L’obiettivo del birrificio Flea e’ offrire un prodotto di qualita’ nel rispetto dell’ambiente e dell’amore per il territorio in cui nasce: Gualdo Tadino.
La denominazione del birrificio non e’ casuale e riflette un antico legame con l’acqua: la Rocca Flea, che domina dall’alto la citta’, deve il proprio nome alle vicine sorgenti del fiume Fleo o Flebeo. L’acqua sorgiva locale, peraltro nota a livello nazionale, e’ uno dei perni su cui ruota la produzione.
Foto
Birra Flea


Foto
Birra Biancalancia
L‘orzo distico utilizzato viene prodotto nei campi dell’azienda agricola Minelli attorno al birrificio nell’ottica di una produzione che prevede l’uso di materie prime locali a cui presto si aggiungera’ la coltivazione del luppolo.
La nostra redazione ha deciso di intervistare il promettente birrificio per saperne qualcosa in piu’ in merito alla sua partecipazione al Taste.
Foto
Birra Costanza

Per quale motivo avete deciso di partecipare al Taste di Firenze?

Siamo umbri e abbiamo molti punti in comune con la Toscana per quanto riguarda l’accoglienza, il vivere ed il mangiar bene; questo evento, che avviene in una delle citta’ piu’ belle e ammirate in Italia, vede scendere in piazza le migliori aziende enogastronomiche che il nostro territorio italiano e’ in grado di offrire. Quindi e’ un onore farne parte.


Foto
Birra Federico II

Questo tipo di eventi vi aiuta? Avete un ritorno di immagine?

Si’, molto, soprattutto verso chi ama l’artigianalita’ del made in Italy, verso chi apprezza i prodotti realizzati in aziende agricole come la nostra che mettiamo sempre a disposizione di chi vuole farci visita, per poter dimostrare cio’ che veramente siamo in grado di fare.

Foto
Birra Bastola

Partecipate solo a questo evento o anche ad altri?  Pensate che siano sufficienti a darvi risalto?

Oltre a Taste, abbiamo partecipato a febbraio al Beer Attraction di Rimini, parteciperemo per il 3° anno consecutivo a Vinitaly, a Cibus Parma e, nei giorni passati, siamo stati a Tokyo, al padiglione Italia del Foodex Japan.

Foto
notizie Roberto Ugolini e la cucina italiana, galeotta fu la Thailandia Dal mondo del credito all'eccellenza in tavola, il poliedrico imprenditore che ha rivoluzionato la propria vita
Foto
notizie Ristorante Bahnhof, disponibilità e gentilezza in stile italiano A Meilen uno dei ristoranti italiani più amati e conosciuti della Svizzera
Foto
notizie Molino Bongiovanni L'arte della farina, come vuole la tradizione.
Foto
notizie Operacaffè: a San Diego continua la grande tradizione toscana Venticinque anni fa la chef Patrizia Branchi e suo marito hanno “mollato” il ristorante che avevano a Firenze e si sono trasferiti in California. Una scelta difficile, che li ha però condotti al successo