Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  EL-PATIO DI BETTIN R. S.A.S. VIALE MILANO 7/9
20020 VANZAGHELLO (MI)
0331657092
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
farm holidays Azienda Agricola Le Tre Querce e Agriturismo Maria Sofia Di Borbone

L'agriturismo Maria Sofia di Borbone è immerso nell'azienda agricola di 28 ettari "Le Tre Querce". I terreni coltivati ad oliveto, agrumeto, vigneto, frutteto e orto sono a conduzione biologica dal 1998.
Ci troviamo in Calabria, nel centro del Mediterraneo, a soli 20 minuti da Palmi e dalla seducente Costa Viola.   
L'agriturismo è la struttura ideale per chi vuole rilassarsi stando a diretto contatto con la natura.



Giuseppe Spinelli Mayer:

nato a Reggio di Calabria, Agronomo, dottore di ricerca in educazione ambientale. Ha conseguito un master in direzione dei parchi nazionali e uno in Olivocoltura mediterranea.

E' stato consulente del Ministero per l'educazione ambientale e ricercatore al CIREA dell'Università di Parma. Ha pubblicato libri sull'ambiente per la Rizzoli e ha scritto per varie testate giornalistiche su argomenti di difesa del territorio e sull'educazione ambientale.

Ha ricevuto per la sua attività a favore del rispetto ambientale il "premio Consiglio dei Ministri" e la "Medaglia d'oro dei calabresi".

Giuseppe saprà sicuramente incantarvi con racconti della storia dei Borboni su cui ha scritto e pubblicato il romanzo storico "Il sigillo di carta" e vi saprà consigliare su come gestire l'orto di casa svelandovi qualche piccolo segreto.


Harriett:

Harriett vi accoglierà e si occuperà di riempire il vostro bagaglio di benessere, esperienze e ricordi indelebili di questa seducente terra.

Justin, Maggie, Mimpi e Susy:

saranno felici di conoscere i vostri amici a 4 zampe


L'azienda agricola in cui si trova l'agriturismo si chiama "Le Tre Querce" in onore di alcune grandi e antiche querce risalenti al bosco planiziale che si estendeva in tutta l'area prima dell'arrivo degli Spagnoli nel XVI secolo. A partire dal 1500 le querce furono abbattute per dare spazio a impianti di vitigni prima e oliveto successivamente.

Attualmente l'azienda è composta prevalentemente da oliveti di cultivar Ottobratica e Sinopolese, per complessive 1400 piante.

Un agrumeto di qualche centinaio di piante di arance e limoni, un frutteto e un orto completano l'area coltivata.

Siamo un'azienda certificata in biologico dal 1998 e la nostra filosofia è di rispettare al 100% la natura e la terra non usando nessun pesticida o altro prodotto chimico per concimare, sacrificando la quantità per ottenere una produzione più ridotta con un eccellente standard di qualità e genuinità.

Una pari attenzione alla qualità e sostenibilità della produzione la poniamo quando scegliamo alcuni prodotti da piccole aziende del territorio locale.



Foto
agribusiness Prelibatezze Campane

Prelibatezze Campane nasce da un esperienza che si tramanda da Generazioni, da quando Carminuccio Nicolò vendeva esclusivamente mozzarelle nella sua bottega, ma con il tempo le esigenze sono cambiate e la famiglia ha trasformato quella ricetta imprenditoriale in Enogastronomia e Tabaccheria, oggi Prelibatezze Campane è qualcosa di molto di più di tutto ciò, diventa un punto di riferimento per il buon gusto della tradizione Campana.



Infatti oltre ad essere: Salumeria, Caseificio, Panificio e Pizza, Pasticceria, Cioccolateria, Confetteria, Enoteca e Birre, Tabaccheria, Giornalaio, Articoli da Regalo è innanzitutto un posto dove puoi perderti nei sapori e nella bontà.
Vienici a trovare!

Foto
Food & Wine Kazzen

Benvenuti

Sopra ogni cosa amore per la natura e per l'isola di Pantelleria. Il rispetto assoluto delle tradizioni locali, la selezione delle materie prime,il continuo monitoraggio della qualità del prodotto. Ogni vaso contiene racchiude la storia di una famiglia e di una passione, la saggezza dei contadini e lo spirito innovativo delle nuove generazioni. (Alessandro D'Ancona)

Foto
agribusiness Unifruit Srl

Coltiviamo il tuo benessere

Foto
farms Azienda Agricola Costagliola
L'Azienda Agricola Costagliola, a completa conduzione familiare, si trova a Monte di Procida: frutta e ortaggi di stagione coltivati come natura comanda.
Foto
roasting plants Torrefazione Mokadoro 1949 - 2019

La torrefazione Mokadoro è una realtà artigianale presente sul mercato dal 1949, con la sua elevata qualità di miscele ed un servizio altamente collaborativo con i suoi clienti.


Tostiamo il caffè ancora con metodo artigianale e misceliamo secondo proporzioni tramandate e affinate in più di 70 anni di attività.


Potrai gustare il nostro caffè direttamente nel punto vendita di Torino, in Corso Vercelli 114/A oppure ordinarlo e gustarlo comodamente a casa tua.


3 buoni motivi per scegliere caffè Mokadoro

1. Perché è un marchio registrato dal 1949 con 60 anni di esperienza nella scelta del miglior caffè crudo, nella preparazione delle miscele e nell’accuratezza artigianale della tostatura. Francesco impiega circa 40 minuti per far raggiungere al suo caffè il punto giusto di tostatura permettendo la più completa separazione nel chicco degli olii essenziali mentre la tostatura di tipo industriale avviene in tempi molto brevi.

2. Per l’alta qualità del caffè Mokadoro, garantita dall’acquisto del prodotto migliore e dalla particolare cura nella tostatura, si accompagna a costi il più possibile contenuti rispetto alla qualità.

3. Perché è una storia che continua. E le storie fanno bene. 50 anni fa ha iniziato la mitica Renata. Adesso Francesco vuole continuare questa storia. Le strade, le case, le persone sono tanto cambiate da allora. Francesco desidera che la cura ed il significato di un lavoro possano invece continuare. Ecco il motivo! Credere che questa storia non rimanga solo “una storia” ma una realtà per proseguire la produzione di un ottimo caffè e per conservare antichi valori.

Foto
agribusiness Liquorificio Artigianale Belmonte Srl Il Liquorificio Belmonte produce liquori di ottima qualità, sapientemente lavorati come vuole la tradizione più genuina!
Foto
agribusiness Oleificio Oro Del Sele Di Gonnella Il nostro oro!
Foto
farms Antichi Sapori Di Collina Produzione di Salumi tipici Calabresi dagli allevamenti dei nostri suini.








Salsicce, Soppressate.
Foto
agribusiness Bella Mia

“Bella mia”  nasce con l'idea di valorizzare la tradizione culinaria italiana... e far rivivere al cliente l'emozione di un ricordo...


Attraverso la collaborazione dei nonni abbiamo appreso i segreti del mangiare sano e salutare, tanto da creare il nostro libro di ricette segreto.


L'idea è quella di rivivere la cucina del dopoguerra fatta di elementi essenziali ed elementari che con la grande distribuzione sono andati perduti.


Ricordi che meritano di essere rivissuti per dare il giusto tributo ad un grande popolo come quello italiano che ha saputo trasformare, grazie al suo ingegno, il semplice in originale... il tradizionale in innovativo... il genuino in Made in Italy.


CAPONATA: La caponata è un mix di verdure in agrodolce. Cavallo di battaglia dell’azienda è ideale come contorno o antipasto per i fan della cucina mediterranea. Sin dal XVIII secolo costituiva un piatto unico, accompagnata dal pane. L’ etimologia della parola risale da "capone", nome con il quale in alcune zone della Sicilia viene chiamata la lampuga, un pesce dalla carne pregiata ma piuttosto asciutta che veniva servito nelle tavole dell'aristocrazia condito con la salsa agrodolce tipica della caponata. Il popolo, non potendo permettersi il costoso pesce, lo sostituì con le economiche melanzane. Ed è questa la ricetta giunta fino a noi. La cucina siciliana affonda le proprie radici nella tradizione povera, basata soprattutto su alcuni ingredienti tipici come melanzane, pomodori, peperoni e basilico, che sono protagonisti indiscussi della caponata.


PATE’ DI CAPPERI: Il patè di capperi è una crema che viene preparata principalmente con capperi e basilico, alla quale si possono aggiungere acciughe, mandorle e pomodori secchi. Può essere usato per insaporire delle bruschette oppure per condire un buon piatto di pasta.


PESTO DI RUCOLA: Realizzato con materie prime di qualità, il pesto di Rucola è realizzato attraverso un procedimento che rispecchia esattamente la ricetta di una volta con l’utilizzo di attrezzi tipici del dopoguerra come il mortaio.
Ideale per il condimento di pasta, bruschette, risotti ecc. l’aggiunta di ingredienti come capuliato e granella di pistacchio contribuiscono a dare un tocco di sicilianità e originalità a questa conserva già di per se squisita.


CONFETTURA DI CILIEGINO: Realizzata con prodotti esclusivamente di qualità come il pomodorino di Pachino, questa confettura si sposa perfettamente con formaggi stagionati come il parmigiano o il grana padano, ma anche l’asiago. Ideale per aperitivo, risulta dolce e delicata in modo da soddisfare anche i palati più esigenti.


Foto
dairies Caseificio Dea Luna - Mozzarella Di Latte Di Bufala

La mozzarella di latte di bufala di Paestum “Dea Luna”, nasce dal nostro desiderio di offrire, al consumatore, un prodotto artigianale che, sebbene il contestuale utilizzo di tecniche antiche e moderne, conservi ancora il profumo ed il sapore di una volta.  


Dea Luna è ottenuta solo con l’utilizzo di latte fresco ed intero di bufala di razza mediterranea italiana ricavato mediante moderni macchinari per la mungitura ed antichi metodi e prodotti per l’alimentazione delle bufale.


Essa è prodotta e confezionata manualmente mediante un processo di acidificazione del latte a temperatura ambiente ottenuta mediante l’aggiunta di caglio di vitello. Tale processo porta il composto alla coagulazione  in circa trenta minuti ad una temperatura di 34- 36° C. La cagliata viene poi “rotta” fino ad ottenere dei granuli della grandezza di una noce. Questi vengono portati ad una successiva maturazione lasciandoli  nel siero per diverse ore per poi essere tagliati in fette sottili o macinati e messi a spurgare e a maturare per altri 30 minuti per poi passare alla filatura. Quest’ultimo procedimento è molto delicato perché le fette (od il macinato) vengono poste in un recipiente di legno e fatte fondere mediante l’aggiunta di acqua bollente. A questo punto la pasta fusa viene sollevata e tirata fino ad ottenere un impasto omogeneo e lucido dalla consistenza filiforme. Il casaro poi dà le forme più diverse che possono essere i bocconcini, le ciliegine, i nodini o le trecce. Dopo la realizzazione della forma si versano questi prodotti in acqua per pochi minuti, prima di trasferirli in apposite vasche per la salatura.


Come tutte le belle e buone cose fatte a mano, bisogna sapere come mangiarle e soprattutto come conservarle.


Dea Luna, nasce nella Piana di Paestum e, secondo la nostra tradizione casearia, la salatura della mozzarella avviene per osmosi per cui, per darle un gusto maggiormente salato, si consiglia di mangiarla dopo alcune ore dalla produzione, facendo attenzione al fatto che più è grande il formato e più tempo deve stabulare nella sua salamoia.  Infine, per apprezzare maggiormente il profumo e le caratteristiche organolettiche della nostra mozzarella, essa va consumata ad una temperatura intorno ai 16 gradi, riscaldandola o raffreddandola, mediante immersione della stessa, nella sua confezione, in una vaschetta colma d’acqua, calda o fredda, a seconda della stagione.


PERCHE’ DEA LUNA

Il termine Noctiluna (o Noctiluca) proviene probabilmente da “lux in nocte”, significa infatti “luce nella notte” e viene riferito alla luna. Gli antichi romani usavano questo termine per indicare i festeggiamenti in onore della Dea Luna, il 24 agosto.   La Dea Luna (chiamata anche “Luna Noctiluca”) viene rappresentata, come Selene, con una fiaccola in mano.   Essa era una divinità molto antica, era infatti già venerata dai Sabini e dagli Etruschi.  Ma è con i Romani, però, che vide il suo massimo splendore e le furono dedicati tre templi: uno sul Palatino, uno sul Campidoglio e un altro sull’Aventino (fondato da Servio Tullio). Durante i festeggiamenti, in cui si celebrava la femminilità, si chiedeva  fertilità e abbondanza per cui, questi santuari, erano illuminati con centinaia di torce e candele per tutta la notte.


La leggenda vuole che i romani, al fine di propiziare il raccolto, nelle notti di plenilunio, erano soliti spargere del latte di bufala, sui campi, in favore della Dea Luna.

Foto
Food & Wine Papa Tartufi
Foto
agribusiness Spezie&Co di Emanuela Venditti

La nostra passione

Spezie & Co è un vero e proprio viaggio alla riscoperta dei sapori della terra e delle proprietà benefiche di questi prodotti naturali.

Foto
agribusiness Acetaia Ferretti Corradini

Produzione e vendita di ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI REGGIO EMILIA DOP

  • ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP
  • CONDIMENTI BALSAMICI


La nostra storia

Era il 1918 quando, secondo una consolidata tradizione familiare, Luigi Ferretti riceve in dono dal padre una piccola botticella di aceto balsamico datato 1890.

Luigi ha già alle spalle una vita piena e ricca di esperienze, in quegli anni era appena rientrato dall’Argentina dove si era trasferito con la famiglia circa 20 anni prima. In quello che allora era considerato il “nuovo mondo” e precisamente a Bahìa Blanca aveva aperto e gestito una piccola enoteca con osteria insieme alla moglie. In quel periodo nacquero i loro 3 figli, ma la nostalgia della terra reggiana obbligo il ritorno in Italia in centro storico a Reggio Emilia nelle adiacenze di Piazza Fontanesi. Nella soffitta di quella tipica abitazione del capoluogo emiliano si insedia il “barile centenario” al quale col tempo se ne aggiungono altri, dando origine all’acetaia di famiglia. Luigi nel tempo intraprende l’attività di mediatore di vini e prodotti enologici, attività che svolgerà con discreto successo fino agli inizi degli anni ’60.


La tradizione della famiglia Ferretti

Libero, primogenito di Luigi, segue le orme paterne divenendo negli anni un esperto conoscitore ed un fine assaggiatore in campo enologico. Grazie a queste capacità ed alla passione che lo lega al vino, accetterà la proposta di trasferirsi in Puglia a San Pietro Vernotico (Lecce) come direttore della cantina Gallinari, attività svolta nel difficile periodo del secondo conflitto mondiale.
Al termine della guerra nel 1943 torna a Reggio Emilia in una nuova abitazione nei pressi della stazione, ove trasferisce anche le preziose botticelle di famiglia.
Dopo la morte del padre Luigi, Libero continua l’attività paterna in campo enologico accrescendo anche l’acetaia con barili provenienti da famiglie di amici che, non potendo più occuparsene, avevano la certezza di affidarle in mani sicure.
Con gli anni aumenta l’esperienza, conferendo a Libero il ruolo di fidato consulente di tanti possessori del prezioso aceto.
In pochi anni diviene un vero punto di riferimento in ambito cittadino e provinciale ed insieme agli amici Ottavio Iori e Ferdinando Cavalli è uno dei promotori alla nascita del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Reggio Emilia.


I riconoscimenti

Come membro della neonata Confraternita dell’Aceto Balsamico Tradizionale, Libero diviene in breve tempo uno dei migliori assaggiatori ufficiali, apprezzato ed ancora oggi ricordato per le sue doti.
Nel 1984 decide di trasferirsi insieme alle preziose botticelle nella vicina frazione di Bagno a casa della figlia Lucia, dove morirà novantenne nel 1998.
La preziosa eredità di Libero viene raccolta dalla figlia Lucia, che insieme al marito Giuseppe con impegno ed affetto conducono l’acetaia di famiglia. Nei primi anni 2000 in seguito alla ristrutturazione dell’intera azienda agricola, Giuseppe decide di dedicare alle batterie di balsamico l’intero sottotetto in un bellissimo edificio costruito di fronte all’abitazione, creando un ambiente perfetto per il lento invecchiamento del prezioso aceto.


La nostra Mission

“Il mio è un personale ritorno alle origini, provenendo da una famiglia di vignaioli (come mi piace chiamare chi il vino lo produce con amore) sto facendo un piccolo riavvicinamento al mondo dal quale provengo.
Per Valeria è una continuazione della propria famiglia, proseguire la grande eredità del nonno e renderla fruibile da chiunque abbia un interesse o anche solamente una curiosità verso questo prezioso nettare. La nostra promessa è una sola: ora tocca a noi, forse Libero nemmeno immaginava che un giorno il suo amato aceto sarebbe arrivato fino a qui…. E noi non lo deluderemo.
Con impegno cercheremo di migliorarci ogni giorno e di valorizzare al massimo questa preziosa eredità.
Sognando la quarta generazione…”

Valerio Bellini

Foto
restaurants Macelleria Italiana