getCompanyVOById(10073996)
Azienda Agricola Miccio
DEBUG 1

La famiglia Miccio, da oltre 50 anni, coltiva FRUTTA E VERDURA nel pieno rispetto della natura e dei suoi ritmi stagionali.

Tutti i prodotti dell'Azienda Agricola Miccio provengono solo da AGRICOLTURA SOSTENIBILE, senza uso di pesticidi.




  AZIENDA AGRICOLA MICCIO Contrada Svarchi 20
63824 Altidona (FM)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
aziende agricole Vanifarm Azienda Agricola
Produzione propria e vendita diretta di latte,formaggio,yogurt,burro,ricotta,latticini e prodotti tipici.
Distributore di latte automatico attivo 24 ore su 24
Spaccio vendita diretta
Alpeggio Val di Lei

Vieni a trovarci !!
Ti aspettiamo
Foto
aziende agricole Cascina Lanfranco Azienda Agr. Lanfranco Jessica

Azienda Agricola Lanfranco:


Dai nonni ai nipoti,passando dai genitori, la nostra azienda conta sulla passione che noi Lanfranco ci mettiamo nel produrre prodotti ortofrutticoli.


ANCHE NOI MANGIAMO QUELLO CHE PRODUCIAMO!

Foto
aziende agricole Azienda Agricola Vallese

Questa azienda agricola è ricca di storia. Anche perché si tramanda ormai di generazione in generazione da qualche secolo, con dati certi arriviamo al 1840 e a condurre questa azienda dopo generazioni sono stati i miei nonni Alfonso e Elvira e molta di questa passione per il mondo agricolo probabilmente la devo a loro.

   

Vivevano di un agricoltura molto più povera, meno tecnologica ma sicuramente più sana e con uno stile di vita più sereno.  Si lavorava la terra con aratri attaccati a 2 o 4 buoi che instancabilmente continuavano a tirare per tutto il giorno, per trebbiare il grano c’era molta più mano d’opera, e quando si finiva il proprio campo si andava da quello del vicino e così via. Si chiamava “scambio aiuto” si falciava tutto a mano con delle falci sotto un sole ardente, si mangiava fino a 5 volte al giorno (anche perché si lavorava fino a più di 15 ore al giorno) il più delle volte direttamente nei campi. A tutto pensavano le donne che in enormi ceste sulla testa portavano il pranzo e quant’altro. C’era un solo bicchiere col quale bevevano tutti. Anche il mais si raccoglieva a mano e poi la sera tutti insieme lo sgranocchiavano. Le piante invece venivano tagliate e raccolte in fascine che poi, una volta seccate, venivano usate per riscaldarsi e per cucinare. Apparentemente sembra assurdo e impossibile ma era la realtà ed era normale ed era più sano ed era più sereno ed era più pulito e soprattutto erano tutti più felici. L’espressione che più ho sentito in questi miei 40 anni di vita in questo mondo agricolo è stata: era una festa.


Però dopo l’avvento della tecnologia in agricoltura, tutto è cambiato. Al posto dei buoi per arare la terra adesso ci sono dei potenti trattori, le nuove mietitrebbie con un solo giorno fanno il lavoro che prima avrebbero fatto 20 persone per un mese. Lo scambio aiuto si è trasformato in assunzioni, contributi, TFR  ecc. La parola d’ordine è diventata CORRERE, essere sempre più veloci e produttivi a discapito della condivisione dello stare insieme, della salute e della serenità. Basti pensare che con soli 2 ettari di terra, i miei nonni si potevano considerare ricchi in tutti i sensi. Oggi per poter portare a casa uno stipendio decente, proporzionato al sacrificio, un imprenditore agricolo deve coltivare almeno 100 ettari di terra. I margini di guadagno sono talmente bassi che si è costretti a fare solo tanta quantità di prodotto ortofrutticolo. Purtroppo però per poter fare una grande produzione si è costretti a ricorrere a trattamenti preventivi sulle colture con fitofarmaci, fitosanitari (fungicidi, insetticidi, diserbanti ecc). In molti casi ahimè, tutto questo non basta perché a dettare il prezzo finale di un prodotto agricolo non è l’agricoltore ma bensì il mercato. Un mercato influenzato da 1000 problemi come ad esempio la sovrapproduzione, l’importazione dei prodotti agricoli da altri paesi, la concorrenza sleale degli stessi, l’andamento climatico e così via arrivando cosi, il più delle volte a fine stagione a non coprire nemmeno i costi di produzione.

In sintesi la modernità in agricoltura ha portato meno sacrificio fisico ma ha reso schiavi i suoi agricoltori, schiavi di un sistema che ti toglie tutto ciò che di bello c’è in questo mondo. Meno reddito, più stress, maggiore inquinamento, più veleno sulle nostre tavole e quindi meno salute, e allora dopo gli ultimi 20 anni passati a rincorrere un progresso sempre più deludente ci siamo accorti che la strada per il futuro era una sola: TORNARE INDIETRO.


Nasce cosi una nuova idea di azienda agricola che da oltre 100 ettari di terreno passa a 25 ettari, che al posto della chimica preferisce la natura, che decide di commercializzare i propri prodotti in un punto vendita aziendale, determinando un prezzo che dia più dignità all’agricoltore ma, allo stesso tempo per effetto della VENDITA DIRETTA, anche molto più vantaggioso per il consumatore finale. Frutta e verdura di stagione della nostra azienda agricola, sempre fresca, raccolta più volte al giorno e coltivata in un territorio unico con un microclima fantastico lambiti dal mare e protetti dalla montagna. Il tutto rigorosamente a KM0 rispettando la natura e l’ambiente in cui viviamo.


La nostra è sempre stata un azienda a conduzione familiare e lo è anche oggi. Dopo la scomparsa di mio nonno a prendere le redini è stato mio padre Franco, che con il sostegno di una moglie esemplare Giuseppina, a sua volta mi ha passato la gestione di questa azienda che oggi conduco. Con me c’è mia moglie Laura, insegnante, che mi sostiene e mi da forza anche quando la stanchezza prende il sopravvento. A completare la nostra vita e la nostra familia ci sono le nostre 2 bambine, Giorgia e Caterina.
Vallese Mirco


Foto
aziende agricole Azienda Agricola Colangelo Maddalena

L'azienda Agricola di Colangelo Maddalena è stata fondata nel 1998 con lo scopo di offrire sul mercato genuinità dei propri prodotti orticoli direttamente dal produttore al consumatore.

Con il trascorrere degli anni l'azienda ha incrementato la sua produzione sino ad accarezzare il sogno di confezionamento di alcuni prodotti a marchio "Le Degustazioni di Casa Valentino".

Questo nome è stato realizzato pensando ai sapori tipici del paesello associato all'impegno e alla devozione al progetto del marito Vincenzo Valentino.

Oggi, dopo 14 anni " Le Degustazioni di Casa Valentino", grazie alla passione che li ha condotti alla qualità del prodotto, vuole condurre il cliente anche alla scoperta e valorizzazione di varietà tipiche Stiglianesi.

Sapienza della terra, passione per il cliente e impegno di chi ogni giorno lavora con dedizione ed entusiasmo i campi, sono alle origini de “Le Degustazioni di casa Valentino”, attività nata nel 2012, grazie alla brillante intuizione dell’ azienda agricola Colangelo Maddalena, che opera nel rispetto di importanti valori quali, massima attenzione per la natura e i suoi ritmi, esperienza e tradizione nella selezione e lavorazione dei prodotti migliori, attenzione costante per la qualità.


La grande innovazione consiste nel trasformare i prodotti genuini provenienti direttamente dagli orti dell’ azienda agricola Colangelo Maddalena, ubicata nelle campagne di Stigliano, piccolo paesino della Provincia di Matera, in graziosi vasetti, mantenendo immutata l’ altissima qualità delle materie prime.


Ad oggi sono state tante le famiglie che hanno scelto i prodotti de “Le Degustazioni di Casa Valentino”, che ne hanno gustato i raffinati sapori, dandone esito positivo per la bontà e la qualità, invogliando l’azienda a creare nuovi prodotti da mettere sul mercato, senza mai dimenticare il naturale tocco della tradizione Stiglianese.