Olive all'Ascolana: la ricetta
 

La ricetta nasce nel 1800 ad Ascoli Piceno nelle cucine delle famiglie nobiliari: molti contadini usavano omaggiare le famiglie nobili con grandi quantità di carne e, non avendo modo di congelarla, i cuochi dovevano trovare sempre nuovi metodi di cottura per non doverla buttare.


Per questo motivo nasce l'idea di farcire le olive provenienti dalla terra ascolana con un misto di carne e spezie, per poi friggerle e servirle come secondo piatto. Poi, col passare degli anni è diventato un antipasto da servire insieme ad altri tipi di frittura mista.


Gli ingredienti:


  • Olive ascolane;

  • polpa di manzo, maiale e pollo;

  • chiodi di garofano;

  • Parmigiano grattugiato;

  • sedano;

  • cipolle;

  • uova;

  • mollica di pane;

  • noce moscata;

  • scorza di limone;

  • sale;

  • vino bianco;

  • carote;

  • farina;

  • pangrattato;

  • olio per friggere o olio EVO.


Olive all'Ascolana: la ricetta
 

Preparazione:


In una pentola fate rosolare cipolla, sedano e carote, dopodiché aggiungete la polpa di carne e lasciatela cuocere a fuoco lento, sfumandola con il vino bianco e aggiungendo un pizzico di sale.


Una volta cotto il composto, frullatelo, aggiungete uovo, mollica di pane, sale, chiodi di garofano, una spolverata di scorza di limone grattugiato e noce moscata, amalgamate il tutto e lasciatelo riposare per circa 30 minuti.


Denocciolate le olive con un coltello fino, facendo un taglio a spirale, poi farcitele con il composto di carne preparato in precedenza.

Fate scaldare l'olio in una padella capiente e preparate tre ciotole: nella prima aggiungete la farina, nella seconda l'uovo sbattuto e nella terza il pangrattato; per prima cosa, passate l'oliva farcita nella farina, bagnatela nell'uovo sbattuto e infine impanatela nel pangrattato per avere una doppia panatura.


Friggete le olive farcite e servitele ben calde, accompagnandole con degli spicchi di limone.


Buon Appetito!

Alessandra Carucci


Foto
notizie Piazza Italia Rialto New Style: una fusione di esperienze culinarie dal gusto inimitabile   Il ristorante Piazza Italia Rialto New Style, situato nella località turistica di St Peter Ording, in Germania, è nato dalla fusione delle competenze e dell’esperienza pregressa nell’ambito della ristorazione e della gelateria di Claudio Arcorace e suo suocero. Meta di turisti di qualsiasi età, Piazza Italia Rialto New Style ammalia per il suo ambiente semplice, confortevole e rilassante in cui lasciarsi andare al gusto autentico delle pietanze italiane preparate con passione e talento. Il menù è elaborato con attenzione e dedizione. Predilige la scelta di prodotti tipici italiani che il cliente può anche acquistare per gustare a casa.
Foto
notizie Tombolini, la sartoria Made in Italy che conquista l’uomo contemporaneo   Operante da circa sessanta anni nell’ambito sartoriale italiano, l’azienda Tombolini di Colmurano, in provincia di Macerata, è l’esempio di come “la tradizione” si può fondere a pieno con “l’innovazione” in maniera creativa e dinamica. I suoi negozi monomarca sono numerosi sul territorio nazionale e sono in continua diffusione ed espansione. il successo di questa azienda risiede nell’originalità ed eleganza dei suoi capi sartoriali da uomo. Ogni capo delle collezioni Tombolini infatti ha alla base mesi di studio e ricerca. È realizzato con tessuti innovativi. L’azienda è sempre stata molto attenta al rispetto dell’ambiente e molto vicina alle esigenze e ai bisogni dell’uomo contemporaneo che ha bisogno di capi eleganti ma al tempo stesso versatili e confortevoli. In occasione del sessantesimo anniversario di questa azienda numerose saranno le novità e i progetti innovativi. Li scopriamo insieme in questa intervista accurata che ci ha rilasciato l’imprenditore Silvio Calvigioni Tombolini che sta portando avanti con tanta professionalità e passione questa tradizione di famiglia cominciata con suo nonno Eugenio Tombolini nel 1964. Cogliamo in essa le origini e i valori di questa azienda degna di nota che diffonde il Made in Italy sartoriale con perseveranza, coraggio e professionalità affrontando le nuove sfide del settore.
Foto
notizie Caffè Il Vicolo, il regno del vero cappuccino italiano in Germania   Se amate l’autentico cappuccino italiano e siete in Germania, Il Caffè Il Vicolo nella cittadina di Augsburg, è il posto che fa per voi. Immersi in un ambiente cordiale e caloroso vi sembrerà di ritrovarvi improvvisamente in un bar italiano dove si respira un’atmosfera rilassata e nel quale gustare un caffè di qualità. Presso Il Caffè il Vicolo potrete infatti gustare una colazione all’italiana eccellente oppure potrete riunirvi con colleghi o amici per un aperitivo all’italiana caratterizzato da specialità culinarie di alta qualità delle quali letteralmente vi innamorerete. Alla base del menù del Caffè Il Vicolo vi sono materie prime selezionate con molta attenzione e competenza da chi seguendo le orme dei suoi famigliari ha voluto diffondere in Germania un Made in Italy eccellente che è stato e continua ad essere ancora oggi una vera e propria garanzia di successo. Michele Agus nel suo lavoro di barman investe ogni giorno la sua curiosità, il suo tempo e la sua creatività per non annoiare mai i suoi clienti e per offrire loro specialità uniche nel loro genere. Ce lo racconta con tanto entusiasmo in questa esclusiva intervista in cui ci conferma di quanto il ruolo di barman spesso è equiparato a quello dello psicologo per quanto sia importante in questo settore il “fattore umano”.
Foto
notizie Auberge Communal de Ballens ''Chez Giuseppe'': ospitalità svizzera e ristorazione italiana. L'Auberge Communale de Ballens si trova nell'affascinante villaggio di Ballens. All’interno di questa caratteristica locanda svizzera si trova il ristorante “Chez Giuseppe” che propone una cucina tradizionale mediterranea italiana con piatti tipici regionali. Potrete gustarvi, oltre ai piatti tradizionali, anche una selezione di pizze; tutti ciò realizzato con materie prime italiane di prima qualità provenienti direttamente dall’Italia. Il ristorante dispone di 60 posti all'interno e una bella terrazza con vista. Volendo, oltre al ristorante, potrete soggiornare all'Auberge Communale de Ballens, tradizionale locanda con poche camere dove potrete godervi una bella notte di riposo. Scopriamo di più di queste tradizionali locande svizzere attraverso le parole del suo gestore Giuseppe.