cantuccini
I cantuccini toscani conquistano il riconoscimento Igp.
La ‪Toscana‬ intasca così la sua 29a registrazione come Indicazione geografica protetta , che va ad aggiungersi a quelle delLardo di Colonnata, il Fagiolo di Sorana, l’insaccato Finocchiona e i Ricciarelli di Siena.
La ricetta prevede come ingrediente caratterizzante le mandorle dolci intere in misura non inferiore al 20%.
“La concessione dell’Igp – ha commentato l’assessore toscano all’agricolturaMarco Remaschi– è il giusto riconoscimento per la qualità e tipicità toscana di un prodotto da forno che viene proposto come fine pasto nel classico abbinamento con vin santo”.
La registrazione conseguita rilancia una nuova fase di opportunità di sviluppo economico che fungerà da volano per le imprese toscane produttrici di questa leccornia.
In ossequio ai parametri del disciplinare i Cantuccini Toscani devono possedere un peso non superiore a 15 grammi al pezzo e dimensioni non superiori a 10 cm di lunghezza, 3 cm di altezza e 2,8 cm di larghezza, derivante dal taglio dei filoni dopo la cottura.
Volete cimentarvi ai fornelli? Ecco la ricetta che fa per voi:www.cookaround.com/ricetta/cantuccini-di-prato.html

Foto
notizie Azienda agricola Monticelli Un piccolo tesoro verde in Umbria
Foto
ristorazione Piccola Toscana: nel cuore di Parigi un angolo d’Italia Materie prime di qualità, servizio gioviale, ma estremamente professionale. È la formula vincente con cui Giuseppe Caruso, ex ingegnere elettronico passato ai fornelli, ha vinto il derby Italia-Francia in cucina.
Foto
notizie Le Sorrento: l’autentica cucina campana che lascia il segno   Ciò che contraddistingue un ristoratore italiano all’estero è l’amore per l’autentico Made in Italy offerto ogni giorno alla propria clientela selezionando prodotti freschi e genuini. Ne sanno qualcosa Palmina Vespoli e suo marito che dal 2006 gestiscono con professionalità e creatività un ristorante italiano chiamato Le Sorrento in Normandia nella cittadina di Havre.