Foto
 

Com’è nata l’idea di diffondere la cucina italiana in Irlanda attraverso gli Antichi Sapori?

Dopo anni di attività nel campo della ristorazione attraverso il Ristorante La Taverna qui in Irlanda e, in seguito ad alcune questioni famigliari, ho deciso di dedicarmi ad una nuova attività sempre in questo ambito. Ho voluto dedicarmi all’arte della pizza, un’altra delle mie passioni più grandi. Disponendo di un’abitazione grande con un giardino immenso ho deciso di preparare le pizze qui aprendo questa piccola attività chiamata gli Antichi Sapori che sta riscuotendo tanto successo. Qui è più facile aprire una nuova attività rispetto all’Italia. Lo stato irlandese aiuta tanto dal punto di vista burocratico ed economico. Da noi è possibile acquistare d’asporto la vera pizza italiana.

Che tipo di riscontro ha avuto la pizza italiana in Irlanda?

La pizza è sempre la pizza!! Adorano la nostra pizza perché rispetta la tradizione italiana autentica. C’è anche da dire che la pizza che prepariamo noi ha alla base materie prima di alta qualità che vengono importate dall’Italia nel pieno rispetto dell’autentico Made in Italy.


In particolare che tipo di pizza si può gustare presso gli Antichi Sapori?

La nostra è una pizza leggera e facilmente digeribile. Il merito è dell’impasto ad alta lievitazione. La cottura è su forno a legna come la tradizione italiana detta. La farcitura è composta di materie prime di alta qualità.

Leggevo un articolo di settore in cui si sosteneva che la pizza è in grado di stimolare il buonumore e la socialità. Lei cosa ne pensa al riguardo?

Ne sono pienamente d’accordo. Tutti per trascorrere una serata in compagnia degli amici amano riunirsi attorno ad una tavolata. La pizza è in grado di accontentare tutte le esigenze di gusto. Anche i bambini l’adorano

Foto
 


Foto
 

Qual è la pizza più amata dalla sua clientela?

La pizza con rucola e pomodorini. Amata è anche la pizza da gusto piccante con l’nduja. Grazie agli Antichi Sapori abbiamo fatto conoscere sapori nuovi che qui nemmeno immaginavano perché spesso si diffonde solo una limitata varietà di prodotti italiani. Oppure un altro problema diffuso qui in Irlanda è che ci sono le grandi catene italiane di pizzerie che preparano la pizza con il formaggio e non con la mozzarella. Inoltre come avrà sentito anche da altri ristoratori, all’estero spesso e volentieri si spacciano per italiane tradizioni che non hanno nulla a che fare con l’autenticità italiana.

Da dove trae l’ispirazione per le creazioni delle sue pizze?

Mi ispiro molto alle mie origini, ai sapori, agli odori e colori della mia terra d’origine. Molte volte mi accade che sono al supermercato e vedo un determinato prodotto che mi stimola a voler creare un nuovo gusto di pizza. L’ispirazione arriva quando meno me lo aspetto.


Come soddisfate l’esigenza della clientela che ha intolleranze alimentari?

Utilizziamo farine integrali a base di farro o cereali. In questo ambito non si finisce mai di sperimentare.

Qual è la parte che più ama del suo lavoro?

Creare sempre nuove pizze. Continuare ad offrire la qualità di questo prodotto alimentare che non passerà mai di moda e che se offerto con competenza e professionalità è in grado di donare tante soddisfazioni. E poi mi piace tanto il contatto coi miei clienti, confrontarmi con essi, conoscere i loro pareri su determinate combinazioni di prodotti e sapori.

Foto
 


Foto
 

In base alla sua esperienza quale consiglio darebbe ad un giovane che vuole diffondere l’autentico Made in Italy all’estero?

Rimboccarsi le maniche e dedicarsi a questo settore con autentica passione ed entusiasmo diffondendo l’autenticità.


Perché dovremmo venire a mangiare la pizza presso gli Antichi Sapori?

Da noi è come mangiare la pizza in Italia. Rispettiamo l’autentica tradizione e facciamo sentire i nostri clienti come se fossero parte della nostra famiglia. La nostra attività è frutto della vera e professionale esperienza che fa la differenza.


ID Anticonraffazione: 17994Mariangela Cutrone


Foto
ristorazione Battlefield Rest: il gusto italiano innova la cucina scozzese In una location unica, una vecchia stazione dei tram, Marco Giannasi ha messo su un continental bistrot che rivisita la materia prima e le tradizioni della Scozia con il know how italico: il risultato sono ravioli all’haddock e cannelloni all’haggis
Foto
notizie Le Sorrento: l’autentica cucina campana che lascia il segno   Ciò che contraddistingue un ristoratore italiano all’estero è l’amore per l’autentico Made in Italy offerto ogni giorno alla propria clientela selezionando prodotti freschi e genuini. Ne sanno qualcosa Palmina Vespoli e suo marito che dal 2006 gestiscono con professionalità e creatività un ristorante italiano chiamato Le Sorrento in Normandia nella cittadina di Havre.
Foto
notizie Genuss Werkstatt- Risoli Ristorante Italiano, dove la creatività non ha limiti   Nella cittadina tedesca di Gelsenkirchen vi è un ristorante italiano esclusivo e accogliente in cui si respira l’autentico calore italiano e si possono gustare delle specialità inedite create con tanto amore e dedizione da Francesco Risoli. Con un’esperienza trentennale nell’ambito della ristorazione, Francesco non smette mai di creare piatti sempre nuovi. Di fatti la sua fervida creatività è una dote innata grazie alla quale il suo ristorante si differenzia dagli altri. Il suo menù è in continuo mutamento. Ogni giorno è possibile gustare piatti sempre nuovi. Ogni sua specialità risulta equilibrata e curata nei minimi dettagli. Alla base di essa vi sono ingredienti di alta qualità provenienti direttamente dall’Italia. Da più di dieci anni Francesco Risoli ha ideato una linea di grappe e salse aromatiche e balsamiche che riscuotono un grande successo e che vale la pena assaggiare per innamorarsene letteralmente. Da dove trae l’ispirazione per la creazione delle sue specialità e di come la passione sia fondamentale per svolgere al meglio questo lavoro, ci parla Francesco Risoli in questa esclusiva intervista che può essere fonte di ispirazione per molti ristoratori italiani all’estero.
Foto
notizie Fontina DOP Cuore valdostano