimentare e ricercare materie prime sempre più innovative, salutari e gustose. Il suo lavoro da pasticcere gli consente di non smettere mai di dare sfogo alla sua fantasia e alla sua voglia di mettersi continuamente in gioco. Grazie alla sua verve creativa è nato Delirium, il panettone che ha alla base una miscela arabica e robusta dalla crema consistente e dal gusto morbido, un candito orientale, una tipologia di farina evoluta e un cioccolato equo solidare. Delirium è un panettone in vasocottura. Il suo originale vaso in vetro garantisce il mantenimento di tutti gli aromi e una shelf-life molto più estesa nel tempo. Dell’amore e della passione che Fabio Longhin ci mette ogni giorno nel creare le sue specialità e dell’importanza delle materie prime che sono alla base delle sue creazioni ci parla in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Rasmo salumi tipici di qualità Produttori di salumi da 5 generazioni