cantuccini
I cantuccini toscani conquistano il riconoscimento Igp.
La ‪Toscana‬ intasca così la sua 29a registrazione come Indicazione geografica protetta , che va ad aggiungersi a quelle delLardo di Colonnata, il Fagiolo di Sorana, l’insaccato Finocchiona e i Ricciarelli di Siena.
La ricetta prevede come ingrediente caratterizzante le mandorle dolci intere in misura non inferiore al 20%.
“La concessione dell’Igp – ha commentato l’assessore toscano all’agricolturaMarco Remaschi– è il giusto riconoscimento per la qualità e tipicità toscana di un prodotto da forno che viene proposto come fine pasto nel classico abbinamento con vin santo”.
La registrazione conseguita rilancia una nuova fase di opportunità di sviluppo economico che fungerà da volano per le imprese toscane produttrici di questa leccornia.
In ossequio ai parametri del disciplinare i Cantuccini Toscani devono possedere un peso non superiore a 15 grammi al pezzo e dimensioni non superiori a 10 cm di lunghezza, 3 cm di altezza e 2,8 cm di larghezza, derivante dal taglio dei filoni dopo la cottura.
Volete cimentarvi ai fornelli? Ecco la ricetta che fa per voi:www.cookaround.com/ricetta/cantuccini-di-prato.html

Foto
notizie Ristorante Al Piccolo: come “sentirsi a casa” gustando il vero Made in Italy in Belgio Nel comune belga di Woluwe-Saint-Lambert vi è un ristorante italiano chiamato Al Piccolo in cui è possibile gustare i piatti tradizionali della cucina italiana preparati con amore e passione. Il suo nome allude all’ambiente piccolo, confortevole accogliente in cui è piacevole “sentirsi a casa” mente si mangia il vero cibo italiano. Molto richiesti sono i primi piatti come i tagliolini al tartufo e secondi a base di carne di qualità proveniente direttamente dall’Italia.
Foto
notizie Bali, la bottega dei ricordi Un concept italianissimo che conquista avventori dai quattro angoli del globo
Foto
notizie La Genuinità e la Natura dell’Azienda Agricola di Pasqualina Baldo Alle porte delle Langhe, a Morozzo, vicino Cuneo, Pasqualina Baldo ha avviato la sua azienda agricola specializzata nell’allevamento del Cappone di Morozzo, di Galli e Pule. Da anni l’azienda si occupa anche dell’allevamento di Trote e Salmerini in acqua sorgiva.
Foto
notizie Chez Theo, in Belgio le lasagne “sbuffano” all’italiana   Massimo Di Prima e la moglie, a Mons, portano avanti la grande tradizione della pasta fresca italiana. La sfoglia della loro lasagna, tirata e ruvida, lascia delicatamente fuoriuscire il ragù se premuta con la forchetta. Come ogni lasagna bolognese che si rispetti.