getCompanyVOById(10072466)
Murell
DEBUG 1

MURELL nasce dalla passione di due fratelli, Tony e Luigi, che hanno deciso di sviluppare e portare avanti l’attività di famiglia, nata molte generazioni fa, con un tocco fresco e innovativo.


Ai piedi del Monte Majella, in Abruzzo, nasce così cantina MURELL, in un antico borgo medioevale, Guardiagrele. Si tratta di uno dei borghi più antichi e incantevoli d’Italia. E’ una piccola cittadina caratterizzata da un grande valore artistico, colma di botteghe di artigiani dediti nell’arte della lavorazione del ferro, dell’oro e del rame.


MURELL protetta da dolci colline nel cuore dell’Abruzzo, prende il nome proprio da Cima Murelle, una delle cime più belle della nostra catena montuosa. La leggenda narra che osservando Cima Murelle dal Monte Acquaviva, essa si tramuti nel volto disfatto di una donna distrutta e supina: il volto della Dea Maja.


Tony e Luigi, grazie alla passione per la terra tramandata dal nonno, tra mari, monti e colline, vitigni di Montepulciano d’ Abruzzo, Trebbiano d’ Abruzzo, Pecorino, Cabernet Sauvignon e Chardonnay, hanno preso in mano l’azienda, dandole nuova vita ed espandendola così a livello nazionale ed internazionale.


L ’Abruzzo, un vero e proprio ufficio a cielo aperto, dove i fogli si trasformano in foglie, i tasti del computer in forbici, le scrivanie in trattori: ne hanno fatto il loro stile di vita. Un lavoro duro che richiede dedizione e impegno costante, tutto racchiuso in una bottiglia; una vera e propria esplosione di profumi, sfumature e sapori, che speriamo possa diventare compagna di chiacchere, confidenze e risate.


Nel 2018, nasce il marchio MURELL e l’azienda ha visto il sogno di una produzione propria prendere vita, con la realizzazione del primo vino rosso prodotto con uve Montepulciano d’Abruzzo della vendemmia 2015: un vino dal colore rosso intenso e un sapore corposo e ricco che riempie la bocca.


I nostri vini sono prodotti sia da vitigni Autoctoni che Internazionali. Grazie al nostro ardore, alle eccellenze del nostro territorio e per merito di passione, dedizione e caparbietà, abbiamo realizzato dei vini dai sapori nuovi e dai profumi intensi che vi trasmetteranno tutta l’essenza del nostro lavoro, nato proprio dagli insegnamenti e dall’amore che impiegava nostro nonno nell’arte della vinificazione.


E’ iniziata così la nostra avventura, basata sugli antichi saperi ed arricchita dalla nostra passione.


Tony e Luigi D.C.




  MURELL Via Comino 82/a
66016 Guardiagrele (CH)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
aziende agricole Tenuta Mattei

L'azienda agricola Mattei nasce circa 20 anni fa come azienda di conduzione terreni e di lavori conto terzi sempre nel settore vitivinicolo.


Nel 2013 il titolare ha deciso di concretizzare la sua esperienza ultra ventennale nel settore acquisendo una catina vitivinicola esistente operante nel settore della produzione e della commercializzazione di vino sfuso.


Il titolare, pur consolidado e sviluppando questa attività, offrendo alla clientela dei prodotti di più alta qualità, ha deciso di creare un proprio marchio per realizzare una gamma di vini imbottigliati di alta qualità da commercializzare nel mercato nazionale e internazionale. Il prodotto di punta è il Verdicchio Biologico Vallenga. La cantina è certificata per la produzione di vino biologico (CCPB Srl – Bologna).


L'azienda agricola Mattei ha circa 75 ettari di vigneti con uve verdicchio, merlot, lacrima, sangiovese, montepulciano, charddonay e souvignon.


I prodotti che attualmente commercializza sono i seguenti:
Verdicchio Doc – CROGNOLARO
Verdicchio Biologico Doc – VALLENGA
Verdicchio Riserva Docg – BRECCIONE
Rosso Marche (merlot 100%) - ZEPPALE
Lacrima di Morro d'Alba Doc – MORRO

Verdicchio doc classico superiore - SAN PATERNIANO


L'azienda coltiva e produce direttamente olio extravergine di oliva:
Olio extravergine di oliva - BOSCHETT

Foto
vini Macchia Mediterranea

MACCHIA, nasce dall'unione di tre importanti fattori: la tradizione, poiché il Vermouth colloca le sue origini in Piemonte (1786); l'evoluzione, perché viene introdotta la variante del mirto, tipico arbusto della Sardegna anticamente impiegato per dolcificare i vini; la storicità, che lega entrambe le regioni nel Regno di Sardegna e Piemonte (1720- 1861). Vino bianco, puro zucchero di canna, una ricercata selezione di erbe, spezie e la particolarità delle bacche di mirto, rendono questo Vermouth unico nel suo genere”!
Emilio Rocchino



Segui anche SPIRITS BOUTIQUE - MIGLIOR COCKTAIL BAR DELL'ANNO PER IL GAMBERO ROSSO

Foto
ristorazione Marisa Cuomo

Tra viti e rocce a strapiombo sul mare di Furore, Cantine Marisa Cuomo!


L’uva che cresce aggrappata alla roccia di Furore è esposta alla magica azione del sole e del mare della Costa d’Amalfi. Al fascino della geometria dei vigneti dell’azienda, si aggiunge la suggestiva cantina scavata nella roccia.
Dal 1980, anno della sua fondazione, Cantine Marisa Cuomo è l’azienda vinicola di Andrea Ferraioli e Marisa Cuomo che si estende lungo 10 ettari di territorio.


La selezione di uve nobili, la ricerca del giusto grado di freschezza ed umidità unito allo scorrere del tempo, vecchi segreti tramandati da vinificatori del luogo e tecniche di elaborazione all’avanguardia danno vita a vini di elevatissima qualità, stimati in tutto il mondo.
Andrea Ferraioli e Marisa Cuomo, con l’enologo Luigi Moio ed i vinicoltori dell’azienda, scelgono di puntare sulla qualità per distinguersi nel panorama dell’enologia italiana con vini dal sapore unico e straordinario come il territorio della costa di Furore.


Gran Furor Divina Costiera, Cantine di Marisa Cuomo

Il marchio che in tutto il mondo porta la grandezza di un piccolo pezzo di terra.

Gran Furor Divina Costiera è un marchio che nasce nel 1942 per accompagnare la vendita dei vini della Costa di Furore, ottenuti dalle vigne sdraiate a picco sul golfo di Salerno.

Andrea Ferraioli, discendente da un’antica famiglia di vinificatori locali, acquista il marchio Gran Furor Divina Costiera nel 1980, per produrre un vino di altissima qualità recuperando i segreti dei suoi avi e la secolare tradizione vinicola del suo paese natio.

Insieme alla moglie Marisa Cuomo inizia un’avventura imprenditoriale che si confonde con il legame famigliare che li unisce: il loro amore ed una straordinaria passione per il vino porteranno Cantine di Marisa Cuomo tra i migliori marchi dell’enologia italiana a livello internazionale.


Il Medagliere

Importanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale premiano gli sforzi e la passione di Marisa Cuomo e Andrea Ferraioli. Dalla caparbia volontà di tenere in vita le antiche tradizioni vinicole di Furore nascono vini pluripremiati dalla critica e dagli estimatori.

Oscar 2006 al Fiorduva come migliore Vino Bianco: uno dei premi più ambiti e qualificanti nel settore dell’enologia italiana, assegnato ogni anno dall’Associazione Italiana Sommelier. L’Oscar 2006 al Fiorduva è un riconoscimento senza precedenti per un vino prodotto nel sud della nostra penisola, che contribuisce ad aggiungere il nome di Marisa Cuomo nella lista delle cantine italiane più rinomate.

Fra il 2005 e il 2006, numerosi premi di notevole livello arricchiscono il medagliere della Cantina di Furore: i “Tre Bicchieri” della guida I Vini d’Italia di Gambero Rosso, due medaglie d’argento per il Furore Rosso Riserva e per il Fiorduva, una medaglia d’oro a Los Angeles ed il riconoscimento “Best of Class” Award Limited Production, sempre negli USA.

E ancora, l’inserimento nell’Annuario dei migliori vini d’Italia di Luca Maroni e i “Cinque Grappoli” conferiti dall’AIS (Associazione Italiana Sommelier) nell’edizione di “Duemilavini”, la Guida ai Vini d’Italia. Le bottiglie della Cantina Marisa Cuomo rientrano nella lista dei cento migliori vini inseriti nel Glossario di Paolo Massobrio del Club di Papillon, nella Guida Oro I Vini di Veronelli e vengono premiate con numerose medaglie d’oro alla Selezione del Sindaco delle Città del Vino.


Le Cantine

La roccia della Costa d’Amalfi custodisce i vini Gran Furor Divina Costiera.

Affacciate sul mare a 500 metri di altezza, le Cantine Marisa Cuomo dominano una parte della Costa di Amalfi situata nel Comune di Furore. Le viti, allevate prevalentemente a “pergolato” e spesso piantate sulle pareti rocciose verticali, si estendono su dieci ettari di superficie di cui 3,5 di proprietà.

I vini di Cantine Marisa Cuomo invecchiano in un’antica cantina scavata nella roccia di origine dolomitico-calcarea: un luogo affascinante, umido e fresco, che accoglie le barriques in legno di rovere francese. La vinificazione avviene secondo le più moderne tecniche, in un connubio di natura e tecnologia.

In un territorio come Furore, così caratteristico ed allo stesso tempo estremo, la cura delle viti e dell’uva diventa un lavoro completamente manuale. A stretto contatto con la natura, le Cantine Marisa Cuomo sperimentano tecniche per strappare terreno alla roccia, costruiscono pergolati su cui adagiare le viti, selezionano con rigore le colture più adatte ed i vitigni nobili.

Una straordinaria passione per il vino è il segreto delle Cantine Marisa Cuomo.

Foto
vini Antica Distilleria Russo

La nostra storia


Tradizione e innovazione, queste le parole chiave di una delle prime distillerie del Sud Italia.


La produzione di distillati da parte della famiglia Russo ha inizio nel 1800 sull’isola di Ischia, dove nacque il primo nucleo dell’Antica Distilleria Russo.
Da qui, una serie di trasferimenti in terra campana che li porterà a stabilire la sede definitiva di una delle prime distillerie del Sud Italia nel quartiere Materdomini di Nocera Superiore.


Il salto di qualità, a livello industriale, avviene nel 1936 ad opera di Vincenzo Russo, figlio del fondatore Antonio, infatti, tra gli imprenditori di settore Vincenzo Russo poteva vantare una laurea in chimica industriale all’Università di Napoli, aspetto raro in quel tempo tra gli addetti ai lavori.
Vincenzo costruì una nuova società e dette uno slancio modernizzatore all’azienda.


L ’inizio della seconda guerra mondiale rallentò notevolmente la produzione, tuttavia il rallentamento dell’attività non fermò l’intraprendenza dei Russo.
Sul terreno retrostante l’abitazione di famiglia vi era il laboratorio. Al suo interno fu creato un bar con annessa distilleria, per continuare a distillare e servire i clienti, in gran parte militari delle forze armate.


Nel 2007 l’azienda affrontò un profondo rinnovamento e inaugurò un nuovissimo centro di ricerca, produzione e distillazione Mercato S. Severino. Alla guida aziendale Guglielmo Russo, figlio di Vincenzo, che continua la tradizione e passione di famiglia.


Nel 2008 viene fondato il marchio Campania Acquaviti, una joint venture tra le famiglie Russo e Castagner, dell’omonima distilleria veneta guidata dall’esperto enologo e distillatore Roberto, con l’obiettivo di attivare un nuovo modo di distillare e promuovere l’immagine della Grappa.


Nel 2010 altra importante collaborazione con Piero Mastroberardino, per l’utilizzo di vinacce autoctone campane nella creazione di Grappe.


La struttura produttiva dei Russo ospita un centro visitatori con shop, bar e sala educational. Dove si sviluppano il reparto liquoristica, i laboratori di ricerca, sviluppo e qualità, tre linee di imbottigliamento automatiche e una moderna distilleria dotata di impianti a metodo continuo e discontinuo in rame, un post still artigianale per il sottovuoto e la bottaia dove riposano i prodotti più pregiati dell’azienda.


Per garantire standard altissimi è attiva anche una collaborazione con l’Università di Salerno (chimica e botanica) discendente di quella Scuola Medica Salernitana, attiva dal Medioevo sino al 1811, che tanto ha contribuito agli studi sulla liquoristica e distillazione.


Nel 2015 Vincenzo Russo (4° generazione), prende il timone dell’azienda, pur sotto l’occhio vigile del padre Guglielmo.

Vincenzo decide sin da subito di dividere la distilleria in due settori, “Tradizione” e “Innovazione”. Nel primo caso si punta su liquori tradizionali con materie prime autoctone. Il progetto di “Innovazione” è più rivoluzionario e nasce dalla collaborazione di Vincenzo Russo conil bartender Flavio Esposito. Nel 2017 fondano “Bespoke Distillery”, un marchio che si occupa di nuovi spiriti, dedicato al mondo della mixology, a trend e prodotti di nuova concezione