Foto
Corrado Matera

La cucina che si gusta in questo ristorante è l’autentica cucina mediterranea in cui regnano sovrani i prodotti Made in Italy come l’olio extravergine d’oliva, le spezie come il rosmarino e il basilico, i pomodori, la mozzarella. Il menù variegato prevede l’accompagnamento alle pietanze di verdure fresche e genuine oltre ad eccellenti pizze cotte su forno di pietra. Il tutto si integra grazie alla creatività e alla fantasia, doti con le quali Corrado arricchisce abilmente i suoi piatti. Il suo obiettivo principale è quello di far sentire il cliente costantemente accolto e soddisfatto delle sue pietanze e del servizio impeccabile, frutto dell’esperienza e della professionalità maturate nel corso degli anni.

Il signor Corrado Matera ci racconta dei fattori che hanno determinato il successo del suo ristorante nel corso degli anni in questa interessante intervista realizzata per noi dalla quale apprendiamo la sua storia di ristoratore italiano all’estero

Com’è nata l’idea aprire il Ristorante Casanova in Germania?

Il progetto è nato quando ho conosciuto questo vecchio locale che era originariamente una cantina di vini.  Me ne sono innamorato a prima vista. Mi è piaciuto pensare che Casanova potesse frequentare un locale di questo genere passando per l’Europa e fermandosi qui in Germania. Mi ha ispirato tanto questa location suggestiva e particolare e ho voluto subito rilevarla per creare il mio ristorante dal nome appunto Casanova.

Come definirebbe la cucina del Ristorante Casanova?

È una cucina gustosa basata sulle ricette mediterranee.

Foto
Esterno del locale
Foto
Pizza Margherita

Cosa significa “mangiare bene e sano” nel suo ristorante?

Noi offriamo un menù vasto in cui si possono accompagnare le pietanze con verdure di qualità. Spieghiamo al cliente come funziona la dieta mediterranea, quali sono i suoi benefici e come variare l’alimentazione.

Quali sono i piatti più richiesti dalla sua clientela?

La pasta e la pizza sono molto richieste dai nostri clienti tedeschi.

Secondo lei la “vera pizza italiana” come deve essere?

Il sapore della pizza vera dipende dalla lievitazione e dalla cottura. Noi abbiamo qui un forno di pietra e la cuciniamo su di essa. La nostra pizza sembra cotta sul forno a legna. La lievitazione ne dà consistenza e sapore all’impasto gustoso.

Quali prodotti Made in Italy non devono mancare all’interno del Ristorante Casanova?

L’ olio d’oliva non deve mancare mai. È un prodotto essenziale. Non riuscirei proprio a farne a meno. Permette di insaporire al meglio le pietanze. Quando preparo la caprese l’olio d’oliva mi regala la sensazione di stare al mare in Italia. E poi non devono mancare le spezie come rosmarino e basilico tipiche della cucina mediterranea che adottiamo nel nostro ristorante.

In merito alla sua esperienza quali sono i fattori che determinano il successo di un ristorante italiano all’estero?

Il successo di un ristorante italiano all’estero è determinato dal rapporto che si ha con il cliente. Non bisogna fargli mancare mai nulla, bisogna farlo sentire accolto e coccolato. Offrire piatti genuini e di qualità, il meglio del Made in Italy.

Foto
Pennette ai 4 formaggi
Foto
I vini

Com’è strutturata la carta dei vini del suo ristorante?

Qui in Germania non deve mancare in primis la birra tedesca. Ma noi abbiamo anche un vasto assortimento di vini italiani. La nostra carta rappresenta ogni regione italiana. Abbiamo scelto il meglio sul mercato vinicolo italiano. Il cliente ha bisogna di spaziare tra una varietà di vini, deve avere possibilità di scelta.

Quanto conta il lavoro di squadra nel suo ristorante?

Moltissimo. Lo staff deve essere bello compatto. In questo lavoro il fattore umano conta parecchio e si ciba di rispetto reciproco, collaborazione e dialogo autentico.

Secondo lei come deve essere un “bravo chef” al giorno d’oggi?

Uno chef deve essere creativo. Deve possedere molta fantasia e assaggiare ciò che prepara perché l’arte culinaria è un mondo di sapori dal quale non deve redimersi.

Quali potrebbero essere le maggiori difficoltà di un ristoratore all’estero?

Un ristoratore all’estero può non essere capito o andare incontro alla contraffazione dei prodotti italiani nella nazione in cui si è trasferito. Bisogna fare attenzione ai prodotti contraffatti che sono tantissimi perché alcuni supermercati tedeschi vendono prodotti che spacciano per italiani ma che in realtà non lo sono.

Foto
Salmone alla griglia con pasta di verdure e burro di limone
Foto
Interni del locale

Quali consigli darebbe a chi vuole intraprendere la sua stessa carriera professionale all’estero?

Prima di tutto avere alle spalle un valido bagaglio di esperienze maturate non solo in Italia ma anche all’estero. Bisogna rimboccarsi le maniche, pronti a fare sacrifici. Essere cordiali con il cliente perché il nostro senso di umanità è molto apprezzato all’estero.

Cosa bolle in pentola quest’anno?

Non posso ancora rivelarlo ma stiamo pensando di aprire una sede di Casanova anche in Italia.

Un piatto indimenticabile che dobbiamo assolutamente mangiare da Casanova?

Un primo piatto di tagliatelle con scampi e gamberoni. Bisogna assolutamente assaggiarlo. Il suo successo è garantito!!Provare per credere!!

ID Anticontraffazione: 9485Mariangela Cutrone


Foto
notizie Volare Italian Restaurant, specialità siciliane e pugliesi a Southport La città britannica Southport ospita il ristorante italiano Volare di Onofrio Maimone.
Foto
notizie Caseificio Giusti Una splendida fusione di tradizione e modernità ai piedi del Parco del Matese
Foto
notizie Un buon risotto? A Copenaghen il migliore è italiano