Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  BRUSCHI CARTA VIA MANNU 30
07029 TEMPIO PAUSANIA (SS)
079630998
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
agribusiness Liquorificio Albimonte

Liquorificio Albimonte di Luigi Gennari è una piccola realtà produttiva artigianale individuale, con sede nel bellissimo borgo medievale di Saludecio, nata dalla mia grande passione per la ricostruzione storica, il recupero delle antiche tradizioni e la ricerca di aromi, profumi e sapori di un mondo lontano quasi perduto che non può essere però dimenticato. Ricerca storica e conoscenze scientifiche acquisite in anni di studio, sono quindi i fondamenti su cui si basa l'attività di questo piccolo liquorificio ispirato al modello degli antichi laboratori da speziale, ponendo però la massima attenzione nei confronti degli attuali standard di qualità, igiene e sicurezza alimentare. La produzione si articola su due tipologie di preparati: vini speziati e liquori aromatici, utilizzati in passato sia come gradevoli bevande da fine pasto che come rimedi medicamentosi.


Vini speziati

L'aggiunta di erbe aromatiche e spezie al vino era una pratica molto diffusa nell'antichità. Greci e Romani erano soliti modificare l'aroma e il sapore del vino utilizzando spezie pregiate provenienti dall'Oriente, profumate erbe aromatiche provenienti dal bacino del Mediterraneo e dolcificando con il miele, ottenendo così bevande dai molteplici gusti e profumi che accompagnavano feste, banchetti e rituali religiosi. Dioscoride, medico greco vissuto fra gli anni 60 e 78 d.C., scrisse un trattato sulle sostanze con effetti benefici per la salute dell'uomo, "De Materia Medica" dove descrive le proprietà di seicentosessanta piante, mentre Plinio il Vecchio (23-79 d.C.) nel suo trattato Naturalis Historia (nel libro “La medicina e le piante medicinali”) riporta l'impiego di piante nella preparazione di oli e profumi pregiati e anche come aroma e additivo dei vini, indicando in particolare i così detti vini stomachici, cioè dotati di proprietà favorevoli all’attività dello stomaco. Nel corso dei secoli quindi, i vini speziati assumono sempre di più il ruolo di veri e propri rimedi medicamentosi; nel Medioevo infatti, si credeva che le spezie possedessero molteplici prprietà curative che venivano associate all'intensa sensazione di calore percepita in seguito alla loro assunzione, facendo riferimento alla "teoria degli umori" del medico greco Ippocrate. Si comincia quindi a parlare di vini ippocratici, identificando una vasta famiglia di preparati a base di vino, erbe e spezie, impiegati come rimedio per vari disturbi, ma anche come gradevoli bevande da fine pasto quasi sempre presenti sulle tavole dei nobili. La produzione dei miei vini speziati, ottenuta mediante il sapiente dosaggio di pregiate spezie ed erbe aromatiche nel vino, si Basa quindi sulla ricerca e il recupero di queste antiche ricette.


Liquori

Il termine "liquore" che deriva dal latino "liquefacere" ossia "sciogliere o dissolvere" inriferimento ai metodi di insaporimento dell'alcool, attraverso un processo di macerazione, raggruppa oggi una vastissima gamma di prodotti diffusi in quasi tutte le parti del mondo, ed utilizzati come fine pasto o come ingredienti per vari preparati quali aperitivi, cocktail e preparazioni dolciarie. In realtà, l'arte della preparazione liquoristica, ha radici molto antiche e si basava sullapratica della distillazione già conosciuta al tempo degli Egizi, come testimoniano alcuni papiri risalenti al 1600 a.C.. Fu solo grazie agli Arabi però, che questa pratica si diffuse nel bacino del Mediterraneo tra il X e il XII secolo d.C. e successivamente, tramite la Scuola Medica Salernitana, vennero gettate le basi della moderna liquoristica. È attraverso la distillazione infatti, che si ottiene l'alcool, materia prima di base per tutti i liquori e conosciuto in passato come “aqua ardens” acqua che brucia in virtù delle sue caratteristiche di liquido limpido e cristallino (come l'acqua) che però brucia e nonimputridisce. All'alcool veniva quindi attribuito un potere ultraterreno e curativo al punto di essere considerato la quinta essenza della materia, lo spirito puro estratto dal vino, che già di per sé era considerato sostanza dalle importanti virtù medicamentose. Nel XIII secolo d.C. Arnaldo da Villanova, alchimista catalano e medico alla corte aragonese, fornì, nel libro “Trattato sugli spiriti”, un resoconto del procedimento relativo alla distillazione del vino in una “nuova acqua”, successivamente aromatizzata con erbe e spezie, in grado tra l'altro di guarire ferite aperte e piaghe. Più tardi, nel XV secolo, Michele Savonarola, medico presso la corte degli Este di Ferrara e nonno del ben più noto Girolamo, fornisce nel suo “Trattato dell'acqua ardente”, un quadro più preciso e completo riguardo l'arte della distillazione, descrivendo i metodi di produzione, le ricette e distinguendo l'acqua ardente in “semplice”, costituita cioè solo da alcool ottenuto mediante ripetute distillazioni del vino e “composta” cioè ottenuta dalla distillazione di erbe e spezie fatte preventivamente macerare nel vino o nell'alcool. Sulla base di questi antichi trattati e facendo riferimento a queste antiche ricette, ottengo quindi i miei liquori mediante l'attenta e sapiente distillazione, in alambicco tradizionale afuoco diretto in rame, di macerati alcolici di pregiate spezie ed erbe aromatiche ed officinali.

Foto
roasting plants Costa Leone Srl Artigiana

Torrefazione Artigianale - Esperienza e tecnica nell’espresso - Nel mondo del caffè dal 1944


In una piccola cittadina mineraria nel sud della Sardegna, Iglesias, il cognome Cossu era già negli anni ‘40 sinonimo di un buon caffè. È proprio qui, infatti, che inizia la nostra storia, nella rinomata caffetteria “Nino Cossu”. Il figlio Luigi impara da Nino l’arte del caffè che lo incuriosisce a tal punto da portarlo a Trieste per perfezionarsi, frequentando corsi di degustazione e tostatura all’Accademia del Caffè Italiano. Così, più di vent’anni fa, Luigi, da vita ad una torrefazione artigianale, riuscendo a fissare lo standard di alta qualità che caratterizza la nostra ricetta, creata con i migliori caffè crudi del mondo. Da allora è stata fatta molta strada e la piccola torrefazione è diventata un impianto all’avanguardia in grado di portare il nostro caffè a livelli eccelsi, conquistando numerosi estimatori.


I migliori caffè verdi, che arrivano nella nostra azienda in sacchi di Juta, sono immediatamente caricati nei silos con lo scopo di conservare inalterate le qualità e di non esporre i chicchi all’umidità o ad altre condizioni avverse che potrebbero alterarne il pregio. Dai “silos del crudo” il caffè passa alla nostra tostatrice, dove flussi di calore e il meccanismo a tamburo rotante consentono una cottura uniforme del caffè, che arriva ai 200°C per i caffè più dolci e fino ai 220°C per quelli più corposi.


Il Caffe - Lavorazione

Il caffè ha per noi occidentali tre secoli di storia, ma in Oriente era diffuso come bevanda a tutti i livelli sociali fin dai tempi piu antichi. I primi dati sicuri risalgono all'800, ma di una misteriosa bevanda nera e amara se ne trova traccia già in molte leggende arabe.
La pianta del caffè nasce in Africa in una regioe dell'Etiopia (Kaffa) e di li si diffuse nello Yemen, in Arabia ed in Egitto, dove ebbe uno sviluppo enorme ed entrò nel costume popolare come abitudine quotidiana. Verso la fine del 1500 le prime imprese comerciali diffusero in Europa il caffè, introducendo cosi anche in Occidente questa nuova bevanda.

Foto
agribusiness Tenuta Fontana
Foto
pasta factories Pastificio Gabriella 'Custodi di storie e profumi'
Foto
farms Mulino Val d'Orcia

Siamo un azienda agricola Biologica dal 1992


Mulino Val d’Orcia - Azienda Agricola Grappi Luchino produce con metodo biologico dal 1992 nel comune di Pienza, nel cuore della Val d’Orcia, eletta Patrimonio dell'Unesco per la bellezza del paesaggio e l'equilibrio fra natura e attività dell’uomo.  L’azienda, condotta a carattere familiare da generazioni, si estende per più di 100 ettari, 85 dei quali seminativi dove coltiviamo cereali antichi quali grano duro, tenero, farro, avena e orzo in rotazione con leguminose da granella quali ceci, lenticchie, fagioli e trifoglio alessandrino, 5 ettari inoltre sono adibiti alla coltivazione di olivi e vite.


Mulino Val d’Orcia nasce 10 anni fa quasi per gioco da un’idea intuitiva di Luchino, il padre di famiglia, che decise di acquistare il mulino ed una piccola impastatrice. Il figlio Amedeo così iniziò a partecipare ai mercati di filiera corta per far conoscere i propri prodotti. Dopo la laurea in scienza agrarie, e grazie al successo ottenuto, alla passione e all’impegno, l’idea nata per gioco si è trasformata in un’eccellenza: una realtà produttiva unica sul territorio.


La nostra storia affonda le radici nella tradizione mezzadrile e la passione e l’amore per la terra viene tramandata di padre in figlio da generazioni, infatti il mulino sorge oggi nell’edificio che un tempo ospitava la rimessa degli attrezzi agricoli dei nonni mezzadri, così come i nostri agriturismi sorgono negli edifici colonici che un tempo ospitavano granai, stalle e abitazioni, ristrutturati secondo la tradizione delle campagne senesi.
La bella Laura accoglie gli ospiti dei nostri agriturismi, Castello di Spedaletto, Lamone e Lamino, che hanno la possibilità di vedere e vivere la nostra azienda, visitare le tenute, il mulino ed il pastificio artigianale e seguire l’intera filiera di produzione. I nostri ospiti hanno la possibilità di degustare i nostri prodotti sia la mattina a colazione sia la sera a cena nei deliziosi banchetti preparati dalla mamma Palmina.


TUTTA FARINA DEL NOSTRO SACCO  L’intera filiera dei cereali è integrata all’interno dell’azienda


Prima di essere mastri pastai e mugnai, siamo agricoltori ed è questo che fa la differenza! Nella nostra azienda in Toscana produciamo pasta, farine macinate a pietra, cereali, legumi e vino, tutto biologico! Abbiamo deciso di investire nella riorganizzazione della filiera per garantire la sostenibilità delle coltivazioni autoctone, integrando tutte le fasi della filiera produttiva dei cereali all’interno dell’azienda, in perfetto equilibrio tra tradizione e modernità!  Coltiviamo cereali antichi che maciniamo a pietra nel mulino aziendale ottenendo farine e semole utilizzate per la produzione di pasta artigianale trafilata in bronzo ed essiccata lentamente e a basse temperature. Prima di essere artigiani pastai siamo agricoltori ed è proprio questo che fa la differenza perché curiamo l’intero ciclo produttivo: tutta farina del nostro sacco, del nostro grano dei nostri campi! 


Per approfondimento sul nostro blog: 

- TUTTA FARINA DEL NOSTRO SACCO 

- LE SETTE PROPOSTE DI GREENPEACE PER L’AGRICOLTURA DEL FUTURO  


GRANI ANTICHI Abbiamo deciso di coltivare grani antichi per tutelare la biodiversità del nostro territorio ed offrire un prodotto qualitativamente migliore.
Da circa 6 anni abbiamo iniziato a coltivare varietà antiche di cereali grazie ad un progetto con l’Università di Firenze, dove Amedeo si è laureato. Ci siamo resi conto che i grani antichi si adattano meglio all’agricoltura biologica per la maggiore competitività con le erbe infestanti e perchè sono più prestanti rispetto alle varietà moderne grazie alla loro taglia alta e ad un maggiore accestimento.  

Inoltre i grani antichi dal punto di vista nutrizionale ed organolettico sono migliori rispetto ai grani moderni perché hanno un minore tenore di glutine e maggior contenuto di preziose sostanze come antiossidanti, flavonoidi, vitamine. Nei grani moderni invece gli interventi di manipolazione genetica sono stati volti ad aumentare la quantità di glutine a sfavore delle altre sostanze nutritive. Questo per ottenere farine migliori dal punto di vista tecnologico ma sicuramente peggiori dal punto di vista nutrizionale e salutare. Non è un caso il boom di celiaci e intolleranze alimentari. Il Grano Verna, pregiata varietà antica italiana ad esempio ha un contenuto di glutine dello 0,9% rispetto al 14% della media delle farine ottenute da grani moderni. (W Verna 40-50 / W manitoba 350-400) Per la produzione della pasta coltiviamo invece il grano duro Senatore Cappelli, il capostipite dei grani duri italiani, adatto alla produzione di pasta perché, nonostante il suo basso contenute di glutine ha un buon contenuto proteico di circa il 16%. E diciamoci la verità, i grani antichi sono anche più buoni!


Per approfondimento sul nostro blog:

- CHE COSA SONO I GRANI ANTICHI E PERCHE’ SCEGLIERLI 

- IL GRANO DURO SENATORE CAPPELLI 

- IL GRANO TENERO VERNA  


LA MACINAZIONE A PIETRA Per esaltare le qualità dei grani antichi la macinazione a pietra è ciò che fa la differenza perché il chicco viene macinato per intero preservano tutte le parti tra cui il germe del grano.
Il Mulino Val d’Orcia sorge lungo la via Francigena nei pressi dell’antico Castello di Spedaletto, rifugio per i viandanti che nel Medioevo da tutta Europa si recavano a Roma, nel ‘400 il castello venne poi riadattato in grancia, ossia una vera e propria fattoria fortificata. È in questo contesto ricco di storia e di tradizione che sorge il nostro mulino con macine in pietra.


La principale caratteristica della macinazione a pietra è quella di macinare l’intero chicco del grano con una bassa velocità di lavorazione che riduce il surriscaldamento delle macine e quindi delle farine senza intaccarne le proprietà lipido vitaminiche. Inoltre macinando l’intero chicco del grano si preserva anche il germe che si trova nella parte esterna. Il germe del grano contiene sostanze nutritive particolarmente preziose come vitamine del gruppo E e del gruppo B, sali minerali come fosforo, potassio e magnesio, fibre e antiossidanti che con il processo di raffinatura industriale andrebbero inevitabilmente perduti. I prodotti ottenuti da farine biologiche macinate a pietra garantiscono un’alimentazione più sana ed equilibrata e preservano un gusto autentico ed un sapore caratteristico.
LE FARINE OTTENUTE DALLA MACINAZIONE A PIETRA: TIPO 1, TIPO 2, INTEGRALE Farine meno raffinate e più equilibrate e nutrienti
Ci vorrebbe un po’ di consapevolezza rispetto a ciò che si acquista e a ciò che si mangia ogni giorno, e bisognerebbe riuscire a capire che anche se una cosa si è sempre mangiata per generazioni non per forza significa che sia la migliore, come ad esempio la farina 0 e 00.  Rispetto alle farine 0 e 00 (00 è stata definita “il più grande veleno della storia), le farine 1, 2 e integrale sono meno raffinate e più equilibrate.

UNA PASTA NUOVA DA GRANI ANTICHI Sempre all’interno del nostro mulino, utilizziamo semole e farine ottenute dalla macinazione a pietra dei nostri grani antichi, per produrre una pasta artigianale molto particolare.
Prodotta con farine macinate a pietra nel mulino aziendale, trafilata in bronzo ed essiccata lentamente e a bassa temperatura, la pasta del Mulino Val d’Orcia è un prodotto artigianale, estremamente porosa, dal caratteristico colore ambrato e dal sapore inconfondibile!


All’inizio tutti ci chiedevano perché la pasta fosse così scura. La risposta è semplice: grazie alla macinazione a pietra otteniamo una pasta ricca di fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti di cui il germe di grano è ricco che le danno il caratteristico colore ambrato.  Il consumo di prodotti a base di frumento integrale, meglio se biologici, migliora l’indice glicemico e contribuisce a ridurre l’assorbimento di lipidi. Il nostro obiettivo è quello di stimolare un’alimentazione consapevole capace di recuperare e riportare giornalmente cereali sani sulla nostra tavola come facciamo a casa nostra.  Prima di essere artigiani pastai, siamo agricoltori ed è proprio questo che fa la differenza perché curiamo l’intero ciclo produttivo dall’inizio alla fine!  Produciamo anche pasta di farro con lo stesso processo produttivo.


I PICI I pici sono il nostro cavallo di battaglia, il piatto più tipico della nostra Val d’Orcia
I pici sono un formato di pasta tipico del sud della Toscana simili agli spaghetti ma più larghi, racchiudono l’odore e il sapore delle campagne senesi. I pici, antenati degli spaghetti, hanno radici profonde nella storia e rappresentano un alimento di grande interesse fin dai tempi degli Etruschi. Noi siamo gli unici a produrre questo tradizionale formato di pasta con semole macinate a pietra e farina di farro.  

Foto
dairies La Nuova Masseria Pomigliano D'Arco

Il posto giusto dove scegliere il piacere di gustare il meglio della qualità casearia!

Foto
pasta factories Pastificio Donna Elisa

La Storia del Pastificio Artigianale

Siamo ristoratori e viviamo in Romagna, la terra di Pellegrino Artusi, il padre della cucina moderna.
Potrebbe bastare solo questo per sintetizzare la nostra storia.


Una storia che nasce …..anni fa da una grande passione: la cucina. E da un territorio, la Riviera Romagnola, che è la patria della pasta fatta in casa. Qui fare la pasta è tradizione, arte un vero e proprio modo di vivere.


La scelta delle farine, spesso prodotte da piccoli mulini che macinano a pietra utilizzando esclusivamente grani italiani selezionati, le uova provenienti da galline “terraiole” che pascolano libere per terra sono gli ingredienti della nostra produzione.


Poi c’è la lavorazione, artigianale secondo i canoni tramandati dalla tradizione.


Partendo dall’impasto, con ben 8 uova per ogni kg di farina fino alla trafilatura, per forgiare la pasta.


Per questa fase, fondamentale, usiamo unicamente trafile di bronzo, che rendono il processo più lento ma donano alla pasta una porosità ed una consistenza unica che esalta il condimento nella cottura.


Infine c’è la parte di produzione che ancora viene fatta “a mano” come una volta. Il lavoro lento e paziente delle pastaie, che seguono i canoni della tradizione contadina, fa si che ogni elemento sia diverso dagli altri esaltando così la natura “casereccia” del prodotto.

Foto
farms Fattoria Del Torquato Sas

Olio Extravergine di Oliva artigianale di categoria superiore ottenuto a freddo direttamente da olive italiane e unicamente tramite procedimenti meccanici.


La Fattoria del Torquato è il risultato della vita laboriosa e paziente di Filippo e Italo Giancola e delle generazioni che li hanno preceduti. Il nome deriva dalla località ove sono situati i terreni da sempre di proprietà della famiglia Giancola. L’ olio extra-vergine prodotto nella Fattoria è il risultato di un mixer di pregiate cultivar scelte e curate con certosina e secolare pazienza.


La qualità ed il gusto sono altresì favoriti dalla posizione delle colline che ospitano gli uliveti a 200 metri sul livello del mare a ridosso del litorale adriatico. Le principali caratteristiche dell’olio prodotto lo possono far definire: armonico di colore giallo cangiante sul verde e un profumo marcato e fruttato


"L'olio prodotto dalla Fattoria del Torquato si contraddistingue per la sua versatilità,

essendo un olio dal fruttato medio, si presta a svariati impieghi”.

- Luigi Caricato -


FATTORIA DEL TORQUATO – S.A.S. di Maria Giuditta Bianchi & C. – Via Santa Maria ad Cellas, 12

64027 – LOCALITA’ CASE ALTE – SANT’OMERO (TE) – Email: info@fattoriadeltorquato.it Mobile: 345 2569543

Foto
agribusiness La Bottega Di Ugo
Vendiamo prodotti genuini (carni e salumi, prodotti tipici, formaggi) a km 0 da portare sulle vostre tavole per ritrovare quel gusto di mangiare delle nostre tradizioni!
Foto
dining Pio Del Prete Più salute per te, più gusto per i tuoi Piatti!!!
Foto
agribusiness Distretto Rurale Riso e Rane

l Distretto rurale “Riso e rane” occupa un’area della Provincia di Milano che comprende 23 comuni dove la coltivazione del riso riveste una importanza di assoluta rilevanza economica ed incide profondamente sugli aspetti paesaggistici, ambientali, storici e colturali del suo territorio rendendolo unico nel suo genere e fra i più rappresentativi della pianura lombarda.


Totalmente incluso nel Parco Agricolo Sud Milano ed in parte nel Parco Lombardo Valle del Ticino, il Distretto rurale “Riso e rane” produce in un territorio ad elevata biodiversità, riso delle migliori varietà al mondo per la preparazione, in gastronomia, di risotti e di tante altre raffinate ricette.


Il Distretto rurale “Riso e rane”, riconosciuto ed accreditato ufficialmente da Regione Lombardia con D.G.R. n. 1810 del 31 maggio 2011, nasce dalla volontà di Aziende risicole presenti nel suo territorio di unirsi in un Consorzio per promuovere il proprio prodotto garantendone la qualità, la provenienza e la tracciabilità.

Foto
pasta factories Panificio Listanti
Foto
dining Marisa Cuomo

Tra viti e rocce a strapiombo sul mare di Furore, Cantine Marisa Cuomo!

Foto
farms Azienda Agricola Di Traglia

Azienda Agricola Di Traglia produce farine macinate a pietra e pasta artigianale.

L'azienda Agricola Di Traglia fondata a Bracciano circa 30 anni fa, ha sempre coltivato e prodotto grano dal cuore delle campagne del comprensorio. Oggi le nuove generazioni della famiglia sono orgogliose di continuare la tradizione di produrre cereali con passione.


Innovazione prima di tutto

Da novembre 2016, l'azienda Agricola Di Traglia produce una farina di altissima qualità, prodotta interamente con grano locale.

Questo è lavorato dall'azienda e macinato in modo del tutto naturale attraverso un molino composto da una macina di pietra senza trattamenti e/o aggiunte di nessun tipo: solo grano macinato a pietra.

Parliamo dunque di una farina non estremamente raffinata e simile a quella che anticamente usavano i nostri bisnonni e che apporta al nostro organismo i veri valori nutrizionali di questo alimento, ormai persi a seguito dell'evolversi dei processi di raffinazione (tipici delle farine 00 e 0 in commercio) che tendono a sacrificare completamente queste componenti.


La nostra è un'azienda a conduzione familiare

che fonda da sempre i suoi principi sulla ricerca della qualità e l'utilizzo di macchinari di ultima generazione che ci permettono di avere la massima cura della materia prima.

Il nostro credo risiede nella particolare attenzione riservata a tutte le fasi di lavorazione, al fine di garantire la nascita e la crescita di cereali - dati alla mano - sani e puri. Di conseguenza, i veri punti di forza dell'azienda agricola Di Traglia sono dati dagli elevati livelli di qualità e attenzione riservate alla lavorazione delle materie prime, nonché dalla certa tracciabilità delle stesse.

Lo scopo che ci poniamo è quello di allargare i nostri orizzonti anno dopo anno, con l'introduzione di nuovi prodotti per incontrare i gusti e le esigenze di un ampio ventaglio di clienti, nonché quello di insegnare al pubblico la riscoperta dei veri sapori di un tempo, ormai andati perduti, e l'evidente differenza in termini di qualità nutrizionale tra ciò che proponiamo noi e ciò che è reperibile nel grande commercio.

Il nostro obiettivo ultimo è pertanto quello di offrire al pubblico dei prodotti di sicura affidabilità, qualitativamente sani e ricchi di proprietà nutritive.

Foto
agribusiness Cream & Co

CREAM&CO. nasce il 4 luglio del 2018 per volere di Adriana Ambrosino e Umberto Zitani, beneventani di nascita,
imprenditori in settori lavorativi diversi, accomunati dalla passione verso i sapori ed aromi della Nocciola; Adriana
sostenuta dalla passione e dall’amore per la cioccolateria e pasticceria ereditata in famiglia in quanto figlia d'arte, per
circa 4 anni ha studiato, sperimentato ed elaborato, come un’ alchimista, una formula innovativa nel suo genere di
crema alla nocciola, oggi marchio R (Registrato), con l’intento di attirare l’attenzione e sposare la curiosità degustativa
della clientela nelle caffetterie gestite nella città di Benevento e provincia.


Il nostro scopo e intento è quello di promuovere e valorizzare alcune creme dolciarie artigianali. In particolare la nostra
azienda commercializza Crema alla Nocciola, Gianduia, Pistacchio e Speziata, che possono essere usate in caffetteria
speciale,pasticceria, gelateria, pizzeria e gastronomia gourmet.


Le Creme sono prodotte, secondo le nostre formule, in un piccolo laboratorio artigianale in Piemonte, una regione del
Nord Italia; in particolare il Nocciolì Crema e Gianduia Crema sono prodotte mediante l’utilizzo di una materia prima di
altissima qualità, riconosciuta in assoluto nel mondo come la migliore Nocciola del Piemonte I.G.P, la Nocciola Tonda
Gentile Trilobata. Nocciolì Crema e Gianduia Crema sono senza glutine e olio di palma.


La Crema al Pistacchio è prodotta con materia prima eccellente certificata.


La Crema Mistery, unica nel suo genere, è in fase di realizzazione in quanto particolare nel suo genere e prodotta
utilizzando diverse spezie ed aromi.