Honest - Sincere - Simple

I grew up in a large family in Naples, where life revolved around the kitchen table, and now with my own family in Edinburgh we continue this tradition. Locanda de Gusti is a place to relax with friends and family experiencing authentic food made with love and passion.

By importing artisan products from Italy and combining them with the best meat, fish and seafood from Scotland, Locanda de Gusti is able to serve unique and exciting dishes in the tradition of Southern Italy.

Rosario makes the pasta using his own gluten-free recipe.
The desserts are gluten-free too.

Every day, everything is made from scratch.
So there’s always something new to discover each time you visit.

Chef Rosario is passionate about food and grew up in a large family in Naples where life revolved around the kitchen table. He was taught to cook by his mother and aunt who took the young Rosario on their daily trips to the market.

Today Rosario continues these traditions in Edinburgh, serving the authentic Italian food of his childhood, created using the best ingredients available each day

In a small neighbourhood, just a 5-minute walk from Haymarket Station,
you will discover Locanda de Gusti.

Rosario and wife Maria offer genuine Italian hospitality at their warm and welcoming restaurant, reminiscent of the trattorias of Naples. Whether you’re enjoying an intimate dinner for two, lunch with friends or a large family celebration,
Locanda is a place to eat well and relax.



Leggi l'intervista




  LOCANDA DE GUSTI Dalry Road 102
11 Edinburgh Eh
Gran Bretagna
+441313468800
locandadegusti@gmail.com

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 2582 9005

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti I 4 Mori Pizzeria - Street Food

Dedizione passione crederci con tutte le nostre forze i 4 mori sono questo grazie a tutti voi.


Prediligiamo prodotti italiani e biologici, mozzarella di bufala campana D.O.P. Mozzarella, mozzarella fior di latte abruzzesse, salumi D.O.P. e I.G.P. italiani.


Usiamo un pomodoro italiano di ineguagliabile qualità gustarosso. Produciamo pizze con impasti classici a lunga lievitazione da un minimo di 24 ore fino anche a 72 ore.


Produciamo impasti alternativi usando farine varie: farina 100% di grano antico senatore capelli biologico, farina 100%integrale, farina ai 7 cereali. Produciamo pane per i nostri panini imbottiti, pizza al metro.


Prediligiamo prodotti del territorio cercando con minuziosità tra le eccellenze italiane cercando sempre di creare nuove combinazioni e abbinamenti dal gusto straordinario. Abbiamo a disposizione dei clienti alcuni vini D.O.P. come il lambrusco, una serie di bottiglie ad edizione limitata, naturalmente non può mancare la birra prodotta nella nostra terra l'ichnusa in varie versioni.


è possibile avere il servizio d'asporto oppure mangiare in'accogliente sala ed in estate abbiamo a disposizione dei clienti una terrazza all'aperto dove poter mangiare nelle serate estive.

Foto
ristoranti Cascina Lautier

Un'antica dimora padronale, il rustico di una cascina, una terrazza sulle Alpi, la quiete della collina.. Benvenuti a Cascina Lautier...

L'amore per la tradizione e il gusto dell'innovazione, la cantina accuratamente selezionata, il calore dell'accoglienza: questi gli igredienti del nostro ristorante.


Crezione e rispetto di equilibri importanti

Secondo i principi dell'agricoltura naturale e sinergica, coltiviamo frutta e verdura di stagione, prodotti naturali e aromi per offrire i migliori igredienti per i nostri piatti.

Foto
ristoranti Ristorante Pizzeria Pummaro' Pummarò Pizzeria Ristorante garantisce la vera pizza autentica napoletana, le pizze sono rigorosamente cotte in forno a legna, proprio come prescritto dalla tradizione partenopea.
Foto
ristoranti Il Castello Di Casapozzano

Abbiamo realizzato il tuo sogno più bello. Trasformalo in realtà.

Tra le bellezze e le sorprese che possono offrire i paesi della Regione Campania, immerso nei colori e nei sapori di un’antichità resistente ai tempi moderni, si erge nello splendore di un borgo medioevale, il secolare Palazzo Ducale Capece-Minutolo, comunemente chiamato, il Castello di Casapozzano.


La storia del Castello

Casapozzano o Casapuzzano è un antichissimo borgo nato a ridosso del castello medioevale.

Il nome deriva dalla particolare caratteristica del luogo: il territorio era ricco di pozzi dai quali la gens atellana attingeva facilmente acqua, poiché la falda acquifera si trovava a non più di 7 metri di profondità.

L'antico termine Putei-anum si evolve in Puctianum e successivamente diventa Casapuctianum (territorio del pozzo).


L'odierna struttura nacque come torre di guardia, in epoca longobarda e si sviluppò nella successiva epoca normanna.

Il primo nucleo del futuro castello fu eretto nel secolo XI dai fratelli Mosca, nell'ambito del sistema difensivo della Baronia, posto a guardia dei possedimenti terrieri.


In epoca Angioina il feudo di Casapuzzano fu di proprietà di Isabella Filangieri della Berlingeria de Sangro e, successivamente, vide avvicendarsi, quali Signori di Casapuzzano, i Capece Minutolo, i Magliulo e la famiglia Bozzuti.

Nel 1378 il sito, ritornato in eredità ai Capece Minutolo, fu restaurato a cura del Cardinale Enrico Capece Minutolo, Arcivescovo di Napoli. La memoria di tale evento è preservata da una lapide marmorea che ne riproduce le fattezze, posta dopo il ponte elevatoio che permette di oltrepassare il fossato.


Alla fine del secolo XVIII, Vincenzo Capece Minutolo, rompendo ogni tradizione, sposò una discendente di un nobile casato irlandese, Alicia Higgins. La giovane sposa modificò l'antico maniero medioevale trasformandolo nell'attuale palazzo, arricchendolo con cornici, stemmi e con i comignoli, tipici dell'architettura inglese del '700.

Alicia Higgins, pur contaminando lo stile del Castello con il gusto artistico della sua terra, non eliminò i segni caratteristici di origine medioevale, quali il fossato e la cinta muraria.


Ferdinando Capece Minutolo, figlio della coppia che ha reso il Castello così come oggi lo ammiriamo, completò definitivamente il complesso nobiliare e, per dare ordine al feudo, urbanizzò l'ambiente circostante.

Il complesso nobiliare è stato acquistato dagli eredi della famiglia Del Balzo, i quali ne divennero proprietari a seguito del matrimonio fra Clotilde Capece Minutolo di Bugnano dei Duchi di Miranda e Giovanni Battista Del Balzo, Duca di Caprigliano.


Di particolare interesse storico è la lapide che tuttora si trova nell'ingresso principale, che ricorda il pedaggio imposto ai passanti in epoca longobarda.