getCompanyVOById(10072722)
Salumiamo
DEBUG 1

Salumeria

Qualità, gusto, prodotti selezionati e ricercati per soddisfare i palati più esigenti e riportare prodotti tipici della nostra amata terra.




  SALUMIAMO Via Roma 79
72022 Latiano (BR)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
salumifici Salumificio Siri

La gamma dei prodotti del salumificio Siri di Parma

Il Salumificio Siri è sinonimo di qualità, passione e tradizione nel settore della produzione e vendita di insaccati e non-insaccati biologici. Dal 1974, porta avanti una tradizione che fa della genuinità e della qualità il suo tratto distintivo.


I prodotti sono realizzati con l'utilizzo di tecniche artigianali e di materie prime pregiate provenienti esclusivamente da allevamenti italiani. L'obiettivo è di ricercare il sapore autentico e soddisfare anche i palati più esigenti.


L'azienda produce il classico salame di Felino, la coppa di Parma, la culatta con cotenna, il guanciale teso e arrotolato, e il fiocco di prosciutto. La struttura di via Carducci 5, a Felino, è aperta al pubblico per visite guidate durante le quali vedere da vicino come nascono i prodotti.

Foto
salumifici Salumificio Miglietta

Pieralberto Miglietta, a Madonnina di Serralunga di Crea, continuando una tradizione che dura da 5 generazioni, produce nel suo laboratorio salumi tipici del Monferrato e del Piemonte. Siamo sicuramente di fronte ad un’azienda, che in termini di qualità ed eccellenza, ha raggiunto i massimi livelli.


Nel corso degli anni, pur rimanendo legato ad una lavorazione prettamente artigianale, il salumificio si è innovato sviluppando le più moderne tecnologie. Il risultato finale è una gamma di prodotti tipici della massima affidabilità, con alle spalle di tutto una non comune bravura delle maestranze (i salumi sono legati esclusivamente a mano, le celle di stagionature sono rivestite di mattone vivo cosi da trattenere le muffe “nobili”, ecc.).


La grande esperienza e professionalità, congiunta alle particolari caratteristiche del microclima (l salumificio è situato alle pendici del Sacro Monte di Crea, patrimonio dell’Unesco e collina più alta del Monferrato) hanno fatto il resto permettendo al prodotto di ottenere gli antichi sapori di un tempo che fu!



"Buongiorno, vorrei qualche informazione sulla muletta monferrina. Potrebbe aiutarmi?" chiedo gentilmente al telefono. "Guardi, le posso dire senza falsa modestia che io SONO la muletta monferrina!". Capisco subito che non potevo capitare in mani migliori! 


La persona in questione è Pieralberto Miglietta, classe ’49, veterinario mancato a pochi esami dalla Laurea, che mi dà gentilmente appuntamento per una simpatica chiacchierata su uno dei più pregiati tipi di salame crudo della zona del Monferrato e, precisamente, dei comuni di Cellamonte, Sala Monferrato e Serralunga di Crea, famosa ovunque soprattutto per il suo bellissimo santuario.

L’origine del nome "muletta" è alquanto incerta: nonostante l’affinità etimologica, non c’è alcun riferimento al mondo equino, dato che nella preparazione non si sono mai usate né carni, né budella di mulo o asino. Sembra piuttosto che il nome arrivi da Trieste, dove, in dialetto, significa “ragazza”: forse, alcuni soldati delle guerre risorgimentali, di ritorno dal fronte orientale, ebbero un così bella impressione della soppressa veneta e delle “mule”, cioè le ragazze triestine, da volerne trasmettere il ricordo in un nuovo salame di produzione esclusivamente piemontese. La muletta, oggi, consiste per l’80% di carne suina pregiata e di prima scelta come coscia, culatello della lonza, spalla e fesotto di spalla tritata a grana media e di un restante 20% a base di grasso di pancetta; queste due porzioni vengono macinate insieme e condite successivamente con sale, pepe in polvere bianco e nero, noce moscata ed un infuso di aglio e vino, in genere Barbera." "Ora che abbiamo l’impasto – mi racconta Pieralberto – lo si deve insaccare: si usa il budello cieco di maiale, naturale, quindi, e non quello sintetico come per altri tipi di salami. Questo budello è più adatto alle lunghe stagionature e dà al salume una forma irregolare, quasi ovoidale, tozza e dal diametro di circa 10 cm". La muletta è così pronta per essere collocata in una stanza chiamata “asciugamento” per circa una settimana, al termine della quale viene poi trasferita in un altro locale adibito alla stagionatura: qui rimarrà 3-4 mesi, protetta da un microclima ambientale sempre ventilato e fresco, con una temperatura intorno a 12 C° e un tasso di umidità dell’80%. Già dopo alcuni giorni di stagionatura, si può notare la presenza di muffe: si tratta però di muffe nobili, quindi ben gradite, che contribuiscono in parte alla formazione dell’aroma e del sapore della muletta; tali formazioni, tuttavia, vengono parzialmente rimosse ogni 20 giorni circa per permettere la giusta traspirazione del salame". Il Sig Miglietta ci dà dei consigli su come consumare il suo pregiato prodotto: "Essendo un salame a lunga conservazione, è meglio tagliarlo in fette molto sottili circa mezz’ora prima del suo consumo, in modo che possa ossigenarsi ed esaltare così al meglio il suo gusto delicato e leggermente speziato."


Il salumificio del Sig. Miglietta, sorge in Frazione Madonnina di Serralunga di Crea, proprio accanto alla ferrovia che collega Asti con Mortara, una delle più antiche linee d’Italia.

Foto
salumifici Salumificio F.lli Vallone

La bontà dei Salumi Vallone affonda le sue radici nella tradizione montemilonese. L’antica ricetta, tramandata da generazioni, rivive proprio grazie alla competenza e l’esperienza maturate nel corso degli anni. Le carni, provenienti da suini allevati all’aperto e alimentati con prodotti naturali, vengono sminuzzate a “punta di coltello”, come tradizione e insaccate manualmente in budello di suino.


Il sapiente dosaggio delle spezie naturali, il ciclo di lavorazione e la stagionatura naturale effettuata in locali idonei, concorrono alla creazione di un salume ricercato e apprezzato per i cultori del mangiare sano. I nostri prodotti naturali sono privi di qualsiasi conservante chimico, assolutamente genuini, in poche parole, fatti con il cuore. Dopo 7 generazioni ancora oggi troverete in Corso Mario Pagano a Montemilone un salumificio tradizionale con attrezzature moderne, ma con principi che risalgono alla vendita di allora.


Foto
agroalimentare Tomaso Salumi