Una indiana al vertice, al secondo posto il top manager del colosso della cosmetica Avon Products, Andrea Jung. Al terzo posto una turca e tante cinesi nella nuova classifica delle 50 donne piu' potenti del mondo degli affari, stilata dal Financial Times nel suo supplemento odierno. In questo elenco – che rispecchia i nuovi scenari dell'economia globale – una sola italiana, Emma Marcegaglia, al 29mo posto.

Emma Marcegaglia, numero uno del gruppo Marcegaglia e presidente di Confidustria, e' l'unica italiana inserita nella lista del Financial Times sulle 50 donne manager piu' potenti al mondo.

La presidente di Confindustria -ricorda il quotidiano britannico – e' soprannominata la "signora d'acciaio" ma anche "Black & Decker" per la sua tenacia e guida un impero con 6500 dipendenti e con 50 impianti nel mondo che punta, secondo le stesse dichiarazioni dell'imprenditrice, a raggiungere un fatturato di 6 miliardi di euro entro il 2013.

Il Financial Times sottolinea come – prima donna al vertice di confindustria nei 100 anni di storia dell'associazione – Emma Marcegaglia non abbia risparmiato le critiche al governo Berlusconi, invocando riforme politiche ed economiche. Eppure il premier, aggiunge il quotidiano, le ha pubblicamente offerto il posto di ministro dello Sviluppo Economico dopo le dimissioni di Scajola. La presidente di Confindustria ammette di essere una persona con cui puo' essere difficile lavorare, ma anche di avere la capacita' di "scegliere le persone giuste".

Accanto all'elenco del Financial Times – stilato fra le donne che occupano il posto di amministratore delegato, in base a dati biografici, complessita' delle societa' guidate e contesto competitivo – ce n'e' un altro, di manager emergenti: fra di loro Daniela Riccardi, nuovo amministratore delegato di Diesel, Monica Mondardini, ad del gruppo editoriale L'Espresso, e Patrizia Grieco, ad di Olivetti. Ma – assieme alla Germania – l'Italia, sottolinea il quotidiano economico, e' il paese che offre meno spazio alle donne ai vertici dell'economia.

EccellenzeItaliane.com
 

Foto
notizie Ristorante Pizzeria Tamburino: la genuinità della cucina siciliana nel Regno Unito A Yeovil, una città nella contea del Somerset, nel Regno Unito, vi è il Ristorante Pizzeria chiamato Tamburino come il tipico “tamburello” siciliano suonato in molte sagre del Sud Italia. In questo luogo prediletto, da Febbraio del 2005, il signor Domenico Taravella, offre alla sua clientela tante prelibatezze della cucina italiana. I suoi piatti sono l’espressione della tradizione delle sue care origini siciliane.
Foto
notizie Accademia di Moda Luciano Di Nardo: aiutare le persone a scoprire il proprio talento Dal 2011 ad oggi, L’Accademia di Moda Luciano Di Nardo di Milano, forma i veri talenti nell’ambito della moda con professionalità e passione per questo settore sempre più in evoluzione e fermento creativo. L’accademia è ubicata in una struttura liberty nel centro di Milano. È nota per i seri e competenti percorsi formativi e per le continue collaborazioni con i più famosi brand di moda che periodicamente selezionano e ricercano nuove figure specializzate da inserire nei loro organici aziendali.
Foto
notizie Vero Italian Restaurant L'italianità a Miami
Foto
notizie Ristorante Anema e Core: la passione come fattore di successo nel Regno Unito Anema e Core è un ristorante italiano fondato a Eastbourne nel Regno Unito, dal signor Giuseppe Bongiovanni. Il ristorante, a conduzione familiare e con personale tutto italiano, è nato dalla sua inestimabile passione per l’arte culinaria. Originario di Battipaglia il signor Giuseppe Bongiovanni, chef italiano all’estero, difende l’autentico Made in Italy da qualsiasi forma di contraffazione o speculazione offrendo alla sua clientela pietanze che non si perdono in fronzoli estetici.