Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  AZIENDA AGRICOLA MORETTI Loc. Pian di Marte
06065 Passignano Sul Trasimeno (PG)

075829135
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
agribusiness Cooperativa Agricola La Torre

Carlo Zarcone sin dalla gioventù inizia a commercializzare limoni e mandarini.  A partire dagli anni 70’ cerca di raggruppare diversi agricoltori con il fine di assicurarsi qualità e soprattutto  quantità di prodotto, seguendo al contempo una filiera controllata. Agli inizi degli anni ‘80 raggruppa circa 80 produttori di agrumi e forma con essi una cooperativa di produttori, ebbe inizio una nuova attività imprenditoriale. Nel 1983 Papà Carlo affiancato dal  figlio  Emanuele ( sin da giovanissimo) diede tutte le direttive ai vari produttori per migliorare e valorizzare le colture di  limoni e mandarini, riuscendo a consolidare il commercio su tutto il territorio nazionale.


Nel 1991 entra a far parte della cooperativa anche il secondo figlio Giuseppe. Con il passare degli anni si susseguono una serie di cambiamenti dovuti alle esigenze di mercato, sino a valorizzare e incentivare i vari produttori a coltivare non solo agrumi. L’azienda vanta cultura ed anni di esperienza nella selezione dei prodotti   locali: dagli agrumi alle verdure.


L obbiettivo è quello di valorizzare al massimo ciò che il nostro territorio ci offre: il carciofo di Cerda, il cavolfiore verde di  Buonfornello, il mandarino tardivo, le nespole di Villagrazia, i Kaki di Misilmeri e tanto ancora.


Ad ogni singola referenza abbiamo cercato di accoppiare il packaging più appropriato, più adatto più funzionale cercando di avere un occhio di riguardo per la sostenibilità. Con l’evoluzione della grande distribuzione organizzata (GDO)  grazie alla valorizzazione dei prodotti locali annoveriamo collaborazioni commerciali con alcune delle realtà regionali più importanti come i marchi Famila, Max, Il Centesimo e Sisa.
il tempo passa e le nuove generazioni avanzano ed ecco che da qualche mese si è affiancato all’azienda Gianluca (figlio di Giuseppe), non per niente eccoci qui anche sul web ad iniziare questo nuovo cambiamento.

Foto
farms Il Caciocavallo Del Matese di D'Andrea Sabatino

Vi aspettiamo a San Massimo...

Foto
agribusiness Macelleria e Salumeria Cannarozzo Maria Concetta

Macelleria & salumeria


Gastronomia con primi e secondi piatti

Foto
restaurants Amici Della Montagna La Bottega di Frassinere

La Bottega di Frassinere

Assapora e porta a casa i prodotti tipici di montagna, è disponibile anche il servizio Bar, Colazioni, Aperitivi, Merende Sinoire, trovi anche beni di prima necessità e GASTRONOMIA

Foto
agribusiness Apicoltura F.lli Cagnoni
Dal 2012 la passione per la natura e per l'apicoltura guida la Famiglia Cagnoni nella produzione di miele e prodotti apistici.
Propoli, polline, miele di castagno e millefiori, frutto di amore e protezione nella Riserva Naturale Regionale Monterano.
Foto
farms Azienda Agricola 17 Tomoli Di Attilio Castrignanò

L’azienda agricola 17 Tomoli di Attilio Castrignanò è una giovane e piccola realtà a conduzione familiare, operante in Italia, nell’agro di campi Salentina, territorio di antica vocazione olearia, nel cuore del Salento.Perchè 17 Tomoli?


Il tomolo (anche tumulo o tomolata) è un’antica unità di misura della superficie agraria, utilizzata in alcune province italiane. Il valore del tomolo espresso in metri quadri variava da provincia a provincia. In quella di lecce, dove è ubicata l’azienda, lo stesso aveva un valore di 6298 mq, a testimonianza della piccola dimensione aziendale. Ciò nonostante l’obiettivo unico dell’azienda è, ed è sempre stato, quello di realizzare un olio extravergine d’oliva che possa ambire a livelli d’eccellenza.


La produzione dell’olio 17 Tomoli si basa esclusivamente su varietà di cultivar autoctone salentine: Cellina di Nardò e Ogliarola salentina. Queste due varietà hanno dimostrato, nel corso dei secoli, di adattarsi molto bene al clima mediterraneo del Salento. Per circa il 10% si tratta infatti di piante secolari, le restanti piante hanno un’età che varia dai quindici ai quarant’anni. Gli alberi costituiti da cultivar pregiate, vengono costantemente monitorati dal punto di vista tecnico-agronomico da tecnici specializzati con l’unico obiettivo della costante ricerca dell’eccellenza del prodotto finale.


La raccolta viene effettuata rigorosamente dalle piante al giusto grado di maturazione (fase dell’invaiatura) e non prevede il contatto delle olive col terreno in quanto vengono fatte cadere su reti appositamente dispiegate al di sotto della chioma, con l’ausilio si scuotitori abbacchiatori e pettini. Si ha come risultato un olio dalle caratteristiche organolettiche di assoluta eccellenza, di color giallo oro con riflessi verdastri, mediamente fruttato, dolce e con note piccanti che ben presto si attenuano lasciando il posto ad una sensazione gustativa eccezionalmente armoniosa. Le olive raccolte vengono immediatamente molite con il sistema della spremitura a freddo con l’estrazione a ciclo continuo a temperatura controllata dove la molitura delle olive viene effettuata entro 2-3 ore dalla raccolta per preservare tutti i nobili componenti fenolici che lo caratterizzano.


L’olio extravergine 17 Tomoli è disponibile in quantità limitata e certificata.

L’utilizzo è consigliato sia a crudo sia come condimento di pietanze calde come zuppe, pesce e carne arrosto per conferire una fragranza impareggiabile.

Foto
agribusiness Vasile Eccellenze Siciliane

La nostra azienda nasce alla fine degli anni ‘50, in quegli anni, del dopoguerra, l’agricoltura  per molte famiglie era l’unica fonte di reddito e gli strumenti, le tecniche e le conoscenze degli agricoltori erano limitate alla semina e alla raccolta. La coltivazione avveniva a campo aperto ed era stagionale. D’inverno le terre, come dicevano all’ora, si riposavano.


Fu solo nel 1960 quando nonno Giuseppe cominciò a coltivare i primi pomodori utilizzando la tecnica, all’epoca rudimentale, della coltura coperta. Fu così che nel territorio di Vittoria cominciarono a nascere le prime serre agricole, una vera e propria rivoluzione per tutto il territorio e soprattutto per l’economia del settore. In questo modo si riusciva a produrre pomodoro e successivamente altri ortaggi (melanzane, peperoni, ecc.) anche durante i mesi più freddi dell’anno.


Foto
salami Salumificio Miglietta

Pieralberto Miglietta, a Madonnina di Serralunga di Crea, continuando una tradizione che dura da 5 generazioni, produce nel suo laboratorio salumi tipici del Monferrato e del Piemonte. Siamo sicuramente di fronte ad un’azienda, che in termini di qualità ed eccellenza, ha raggiunto i massimi livelli.


Nel corso degli anni, pur rimanendo legato ad una lavorazione prettamente artigianale, il salumificio si è innovato sviluppando le più moderne tecnologie. Il risultato finale è una gamma di prodotti tipici della massima affidabilità, con alle spalle di tutto una non comune bravura delle maestranze (i salumi sono legati esclusivamente a mano, le celle di stagionature sono rivestite di mattone vivo cosi da trattenere le muffe “nobili”, ecc.).


La grande esperienza e professionalità, congiunta alle particolari caratteristiche del microclima (l salumificio è situato alle pendici del Sacro Monte di Crea, patrimonio dell’Unesco e collina più alta del Monferrato) hanno fatto il resto permettendo al prodotto di ottenere gli antichi sapori di un tempo che fu!



"Buongiorno, vorrei qualche informazione sulla muletta monferrina. Potrebbe aiutarmi?" chiedo gentilmente al telefono. "Guardi, le posso dire senza falsa modestia che io SONO la muletta monferrina!". Capisco subito che non potevo capitare in mani migliori! 


La persona in questione è Pieralberto Miglietta, classe ’49, veterinario mancato a pochi esami dalla Laurea, che mi dà gentilmente appuntamento per una simpatica chiacchierata su uno dei più pregiati tipi di salame crudo della zona del Monferrato e, precisamente, dei comuni di Cellamonte, Sala Monferrato e Serralunga di Crea, famosa ovunque soprattutto per il suo bellissimo santuario.

L’origine del nome "muletta" è alquanto incerta: nonostante l’affinità etimologica, non c’è alcun riferimento al mondo equino, dato che nella preparazione non si sono mai usate né carni, né budella di mulo o asino. Sembra piuttosto che il nome arrivi da Trieste, dove, in dialetto, significa “ragazza”: forse, alcuni soldati delle guerre risorgimentali, di ritorno dal fronte orientale, ebbero un così bella impressione della soppressa veneta e delle “mule”, cioè le ragazze triestine, da volerne trasmettere il ricordo in un nuovo salame di produzione esclusivamente piemontese. La muletta, oggi, consiste per l’80% di carne suina pregiata e di prima scelta come coscia, culatello della lonza, spalla e fesotto di spalla tritata a grana media e di un restante 20% a base di grasso di pancetta; queste due porzioni vengono macinate insieme e condite successivamente con sale, pepe in polvere bianco e nero, noce moscata ed un infuso di aglio e vino, in genere Barbera." "Ora che abbiamo l’impasto – mi racconta Pieralberto – lo si deve insaccare: si usa il budello cieco di maiale, naturale, quindi, e non quello sintetico come per altri tipi di salami. Questo budello è più adatto alle lunghe stagionature e dà al salume una forma irregolare, quasi ovoidale, tozza e dal diametro di circa 10 cm". La muletta è così pronta per essere collocata in una stanza chiamata “asciugamento” per circa una settimana, al termine della quale viene poi trasferita in un altro locale adibito alla stagionatura: qui rimarrà 3-4 mesi, protetta da un microclima ambientale sempre ventilato e fresco, con una temperatura intorno a 12 C° e un tasso di umidità dell’80%. Già dopo alcuni giorni di stagionatura, si può notare la presenza di muffe: si tratta però di muffe nobili, quindi ben gradite, che contribuiscono in parte alla formazione dell’aroma e del sapore della muletta; tali formazioni, tuttavia, vengono parzialmente rimosse ogni 20 giorni circa per permettere la giusta traspirazione del salame". Il Sig Miglietta ci dà dei consigli su come consumare il suo pregiato prodotto: "Essendo un salame a lunga conservazione, è meglio tagliarlo in fette molto sottili circa mezz’ora prima del suo consumo, in modo che possa ossigenarsi ed esaltare così al meglio il suo gusto delicato e leggermente speziato."


Il salumificio del Sig. Miglietta, sorge in Frazione Madonnina di Serralunga di Crea, proprio accanto alla ferrovia che collega Asti con Mortara, una delle più antiche linee d’Italia.

Foto
farms Il Frantolio Di D'Amico Pietro

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA D'AMICO
A Cisternino nel cuore della Valle D’Itria, tra i trulli, su una collina a circa 397 metri sul livello del mare sorge l’Azienda Agricola Biologica “Il Frantolio di D’Amico Pietro”, di antica tradizione familiare operante nel settore olivicolo dal lontano 1917. Attualmente è condotto direttamente da D’Amico Pietro (con la collaborazione dei figli Antonello e Vitamaria), subentrato nella gestione al padre D’Amico Antonio. L’Azienda Agricola e’ coltivata interamente con il metodo dell’agricoltura biologica, certificata da Bioagricert, e si estende su un territorio di circa 50 ettari, in buona parte coltivati ad uliveto, su cui sono in produzione circa 6.000 piante di ulivo secolari, con tipiche varieta’ del nostro territorio: Ogliarola, Nardò, Cerasola, Fasola, Corna Leucocarpa e da due varieta’ di olivastri selvatici della nostra macchia mediterranea, per buona parte secolari. Il prodotto primario e di maggiore pregio dell’azienda e’ l’olio extra vergine di oliva “Trisole”, certificato anche “qualitativamente” dalla Corporazione dei Mastri Oleari.Il centro aziendale è “Il Frantoio” costituito da una struttura antica in trulli, e da uno stabilimento moderno e all’avanguardia, con ampio piazzale esterno per la movimentazione di automezzi (in carico e scarico).


I NOSTRI IMPIANTI DI LAVORAZIONE
All’interno lo stabilimento è suddiviso in:

  •     locale centrale adibito a “deposito” delle olive prima della molitura in cassoni di plastica da 250 kg e 500 kg, per la cui movimentazione (carichi e scarichi) sono utilizzati tre muletti;
  •     tre reparti dedicati alla lavorazione delle olive, meglio precisati in seguito;
  •     locali dedicati allo stoccaggio dell’olio e all’imbottigliamento.

La parte antica in trulli, ubicata a pochi metri dallo stabilimento, viene utilizzata per la vendita e la degustazione dei prodotti.

L’olio extravergine di oliva Trisole, viene prodotto da olive di piante secolari, raccolte a mano da metà ottobre a metà dicembre, accuratamente selezionate e lavorate a freddo.

Le tecniche di lavorazione proseguono in maniera fedele i sistemi tradizionali, avvalendosi di impianti moderni che garantiscono un prodotto di notevole e di certificata qualità tale da esaudire le esigenze del nuovo consumatore.


LE FASI DI LAVORAZIONE

La raccolta avviene per parte con brucatura a mano e per parte con scuotitori; le olive raccolte sono collocate in cassoni di plastica per il trasporto in Frantoio, e dopo il peso, vengono accuratamente controllate ( controllo della qualità ) prima di passare alla molitura che avviene antro le 12 ore dalla raccolta.

Le olive prime di passare alla spremitura, sono deramifogliate, tramite un impianto denominato “CLEMENTE” , formato da vasca scarico, elevatore e deramifogliatore.

La lavorazione delle olive avviene in tre reparti separati:

  •     il primo “Reparto presse” di circa metri quadrati 200 (sistema tradizionale a pressione) formato da n° 04 presse da 16 della marca Pieralisi, una molazza a tre macine Pieralisi, due vasche di gramolazione da Kg 600 cadauno, un robot per il carico e lo scarico delle presse, e n° 01 separatore 507 Alfa Laval, con una capacita’ lavorativa oraria di circa kg 500 di olive.
  •     il secondo “Reparto Linee Continue” in locali di circa metri quadrati 500, dove sono montati N° 02 linee continue complete Alfa Laval 716 , formate da N° 02 defogliatori, N°02 lavatrici, N°2 elevatori, N° 2 frangitori a dischi, N° 2 gramole da KG 700, N° 2 gramole a quattro sezioni con vasche da KG 500, N° 2 pompe paste, N° 2 decanter 716 , N° 4 separatori 507 e da una pesa olio in continuo, con una capacita’ lavorativa di circa 24 quintali per ora.




Foto
pasta factories Pastificio Lidiana

Produciamo Pasta fresca per grande distribuzione

Foto
butchers Macelleria Paolo

Esperti nella ricerca, selezione e lavorazione della carne: ampia scelta di tagli di carne delle migliori qualità e proposte di prodotti pronti per ogni esigenza.


La Macelleria Paolo offre un'ampia scelta di carne di qualità:

carni italiane, carni nostrane, prodotti pronti.

Presso la nostra macelleria troverete solo carni e salumi di prima scelta:

polli, carne di maiale e di bovino.

L'azienda effettua consegna a domicilio.


Foto
farms Grion Società Agricola Semplice
La famiglia Grion viene da un’antica tradizione vitivinicola e nel 1994 i fratelli Giorgio e Marialuisa decidono di ampliare l’attività aprendo l’Agriturismo.

Qui si possono degustare piatti tipici della tradizione friulana e mitteleuropea, affettati di propria produzione e dolci fatti in casa, il tutto accompagnati dai vini prodotti dalla nostra azienda.

Nel 2014 la famiglia ha deciso di ampliare l’attività attraverso la creazione di un punto vendita dove poter acquistare insaccati, vini, frutta e verdura di stagione e a basso impatto ambientale, tutti di produzione propria.
Nel 2015 accanto alla produzione dell’Amaro, del Nocino e del vino spumante “Elisabeth”, è stato prodotto anche il succo di mele, visto il buon raccolto del meleto dell’Azienda.


Inoltre, è possibile acquistare miele, formaggio, farine e uova di aziende agricole della zona.


Foto
Food & Wine Italienische Feinkost 2000

KLEIN ABER FEIN

Unser Kleines Geschäft bietet alles was das Herz begehrt.
Im Innen- und Aussenbereich haben wir Sitzmöglichkeiten für den ersten Koffein-Kick und natürlich für einen Snack.

100% QUALITÄT

Wir achten sorgfältig auf unsere Ware,
unser Bestreben nach hoher Qualität liegt uns sehr am Herzen. Dies zeigt auch die hohe Stammkundschaft die wir über die Jahre haben.

ERFAHRUNG SEIT 2000

Unser bestehen und Erfahrung, werden wir unseren Kunden immer anbieten und hoffen auf viele Jahre Gesundheit für alle anwesenden.


Foto
farms Azienda Agricola Podere Gaiaschi

L’azienda agricola della famiglia Gaiaschi nasce dall’unione di due poderi loc. Roncona e loc. Cà di Sotto e vanta una lunga tradizione le cui origini risalgono ai primi anni Trenta.


Allora il nonno Luigi curava i suoi terreni, coltivandoli a fieno, cereali e viti e vinificando quel tanto che bastava alle esigenze della famiglia. Fu grazie al suo lavoro che l’azienda nel 1961 è passata a uno dei figli di Luigi, Enrico, che ha portato avanti la tradizione di famiglia, dando all’azienda un impostazione maggiormente vitivinicola.


Nel 1999 il figlio di Enrico, Gabriele, dopo la scomparsa del fratello Davide, con una grande forza, decide di continuare con passione elaborando uno stile dinamico e intraprendente nella conduzione dell’Azienda che nel 2008 viene chiamata PODERE GAIASCHI. L'azienda occupa una superficie di 35 ettari di cui 5 a vigneto, 3 dedicati alla silvicoltura e 27 coltivati a fieno con rotazione di cereali.


Oggi l’azienda è gestita da Gabriele e dalla moglie Monica che per seguire il sogno del marito ha lasciato il suo lavoro ed è diventata imprenditrice agricola. Insieme i due hanno deciso di trasformare l’antica stalla di Cà di Sotto in una modernissima cantina per la lavorazione e la produzione del vino puntando sulla qualità e la specificità del prodotto.


L’attenta scelta dei vigneti più adatti al terreno, la favorevole esposizione al sole, una bassa resa per ettaro, la cura sapiente dei vigneti e l’accurata selezione delle uve in vendemmia, unite alla raccolta manuale, permettono di ottenere vini pregiati e genuini.


CONCORSI 2019


Concorso Vinitaly2019  wine without walls vino premiato:

BARBERA FERMO COLLI PIACENTINI   D.O.C. SENZA SOLFITI AGGIUNTI


 Concorso Mondial du Rosé Francia MEDAGLIA D’ORO  vino premiato:
 ERCOLINO ROSATO FRIZZANTE


Concorso Douja d’Or di Asti MEDAGLIA D’ORO vino premiato:
RICO ORTRUGO DEI COLLI PIACENTINI SPUMANTE D.O.C.


CONCORSI ENOLOGICI NAZIONALI PRAMAGGIORE 2019 MEDAGLIA D’ORO   vini premiati:
RICO ORTRUGO DEI COLLI PIACENTINI SPUMANTE D.O.C.
ORTRUGO DEI COLLI PIACENTINI FRIZZANTE D.O.C.
MALVASIA FRIZZANTE COLLI PIACENTINI D.O.C.


Concorso Enologico Nazionale “Premio Qualità Italia 2019”  Città Sant’Angelo (PE), vino premiato :
‘IL DIAMANTE DI SILVIA BARBERA FRIZZANTE D.O.C. SENZA SOLFITI AGGIUNTI


Concorso Enologico Nazionale Menzione Nazionale Città Sant’Angelo (PE), vini premiati:

‘IL DIAVOLETTO DI MATTEO BONARDA FRIZZANTE DOC  SENZA SOLFITI AGGIUNTI
‘GUTTURNO FRIZZANTE DOC’,
‘MALVASIA FRIZZANTE DOC COLLI PIACENTINI’

‘ORTRUGO DEI COLLI PIACENTINI DOC FERMO’


Foto
butchers La Macelleria Da Salvatore

La macelleria da Salvatore Venuti&C snc sorge nel cuore dell'Irpinia, località Mirabella Eclano nell'alta valle del Calore.


Fondata da Salvatore e sua moglie Gina circa 40 anni fa, ed oggi condotta dalle sue figlie Gabriella e Maria Luisa Venuti,  è riuscita ad affermarsi sul territorio come bottega di qualità offrendo carni locali e ricercate come il capretto autoctono dei monti picentini, l'agnello laticauda presidio Slow-food ed ancora per la produzione artigianale di salumi tipici della zona.


La selezione attenta delle carni, provenienti da allevamenti autoctoni, e la bontà dei prodotti agroalimentari è da sempre il motore dell'attività. Passione e competenza sapranno accogliervi in questo viaggio alla scoperta dei sapori della tradizione.

Foto
butchers Macelleria e Salumeria La Fauci Luigi

Macelleria e salumeria dove trovate freschezza e qualità garantita