Pizzeria d'asporto "Il Monello"


Le nostre pizze sono il risultato di una scelta accurata per poter soddisfare i vostri palati.


Tutti gli ingredienti che utilizziamo per creare le nostre specialità sono attentamente selezionati dai titolari.


L'amore per il nostro lavoro e la cura dei dettagli ci aiuta a dare ai nostri clienti delle prelibatezze che restano nel cuore per la loro bontà, fragranza e sapore.




  IL MONELLO UNA BOTTEGA SPECIALE DI DOMENICO TRIDICO Piazza Grigoris Lambrakis 1/Q
40139 Bologna (BO)
italia
0510973915
tridicounibo@libero.it

ID ANTICONTRAFFAZIONE
N. 11664

Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
ristoranti Ristorante Pizzeria Lei

Probieren Sie unsere traditionellen Holzofen-Pizzen und lassen Sie sich von unserem klassischen Ambiente verzaubern. Mit unserem Team von Pizzabäckern und italienischen Kellnern stehen wir Ihnen ganz und gar zur Verfügung – damit Sie bei uns einen perfekten Aufenthalt verleben.


Ob ein elegantes Abendessen zu zweit, ein gemütlicher Lunch mit Freunden oder eine große Feier im Kreis der Familie: Bei uns finden Sie für jeden Anlass die richtige Umgebung.

Foto
pizzerie Pizzeria Santa Colomba Da Saverio

Ogni papà è sempre il primo idolo di suo figlio, è così anche per Alessio Cecere, pizzaiolo di 26 anni nato e cresciuto a Benevento.


Il papà di Alessio che si chiama Saverio, di mestiere fa il pizzaiolo e Alessio passa ogni pomeriggio nella pizzeria d'asporto di famiglia, denominata " Santa Colomba da Saverio", ad ammirare il padre che trasforma degli ingredienti così semplici come l'acqua e la farina nel suo piatto preferito, lo osserva in ogni suo movimento cercando di capire le varie fasi di preparazione della pizza.


E'in quei momenti che nasce la passione di Alessio per questo mondo, passione che non lo abbandonerà più.

Già da adolescente Alessio decide che il suo futuro sarà in pizzeria, seguendo con orgoglio le orme di suo padre, così una volta conseguito il diploma presso l'istituto Alberti di Benevento decide di affinacare il padre in pizzeria.


Le nozioni di base Alessio già le conosce, le ha apprese dal padre nei lunghi pomeriggi in pizzeria, quello che gli manca è l'esperienza e quella viene solo con il tempo e tanta pratica.


Inizia così il percorso di Alessio da pizzaiolo, ogni giorno acquisisce maggiore destrezza nel gestire le varie fasi di preparazione della pizza, finchè diventa abbastanza esperto da poter essere autonomo.

E' in questa fase che Alessio inizia a porsi nuove domande, accorgendosi che il metodo tradizionalista del padre poteva essere migliorato, decide quindi di seguire dei nuovi corsi di formazione professionali, si iscrive ad un corso presso il "Molino Pizzuti" in provincia di Salerno, qui capisce che il mondo della pizza è molto più ampio di quanto s'aspettasse, decide quindi di seguire un altro corso, questa volta da istruttore presso i "Grandi Molini Italiani", corso tenuto dal maestro Luigi Ricchezza, grazie al quale Alessio ampia le sue conoscenze e la sua visione sul mondo della pizza, comprende i vari processi microbiologici che avvengono durante le fasi di preparazione della pizza e riesce a conseguire il Master da istruttore.


I corsi di formazione frequentati da Alessio riescono a cambiare il suo pensiero sulla pizza, rendendolo più innovativo, cosa che lo porta ad avere delle piccole divergenze con il padre, sempre attaccato alla tradizione.

Questo però non incide minimamente  sul rapporto tra i due, suo padre resta per Alessio la colonna portante della famiglia e della pizzeria, l'esempio da seguire, quando capita una divergenza i due trovano sempre un punto d'incontro, in fondo hanno un obiettivo in comune, quello di offrire al cliente una pizza di prima qualità.


I due pizzaioli preparano l'impasto con un metodo diretto, utilizzando farine con un indice di capacità panificabile medio/basso, quindi con poco glutine, idratano l'impasto oltre al 60 %, il tempo di lievitazione è di 24 ore, la cottura avviene nel forno a legna ad una temperatura di 380/420 gradi.

Una delle pizze più apprezzate dai clienti di Alessio è la "Castelpoto" con salsiccia secca di Castelpoto e mozzarella di bufala campana DOP, un altra molto richiesta è la pizza fritta con all'uscita mortadella, stracciatella pugliese, crema di pistacchio e granella di pistacchio di Bronte.


Alessio lavora duramente ogni giorno per cercare di migliorarsi e realizzare il suo sogno di aprire una pizzeria più grande con tavoli a sedere, per poter offrire ai suoi clienti la possibilità di assaporare le sue creazioni appena sfornate, naturalmente sogna di farlo sempre al fianco di suo padre e continuare così la tradizione della famiglia Cecere.

Foto
pizzerie Pizzeria Levante

Pizzeria Levante vi offre la vera pizza, con un impasto a lunga maturazione ad alta digeribilità, e ingredienti sempre freschi cotta con forno a legna.

Foto
pizzerie La Nuova Serenissima
LA NUOVA SERENISSIMA specialità di pizza al taglio.

Dal 1985  il pizzaiolo romano Michele Cortelletti, delizia i suoi clienti con la solita croccante e leggera pizza. Da oltre 30 anni infatti mantiene la tradizionale ricetta romana. L'impasto dopo  lunga lievitazione e steso a mano al momento, viene condito con ingredienti genuini e di qualità scelti con pignola selezione.

Dalle farine di grano romagnole macinato da un mulino locale. La mozzarella lavorata sul territorio con latte di allevamenti locali. 

Ogni ingrediente insomma è scelto con scrupolosa attenzione. A San Marino si può di certo dire che La Nuova Serenissima è ormai un istituzione.

Ottima alternativa per pause pranzo, feste rinfreschi aperitivi  e cene.

Non solo pizza alla Nuova Serenissima.
Essendo in terra di Romagna non possono mancare i cascioni preparati tradizionalmente dal l'azdora cesenate Silvia.
Possibilità di consumazione sul posto o da asporto.