La più conosciuta e la più antica è sicuramente la Festa dei Ceri: dedicata a Sant’Ubaldo Baldassini, vescovo e patrono di Gubbio, si svolge tutti gli anni il 15 maggio, vigilia della morte del santo. L’importanza di questo evento è tale da essere ricordata iconograficamente dalla regione Umbria anche nella propria bandiera ufficiale, con la stilizzazione dei tre ceri al centro dello stemma.




Gubbio: non solo Festa dei Ceri




Tuttavia, Gubbio va ricordata anche per un’altra celebre manifestazione folkloristica, anch’essa di origine medievale:
il Palio della Balestra. L’evento si svolge durante l’ultima domenica di maggio e vanta una storia lunga circa sei secoli.
La festa è incentrata sulla sfida fra i caratteristici balestrieri di Gubbio e quelli di Sansepolcro, nota città toscana in provincia di Arezzo, e si svolge nel pomeriggio in Piazza Grande.
Gubbio: non solo Festa dei Ceri



Lo scopo principale consiste nel centrare un bersaglio di quindici centimetri, posto alla base di un cono di legno:
il punteggio massimo lo si ottiene centrando la parte più interna di tre centimetri, il cosiddetto “tasso”. Il Palio, drappo dipinto solitamente da un artista, viene poi consegnato al balestriere che ha raggiunto il miglior punteggio.
La festa, sebbene vesta i panni di una sfida, si conclude in modo amichevole e conviviale fra i componenti delle due città storicamente rivali.
Sicuramente, una particolarità della festa è che, durante la seconda domenica di settembre, il Palio viene ripetuto anche a Sansepolcro.

Conclusa la manifestazione, è possibile ancora immergersi in un contesto medievale grazie al corteo storico, che sfilando arricchisce e rende ancor più magiche le caratteristiche vie della città.





Alberto Zanichelli
Foto
ristorazione Belgrado è mille colori! La tradizione campana colora il centro della capitale Serbia
Foto
notizie GUSTO DI LATTE – GASTRONOMIA ITALIANA , GRENOBLE - FRANCIA   “Gusto di latte” si trova a Grenoble, in Francia, nato dall'amore per l'Italia, le radici che non mentono ed i sapori autentici del nostro paese. Il proprietario Domenico è un uomo di poche parole ma molti fatti, e questo si rispecchia completamente all'interno della sua attività, dove qualsiasi prodotto top del made in Italy, viene sapientemente scelto e poi proposto alla propria clientela. “Gusto di latte” è una vera e propria boutique gastronomica, che espone il meglio della tradizione italiana in tutte le sue estrinsecazioni. Non ci sono vie di mezzo, non ci sono compromessi, qui si punta solo sull'autentico Made in Italy, non si tralascia alcun dettaglio: dall'assaggio alla spesa finale,tutto deve eccellere per gusto, provenienza e freschezza. A raccontarcelo è proprio Domenico,un uomo che (come dice lui stesso) vede “tutto il mondo” dalla sua gastronomia.
Foto
notizie Il gelato italiano: l’arte del gelato tradizionale incontra l’innovazione   In un piccolo chiosco in un Paese della Baviera Aldo e sua moglie lavorano per cercare di soddisfare e addolcire il palato della loro clientela. Attraverso nuove creazioni, gusti e combinazioni, ma senza mai dimenticare i gusti classici della tradizione italiana, questa piccola attività totalmente made in Italy si sta facendo strada riscuotendo sempre più successi. L’utilizzo di materie prime di altissima qualità, assieme al rispetto per l’ambiente, rendono Il gelato italiano una tappa fondamentale da cui passare se si vuole mangiare del buon gelato italiano a Schwandorf.
Foto
notizie Rasmo salumi tipici di qualità Produttori di salumi da 5 generazioni