I sei chef finalisti hanno raggiunto questa mattina l'Università dei Sapori di Perugia, per l'attesa finale del contest Maccheroni d'Autore. Scopriamoli Assieme:


Chef Andrea Serravezza, Tenuta Monacelli, Lecce - 1° finalista

Creazione: ‘‘Paccheri di Gragnano con pomodorino giallo e rosso di Torre Guaceto, riccio di mare, burrata e passata di pisello nano di Zollino"


Chef Luca Montersino (Alba Cuneo) – 2° finalista

Creazione: ‘‘Plin “senza” plin’’


Chef Francesco Daidone, Cortile siciliano, Tremestieri Etneo (CT)  – 3° finalista

Creazione: ‘‘Paccheri alla Norma estiva’’


Chef Francesco Murtas, Ristorante Al Gambero Rosso, Bosa (OR) – 4° Finalista

Creazione: ‘‘Paccheri “della casa” con bottarga di muggine e cozze Nieddittas’’


Chef Luigi Gargano, Benedetto Stanzione e Alfonso Cascetta, Osteria 'O Ciardin, Sant'Egidio del Monte Albino (SA) – 5° Finalista

Creazione: ‘‘Paccheri tricolore salernitano con pomodorini di Corbara, crema pecorino Monti Lattari e pesto con nocciole di Giffoni’’


Chef Angelo Lebiu, Agristor Le Due Torri, Presenzano (CE) – 6° Finalista

Creazione: "Pacchero di Gragnano farcito di Coda di Vitello Marchigiano alla genovese con cipolla d'Alife cotta a bassa temperatura, il tutto su un'onda di Bufala fusa".


Svolgimento


Ore 12:10

Ancora 5 minuti a disposizione dello Chef Francesco Murtas, che per primo sottoporrà il suo piatto al giudizio dei giudici.


Ore 12:20

I giudici hanno assaggiato e valutato il piatto di Francesco Murtas, che ha espresso tutto il suo amore per la cucina e per il suo mestiere.


Ore 12:25

Servito il secondo piatto in finale, di Francesco Daidone, che oltre alla presentazione del piatto ha brevemente raccontato i suoi inizi. Anche lo Chef Daidone predica passione, sacrifici e umiltà per intraprendere questo splendido mestiere.


Ore 12:30

Durante l'attesa del prossimo piatto, Carlo Cambi esprime un pensiero per le recenti perdite nel mondo dell'enogastronomia: Paul Bocuse e Gualtiero Marchesi.


Ore 12:35

In questo momento sta uscendo il piatto di Luca Montersino. I giudici stanno per assaggiare il suo Plin senza Plin.


Ore 12:45

Montersino presenta il suo piatto e risponde ad alcune domande sul mondo della cucina. Si sofferma sul dovere del cuoco nel valorizzare i prodotti del territorio, sulla necessità della formazione e del mettersi sempre in gioco per confrontarsi con altri professionisti.


Ore 12:47

Entra ora il piatto dello chef Gargano, i giudici si apprestano ad assaggiarlo. Lo chef ha presentato il suo piatto, e sta rispondendo ad alcune domande sui prodotti tipici del suo territorio, la Campania.


Ore 12:55

Entra il prossimo piatto, dello Chef Lebiu, che presenta il suo lavoro e la sua creazione che gli è valso il sesto posto in classifica e la partecipazione alla finale.


Ore 13:05

Sta per entrare il piatto dello chef Serravezza, per l'ultima presentazione del piatto in gara. I giurati si apprestano ad assaggiare la creazione dello chef della tenuta Monacelli. Il piatto viene presentato in tutte le sue particolarità.


Ore 13:15

I giudici hanno assaggiato tutti i piatti dei sei concorrenti. Si ritirano dunque per le dovute valutazioni al fine di proclamare il vincitore e la classifica finale.


Ore 14:01

I giudici stanno rientrando per promuovere il vincitore e comunicare la classifica finale.


Ore 14:05

Proclamato il vincitore della prima edizione di Maccheroni d'Autore: vince Luigi Gargano!


Ecco la classifica finale:


1° Classificato Chef Luigi Gargano

2° Classificato Chef Luca Montersino

3° Classificato Chef Francesco Daidone

Foto
notizie Restorant Peshkatari Specialitet Peshk : il pesce di qualità dal mare direttamente a tavola Il ristorante Peshkatari Specialitet Peshk nasce dalla passione per la pesca e la cucina italiana di Ervin Pone e la sua famiglia. Dopo anni trascorsi in Calabria Ervin ha aperto da circa dieci anni questo ristorante nella città albanese di Fier a circa cento km dalla capitale, realizzando il suo sogno ambizioso. Presso il ristorante Peshkatari Specialitet Peshk è possibile gustare pesce pescato in giornata o conservato secondo tecniche di conservazione diligentemente apprese in Calabria. Il menù cambia in base alla stagionalità del pesce che viene proposto. È impossibile non farsi tentare da un’insalata di pesce crudo o un primo piatto di pasta fatta in casa.
Foto
notizie Lo chef Marco Giugliano: il Made in Italy stellato raggiunge il Connecticut Il ventottenne Marco Giugliano. chef stellato, originario di Piazzolla di Nola, in provincia di Napoli, persegue ogni giorno la missione di promuovere l’autentico Made in Italy all’estero. Dopo una brillante carriera in giro per il mondo, attualmente Marco è il tanto amato chef del rinomato Ristorante Strega dell’imprenditore Danilo Mongillo, a Bradford, nello stato americano del Connecticut.
Foto
notizie Da Marcello Hostaria & Pensione: sognare di stare in Italia restando in Germania   È possibile sognare di avventurarsi nel pieno lifestyle italiano e gustare pietanze prelibate con alla base ingredienti semplici e genuini provenienti direttamente dall’Italia restando in Germania. È questa la filosofia che è alla base dell’Hostaria & Pensione da Marcello. Dopo aver maturato un’esperienza pluriennale di successo nel campo della ristorazione, il signor Marcello Serio ha aperto questo ristorante italiano nella cittadina tedesca di Markkleeberg con l’intento di educare il popolo tedesco al mangiare sano.
Foto
notizie La Vecchia Camiceria, capi su misura e unici nel loro genere 100% Made in Italy   La Vecchia Camiceria ad Ispra (Va) nasce dalla passione e dall’amore di Matteo Petullo per il settore tessile. Dopo esperienze pregresse all’estero, nel 2015 Matteo decide di tornare in Italia per promuovere e valorizzare l’autentico Made in Italy creando camicie da uomo, su misura e personalizzate. Le sue camicie sono prodotte con tessuti di qualità. Matteo non smette mai di sfruttare la sua fervida fantasia e la sua creatività per creare capi sempre più belli e di qualità capaci di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza. Le sue creazioni sono state anche apprezzate da uomini di successo come Trump, il Ministro Conte e Di Maio. Nel suo negozio troverete una varietà di camicie, maglioni, polo, foulard che non troverete da nessun’altra parte perché Matteo crea ex novo ogni suo prodotto tessile mettendoci tutta la sua competenza, professionalità e verve creativa. Ce lo racconta in questa esclusiva intervista in cui ci parla di quanto l’autentico Made in Italy nel settore tessile faccia la differenza e sia una vera e propria garanzia di successo.