Foto

Foto


Al confine tra Liguria e Toscana, dove si incontrano le provincie di La Spezia e Massa Carrara, si apre un panorama fatto di colli e pendii terrazzati, baciati dal sole e accarezzati dal vento. Siamo in Bassa Val di Vara , terra di grandi tradizioni, un luogo ideale per la coltivazione di vigne e uliveti . Proprio qui, tra le colline di Bolano, e’ stata fondata nel 2003 l’azienda agricola Rossana Ruffini. Un’attivita’ nata un po’ per caso, che continua a crescere centrando piccoli, grandi successi: «abbiamo cominciato quasi per scherzo», racconta Guido, il marito di Rossana. «All’epoca gestivo un distributore, mia moglie non poteva più venire a lavorare, percio’ abbiamo acquistato un podere agricolo». Nel giro di qualche anno, la coppia comincia a fare sul serio: arrivano i pareri di enologi esperti, i corsi, i consigli di amici. Arrivano due bambini, adottati. Il lavoro nei campi diventa un progetto di vita , l’attivita’ principale della famiglia.



Foto
Portolano
La prima vera vendemmia risale al 2007: dal 2010, ormai, l’azienda ottiene ottimi riscontri sia sui mercati locali che su quelli nazionali. Il vino e’ senza alcun dubbio il prodotto di punta dell’assortimento: c’e’ il “Portolano”, un Vermentino Colli di Luni DOC, dal colore paglierino e dal sapore mandorlato, perfetto da abbinare ai piatti della cucina ligure; c’e’ il “Logaiolo , il rosso Colli di Luni DOC, col suo aroma fine e delicato. Nel 2015, il Portolano ha vinto l’oscar come miglior vino rapporto qualita’-prezzo, ed e’ stato inserito nella Guida Berebene del Gambero Rosso , premiato con il riconoscimento dei “due bicchieri”: un traguardo importante per una piccola azienda, che solo da poco ha cominciato a muovere i suoi passi sul mercato.
« Non credo punteremo mai alla grande distribuzione – precisa Guido – preferiamo rivolgerci alle piccole attivita’ , alle enoteche, ai ristoranti del territorio. A livello provinciale ci conoscono tutti, in paese prendiamo gli ordini quando la gente ci ferma per strada, mentre siamo a passeggio». Oltre al vino, l’azienda agricola Ruffini produce olio extravergine d’oliva e piccole quantita’ di verdure, vendute nei mercati della zona.




Da qualche tempo, Guido e la moglie hanno iniziato a partecipare anche ad alcune fiere agroalimentari ; «ci piacerebbe riuscire a raddoppiare l’estensione dei nostri terreni. Stiamo cercando di aumentare la produzione, senza abbassare gli standard qualitativi . Avere un buon prodotto resta la nostra priorita’. Sarebbe bello anche riuscire a raggiungere il mercato estero : creare qualche contatto con imprenditori svizzeri, tedeschi, svedesi… Tutto sta a cominciare, se il vino piace i risultati verranno».




ID anticontraffazione conferito da Eccellenze italiane n. 6691

Foto
Azienda agricola Rossana Ruffini fiera Agroalimentare
Foto
notizie Pizzeria Ti-Amo: la vera pizza napoletana nel Regno Unito La Pizzeria Ti- Amo è situata in Petts Wood , Orpington Kent, nella periferia sud est di Londra. E’ il posto ideale per gustare la vera pizza napoletana a Londra.
Foto
notizie Ristorante Pizzeria Osare: sperimentazione e professionalità targata Made in Italy In Andalusia, nella città di Cadiz, dal 2011 è nato un ristorante in cui gustare l’autentico Made in Italy, frutto di sperimentazione, professionalità e serietà da parte del suo titolare, il signor Mario Pennino. Ogni giorno egli persegue la missione ambiziosa di promuovere un’alimentazione sana grazie all’utilizzo di prodotti genuini di qualità con i quali preparare le sue pizze e i suoi piatti a base di tartufo e pesce che in Andalusia sono tanto apprezzati. Per Mario il segreto della bravura di uno chef sta nel preparare piatti gustosi con pochi ingredienti ma buoni e freschi. È solo così che si testa la reale fantasia e il talento di un cuoco al giorno d’oggi. Si dichiara contrario agli estremismi che la televisione diffonde al giorno d’oggi.
Foto
notizie La Taverna del Mulino- Auberge Le Moulin de Mombreux, la cucina raffinata si sposa con l’autentico Made in Italy   La Taverna del Mulino - Auberge Le Moulin de Mombreux prende il nome dal luogo in cui è situato, ossia la zona del Monte Breux, a Lumbres in Francia. La struttura è caratterizzata da un suggestivo mulino risalente al XVIII secolo. È un posto molto amato da coloro che adorano trascorrere un weekend o una vacanza in un luogo immerso nella natura in cui respirare un’aria salubre e immergersi in un’atmosfera da cartolina. Nel corso degli anni questa struttura ha ottenuto diversi riconoscimenti. Oggi è gestita dal Signor Luigi Di Stefano e sua moglie Martine Seys, grandi estimatori della cucina italiana di qualità. Il Signor Di Stefano infatti attraverso il ristorante dell’albergo propone piatti tipici italiani con alla base prodotti di qualità, provenienti direttamente dall’Italia. Qui inoltre è possibile mangiare la vera pizza napoletana con alla base un impasto ben lievitato e facilmente digeribile e una farcitura che fa la differenza, oltre ad una cottura su forno a legna. La cucina della Taverna del Mulino è semplice ma al tempo stesso raffinata. Sorprende costantemente i suoi ospiti grazie alla fervida fantasia e creatività del signor Di Stefano che non smette mai di inventare e creare nuove ricette e inedite pizze che troverete solo qui e di cui non potrete fare a meno di innamoravi. Della parte creativa del suo lavoro e della passione che conferisce il famigerato “salto di qualità” a questo settore, conversiamo con il signor Luigi Di Stefano in questa esclusiva intervista.
Foto
notizie Restaurant Mario Una storia lunga 50 anni