getCompanyVOById(10067266)
Azienda Agricola Biologica Il Grillo
DEBUG 1

La nostra storia

L’ Azienda Agricola e l’ Agriturismo “Il Grillo” è una giovane azienda nata un po’ per gioco e un po’ per far scoprire una parte della Garfagnana che a molti risulta scomoda ed ostile. Stagionalità e materie prime reperite a pochissima distanza, spesso reperite nell’orto di famiglia, sono state le prime idee che abbiamo voluto sviluppare e che hanno portato a creare “La Bottega del Grillo” , annessa al locale, dove potete trovare le vere materie prima di essere elaborate ed i profumi di una volta. Quei profumi ormai dimenticati che la natura ci ha sempre regalato e che Noi abbiamo intenzione di farVi riscoprire.


La decisione di fare ristorazione da queste parti non è stata facile, in quanto è nostra intenzione rimanere legati alla tradizione della terra ed inoltre portare qualcosa di nuovo in questi luoghi per lasciarVi ogni volta una serpresa sempre diversa.


La strada per arrivare da Noi è un po’ tortuosa, ma sia il paesaggio incontaminato di enorme bellezza, sia la meta vi ripagheranno della fatica. Sapori e profumi sono sempre nuovi in base alla stagione, all’ estro e d alla competenza del Patron di casa, Con una sola promessa semplice ma vincente:
valorizzare il piatto da Voi scelto utilizzando prodotti semplici in accostamenti rustici che Vi lascerà un piacevolissimo ricordo.


La cantina è sempre strettamente legata al territorio che ci ospita con etichette della zona e della Regione Toscana. Come cornice a tutto questo potrete assaporarre la serenità dell’ ambiente ed il pizzico di allegria che renderà la Vostra permanenza una gradevole sosta. Vi ricordiamo inoltre che durante l’ anno si tengono eventi, cene a tema e corsi di degustazione.


Nel ringraziarVi per averci scelto, Vi auguriamo una buona permanenza presso
l’ AGRITURISMO IL GRILLO




  Azienda Agricola Biologica Il Grillo Via Tenente Silvio Iorio 2
55030 Giuncugnano (LU)
italia


Certifica la tua azienda. Richiedi ID anticontraffazione Certifica che la tua Azienda è in possesso dei requisiti richiesti per l’inserimento in Eccellenze Italiane e richiedere l’erogazione di un ID Anticontraffazione, che sarà impresso sul certificato e sulla vetrofania che provvederemo a consegnarti e potrai poi esporre al pubblico.
RICHIEDI ID
Segnala un’eccellenza Se conosci un’attività che reputi eccellente, puoi segnalarcela e fare in modo che ottenga il giusto riconoscimento
Segnala
Foto
aziende agricole Il Vigneto D'Oro di Ciriacono Loris
Il Vigneto d' Oro" di Ciriacono Loris nasce nel 2016, ma la sua storia ha delle origini e delle radici molto più lontane.
Tutto ebbe inizio dalla passione del nonno per la campagna...passione che tramanda a uno dei figli, Giuseppe Ciriacono, che fu tra i primi, nel 1980, a sperimentare l'uva sotto serra, con lo scopo di anticipare la maturazione e la commercializzazione dell'uva da tavola siciliana.

Da lì in poi l'esordio e il continuo progredire,grazie anche al valido aiuto dei due figli che crescendo si fanno, anche loro, coinvolgere da questa passione.
Il loro cavallo di battaglia è sicuramente la produzione di uva da tavola sotto serra di diverse varietà, tra cui uva senza semi, uva bianca, uva rossa e uva nera.

Come uva bianca trattano la tipologia "Victoria" e "Italia 2" ; come uva rossa la "Red Globe" e "Red Victoria", mentre come uva nera la "Black Magic".
Ma oltre a questa produzione di cui "Il Vigneto d' Oro" è ormai una realtà ben affermata, i ragazzi si impegnano anche nella produzione di altri prodotti tipici della nostra Sicilia, quali peperoni rossi e gialli ; e melagrane da spremuta, Inconfondibili per la particolarità della buccia di colore rosso intenso, molto succosi, dal gusto leggermente acidulo e ricchi di proprietà benefiche.

"Il Vigneto d' Oro" è un'azienda molto estesa, vanta infatti 25 ettari di terreno ed è in continua evoluzione, sempre pronta a migliorarsi, a crescere e progredire con mezzi di lavoro all'avanguardia e i migliori prodotti finalizzati ad un rendimento qualitativo della produzione.
Del resto, uno dei motti che fa andare dritti verso i loro obiettivi i fratelli Ciriacono, è proprio questo : CHI SI FERMA È PERDUTO... e loro non si fermano MAI!!!
Foto
aziende agricole B.O.ttega Pasta All'Uovo

Siamo un azienda agricola nata da un progetto di Massimo Pasquali, dove tutto viene coltivato come una volta e venduto direttamente al consumatore tramite il nostro punto vendita all’Olgiata la Bottega, dalla frutta antica ricaviamo le confetture , dai pomodori le passate, i pomodorini sott’olio e dalle uova e la nostra farina Abbondanza e Senatori cappelli facciamo la pasta fresca.


Abbiamo deciso di tracciare in modo decisivo tutti i nostri prodotti, e favi vedere tramite 24 telecamere in diretta, come vicino le nostre galline e come lavoriamo la nostra terra.


Su ogni prodotto in vendita in Bottega c’è un codice che permette al consumatore di vedere un video di come abbiamo realizzato e cucinato il prodotto.


A breve inaugureremo due suite , legno e pietra, con spa privata, piscina, bosco attrezzato per fare magnifiche passeggiate e relax per conoscere più da vicino le nostre erbe aromatiche, e la nostra lavanda provenzale il tutto riservato a sole due persone per stanza.


Per qualsiasi info sul nostro punto vendita +39 3756076403

Foto
aziende agricole Azienda Agricola Di Cola

Produzione propria artigianale di Domenico Di Cola & figli

DAL 1940 PORTIAMO QUALITÀ E SAPORE SULLA TAVOLA DEGLI ITALIANI

L’azienda agricola "Di Cola" nasce nel secondo dopoguerra a Pizzoli, paese della provincia de L’Aquila in Abruzzo, nel territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.


Con il passare del tempo e l'ingrandirsi degli allevamenti, cresce anche il bisogno durante l’inverno di scendere a valle, alla ricerca di pascoli non coperti dalle nevi. Inizia, quindi, la transumanza a Roma. All’epoca questa si effettuava a piedi per circa una settimana, ma ora si fa con i mezzi di trasporto per velocizzare gli spostamenti.

Intanto l’azienda passa da padre in figlio fino ad arrivare a noi. Le tradizioni, però, rimangono.


Vengono sostituite le tecniche di lavorazione con macchinari e attrezzature di ultima generazione e all’avanguardia, il tutto per migliorare il ciclo di produzione delle materie prime: formaggi e cereali per l’alimentazione degli animali stessi.


Si sente il bisogno di avere un contatto diretto con il consumatore, cioe' una filiera corta, quindi di offrire i nostri prodotti direttamente al consumatore finale. Abbiamo così aperto i punti vendita con annessi laboratori di trasformazione di formaggi , salumi e carni.


Foto
ristorazione Cantina di Quistello

La Cantina Sociale di Quistello è nata nel 1928. Sono passati dunque 90 anni da quando un gruppo di
viticoltori la costituì.


Ci piace però pensare che la nostra Cantina fonda le sue radici in una storia ben più antica. Una storia fatta tanto di contadini quanto di poeti. Una storia che rimanda a tempi davvero lontani!


La zona di produzione del Lambrusco Mantovano è infatti una zona di antichissime tradizioni viticole e gastronomiche e per trovare le prime tracce di “Labrusca” o “Lambrusca”, come erano inizialmente chiamati i vigneti da cui deriva il nostro vino, è necessario volgere lo sguardo al passato.


A pochi km a sud est di Mantova, ad esempio, sorge un importante abitato etrusco del VI_IV sec a.C: il Parco Archeologico del Forcello. Il Forcello, che si trova nel Comune di Bagnolo San Vito, ha restituito una ricchezza e varietà di reperti davvero eccezionale. E tra questi non sono mancate preziosissime anfore da trasporto per vino.


Questi ritrovamenti supportano la tesi secondo cui il vino locale fu a lungo oggetto di esportazione.
La via marittima adriatica che giungendo dall’Egeo, sfruttava gli scali portuali di Adria e Spina, permetteva infatti di raggiungere in maniera abbastanza agevole la pianura padana, attraverso i percorsi
fluviali.
La “Labrusca” fu conosciuta oltre che dagli Etruschi anche dai Romani. Alcuni precisi riferimenti di scrittori latini nelle loro opere possono essere considerati, in tal senso, dei preziosi documenti, sulla presenza di questo vitigno e su come esso fosse conosciuto anche dalla popolazione Romana.


E’ di quasi 2000 anni fa, ad esempio, la citazione della “Vitis Labrusca” nella quinta Bucolica del poeta mantovano Virgilio che fu, evidentemente, un testimone prezioso e diretto della presenza del vitigno lambrusco nel territorio mantovano!


A tutt’oggi non è possibile risalire con precisione a quando sia stata presa in considerazione la coltivazione della vite Labrusca nel modo in cui viene concepita nei giorni nostri!
Di certo la coltivazione della vite assume un valore fondamentale alla fine del secolo XI con i monaci benedettini nei territori dell’abbazia di Polirone a San Benedetto Po. I monaci stabilivano agli affittuali il pagamento di un tributo annuo (la preménda). L’economista Ugo Ruberti rese noto come i contadini, utilizzassero l’uva dei vigneti del Lambrusco per assicurarsi un vino di alta qualità molto apprezzato dai monaci per il gusto, il profumo ed anche il colore intenso. ( Del resto già Plinio il Vecchio nella Naturalis
Historia scrive “… la vitis vinifera le cui foglie, come quelle della vite Labrusca, diventano di colore
sanguigno prima di cadere…”…)


A Ugo Ruberti, studioso quistellese, esperto d’agricoltura e viticoltura, si deve la scoperta del vigneto autoctono Grappello Ruberti. Testimonianze storiche di questo vitigno sono presenti dai primi del ’900, quando il famoso ampelografo Dal Masso dichiarò in un convegno del 1939 che per moltissimo tempo il Grappello Ruberti era stato l’unico vitigno coltivato in questa zona.
Nel 2013 il ministero dell’Agricoltura ha ufficialmente riconosciuto il Grappello Ruberti come vitigno la cui uva autoctona “è diffusa soprattutto nell’Oltrepò mantovano e in particolare nell’area della Cantina sociale di Quistello”!


Quella che in maniera semplice vi abbiamo raccontato non è che una parte di una storia davvero suggestiva che abbraccia secoli, popolazioni e territori!
E’ la storia di un vino che amiamo e a cui dedichiamo il nostro lavoro con impegno e passione consapevoli del privilegio che abbiamo nel portare avanti questa storia tanto lunga quanto speciale.


Produzione Cantina di Quistello:
Vini Rossi frizzanti: 80 Vendemmie Rosso (Lambrusco IGP di Quistello), 80Vendemmie Rosato (Lambrusco IGP di Quistello), Gran Rosso del Vicariato di Quistello (Lambrusco IGP di Quistello), Lambrusco Mantovano DOP (Lambrusco Mantovano DOP).

Vini Bianchi frizzanti: Gran Bianco di Quistello (IGP bianco Quistello), Dolce del Vicariato di Quistello (IGP bianco Quistello), Bianco Trebbiano ((IGP bianco Quistello).

Spumante Metodo Classico Brut: 1.6 Armonia

Mosti Cotti: Vin Cot, (riduzione di mosto di Grappello Ruberti di Quistello DE.CO. di Quistello).