Questa attività non fa parte del network EccellenzeItaliane
Sei il proprietario? Richiedi l'ID anticontraffazione!
Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
  RISTORANTE MONTE SAN GIULIANO VIA S. ROCCO 7
91016 Erice (TP)

0923869595
Recommend an Excellence Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Report
Foto
restaurants Antica Pizzeria Nonno Bacci Dal 1967

Bacci: un nome una garanzia!!!

Foto
restaurants Lucky You

Il ristorante Lucky you Cannes è un luogo elegante dedicato alle carni di alta qualità ma anche ai frutti di mare, divinamente cucinati dallo chef Riccardo Cuccurullo (Italia / Monaco).

Ti consigliamo anche di assaggiare i salumi direttamente importati dall'Italia!


Venite a scoprire le nostre carni provenienti da tutti gli orizzonti e lasciate viaggiare le vostre papille gustative durante un pranzo o una cena.


Foto
dining L'Artigiano Della Pizza di Matteo Toma

Pizzeria da Asporto/Sfilatineria/Rosticceria/Friggitoria/Impasti Alternativi/Impasto Classico/Pizza Gluten Free/Pizza Dessert



PIZZA SENZA GLUTINE

PIZZA MULTICEREALI

IMPASTO ALGA & ALOE

PIZZA DESSERT


Foto
pizzerias Granforno di Gerardo Pucillo

Panificio, pizzeria, bar, tavola calda


Dal 1977 scegliamo per il nostro panificio i miglior alimenti e li lavoriamo con passione e tradizione. Inoltre nel 2017 abbiamo inaugurato un’ampia sala bar, pizzeria e tavola calda.

Foto
restaurants Enjoy Ristorante-Pizzeria

Ristorante pizzeria Aperitiveria

Il ristorante Enjoy si presenta con una veste rinnovata, che fa dei piatti di terra il suo punto di forza.


Tartare di manzo con tuorlo d’uovo frittoPici al ragù d’anatra tagliata a punta di coltello o un Tonnarello alla gricia e pistacchio di bronte. Avete già l’acquolina in bocca? Il ristorante Enjoy si trova sulla caratteristica via dell’Arazzaria a Bracciano, nel cuore del centro storico. A due passi dal locale (che offre possibilità di cenare all’esterno sulla via o all’interno) il suggestivo Belvedere della Sentinella, che offre una vista mozzafiato sul lago di Bracciano. Enjoy può sorprendere anche chi è in cerca di piatti più tradizionali, come la pizza, un prodotto classico che da Enjoy dà il meglio di sé grazie alla scelta di ingredienti di prima scelta.


Orari di apertura:

lunedì11–00
martedì11–00
mercoledì11–00
giovedì11–00
venerdì11–00
sabato11–00
domenica11–00
Foto
restaurants Ristorante Cerase' Vico Equense

Situato in posizione strategica, a pochi passi dalla Circumvesuviana di Vico Equense il ristorante pizzeria Cerasè è l’unico ristorante panoramico di Vico. All’interno dispone di due sale dove è possibile pranzare o cenare in un’atmosfera davvero piacevole.

Cerasè è predisposto per organizzare cerimonie, banchetti e qualsiasi evento in sale panoramiche.

Foto
restaurants Pizzeria Peppino Millstatt

Zentrale Lage, Seeblick, wetterfester Wintergarten, separater Raum für Seminare oder Feiern, 2 Kegelbahnen. Italienische Küche, Fisch- und Fleischgerichte

Foto
restaurants Polleria Argentina
Un borgo antico, la storia dilaga, un’atmosfera romantica di altri tempi, passeggiate tra casette neoclassiche e liberty, le incantevoli e irreali cascate di fiori dell’Adriana, sei a Riccione Paese; poi all’improvviso un profumo inebriante, ti incuriosisce, ti apre lo stomaco e non puoi fare a meno di seguire la sua scia….
è quella del pollo arrosto, è la Polleria Argentina, sempre lei, sempre li, sempre in FAMIGLIA.

La storia della Polleria Argentina inizia nel 1965, quando la Sig.ra Argentina Vandi, insieme al marito Pasquale, si dedica con amore alla preparazione dei polli arrosto.


Ancora oggi quell’amore scorre nelle mani di chi, dal 1989 ha rilevato l’attività…

Dal 1989 Mario e Elvira inebriano i viali di Riccione paese, con i profumi invitanti della loro specialità: il pollo cotto allo spiedo con l’antica ricetta segreta della Sig.ra Argentina!


Dal gennaio 2016 la nuova sede – curata da Matteo, laureato in interior design – figlio maggiore di Mario e Elvira, ospita la nuova offerta di cibi cotti e pronti per essere degustati dai palati più esigenti. I menù – studiati dalla sorella Marika – giurista per caso e cuoca per passione, hanno portato creatività e ricercatezza nella tradizione culinaria di famiglia.


Elvira, coadiuvata dall’aiuto della nipote Cinzia controlla ancora che tutto sia perfetto, mentre Chiara, con un sorriso vi impacchetta i vostri acquisti.


Da sempre cuciniamo con amore per voi, perché la vostra famiglia è la nostra famiglia!

Foto
restaurants Barolino Restaurant

Il ristorante Barolino Restaurant è una nuova realtà culinaria a Cardito in provincia di Napoli, che mette a disposizione la professionalità dello chef Lino in un ambiente dallo stile curato e di design.


Ogni giorno viene proposto un menù ricco e gustoso. Tra le specialità della casa ci sono i piatti a base di pesce di giornata e quelli a base di carne di primissima scelta, per garantire sempre qualità e freschezza. Da provare le linguine all’aragosta, la grigliata mediterranea e la tagliata all’aceto balsamico.

Fiore all’occhiello del ristorante è l’accoglienza, subito garantita dalla moglie dello chef che fa sentire tutti nel posto giusto per una piacevole serata."

Foto
restaurants Il Castello Di Casapozzano

Abbiamo realizzato il tuo sogno più bello. Trasformalo in realtà.

Tra le bellezze e le sorprese che possono offrire i paesi della Regione Campania, immerso nei colori e nei sapori di un’antichità resistente ai tempi moderni, si erge nello splendore di un borgo medioevale, il secolare Palazzo Ducale Capece-Minutolo, comunemente chiamato, il Castello di Casapozzano.


La storia del Castello

Casapozzano o Casapuzzano è un antichissimo borgo nato a ridosso del castello medioevale.

Il nome deriva dalla particolare caratteristica del luogo: il territorio era ricco di pozzi dai quali la gens atellana attingeva facilmente acqua, poiché la falda acquifera si trovava a non più di 7 metri di profondità.

L'antico termine Putei-anum si evolve in Puctianum e successivamente diventa Casapuctianum (territorio del pozzo).


L'odierna struttura nacque come torre di guardia, in epoca longobarda e si sviluppò nella successiva epoca normanna.

Il primo nucleo del futuro castello fu eretto nel secolo XI dai fratelli Mosca, nell'ambito del sistema difensivo della Baronia, posto a guardia dei possedimenti terrieri.


In epoca Angioina il feudo di Casapuzzano fu di proprietà di Isabella Filangieri della Berlingeria de Sangro e, successivamente, vide avvicendarsi, quali Signori di Casapuzzano, i Capece Minutolo, i Magliulo e la famiglia Bozzuti.

Nel 1378 il sito, ritornato in eredità ai Capece Minutolo, fu restaurato a cura del Cardinale Enrico Capece Minutolo, Arcivescovo di Napoli. La memoria di tale evento è preservata da una lapide marmorea che ne riproduce le fattezze, posta dopo il ponte elevatoio che permette di oltrepassare il fossato.


Alla fine del secolo XVIII, Vincenzo Capece Minutolo, rompendo ogni tradizione, sposò una discendente di un nobile casato irlandese, Alicia Higgins. La giovane sposa modificò l'antico maniero medioevale trasformandolo nell'attuale palazzo, arricchendolo con cornici, stemmi e con i comignoli, tipici dell'architettura inglese del '700.

Alicia Higgins, pur contaminando lo stile del Castello con il gusto artistico della sua terra, non eliminò i segni caratteristici di origine medioevale, quali il fossato e la cinta muraria.


Ferdinando Capece Minutolo, figlio della coppia che ha reso il Castello così come oggi lo ammiriamo, completò definitivamente il complesso nobiliare e, per dare ordine al feudo, urbanizzò l'ambiente circostante.

Il complesso nobiliare è stato acquistato dagli eredi della famiglia Del Balzo, i quali ne divennero proprietari a seguito del matrimonio fra Clotilde Capece Minutolo di Bugnano dei Duchi di Miranda e Giovanni Battista Del Balzo, Duca di Caprigliano.


Di particolare interesse storico è la lapide che tuttora si trova nell'ingresso principale, che ricorda il pedaggio imposto ai passanti in epoca longobarda.

Foto
restaurants Al Petes - Vino e Cibo in Cittavecchia

Cucina tipica triestina e gustose novità in Cittavecchia
Aperto a pranzo e cena
Si organizzano catering, feste di laurea, compleanni, ampia sala per cerimonie


...dal 2012 nella Cittavecchia di Trieste proponiamo ai nostri clienti i piatti della tradizione triestina e delle particolari varianti.
Da febbraio 2017 ci siamo ampliati collegando il Petes alla nostra trattoria Antico Convento creando un ambiente unico con 140 coperti adatto a tutte le esigenze.
D'estate siamo pronti ad accogliervi nella terrazza estiva.
Andrea - Chef Marko - Giulia
Foto
pizzerias Pizzeria La Comida

La pizzeria La Comida si propone di realizzare una pizza legata ai valori della genuinità e della cura dell'impasto a lenta lievitazione. Una lievitazione lunga per garantire fragranza ed alta digeribilità e più di 40 tipi di impasti in grado di cambiare colore e sapore ad ogni singola pizza.

Foto
pizzerias Pizzadivina
Foto
restaurants Pizzeria Fratelli D'Auria
Le nostre origini e la nostra passione

Il maestro Pizzaiolo Luca D’Auria,  gestisce la storica pizzeria Panuozzomania in San Giusto attiva dal 2000 famosa per l’asporto e la consegna a domicilio dell’impareggiabile pizza napoletana e ovviamente dei panuozzi.

Luca D’auria, pomodoro nelle vene e farina sulle mani, in una favola invece che sotto un cavolo, sarebbe stato trovato in un sacco della farina e avvicinando il naso alla sua piccola nuca avremmo sentito profumo di lievito.


D’Auria padre, ristoratore di Castellammare di Stabia in provincia di Napoli, si spostò con la famiglia a Pisa circa trent’anni fa. La pizzeria PanuozzoMania è nata dopo 25 anni di attività del ristorante-pizzeria di famiglia I Gemelli. Perché i D’Auria sono 5 fratelli di cui 2 coppie di gemelli e i 4 sono poi diventati tutti pizzaioli!

Luca è inoltre Tecnico Dimostratore per Grandi Molini Italiani primo produttore italiano di farina di grano tenero per uso domestico, professionale e industriale e tra i principali gruppi molitori in Europa.

 

Luca, ci dici di cosa vai fiero nel tuo locale?

Il prodotto. La mia pizza napoletana è veramente buona, sono i clienti a confermarmelo. E il segreto sono gli ingredienti: mozzarella fior di latte e mozzarella di bufala direttamente da Napoli, olio buono e basilico fresco. Sono Tecnico Dimostratore per Grandi Molini Italiani e mi ritrovo perfettamente nella filosofia che sta dietro alle loro farine. Il mio impasto base è composto con Farina “00” acqua, sale e lievito, rigorosamente poi cotto a legna direttamente sul piano del forno e non in teglia.


Com’è lavorare a Pisa?

Pisa è una bella città con tante opportunità anche se con una forte concorrenza.

Riaprirei qui il mio locale cento volte, (infatti nel 2013 ho aperto Pomodoro e Mozzarella pizza gourmet in collaborazione con mio fratello Giuseppe)ma conto di aprirne altri altrove: il mondo della ristorazione è sempre in fermento ed è importante stare all’erta e non rilassarsi troppo.

 

Che cosa ti ha convinto a entrare nella famiglia Lappetit?

Mi ha convinto l’idea innovativa: un servizio che permetta a noi ristoratori di lavorare bene e di offrire un prodotto e un servizio all’altezza delle aspettative dei nostri clienti. La mia è una clientela storica che ho abituato molto bene in termini di qualità e puntualità, ho famiglie che vengono da noi da 15 anni e tantissimi studenti che accompagno per tutta l’università e anche oltre.


Cosa conta di più nella tua attività la qualità o il prezzo?

È la qualità di ogni singolo ingrediente che ti permette di offrire un prodotto veramente buono. Ed è la qualità che ti porta avanti negli anni e che fa tornare le persone a mangiare la tua pizza, il prezzo viene dopo.

 

Il tuo motto o la frase che dici più spesso a lavoro?

C’è sempre da migliorare, quello che stai facendo lo puoi sempre migliorare. Se lo posso fare io lo possono fare tutti.

 

Più che un motto sembra un mantra…

Sì, come ti dicevo prima, ormai la ristorazione è sempre in evoluzione e non puoi perdere il passo perché chi si ferma è perduto! In generale bisogna essere consapevoli che si può sempre andare oltre il punto in cui siamo adesso e bisogna sempre cercarlo questo oltre, è importante per crescere e per migliorarsi.


Qual è la cosa che ti fa arrabbiare di più sul lavoro?

La poca professionalità e la poca attenzione al cliente. Se io mando via una pizza bucata o bruciata sto mancando di rispetto sia a te che l’hai ordinata sia ai miei collaboratori perché faccio il contrario di quello che pretendo da loro: qualità e cura nel lavoro. Per tornare al mantra di prima: è uno stimolo che do a me stesso prima di tutto perché nella mia pizzeria io devo dare l’esempio.

 

Qual è il tuo piatto forte o quello che ti piace di più? Non devi dire per forza pizza o panuozzo eh…?!

Ahahah! Io mangio la margherita! Saranno anni che non assaggio altre pizze… ma è per il controllo qualità! – ride – Scherzi a parte, quando sono a casa cerco di cucinare sempre cose diverse e non ho un piatto particolare perché in realtà il mio “piatto” è l’impasto.

 

La base, l’origine di tutto insomma…

Sì, esatto. Perché l’impasto è una scienza, ci sono talmente tanti fattori in equilibrio, tanti elementi in un impasto che basta cambiare di poco le temperature per cambiare tutto. Non è solo mescolare ingredienti, ci vuole un concetto alla base. Lo studio, la ricerca delle farine, conoscerle, imparare a capirle. Io uso Grandi Molini Italiani, farina a basso contenuto proteico, e il mio impasto tra lievitazione e maturazione, due processi ben diversi ma appartenenti alla stessa reazione,, riposa dalle 36 e 48 ore. Lo trovo un processo affascinante e bellissimo.


Via Domenico Cavalca, 28
56126 Pisa PI