Foto
Locandina storica

Storia importante quella del liquore Chromel che affonda le radici nella seconda metà del XVIII secolo (dicembre 1745).

Un esperto erborista, monaco cenobita, miscelando erbe aromatiche (messe in infusione con alcool puro e distillate) riuscì a produrre un liquore, il Chromel, dalle notevoli proprietà digestive e dal sapore tanto gradevole da divenire un eccellente aperitivo se aggiunto a seltz, spumante secco o succo di agrumi.

Nel corso dei secoli è stato premiato in numerose mostre ed esposizioni nazionali ed internazionali del calibro dell’esposizione universale di Parigi del 1900, arrivando a collezionare ben 3 medaglie di bronzo, 2 di argento, 10 d’oro, 6 croci di onore ed una coppa di onore.

Il Chromel è stato anche menzionato in molte edizioni del famoso dizionario scientifico “Melzi”.

Dopo la seconda guerra mondiale la produzione del prezioso liquore subì una battuta d’arresto fino agli anni ‘60, quando il marchio e la ricetta originale sono stati acquistati da Filippo De Blasio che ha continuato a produrlo fino al 1980.






La produzione di una tale eccellenza è stata salvata dall’oblio del tempo grazie alla tenacia della Distilleria Filippo De Blasio e C. s.r.l. che, ancora oggi, segue scrupolosamente la ricetta originale.


I successi non sono tardati ad arrivare. Due tra i maggiori sommelier del mondo, quali Andreas Larsson (best sommelier of the world 2007) e Markus Del Monego (best sommelier of the world 1998) hanno espresso giudizi decisamente lusinghieri nella manifestazione Degustazione alla Cieca.

Tra gli altri esclusivi prodotti della distilleria artigianale si annoverano il “Chromel Ciock”, crema al cioccolato aromatizzata con il distillato Chromel nonché grappe ed acqueviti di vinacce provenienti da pregiati vitigni sanniti ed irpini (aglianico, falanghina, greco e taurasi).

bottiglia
Liquore Chromel


Foto
Dettaglio della distilleria
Foto
Dettaglio del processo di produzione
 ID Anticontraffazione conferito da Eccellenze Italiane n. 7889

Via Falcone E Borsellino 34/36
82027 Pontelandolfo (BN)
Tel. 0824851257
http://liquorechromel.it/
Foto
notizie Danza, musica e teatro: così a Villa Iris scatta la seconda giovinezza In Puglia c’è un complesso di strutture socio residenziali che risveglia le emozioni dei suoi ospiti grazie a percorsi artistico-terapeutici
Foto
notizie Breve guida per l’esportazione dei prodotti alimentari made in Italy Approfondimenti su latte, vino e olio
Foto
notizie Villa Rustica: la cucina italiana rivisitata con originale creatività Nel cuore di Stoccarda c’è un posto speciale chiamato “Villa Rustica” in cui gustare la cucina italiana rivisitata creativamente in chiave moderna. Il signor Roberto Madeddu, originario di Pescara è il titolare di Villa Rustica che vi accoglierà con tanta umanità e calore in un ambiente indimenticabile. “Villa Rustica”, infatti, si chiama così proprio per i suoi pannelli di legno e le decorazioni creative che rendono l’ambiente così caloroso e suggestivo. Magiare presso Villa Rustica si tramuterà in un’esperienza originale. Il menù varia frequentemente. Ciò significa che è impossibile annoiarsi o stancarsi della cucina di questo ristorante italiano che vi sorprenderà continuamente. Con l’arrivo della bella stagione è possibile pranzare e cenare sulla sua spaziosa terrazza e godersi l’aria aperta e un ammaliante panorama.
Foto
notizie Ristorante Il Pescatore: il sapore autentico del mare dalla Calabria alla Germania   Se amate la cucina di pesce dai sapori ricercati e con alla base le ricette autentiche che si tramandavano in famiglia un tempo e vi trovate in Germania, non potete non conoscere il Ristorante Il Pescatore situato nella cittadina di Winterbach. Il signor Giovanni Curia, originario calabrese e proveniente da una famiglia di pescatori, ha voluto ricreare presso Il Pescatore un’atmosfera marinara autentica e indimenticabile. In un ambiente familiare e accogliente potete ammirare alle pareti foto d’epoca raffiguranti pescatori appartenenti alla famiglia di Giovanni. L’amore per il mare e il pesce di qualità traspare dal menù ricco di pietanze speciali, gustose e creative. Questo permette di differenziare Il Pescatore rispetto ad altri ristoranti italiani della zona.