Una indiana al vertice, al secondo posto il top manager del colosso della cosmetica Avon Products, Andrea Jung. Al terzo posto una turca e tante cinesi nella nuova classifica delle 50 donne piu' potenti del mondo degli affari, stilata dal Financial Times nel suo supplemento odierno. In questo elenco – che rispecchia i nuovi scenari dell'economia globale – una sola italiana, Emma Marcegaglia, al 29mo posto.

Emma Marcegaglia, numero uno del gruppo Marcegaglia e presidente di Confidustria, e' l'unica italiana inserita nella lista del Financial Times sulle 50 donne manager piu' potenti al mondo.

La presidente di Confindustria -ricorda il quotidiano britannico – e' soprannominata la "signora d'acciaio" ma anche "Black & Decker" per la sua tenacia e guida un impero con 6500 dipendenti e con 50 impianti nel mondo che punta, secondo le stesse dichiarazioni dell'imprenditrice, a raggiungere un fatturato di 6 miliardi di euro entro il 2013.

Il Financial Times sottolinea come – prima donna al vertice di confindustria nei 100 anni di storia dell'associazione – Emma Marcegaglia non abbia risparmiato le critiche al governo Berlusconi, invocando riforme politiche ed economiche. Eppure il premier, aggiunge il quotidiano, le ha pubblicamente offerto il posto di ministro dello Sviluppo Economico dopo le dimissioni di Scajola. La presidente di Confindustria ammette di essere una persona con cui puo' essere difficile lavorare, ma anche di avere la capacita' di "scegliere le persone giuste".

Accanto all'elenco del Financial Times – stilato fra le donne che occupano il posto di amministratore delegato, in base a dati biografici, complessita' delle societa' guidate e contesto competitivo – ce n'e' un altro, di manager emergenti: fra di loro Daniela Riccardi, nuovo amministratore delegato di Diesel, Monica Mondardini, ad del gruppo editoriale L'Espresso, e Patrizia Grieco, ad di Olivetti. Ma – assieme alla Germania – l'Italia, sottolinea il quotidiano economico, e' il paese che offre meno spazio alle donne ai vertici dell'economia.

EccellenzeItaliane.com
 

Foto
notizie Urbani Truffle Bar: a Bangkok il tartufo cresce ad alta quota Il know how di Roberto Ugolini e la tradizione della famiglia Urbani: dal frutto della loro collaborazione è “spuntato”, a 100 metri d’altezza in un grattacielo, non solo un locale, ma un concept per conquistare l’Est asiatico con l’oro nero italiano
Foto
notizie 1...2...3...Cheese! Quest'anno EccellenzeItaliane.com ospita due splendide realtà nel suo stand
Foto
notizie Ristorante Baglio del Falco, la passione intramontabile per la cucina mediterranea dei Fratelli Licciardi   Il Ristorante Baglio del Falco è il posto più suggestivo della zona di Cefalù in cui poter gustare la cucina italiana dal sapore mediterraneo. È una cucina ricca di tradizioni e alla quale i Fratelli Licciardi hanno saputo apportare con tanta creatività ed esperienza un tocco di innovazione. Il Ristorante Baglio del Falco è immerso in un’atmosfera particolare caratterizzata da olivi secolari che regnano sovrani. Qui sarete accolti con tanta convivialità da uno staff competente che vi orienterà in un viaggio di sapori unici nel loro genere. Oltre a mangiare una pizza gustosa con alla base dell’impasto solo grani siciliani ben selezionati che le fanno acquisire leggerezza e digeribilità potrete avventurarvi nella scelta di una varietà di primi e secondi che variano in base al pesce pescato in giornata nel mare locale e selezionato direttamente dal pescatore. I Fratelli Licciardi infatti ci tengono tanto a donare ai loro clienti un’esperienza unica ed indimenticabile nel loro ristorante che è diventato la loro passione di vita e al quale dedicano tempo, energie, amore ed entusiasmo. Ce lo raccontano in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Pizzeria Vecchia Napoli: uno scorcio d’Italia a Bucarest Dopo anni di studio intenso presso la famosa "Scuola Nazionale Maestri Pizzaioli" di Arezzo, Bogdan Manolescu, ottiene il titolo di "Maestro Pizzaiolo Istruttore".  Nel 2002, insieme a Mihaela, sua moglie di origine napoletana, fonda la pizzeria "Vecchia Napoli" a Bucarest. Il suo periodo italiano è stato di vitale importanza per il suo progetto professionale. La Pizzeria Vecchia Napoli si distingue sul territorio rumeno per la qualità dei prodotti Made in Italy con i quali vengono diligentemente condite le pizze che offre alla sua numerosa clientela. In tutti questi anni di attività Bogdan ha cercato di offrire la vera “pizza italiana” cotta sul forno a legna. Attualmente la pizzeria "Vecchia Napoli" ha oltre 60 tipi di pizza, in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e palato. Notevoli e apprezzate sono le combinazioni di ingredienti che creano mix di sapori inediti e tutti da scoprire. In questa intervista Bogdan Manolescu ci parla della sua esperienza di formazione in Italia e del successo della sua pizzeria lasciando trasparire tanta gratitudine nei confronti della nazione italiana che è sempre nel suo cuore. -