Foto
La Mannaia: patria della carne di qualità





Ma chi l’ha detto i giovani d’oggi sono “bamboccioni”, senza voglia di fare e spirito imprenditoriale? A smentire questa infelice affermazione ci pensano Alfonso e Pasquale Cascone, che a 26 e 24 anni hanno già alle spalle una grande esperienza nella ristorazione d’eccellenza. Partiti per il Venezuela giovanissimi, lì hanno raggiunto il padre e gestito un bar, prima, e un ristorante-pizzeria dopo. Non fosse stato per la situazione politica incerta di quel Paese, probabilmente avrebbero continuato a cavalcare l’onda lì. E invece hanno dovuto rimboccarsi le maniche e ripartire dall’Italia, dove molti dicono sia tutto più difficile. Eppure per loro le cose ora vanno bene da “Mannaia”, hamburgeria e braceria aperta due anni fa in Viale Evangelista, una delle arterie principali di Marcianise, in provincia di Caserta.


Innanzitutto, qual è il concept con cui è nato il vostro locale?


«Vogliamo essere la scelta ideale per gli amanti della carne italiana e internazionale di qualità superiore - racconta Alfonso - Siamo sempre a caccia delle migliori materie prime e abbiamo un’attenzione particolare ai prodotti del territorio campano. Abbiamo un’offerta incentrata sulla carne, ma puntiamo a una clientela ampia. Gli adolescenti si fermano qui per mangiare un hamburger, professionisti e famiglie magari vanno più sui tagli pregiati di carne».


Trattandosi di carne, come garantite la qualità ai vostri clienti?


«Abbiamo dei fornitori fidatissimi per i quali metteremmo la mano sul fuoco. Ordiniamo tagli internazionali e italiani sceltissimi, puntando soprattutto sulla carne allevata e macellata nel nostro Paese. I clienti possono verificare la qualità con i loro occhi, grazie alla vetrina frigo che abbiamo in sala. Vedono il pezzo che più gli piace, leggono il tempo di frollatura e poi scelgono. Poi noi pensiamo a farlo arrivare sul loro tavolo».

Foto
Una delizia della braceria: la tagliata.
Foto
Farciture per ogni palato: come resistere? 



Come si completa la vostra offerta gastronomica?


«Solo con con pietanze che possano fare da accompagnamento alla carne. Nonostante la nostra esperienza nella ristorazione, abbiamo scelto deliberatamente di non servire pizze o primi piatti. Vogliamo concentrarci sulla carne e offrire il massimo della qualità».


Qual è il vostro piatto più rappresentativo, o comunque il più venduto?


«Il “Mannaia”, che porta il nome del locale: è un hamburger da 200 grammi accompagnato da provola, bacon e verdure grigliate».


E la vostra offerta da bere?


«Per chi sceglie gli hamburger abbiamo una vasta selezione di birre. Lager italiane e internazionali, doppio malto bionde e rosse e anche una weiss italiana. Chi invece vuole andare sul vino può scegliere tra tantissime etichette italiane, provenienti da tutte le regioni».





Qual’è il fattore che vi contraddistingue?


«Il nostro format. Con hamburger e brace riusciamo a intercettare tutti i possibili budget, garantendo a tutti un prodotto di eccellente qualità».


Obiettivi per il futuro?


«Stiamo pensando di aprire altri locali e diffondere il marchio “Mannaia” non solo qui in Campania. Vogliamo creare un franchise affermato in tutta Italia».


Per prenotazioni e info --> ID 8231


Di Alessandro Giannace

Foto
per la serie "Non solo Hamburger", Birra e Club Sandwich!