Una indiana al vertice, al secondo posto il top manager del colosso della cosmetica Avon Products, Andrea Jung. Al terzo posto una turca e tante cinesi nella nuova classifica delle 50 donne piu' potenti del mondo degli affari, stilata dal Financial Times nel suo supplemento odierno. In questo elenco – che rispecchia i nuovi scenari dell'economia globale – una sola italiana, Emma Marcegaglia, al 29mo posto.

Emma Marcegaglia, numero uno del gruppo Marcegaglia e presidente di Confidustria, e' l'unica italiana inserita nella lista del Financial Times sulle 50 donne manager piu' potenti al mondo.

La presidente di Confindustria -ricorda il quotidiano britannico – e' soprannominata la "signora d'acciaio" ma anche "Black & Decker" per la sua tenacia e guida un impero con 6500 dipendenti e con 50 impianti nel mondo che punta, secondo le stesse dichiarazioni dell'imprenditrice, a raggiungere un fatturato di 6 miliardi di euro entro il 2013.

Il Financial Times sottolinea come – prima donna al vertice di confindustria nei 100 anni di storia dell'associazione – Emma Marcegaglia non abbia risparmiato le critiche al governo Berlusconi, invocando riforme politiche ed economiche. Eppure il premier, aggiunge il quotidiano, le ha pubblicamente offerto il posto di ministro dello Sviluppo Economico dopo le dimissioni di Scajola. La presidente di Confindustria ammette di essere una persona con cui puo' essere difficile lavorare, ma anche di avere la capacita' di "scegliere le persone giuste".

Accanto all'elenco del Financial Times – stilato fra le donne che occupano il posto di amministratore delegato, in base a dati biografici, complessita' delle societa' guidate e contesto competitivo – ce n'e' un altro, di manager emergenti: fra di loro Daniela Riccardi, nuovo amministratore delegato di Diesel, Monica Mondardini, ad del gruppo editoriale L'Espresso, e Patrizia Grieco, ad di Olivetti. Ma – assieme alla Germania – l'Italia, sottolinea il quotidiano economico, e' il paese che offre meno spazio alle donne ai vertici dell'economia.

EccellenzeItaliane.com
 

Foto
notizie L’ Ancora Ristorante Pizzeria: professionalità nella promozione del Made in Italy dal 1995 Dal 1995 l’Ancora Ristorante Pizzeria promuove l’autentico Made in Italy nella cittadina tedesca di Carlsbad Langensteinbach. L’Ancora Ristorante Pizzeria è molto apprezzato per il suo ambiente familiare e accogliente in cui poter gustare il meglio della cucina italiana immersi nel relax autentico. Da primavera è possibile anche mangiare all’aperto, nello spazioso giardino ricco di piante e fiori coltivati dal signor Andrea Ferrarini in persona, ristoratore italiano all’estero. Originario della Sicilia, Andrea si distingue per la perseveranza e l’entusiasmo nel perseguire l’obiettivo ambizioso di educare i suoi clienti al “mangiare sano”. Egli persegue questo obiettivo offrendo alla clientela dell’Ancora le sue pietanze e pizze a base di prodotti di stagione, importati direttamente dalla sua amata Italia. Il successo di un ristorante italiano all’estero per Andrea risiede nell’offrire con costanza la qualità e la professionalità ai suoi clienti con serietà e umiltà.
Foto
food&wine El Panzerocho: il panzerotto Made in Italy dalla Puglia alla Spagna El Panzerocho è una pizzeria italiana situata nel quartiere universitario e più giovanile di Siviglia in cui è possibile gustare pizze prelibate dai nomi particolari e divertenti come la Brasciola, la Berlusoni, la Pasquale, la Colosseo, la Firenze che richiamano la nostra italianità , molto apprezzata dal popolo spagnolo.
Foto
notizie Pizzeria Gusto: il culto della vera e gustosa pizza italiana in Svezia La Pizzeria Gusto si trova in un piccolo paese nel Sud della Svezia, chiamato Ystad. È stata creata da Vincenzo, originario della Sicilia al fine di diffondere la vera pizza italiana all’estero.
Foto
notizie 'Dolce Vita' a Baku: un'eccellenza per occhi e palato Uno stile inconfondibile in tutto l’Azerbaijan per un ristorante di grido dal design tradizionale e cucina a vista