Foto
Il ristorante si trova nel cuore pulsante di Cannes
a 150 m dal Palazzo dei Festival

Cannes - Cirò: un nome senza dubbio insolito per un ristorante francese, ma incredibilmente perfetto se, ad esso, si associa il gusto di piatti tipici della tradizione italiana, frutto di ingredienti di grande qualità. Proprio qui, a due passi dalla Croisette, abbiamo incontrato l’accoglienza unica del sig. Joel, il proprietario di questa “piccola Italia” .

Cirò è un nome insolito per un ristorante francese. Perché questa scelta?
«Una domanda lecita se si pensa che il mio ristorante è collocato a pochi passi dalla Croisette, uno dei posti più rappresentativi della Costa Azzurra. Il motivo è semplice: sei anni fa decisi di rilevare la proprietà dall’ex titolare, un napoletano che per molto tempo aveva gestito con la moglie questo ristorante. Suo figlio si chiama Cirò, da lì il nome».

E perché ha deciso di mantenerlo?
«Semplicemente perché il mio obiettivo era proporre alla mia clientela un menù che rispettasse la tradizione italiana, con i suoi incredibili sapori, indimenticabili al palato. Da lì la scelta di mettere in carta solo piatti che oggi potremmo assaporare nel Bel Paese ma che, inaspettatamente, sarà possibile trovare anche qui, in Costa Azzurra».

Quali sono i piatti in menu?

«La nostra specialità sono i primi piatti, con i quali rapiamo i nostri clienti, per il gusto unico, frutto di ingredienti freschi e ovviamente provenienti dall’Italia. Ecco quindi delle delicate linguine al cartoccio, spaghetti alle vongole, i ravioli Cirò con ricotta e spinaci, i rigatoni con pomodoro e melanzane. Non da meno i nostri risotti con ad esempio asparagi e code di gambero o il tanto amato risotto al nero di seppia».


Come secondi invece?

«Proponiamo una delicata orata o del gustoso branzino e molti altri piatti che spaziano dalle insalate ad altre prelibatezze. Il pesce è ovviamente freschissimo, pescato nei mari italiani o della Grecia».


Gli ingredienti per le vostre ricette sono tutti di provenienza italiana?

«Al novanta per cento sì: abbiamo fornitori italiani che ogni settimana ci recapitano prodotti freschi come il pomodoro, le burrate, l’olio e molto altro ancora. Tutto questo ci consente, come accennavo prima, di preparare piatti che rispecchiano la vera tradizione del sud Italia».





Foto
Come sintetizzare autenticità ed equilibrio nel gusto
Foto

Anche i vini provengono dal Bel Paese?

“Sì, abbiamo una carta vini apposita con l’indicazione della loro provenienza. Rossi o bianchi, la scelta è molto ampia. Abbiamo anche del rosé anche se come si sa, non rispecchia prettamente il gusto italiano, ma cerchiamo comunque di offrire un’ottima qualità anche per gli amanti di questo vino».


Lo staff di Cirò è italiano?

«Per avere sapori italiani ad doc lo chef è toscano e la nostra cuoca siciliana: una buona squadra potremmo dire! In sala invece il personale è francese ma conosce perfettamente la lingua italiana. Questo perché a mio avviso è necessario seguire alla lettera la matrice di un ristorante».


La filosofia di Cirò?

«Senza ombra di dubbio fare vivere al cliente un’esperienza culinaria unica, un salto nei veri sapori della tradizione italiana. La qualità e la freschezza vogliono quindi essere la chiave di volta di tutto questo, senza dimenticare l’accoglienza in un locale elegante e curato in ogni dettaglio, nel quale ogni nostro ospite si sentirà un po’ come a casa».








Parmigiana
Una goduriosa parmigiana
Linguine all'astice
Linguine all'astice
ID ANTICONTRAFFAZIONE DI ECCELLENZE ITALIANE N. 7987

Di Valentina Colleoni
Foto
notizie Restaurant Mamma – Mattsand, dove cucinare è una questione di cuore   Posizionato a metà strada tra Visp e Zermatt e localizzato nel verde della famosa e suggestiva Valle del Matter, vi è il Restaurant Mamma Mia. Immersi in un ambiente familiare e altamente conviviale potrete farvi coccolare e orientare nella scelta di specialità tipiche dell’arte culinaria italiana. Ogni giorno Reda Rafaello e Stefania Barcellante deliziano la loro vasta clientela con piatti gustosi e speciali in cui alla base vi è un’attenta selezione di ingredienti genuini e di alta qualità che fanno letteralmente la differenza e che sono in grado di soddisfare qualsiasi tipo di palato, anche quello più esigente. Inoltre contribuiscono a rendere memorabile mangiare in questo ristorante la passione e l’amore che traspaiano da ogni dettaglio. Stefania è una donna calorosa che ama accogliere con il sorriso i suoi clienti perché per lei e per il suo staff professionale il “fattore umano” in questo settore è importantissimo. Ogni giorno svolge questo lavoro con creatività. Cucinare è la sua missione di vita e necessita di impegno, amore e dedizione. Ce lo racconta con tanto entusiasmo in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Il Giramondo: cibarsi quotidianamente di innovazione, sperimentazione e creatività A Parigi, in rue De Grenelle, vi è un posto speciale chiamato “Il Giramondo” in cui l’arte culinaria italiana è diventata un’istituzione. Da circa, venticinque anni il signor Giuseppe Termini, di origini siciliane, lavora nell’ambito della ristorazione con amore e professionalità. Il Giramondo è nato dall’incontro con la giapponese Seiko con la quale Giuseppe crea quotidianamente nuove ricette, gustose e innovative. Il Giramondo è un ristorante e traiteur in cui Giuseppe e Seiko dal 2008 fondono insieme le loro culture creando piatti inimitabili. Ala base di essi vi è l’attenta selezione di prodotti genuini e di qualità e una creatività inedita che intriga letteralmente il cliente. Presso il Giramondo si respira un’aria familiare e artistica. Il ristorante caldo e accogliente sembra una capanna al mare elegante. La combinazione di legno bianco e pareti in pietra, su cui sono esposte le foto in bianco e nero, dona luminosità all’ambiente. I tavoli in legno grezzo, i lampadari in ottone e le decorazioni regalano un autentico e apprezzato tocco di modernità.
Foto
notizie Da Silvano a Torino: ci vuole tempo per fare un gelato d’altri tempi È una delle gelaterie più antiche nella città della Mole, e produce i suoi gusti seguendo ancora le antiche ricette, preparando tutto al momento senza ricorrere a scoricatoie
Foto
notizie Vetrano Restaurant: divulgazione e rispetto per la cucina italiana da oltre 20 anni Il concetto del “Vetrano Restaurant” è la stessa del suo proprietario, Antonio Vetrano, ed è quella di seguire i valori tradizionali italiani e familiari, insieme alle esperienze maturate in Italia e in Inghilterra per offrire una cucina italiana di qualità, in un ambiente rilassato e amichevole. Il suo obiettivo è quello di mantenere la cucina italiana il più autentica possibile ma declinata nello stile di Antonio. Fondamentale nella sua visione è il rispetto per la materia prima che deve essere sempre fresca e il più autentica possibile. La sua dedizione alla cucina è completa e a tutto tondo grazie alla pluriennale esperienza nei ristoranti della zona che gli ha permesso di approfondire i gusti e le abitudini dei suoi clienti per fare in modo di poter offrire un menù su misura e che possa colpire e stupire ad ogni assaggio. Scopriamo di più riguardo il “Vetrano Restaurant” dalle parole del suo titolare Antonio.