Un itinerario per imparare a scoprire quali sono gli elementi e come si produce la grappa italiana. “Grapperie Aperte 2010”  – Bere consapevolmente. Opportunità per tutti gli appassionati di poter assaggiare nuove varianti e conoscere l’arte di distillare la grappa, unica protagonista dal 10 ottobre nelle distillerie che aderiscono all’iniziativa.


“Grapperie Aperte”
sarà un’occasione in più per conoscere i veri mastri distillatori e ascoltare dalla loro voce la storia del distillato, capire i segreti della produzione, vedere gli alambicchi, sentire il profumo delle vinacce e vedere sgorgare la grappa appena distillata. Molte distillerie organizzeranno eventi speciali: si va dalle visite guidate alle degustazione di grappa, dalla mostra pittorica agli abbinamenti con il cioccolato. E poi tante altre occasioni interessanti per conoscere e apprezzare il distillato nazionale.

Le distillerie dell’Istituto Nazionale Grappa saranno aperte domenica 10 ottobre 2010 per partecipare all’evento. Per la settima edizione di quest’anno le distillerie associate ING di tutt’Italia si impegneranno sul tema del consumo responsabile delle bevande alcoliche, trasmettendo al pubblico tradizione, tecnologia e cultura della grappa.
L’evento costituisce un grande momento annuale di colloquio delle distillerie con il pubblico e i media. Dall’Alto Adige alla Sicilia, il 10 ottobre Grapperie Aperte darà nuovamente la possibilità ad intenditori, appassionati e semplici curiosi di conoscere i segreti dell’arte della distillazione italiana, vero e proprio simbolo del made in Italy.
Mentre in Alto Adige e in Trentino la grappa sarà abbinata allo speck e ai formaggi, in Lombardia e Veneto i maestri cioccolatieri si esprimeranno nella preparazione di fantastici cioccolatini alla grappa. In Piemonte prevarrà la preparazione di piatti sfumati con il prezioso distillato, mentre in numerose aziende saranno proposte mostre fotografiche e filmati rappresentanti la tradizione secolare dell’arte della distillazione.
Le distillerie aderenti all’iniziativa e i programmi sono visitabili sul sitowww.grapperieaperte.it

Foto
notizie Ristorante Calisona: l’arte culinaria italiana tramandata di generazione in generazione in Croazia Nella città croata di Rovigno, nel suo caratteristico centro, vi è il Ristorante Calisona che da circa settant’anni diffonde il Made in Italy con la sua cucina mediterranea nel pieno rispetto delle ricette tradizionali tramandate di generazione in generazione.
Foto
notizie Ristorante Mondello’s: omaggio alle tradizioni culinarie siciliane nel Regno Unito Situato nel cuore di Crawshawbooth, a Rossendale, nel Regno Unito, il Ristorante Italiano Mondello è il posto ideale per immergersi nella tradizione culinaria italiana. la filosofia del Mondello è recuperare e al tempo stesso valorizzare l’essenza e l’origine degli autentici sapori della nostra terra. Dal 1999 lo chef Antonio, con entusiasmo e amore, diffonde l’autentico Made in Italy. Ciò che lo contraddistingue è la sua umanità e il suo senso artistico. Sono le sue “carte vincenti” per svolgere il suo lavoro tra i fornelli e a contatto con il cliente.
Foto
notizie Zibirù Una parentesi italiana nella movida di Bali
Foto
notizie Pankina: un kasher-gourmet al centro di Tel Aviv Nel quartiere di Dizengoff c’è un ristorante italiano che coccola i suoi clienti con la cucina italiana di pesce, rispettando alla lettera le regole della cucina ebraica