L’ID Anticontraffazione tutela il tuo lavoro

Eccellenze Italiane tutela il tuo lavoro con la vetrofania anticontraffazioneEsempio di vetrofania – Per vedere il certificato clicca qui

Oggi più che mai il Made in Italy è protagonista della scena, proprio per questo va tutelato a tutti i costi.
Il Circuito Internazionale di Eccellenze Italiane, grazie al massiccio numero di visite (attualmente quasi 500.000 al mese) provenienti da Google e dai principali motori di ricerca, si conferma come punto di riferimento del mercato per la certificazione e valorizzazione della professionalità per oltre 6000 Attività articolate in un ampio ventaglio di categorie merceologiche: enogastronomia, ricettività turistico-alberghiera, artigianato, fashion, arredamento, tecnologia, servizi e molto altro ancora.
Aderendo alla campagna Anticontraffazione, sempre più realtà imprenditoriali stanno usufruendo dei vantaggi offerti dall’ingresso nel Registro Eccellenze Italiane, a partire dalla notorietà che permette di raggiungere in internet (si vedano questi approfondimenti)  con la possibilità di controllare in tempo reale l’effettiva corrispondenza degli ID Anticontraffazione.
Questi ID sono rilasciati dal Comitato di Redazione Eccellenze Italiane dopo opportuna verifica della qualità, e vengono esposti dagli Affiliati sia in vetrina (sulla vetrofania riprodotta in alto) che sul certificato di Eccellenza.
Puoi utilizzare tu stesso il RIA (Registro ID Anticontraffazione) presente nella colonna di destra in questa stessa pagina.
Se poi amministri un’Azienda che possiede i requisiti di qualità italiana necessari, puoi richiedere qui il tuo ID Anticontraffazione per poterti fregiare del Marchio Registrato di Eccellenze Italiane.
Per informazioni puoi contattarci in qualsiasi momento all’indirizzo info@eccellenzeitaliane.com.

Made in Italy in viaggio… Magica Irlanda, arriviamo!


Dopo il Portogallo, Eccellenze Italiane prende di nuovo il volo e sbarca in Irlanda.
Dal 28 febbraio al 5 marzo i nostri inviati saranno infatti protagonisti nella terra verdeggiante di San Patrizio di un tour di eventi e degustazioni dove daranno prova di se’ le specialita’ enogastronomiche Made in Italy con l’obiettivo di promuovere il saper fare – e il saper essere – dei produttori nostrani.

Export Made in Italy, numeri da record per il 2016


In accordo ai dati diffusi dall’Istat sul commercio estero nell’appena concluso 2016, l’economia del Belpaese segna brillanti riscontri per le esportazioni, che hanno toccato la quota record di 417 miliardi, in crescita dell’1,1 rispetto al 2015. Parallelamente la curva del surplus commerciale registra un nuovo massimo di 51,6 miliardi.
Il Ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda ha così commentato: “Un altro anno record per il Made in Italy che dimostra come l’Italia abbia un tessuto industriale forte e vitale che viene premiato da una crescita della domanda internazionale nei nostri settori di specializzazione“.
Fra i mercati esteri più dinamici si segnalano Giappone (+9,6%), Cina e Repubblica ceca (+6,4% entrambe), Spagna (+6,1%) e Germania (+3,8%). °
L’Istat testimonia il trend importante di crescita delle vendite oltre frontiera di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+6,8%), autoveicoli (+6,3%), mezzi di trasporto e prodotti alimentari, bevande e tabacco (+4,2%).

Save

Maltovivo, nuovi traguardi fanno volare il birrificio beneventano sul palcoscenico irlandese


Alchimia del luppolo: colori ambrati, note agrumate fresche e fragranti, schiume cremose che affiorando alla mente evocano un caleidoscopio di memorie e desideri…
Le emozioni appaganti – non c’e’ dubbio – vanno ben oltre il velo dell’immagine, per quanto ben confezionata possa mostrarsi.
E Maltovivo, l’avventura imprenditoriale condotta nel comparto della birra dal gruppo beneventano Procaccini dal 2006, trasporta l’immaginazione e il cuore in un viaggio dove tutto diventa possibile.

Messico – Gelato Biancolatte, gusto italiano


C’e’ chi della passione per il gelato ne ha fatto un modo di vivere: con la sua gelateria Biancolatte Gianluca Fruci è diventato ambasciatore, in Messico, di questo alimento chiave della cultura italiana.
La storia delle origini del gelato ha radici antiche: nasce gia’ nell’antica Roma per poi essere perfezionato nel XVI secolo alla corte di Caterina De Medici, e infine diventare popolare negli anni Venti del Novecento.
Noi invece abbiamo voluto scoprire la storia di Gianluca.

Per una sintesi della bontà: la Sfogliacampanella


Una questione di famiglia

Se c’e’ una cosa che da sempre il popolo italiano vanta e’ la capacita’ inventiva. Un’inclinazione, un dono culturale che non si esaurisce nel tempo e nel gesto: al contrario, come l’arte attraversa i secoli per mezzo del suo usufrutto.
E come l’arte si spende fra la gente, di generazione in generazione: sia che si tratti di una grande invenzione scientifica, una nuova tecnologia, sia che riguardi il campo prettamente artistico o… alimentare.

“L’italiano vero”: cuore napoletano d’oltralpe

Lasciatemi cantare
Perche’ ne sono fiero
Sono l’italiano
L’italiano vero

Cantava così Toto Cutugno, in quello che e’ diventato il suo brano più celebre e rappresentativo. In alcuni casi, tuttavia, sostituire “cantare” con “cucinare” non sarebbe affatto sbagliato, anzi: il nostro popolo, dopotutto, e’ rinominato in tutto il mondo proprio per i piatti squisiti che prepara. e’ quello che ha pensato Antonio Rega, titolare del ristorante “L’italiano vero” a Lione, vero esempio di ristorazione tradizionale e genuina del Bel Paese.