tartufo_gelato
L’afa sta ahinoi tenendo in scacco l’intero Stivale… consoliamoci dunque sognando una fresca leccornia da gustare sotto l’ombrellone.
Uno dei dolci calabresi più celebri in Italia è senza ombra di dubbio il Tartufo di Pizzo , primo gelato artigianale in Europa ad avere conseguito il marchio Igp .

Costituito per metà da un cremoso gelato alla nocciola e per l’altra da gelato al cioccolato , cela un cuore di cioccolato liquido fondente , che aggiunge alle creme una fragranza più decisa e corposa.

La denominazione è collegata alla forma sferica imperfetta modellata a mano e al suo colore bruno regalatogli dalla copertura al cacao amaro .
Le origini del tartufo di Pizzo sono ammantate di leggenda e si fanno risalire al 1952 quando in occasione di un matrimonio nobiliare il giovane pasticcere Giuseppe De Maria, al secolo “Don Pippo” , avendo esaurito gli stampi e le forme per confezionare il gelato sfuso per rifornire i numerosi invitati del banchetto, si trovò giocoforza a dar spazio all’inventiva con gli ingredienti che aveva sotto mano.

Fu un successo che gli valse l’immediata notorietà.
A questo dolce tipico al gusto di nocciola sono ispirati vari tartufi industriali che nulla hanno a che vedere con quello artigianale. Diffidare delle imitazioni!
I più golosi amano accompagnare tale prelibatezza con della panna montata fresca o, alternativamente, con dell’ Amaro del Capo , gustoso liquore alla erbe prodotto in Calabria.

 

Foto
notizie Ristorante Italiano Taranto: uno scorcio di Puglia in Germania In Germania, precisamente in Bad Lauterberg, presso il Ristorante Italiano Taranto è possibile gustare la vera cucina pugliese nel pieno rispetto delle ricette tramandate di generazione in generazione. Questo ristorante è gestito abilmente dallo chef pugliese Raffaele Dargenio. Dopo circa trent’anni di esperienza nel settore della ristorazione, Raffaele nel suo prestigioso ristorante prepara piatti a base di frutti di mare e pesce che non troverete da nessun’altra parte qui in Germania.
Foto
notizie Napulé: un'eccellenza al cento per cento napoletana A Meilen, sul Lago di Zurigo, il pizzaiolo Raffaele Tromiro ha esportato la più conosciuta delle tradizioni partenopee
Foto
notizie Pensione Ristorante Pizzeria Toscana: l’amore intramontabile per il Made in Italy Lotfi Aboudi, dopo aver maturato la propria esperienza di pizzaiolo e ristoratore in Italia, ha deciso di concretizzare il suo progetto ambizioso di diffondere il Made in Italy in Slovacchia precisamente nella città di Nitra. Quando giunse nel 93 in questa zona, il Made in Italy era del tutto sconosciuto. Lofti si è rimboccato le maniche e con coraggio e perseveranza ha creato un ristorante italiano con annessa una pensione suggestiva in cui i suoi clienti possono soggiornare in pieno relax lasciandosi coccolare dalla sua cucina Made in Italy e dalle attrattive del posto, la Pensione Ristorante Pizzeria Toscana. La Pensione Ristorante Pizzeria Toscana offre due camere triple, 5 camere doppie e un appartamento. Le camere sono dotate di aria condizionata, spaziose con la possibilità di un letto supplementare o di un letto per bambini. Sono moderne e arredate in modo confortevole con tutti gli accessori. Ogni camera ha il proprio bagno con doccia, TV, satellite, minibar. Tutte le camere sono dotate di connessione WIFI. Basta affacciarsi dalla finestra della pensione Toscana per godere di un paesaggio indimenticabile e naturale degno di essere immortalato.