Ricerca Aziende. Trova la tua Attività Made in Italy d'eccellenza!
COSA:  + DOVE:    |   or...

L’ID Anticontraffazione tutela il tuo lavoro

Eccellenze Italiane tutela il tuo lavoro con la vetrofania anticontraffazioneEsempio di vetrofania – Per vedere il certificato clicca qui

E’ partita la campagna Anticontraffazione di Eccellenze Italiane.
Numerose attività stanno già usufruendo dei vantaggi offerti dall’iniziativa, nata per offrire a chiunque la possibilità di controllare in tempo reale l’effettiva corrispondenza degli ID Anticontraffazione di Eccellenze Italiane.
Questi ID sono rilasciati dal Comitato di Redazione Eccellenze Italiane dopo opportuna verifica della qualità, e vengono esposti dagli Affiliati sia in vetrina (sulla vetrofania riprodotta in alto) che sul certificato di Eccellenza.
Puoi utilizzare tu stesso il RIA (Registro ID Anticontraffazione) presente nella colonna di destra in questa stessa pagina.
Se poi amministri un’Azienda che ha i requisiti di qualità italiana necessari, puoi richiedere qui il tuo ID Anticontraffazione. Per informazioni puoi contattarci in qualsiasi momento all’indirizzo info CHIOCCIOLA eccellenzeitaliane PUNTO com.

Il Gambero rosso presenta i 10 migliori ristoranti di Milano per il 2015.

Gamberorosso

Con l’estate arrivano oltre al caldo arrivano anche le guide del Gambero Rosso su città e dintorni. Oggi particolare Eccellenze Italiane si concentra sulla guida di Milano; sulla stessa linea del magazine Agrodolce anche noi andiamo a concentrarci sulla cucina.

Chef stellati verso Expo 2015.

imgres-1

Domenico della Salandra e Davide Oltolini, il neonato progetto per Expo 2015 e una nuova strategia digital arricchiscono i percorsi di eccellenza della Scuola di Cucina Congusto. Ad affiancare gli chef d’eccezione che compongono il parterre di docenti Congusto due speciali new entries: lo chef del ristorante “Taglio” di Milano Domenico della Salandra e il relatore, famoso critico enogastronomico ed esperto di analisi sensoriale, Davide Oltolini.

Perugia come New Orleans, inizia oggi Umbria Jazz 2014.

umbria_jazz_14

PERUGIA- Inizia oggi il festival più atteso dell’anno, Perugia da stasera illuminata della sua luce migliore dà il via alla serie di concerti che come ogni anno riempiranno le vie e il locali del centro;già si gioisce della meraviglia dei numeri, in particolare quelli delle prevendite.vanno a gonfie vele, infatti, i concerti nei teatri, per i veri cultori del genere, a dispetto della crisi.

Collisioni a Barolo, weekend di musica e buon vino.

logo-collisioni-2014-750x400-620x330

L’appuntamento è per il festival Agrirock Collisioni a Barolo, in provincia di Cuneo. Mettete da parte l’idea dello stadio, del grande palco montato nel nulla. Scarpe comode, quelle sì, servono. Preparate pancia, naso e orecchie e divertitevi: mangiando, bevendo, ascoltando, leggendo.

Il Tartufo: dal Medioevo ai tempi nostri.

imgres-2

Il tartufo è un fungo che vive sottoterra, a forma di tubero, costituito da una massa carnosa detta ‹gleba› e rivestita da una sorta di corteccia chiamata ‹peridio›. Viene classificato in diverse specie: il ‹Magnatum pico› (dal nome volgare di ‹tartufo bianco›) il ‹Melanosporum Vit› (‹tartufo nero›), l’ ‹albidum› (‹bianchetto›), l’ ‹aestivum› (‹scorzone›), il ‹brumale› (‹tartufo invernale›). Il tartufo vive in simbiosi con l’albero tramite le radici ed assorbe dal terreno l’alta percentuale di acqua e sali minerali di cui è composto. Nasce e si sviluppa prevalentemente vicino alle radici del pioppo, del tiglio, della quercia e del salice, sviluppandosi fino a diventare un parassita. Le caratteristiche di colorazione, sapore e profumo dei tartufi vengono determinate dal tipo di alberi presso i quali essi si sviluppano. La forma, invece, dipende dal tipo di terreno: se soffice il tartufo si presenta più liscio, se compatto, diventa nodoso e bitorzoluto per la difficoltà di farsi spazio.

css.php
Tieniti aggiornato, iscriviti alla Newsletter e segnalala ai tuoi amici!
Iscriviti!