Asti Spumante DOCG

alt

Disciplinare di produzione – Asti Spumante DOCG – Moscato d’Asti DOCG

D.M. 29/11/1993 – GU 287 del 07/12/1993 con modifiche del D.M. 14/08/1995 – GU 228 del 29/09/1995

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA
DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA “ASTI”

Articolo 1.
(RICONOSCIMENTO DENOMINAZIONE)
1. La Denominazione di Origine Controllata e Garantita “ASTI” è riservata ai vini che rispondono alle condizioni e ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione, in particolare:
a) la denominazione “Asti” senza altra indicazione o accompagnata dalla
specificazione spumante (“Asti” o “Asti spumante”) è riservata alla tipologia di vino spumante.
b) la denominazione “Asti” obbligatoriamente preceduta dalla specificazione Moscato (“Moscato d’Asti” è riservata al vino bianco non spumante.

Articolo 2.
(VITIGNI AMMESSI)
I vini designati con le Denominazioni di cui ai punti precedenti devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti esclusivamente dal vitigno Moscato Bianco.

Articolo 3.
(ZONA RACCOLTA UVE)
La zona di produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita “Asti” è delimitata come segue:
– in provincia di Alessandria:
l’intero territorio dei comuni di Acqui Terme, Alice Bel Colle, Bistagno, Cassine, Grognardo, Ricaldone, Strevi, Terzo e Visone.
– in provincia di Asti:
l’intero territorio dei comuni di Bubbio, Calamandrana, Calosso, Canelli, Cassinasco, Castagnole Lanze, Castel Boglione, Castelletto Molina, Castelnuovo Belbo, Castel Rocchero, Cessole, Coazzolo, Costigliole d’Asti, Fontanile, Incisa Scapaccino, Loazzolo, Maranzana, Mombaruzzo, Monastero Bormida, Montabone, Nizza Monferrato, Quaranti, San Marzano Oliveto, Moasca, Sessame, Vesime, Rocchetta Palafea e San Giorgio Scarampi;
– in provincia di Cuneo:
l’intero territorio dei comuni di Camo, Castiglione Tinella, Cossano Belbo, Mango, Neive, Neviglie, Rocchetta Belbo, Serralunga d’Alba, S. Stefano Belbo, S. Vittoria d’Alba, Treiso, Trezzo Tinella, Castino, Perletto e le frazioni di Como e San Rocco Senodelvio del comune di Alba.

Articolo 4.
(COLTIVAZIONI E RESE)
1. Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita di cui all’art. 2 devono essere quelle tradizionali della zona e comunque atte a conferire alle uve, al mosto ed al vino derivato le specifiche caratteristiche di qualità.
2. Sono pertanto da considerare idonei, ai fini dell’iscrizione all’albo di cui all’art. 10 della legge n. 164/1992, unicamente i vigneti ubicati su dossi collinari soleggiati, preferibilmente calcarei, o calcareo- argillosi, con l’esclusione dei vigneti impiantati su terreni di fondo valle o pianeggianti, leggeri od umidi.
3. I sesti di impianto, le forme di allevamento (in controspalliera) e i sistemi di potatura (corti, lunghi e misti), devono essere quelli generalmente usati, e comunque atti a non modificare le caratteristiche dell’uva, del mosto e del vino.
4. E’ vietata ogni pratica di forzatura.
5. La resa massima di uva per ettaro di vigneto in coltura specializzata per la produzione dei vini della Denominazione di Origine Controllata e Garantita di cui all’art. 1 non deve essere superiore a quintali 100, pari ad un massimo di 75 ettolitri di vino per ettaro.
6. A detto limite, anche in annate eccezionalmente favorevoli, la produzione dovrà essere riportata attraverso un’accurata cernita delle uve, purché quella globale del vigneto non superi del 20% il limite medesimo.
7. I vigneti di nuova iscrizione all’albo od oggetto di reimpianto dovranno essere composti da un numero di ceppi ad ettaro, calcolati sul sesto di impianto, non inferiore a quattro mila.
8. La Regione Piemonte, con proprio decreto, può modificare di anno in anno, prima della vendemmia, il limite massimo di produzione delle uve per ettaro per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita di cui all’art. 1 fissando un limite inferiore a quello stabilito dal presente disciplinare, ai sensi della legge n° 164/1992, dandone comunque comunicazione immediata al Ministero per il Coordinamento delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, al Comitato Nazionale per la tutela e valorizzazione delle denominazioni di origine dei vini ed alle Camere di Commercio competenti per territorio.
9. Le uve devono assicurare, anche attraverso una preventiva cernita, un titolo alcolometrico volumico minimo naturale del 9% per vino “Asti spumante” e del 10% per il “Moscato d’Asti”.
10. Tuttavia nelle annate con condizioni climatiche sfavorevoli saranno considerate idonee anche le uve che assicurino al vino “Moscato d’Asti” un titolo alcolometrico volumico minimo naturale del 9,5%.
La Regione Piemonte è delegata ad accertare la sussistenza per le zone delimitate all’art. 3, delle condizioni di annata climatica sfavorevole e ad autorizzare, entro il 15 settembre di ogni annata considerata tale, quanto disposto dal precedente comma.
12. La Regione Piemonte inoltre, di anno in anno, su richiesta del consorzio volontario di tutela o del consiglio interprofessionale di cui agli articoli 19 e 20 della legge n. 164/1992, può stabilire, prima della vendemmia, il livello di acidità, il profilo ed il contenuto aromatico minimi delle uve.

Articolo 5.
(VINIFICAZIONE E ALTRE NORME SULLA PRODUZIONE ED IMBOTTIGLIAMENTO)
1. Le operazioni di ammostamento delle uve per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita di cui all’art. 1 devono essere effettuate nell’ambito della circoscrizione territoriale delle provincie di Alessandria, Asti e Cuneo.
2. Nella vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche locali, leali e costanti, tra cui in particolare: cernita delle uve quando necessario, eventuale diraspatura dei grappoli e loro normale pressatura, formazione in vasche della cosiddetta coperta e aggiunta al mosto di coagulanti e chiarificanti nelle dosi consuetudinarie e comunque nei limiti previsti dalle leggi, conseguente decantazione del mosto seguita da filtrazioni o centrifugazioni dello stesso, refrigerazioni, anche conseguenti a fermentazioni atte ad ottenere il giusto rapporto fra alcole effettivo e zuccheri residui, sino al momento della presa di spuma per il vino “Asti spumante” e fino al momento dell’imbottigliamento per il “Moscato d’Asti”.
3. La resa massima di uva in vino per la produzione dei vini a denominazione d’origine controllata e garantita di cui all’art. 1 non deve essere superiore a 75%.
4. Eventuali eccedenze non avranno diritto alla denominazione di origine controllata e garantita.
5. L’aumento del titolo alcolometrico volumico minimo naturale del mosto o vino destinato alla produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita“Moscato d’Asti”, deve essere ottenuto esclusivamente mediante aggiunta di mosto concentrato di uve moscato bianco prodotto in Piemonte, o di mosto concentrato rettificato.
6. La partita destinata alla spumantizzazione per la produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita “Asti Spumante” da effettuarsi con il metodo della fermentazione naturale in autoclave o in bottiglia, deve essere ottenuta da mosti aventi le caratteristiche di cui al presente disciplinare.
7. Il processo di lavorazione per la presa di spuma, compreso il periodo di affinamento, non può avere una durata inferiore a mesi uno.
Le operazioni di elaborazione, di presa di spuma e stabilizzazione, nonché le operazioni di imbottigliamento e di confezionamento dei vini d.o.c.g. “Moscato d’Asti” e “Asti spumante” devono essere effettuate nel territorio delle province di Alessandria, Asti, Cuneo e nella frazione Pessione del comune di Chieri in provincia di Torino.
9. E’ in facoltà del Ministro per il coordinamento delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali di consentire che le suddette operazioni di preparazione siano effettuate in stabilimenti situati nel territorio della provincia di Milano o del restante territorio di quella di Torino, a condizione che in detti stabilimenti le ditte interessate producano da almeno 10 anni prima della entrata in vigore del D.P.R. 12 luglio 1963, n.930, “Asti Spumante” e “Moscato d’Asti”.
10. E’ vietata per i vini a D.O.C.G. di cui all’art. 1 la gassificazione artificiale, parziale o totale, e per la loro conservazione è vietata l’aggiunta di qualsiasi antifermentativo anche se tali pratiche sono consentite a titolo generale dalle vigenti norme comunitarie e nazionali.
11. E’ consentito che il vino a denominazione di origine controllata e garantita “Moscato d’Asti”, rivendicato come tale al momento della denuncia annuale di produzione, possa essere destinato entro il 30 giugno successivo alla vendemmia alla elaborazione della denominazione di origine controllata e garantita “Asti spumante”, qualora corrisponda alle caratteristiche previste dal presente disciplinare. E’ vietata l’operazione inversa.
12. La Regione Piemonte, sentite le organizzazioni di categoria interessate, può stabilire, con opportune metodologie, ivi compresa la pesatura delle uve, controlli sia quantitativi che qualitativi, delle uve, anche in vigneto, dei mosti e dei vini sfusi od imbottigliati atti a fregiarsi della denominazione di origine controllata e garantita di cui all’art. 1.

Articolo 6.
(CARATTERISTICHE VINI AL CONSUMO)
1. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita “Moscato d’Asti” all’atto dell’immissione al consumo deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
• limpidezza: brillante;
• colore: paglierino più o meno intenso;
• odore: caratteristico, fragrante;
• sapore: dolce, aromatico, caratteristico, talvolta vivace o frizzante;
• titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11% di cui svolto compreso nei limiti dal 4,5% al 6,5%;
• acidità totale minima: 5 per mille;
• estratto secco netto minimo: 15 per mille;
• pressione e CO2 fino a 1,7 Bar.
2. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita “Asti Spumante” all’atto
dell’immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
• spuma: fine, persistente;
• limpidezza: brillante;
• colore: da paglierino a dorato assai tenue;
• odore: caratteristico, spiccato, delicato;
• sapore: aromatico, caratteristico, delicatamente dolce, equilibrato;
• titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12% di cui svolto compresi nei limiti dal 7%
al 9,5%;
• acidità totale minima: 5 per mille;
• estratto secco netto minimo: 17 per mille.
E’ in facoltà del Ministero per le Risorse Agricole, Alimentari e Forestali, su richiesta specifica del Consorzio volontario di Tutela o del Consiglio Interprofessionale di cui agli articoli 19 e 20 della legge N° 164/92 e qualora ciò sia richiesto da esigenze mercantili di Paesi esteri, consentire lievi varianti ai parametri di cui ai commi precedenti.

Articolo 7.
(ETICHETTATURA)
1. Nella designazione e presentazione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita “Asti” o “Asti spumante” e “Moscato d’Asti” è vietata l’aggiunta di qualsiasi qualificazione diversa da quelle previste dal presente disciplinare, ivi compresi gli aggettivi superiore, riserva, extra, fine, selezionato, gran e similari.
2. Nella designazione della denominazione di origine controllata e garantita “Asti spumante” o “Asti” è altresì vietato l’uso di indicazioni geografiche che facciano riferimento a comuni, frazioni, zone, sottozone e vigne comprese nella zona di produzione di cui all’art. 3.
3. Nella designazione della denominazione di origine controllata e garantita “Moscato d’Asti” è invece consentito l’uso delle indicazioni geografiche di cui al comma precedente purché le uve provengano totalmente dalle corrispondenti aree geografiche o toponomastiche, alle condizioni previste dal decreto ministeriale 22 aprile 1992.
4. E’ inoltre consentito, nella designazione dei vini d.o.c.g. “Asti” o “Asti spumante” e“Moscato d’Asti” l’uso di indicazioni che facciano riferimento a nomi, ragioni sociali, marchi privati non aventi significato laudativo e non idonei a trarre in inganno l’acquirente.
5. Le indicazioni tendenti a specificare l’attività agricola dell’imbottigliatore quali“viticoltore”, “tenuta”, “fattoria”, “podere”, “cascina” ed altri termini similari sono consentite in osservanza delle disposizioni CEE e nazionali in materia.
6. E’ consentita l’indicazione dell’annata di produzione delle uve, purché veritiera e documentabile.

Articolo 8.
(ESAMI E BOTTIGLIE)
1. In ottemperanza all’art. 13 della legge n°164/92 i vini di cui all’art. 1 per l’utilizzazione della rispettiva Denominazione di Origine Controllata e Garantita devono superare l’esame chimico – fisico ed organolettico da effettuarsi su richiesta degli interessati, presso le Camere di Commercio competenti per territorio.
2. Per l’esame chimico – fisico ed organolettico le Camere di Commercio possono avvalersi delle strutture di altre istituzioni, enti e consorzi volontari di tutela che dispongono delle necessarie attrezzature, all’uopo autorizzati.
3. I vini a Denominazione di Origine Controllata “Moscato d’Asti” e “Asti spumante” devono essere immessi al consumo in bottiglie aventi le caratteristiche di seguito specificate e munite del contrassegno di Stato previsto dall’art. 23 della legge n° 164/1992, applicato in modo tale da impedire che il contenuto possa essere estratto senza la inattivazione del contrassegno stesso.
4. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita “Moscato d’Asti”, deve essere immesso al consumo nelle bottiglie corrispondenti ai tipi previsti dalle norme nazionali e comunitarie e chiuso con tappo in sughero marchiato indelebilmente“Moscato d’Asti”. E’ vietato per tale tipologia l’uso del tappo a fungo e della gabbietta.
5. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita “Asti Spumante”, confezionato nel caratteristico abbigliamento dello spumante, deve essere immesso al consumo in bottiglie aventi le seguenti capacità: ml 187; ml 200; ml 375; ml 750; litri 1,5; litri 3; litri 4,5.
6. Inoltre, su richiesta delle ditte interessate, a scopo promozionale, può essere consentito, con specifica autorizzazione del Ministero per il Coordinamento delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, l’utilizzo della capacità di litri 6.
7. Le bottiglie di cui al comma precedente devono essere chiuse con tappo di sughero a fungo marchiato indelebilmente “Asti Spumante” o “Asti” nella parte che resta esterna alla bottiglia. Per bottiglie con contenuto nominale non superiore a cl. 20 è ammesso altro dispositivo di chiusura adeguato.

Articolo 9.
(PENALITA’)
1. Chiunque produce, vende, pone in vendita o comunque distribuisce per il consumo con la Denominazione di Origine Controllata e Garantita “Asti spumante” o “Asti” e“Moscato d’Asti” mosti, mosti – vini e vini che non rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione ivi compresi i relativi requisiti di natura contabile e amministrativa comprovanti l’origine, è punito a norma degli articoli 28, 29, 30 e 31 della legge n° 164/1992.

 

alt

 

Produttori recensiti daEccellenzeItaliane

 

Prodotto : Asti Spumante

AMERIO ROCCO snc di Soria

Via Soria, 21
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 823406      
Fax: 0141 823406

ANTICA CANTINA SOC. DI CALOSSO Soc. Coop. Agr.

Via San Rocco, 7
14052 CALOSSO AT
Tel: 0141853120
Fax: 0141853098

ANTICA CONTEA DI CASTELVERO Soc. Coop. Agr.

Via Roma, 2
14040 CASTEL BOGLIONE AT
Tel:             0141 763111      
Fax: 0141 762433
E-mail: araldica@tin.it

ANTICA VINERIA Soc. Coop. Agr.

Via 4 Novembre, 15
14040 CASTEL ROCCHERO AT
Tel:             0141 760131      
Fax: 0141 760204
E-mail: Stafano.Ricagno@libero.it

ANTICHI PODERI BROVIDA CORDARA SRL

Frazione San Vito, 28
14042 CALAMANDRANA AT
Tel: 045913399
Fax: 0458342456

ARALDICA VINI PIEMONTESI Società Cooperativa Agricola

Viale Pietro Laudano, 2
14040 CASTEL BOGLIONE AT
Tel:             0141 763111      
Fax: 0141 762433
E-mail: araldica@tin.it

ARIANO & ARIANO ASSOCIATI sas.

Via Stazione, 37/a
12058 S.STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 844112      
Fax: 0141 843353
E-mail: ariano@avatar.it

ARIANO LUIGI & C. snc

Via Stazione, 35
12058 S.STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 844113      
Fax: 0141 844413
E-mail: info@luigi-ariano.com

ARIONE ANGELO

Str. S.Giorgio, 20
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855239      
Fax: 0141 855239

ARIONE S.p.A.

Via Luigi Bosca, 135
14053 CANELLI AT
Tel: 0141823172
Fax: 0141855231
E-mail: arione@arione.it

ARNERA GIULIO “CASCINA BRAIDA”

Regione Braida, 4
15019 STREVI AT
Tel:             0144 363343      
Fax: 0144 364735
E-mail: mat_ma00@yahoo.it

AZ. AGR. “CASCINA PIAN D’OR” di Barbero Valter

Frazione Bosi, 15 bis
12056 MANGO CN
Tel:             0141 89440      
Fax: 0141 89682
E-mail: linapiandor@libero.it

AZ. AGR. “LA BADIA” di Bussi Aldo

Via Castiglione, 9
14052 CALOSSO AT
Tel:             0141 853319      
Fax: 0141 853319
E-mail: az.labadia@libero.it

AZ. AGR. “LA GAMINELLA” di Marenco Teresio

Località Robini, 17
12058 S. STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 844880      
Fax: 0141 844880

AZ. AGR. “LA MORANDINA” di Morando Giulio e Paolo s.s.a.

Località Morandini, 11
12053 CASTIGLIONE TINELLA AT
Tel:             0141 855261      
Fax: 0141 855261
E-mail: lamorandina@tin.it

AZ. AGR. “LA SPINETTA” di Rivetti G.

Via Annunziata, 17
14054 CASTAGNOLE LANZE AT
Tel:             0141 877396      
Fax: 0141 877566
E-mail: arivetti@libero.it

AZ. AGR. “LA TRAVA” di Rivetti Maria Grazia

Via Trava, 2
12056 MANGO CN
Tel:             0141 89591      
Fax: 0141 89591
E-mail: info@latrava.it

AZ. AGR. ALBERTO CONTRATTO

Via G.B. Giuliani, 54
14053 CANELLI AT
Tel: 0141832649
Fax: 0141832649

AZ. AGR. AMERIO AGOSTINO “CASCINA CARBONERE”

Località Bauda, 4
12058 S.STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 840416      
Fax:             0141 840416      
E-mail: info@carbonere.it

AZ. AGR. ANTICHI PODERI DEI GALLINA di Francone Marco

Via Tanaro, 45
12057 NEIVE CA
Tel: 017367068
Fax: 0173677560
E-mail: poderigallina@franconevini.com

AZ. AGR. BARBERO PIERO

Via Calva, 3
14052 CALOSSO AT
Tel: 0141853194
Fax: 0141853968

AZ. AGR. BERA VITTORIO & FIGLI S.S.

Serra Masio, 21
12053 CANELLI AT
Tel:             0141 831157      
Fax: 0141 833952
E-mail: berav@libero.it

AZ. AGR. BOCCHINO GIUSEPPE

San Libera, 25
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 831144      
Fax: 0141 831144
E-mail: vini.bocchino@libero.it

AZ. AGR. BONA MASSIMO

Strada San Martino, 51
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel: 0141855204
Fax: 0141855204
E-mail: vinibona@libero.it

AZ. AGR. BONIFACIO di Reisoli Vittorio

Via Torino, 83
12050 BARBARESCO CN
Tel:             0173 630512      
Fax: 0173 630942
E-mail: bonifaciovini@tiscali.it

AZ. AGR. BOSIO EGIDIO di Bosio Valter

Strada Borelli, 11
12058 S.STEFANO BELBO AT
Tel:             0141 847149      
Fax: 0141 847110
E-mail: bosiovini@libero.it

AZ. AGR. CA’ ‘D CARUSSIN di Ferro Bruna

Mariano, 27
14050 SAN MARZANO OLIVETO AT
Tel:             0141 831358      
Fax: 0141 829607
E-mail: carussin@inwind.it

AZ. AGR. CA’ DER FER di Boido Daniele

Strada Carretta, 4 – Frazione Valdivilla
12058 S.STEFANO BELBO CN
Tel: 0141855025
Fax: 0141855025
E-mail: caderfer@virgilio.it

AZ. AGR. CA’ DI CICUL di Salina Carla Cristina

Reg. Cavannore, 19
15019 STREVI AL
Tel:             0144 363653      
Fax: 0144 363653
E-mail: ciculvini@libero.it

AZ. AGR. CASCINA CIRIO di Cirio Pietro

Strada Fornace, 2
14055 COSTIGLIOLE D’ASTI
Tel:             0141 966621       Fax 0141 9666
Fax:
E-mail: cascinacirio@libero.it

AZ. AGR. CAUDRINA di Romano Dogliotti

Str. Brosia, 20
12053 CASTIGLIONE TINELLA
Tel:             0141 855126      
Fax: 0141 855008
E-mail: romano@caudrina.it

AZ. AGR. CAVALLERO LORENZO

Regione Cavallero, 102
14059 VESIME AT
Tel:             0144 89054      
Fax: 0144 89127
E-mail: cavallerovini@libero.it

AZ. AGR. CHIARLE SILVANA

Via Roma, 1
12050 NEVIGLIE CN
Tel:             0141 855284      
Fax: 0173 630162
E-mail: info@aziendaagricolachiarle.com

AZ. AGR. DEGIORGIS SERGIO

Via Circonvallazione, 3
12056 MANGO CN
Tel:             0141 89107      
Fax: 0141 839991
E-mail: degiorgis.sergio@tin.it

AZ. AGR. DOMANDA di Domanda Mario

VIA FEA ROCCA, 5
14052 CALOSSO AT
Tel: 0141853342
Fax: 0141853070
E-mail: maurizio.domanda@virgilio.it

AZ. AGR. FORTETO DELLA LUJA S.S.

Reg. Candelette, 4
14050 LOAZZOLO AT
Tel:             0141 831596      
Fax: 0141 831596
E-mail: info@fortetodellaluja.it

AZ. AGR. GALLINA GIACINTO

Località S.MAURIZIO, 6
12058 SANTO STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 844293      
Fax: 0141 843537
E-mail: giacintogallina@quiaffari.it

AZ. AGR. GOZZELINO SERGIO

Strada Bricco Lù, 7
14055 COSTIGLIOLE D’ASTI AT
Tel:             0141 966134      
Fax: 0141 962500
E-mail: gozzelino@tin.it

AZ. AGR. GRIMALDI SERGIO

Località S. Grato, 7
12058 S. STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 840341      
Fax: 0141 840341
E-mail: grimaldi.sergio@virgilio.it

AZ. AGR. ICARDI Cav. Pierino & Figli

Strada Comunale Baldi, 30
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855159      
Fax: 0141 855416
E-mail: icardivini@libero.it

AZ. AGR. MARIO TORELLI di Gianfranco Torelli

Regione San Grato, 142 bis
14051 BUBBIO
Tel:             0144 83380      
Fax: 0144 83380
E-mail: vinitorelli@virgilio.it

AZ. AGR. PAVESE BRUNO CA’ PROFUMO DI BOSCO

Reg. Penna, 7
14050 SESSAME AT
Tel:             0144 392130      
Fax: 0144 392130
E-mail: info@pavesevini.it

AZ. AGR. PENNA FRANCO “Cascina Barisel”

Regione San Giovanni, 30
14053 CANELLI
Tel: 0141824848
Fax: 0141824848
E-mail: barisel@inwind.it

AZ. AGR. PERRONE ELIO di Stefano Perrone

Strada San Martino, 3/bis
12053 CASTIGLIONE TINELLA
Tel: 0141855803
Fax: 0141855907
E-mail: elioperr@tin.it

AZ. AGR. PERRONE MAURO “Cascina Galletto”

Frazione Valdivilla, 31
12058 S. STEFANO BELBO CN
Tel: 0141847123
Fax: 0141847123

AZ. AGR. PIAZZO ARMANDO

S. Rocco Seno d’Elvio, 31
12051 ALBA
Tel:             0173 35689      
Fax: 0173 440703
E-mail: apiazzo@piazzo.it

AZ. AGR. PODERI MARCARINI di Bava Luisa ss

Piazza Martiri, 2
12064 LA MORRA CN
Tel: 017350222
Fax: 0173509035
E-mail: marcarini@marcarini.it

AZ. AGR. POLIDORO MARABESE EVASIO

Strada Alessandria, 9
15044 QUARGNENTO AL
Tel: 0141764276
Fax: 0141764276

AZ. AGR. RAPALINO F.LLI di Rapalino Claudio

Località Ronconuovo, 17
12050 NEVIGLIE CN
Tel: 0173630227
Fax: 0173630227

AZ. AGR. RIVETTI DANTE

Località Bricco, 12
12057 NEIVE CN
Tel:             0173 67125      
Fax: 0173 677706
E-mail: info@dante-rivetti.com

AZ. AGR. SARACCO PAOLO

Via Circonvallazione, 6
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855113      
Fax: 0141 855360
E-mail: info@paolosaracco.com

AZ. AGR. SAROTTO ROBERTO di Cavallotto Aurora

Località Ronconuovo, 13
12050 NEVIGLIE CN
Tel:             0173 630228      
Fax: 0173 630366
E-mail: r.sarotto@libero.it

AZ. AGR. SCAGLIOLA GIACOMO E FIGLIO

Regione Santa Libera, 20
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 831146      
Fax: 0141 831146
E-mail: aziendascagliola@libero.it

AZ. AGR. SCAGLIOLA ss

Frazione San Siro, 42
14052 CALOSSO AT
Tel:             0141 853183      
Fax: 0141 853091
E-mail: scagliola@libero.it

AZ. AGR. SORIA ANGELO

Frazione San Martino, 42
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855205      
Fax: 0141 855205

AZ. AGR. SORIA BRUNO

Str. Prov. Balbi, 53
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855230      
Fax: 0141 855230

AZ. AGR. TENUTA IL FALCHETTO dei f.lli Forno

Via Valle Tinella, 16
12058 S. STEFANO BELBO
Tel:             0141 840344      
Fax: 0141 843520
E-mail: tenuta@ilfalchetto.com

AZ. AGR. TENUTE DEI VALLARINO srl

Reg. Valle Asinari, 20
14050 S. MARZANO OLIVETO AT
Tel: 01418301
Fax:

AZ. AGR. TRE DONNE di Lequio

Via Serragrilli, 30
12057 NEIVE CN
Tel:             0173 677010      
Fax: 0173 677733
E-mail: info@tredonne.it

AZ. AGR. VALTER CRESTA

Reg. Sorba, 7
14050 CESSOLE AT
Tel: 014480101
Fax: 014480101

AZ. AGR. VIGNE UNICHE DI A. BOFFA & C. SS

Reg. Chierina, 3
14050 SAN MARZANO OLIVETO AT
Tel: 0141856115
Fax: 0141856601

AZ. AGR. VILLA GIADA

Regione Ceirole, 4
14053 Canelli AT
Tel:             0141 831100      
Fax: 0141 829756
E-mail: villagiada@atlink.it

AZ. AGR. VILLA LANATA ss

Località S. Bovo, 6
12054 COSSANO BELBO CN
Tel:             0141 88551      
Fax: 0141 837204
E-mail: info@villalanata.it

AZ. VIT. CA’ D GAL di Boido Alessandro

Località Valdivilla, 108
12058 S. STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 847103      
Fax: 0141 855970
E-mail: alessandro.boido@virgilio.it

AZ. VITIV. SATRAGNO GIOVANNI

Regione S. Bovito, 3
14050 LOAZZOLO AT
Tel: 014487117
Fax: 014487117
E-mail: p.iris@libero.it

Azienda Agricola BARAVALLE di Colombari Giuseppe

Valle Chiozze, 24
14042 Calamandrana AT
Tel:             0141 75159      
Fax: 0141 75159
E-mail: info@baravallevini.com

BALDOVINO REMO

Via Canelli, 26
14055 COSTIGLIOLE D’ASTI AT
Tel:             0141 968176      
Fax: 0141 968176
E-mail: famigliabaldovino@famigliabaldovino.it

BATASIOLO S.P.A.

Via Invorio, 24/A
10146 TORINO
Tel:
Fax:

BAVA AZIENDA VITIVINICOLA SpA

Str. Monferrato, 2
14023 COCCONATO AT
Tel: 0141907083
Fax: 0141907085
E-mail: bava@bava.it

BEPPE MARINO AZ. AGRICOLA di MARINO MAURIZIO

Via della Stazione, 23
12058 S. STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 840677      
Fax: 0141 843416
E-mail: beppemarino.vini@libero.it

BERA DI BERA VALTER AZ. AGRICOLA

Via Castellero, 12
12050 NEVIGLIE CN
Tel:             0173 630194      
Fax: 0173 630956
E-mail: info@bera.it

BERSANO CAV. DARIO di Bersano Roberto & C. snc

Reg. Marziano, 12
14050 S. MARZANO OLIVETO AT
Tel:             0141 856025      
Fax: 0141 856667
E-mail: info@bersanocavdario.it

BERSANO VINI S.P.A.

Piazza Dante, n° 21
14049 NIZZA MONFERRATO AT
Tel: 0141720211
Fax: 01417202205
E-mail: wine@bersano.it

BERTOLINO VINI E PARTECIPAZIONI sas

Via Trieste, 35
14049 NIZZA MONFERRATO AT
Tel:             0141 702171      
Fax: 0141 74266
E-mail: gianni@tenutaolimbauda.it

BOFFA S.N.C. di Boffa Alfiero & C.

Regione Leiso, 50
14050 S. MARZANO OLIVETO AT
Tel:             0141 856115      
Fax: 0141 856601
E-mail: alfieroboffa@tin.it

BOIDO G. & F. Srl

Regione San Vito, 26
14042 CALAMANDRANA AT
Tel: 0141718065
Fax: 0141718108
E-mail: boidovini@tin.it

BOIDO PAOLO GUIDO

Cascina Venturina, 34
15010 ALICE BEL COLLE AL
Tel:             0144 57014      
Fax:

BOSCA S.P.A.

Via L. Bosca, 2
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 967711      
Fax: 0141 968008
E-mail: commit@bosca.it

BOSIO S.R.L.

Frazione Valdivilla-Strada Borelli, 10
12058 SANTO STEFANO BELBO CN
Tel: 0141847149
Fax: 0141847110
E-mail: bosiovini@libero.it

BRAIDA DI BOLOGNA GIACOMO S.R.L.

Via Roma, n° 94
14030 ROCCHETTA TANARO AT
Tel: 0141644113
Fax: 0141644584
E-mail: info@braida.it

CA’ BIANCA – GRUPPO ITALIANO VINI

Villa Belvedere
37010 CALMASINO VR
Tel:
Fax:

CANAVERO ROMANO

Via Valbera, 11
14054 CASTAGNOLE LANZE AT
Tel:             0141 878206      
Fax: 0141 878206

CANT. RIVELLA LUCIANA IN RIVETTI

Località Bricco, 13
12057 NEIVE CN
Tel:             0173 67125      
Fax: 0173 677706
E-mail: info@danterivetti.com

CANT. SOBRINO RENATO

Frazione Rivella, 8
14054 CASTAGNOLE LANZE AT
Tel:             0141 877133      
Fax: 0141 877133

CANT. SOC. DI CANELLI scrl

Via L. Bosca, 30
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 823347      
Fax: 0141 831828
E-mail: commerciale@cantinacanelli.it

CANT. SOC. DI CASSINE scrl

Via Sticca, 34
15016 CASSINE AL
Tel:             0144 71002      
Fax: 0144 715663
E-mail: trecascine@libero.it

CANT. SOC. DI CASTELNUOVO BELBO E BRUNO D’ASTI

Via S.Colombano, 1/A
14043 CASTELNUOVO BELBO AT
Tel:             0141 799804      
Fax: 0141 799914
E-mail: info@castelbruno.com

CANT. SOC. DI FONTANILE scrl

Via Francesco Mignone, 46
14044 FONTANILE AT
Tel:             0141 739179      
Fax: 0141 739456
E-mail: cantine.fontanile@tin.it

CANT. SOC. DI MARANZANA Soc. Coop. Agr.

Via San Giovanni, 20
14040 MARANZANA AT
Tel:             0141 77927      
Fax: 0141 777287
E-mail: cantmaran@tin.it

CANT. SOC. DI MOMBARUZZO scrl

Via Stazione, 15
14046 MOMBARUZZO
Tel:             0141 77019      
Fax: 0141 774445
E-mail: mombaruzzo@vignaioli.it

CANT. SOC. DI NIZZA MONFERRATO scrl

Strada Alessandria, 57
14049 NIZZA MONFERRATO
Tel:             0141 721348      
Fax: 0141 726491
E-mail: nizza@nizza.it

CANT. SOC. VALLE BELBO scrl

Corso Sabotino, 1
12058 S. STEFANO BELBO
Tel:             0141 844190      
Fax: 0141 840900
E-mail: info@vallebelbo.it

CANT. SORIA sas di Giovine Roselda

Via Boscodonne, 34
14052 CALOSSO
Tel:             0141 853808      
Fax: 0141 853942
E-mail: cantinesoria@virgilio.it

CANTINA ALICE BEL COLLE scrl

Regione Stazione, 9
15010 ALICE BEL COLLE AL
Tel:             0144 74103      
Fax: 0144 313980
E-mail: cantina-alicebc@libero.it

CANTINA DEL MOSCATO srl

Via Alessandria, 27
15019 STREVI
Tel: 0144363158
Fax: 0144364970

CANTINA SANT’EVASIO di Lacqua Pier Franco & C. sas

Via San Nicolao, 88
14049 NIZZA MONFERRATO
Tel:             0141 726259      
Fax: 0141 727404
E-mail: info@santevasiovini.com

CANTINA SOCIALE COOPERATIVA DI RICALDONE – SOC.COOP.AGR.

Via Roma, n° 2
15010 RICALDONE AL
Tel:             0144 74119      
Fax: 0144 745288
E-mail: amministrazione@ricaldone.it

CANTINA SOCIALE DI VINCHIO – VAGLIO SERRA E Z. L. S.C.A.

Regione San Pancrazio, 1
14040 VINCHIO AT
Tel: 0141950903
Fax: 0141950904
E-mail: info@vinchio.com

CANTINA TERRE DEL BAROLO Soc. Coop. Agr.

Via Alba-Barolo, 5
12060 CASTIGLIONE FALLETTO CN
Tel:             0173 262053      
Fax: 0173 231968
E-mail: tdb@terredelbarolo.com

CANTINA VITICOLTORI DELL’ACQUESE scrl

Stradale Alessandria, 90
15011 ACQUI TERME AL
Tel:             0144 322008      
Fax: 0144 56393
E-mail: info@viticoltori.com

CANTINE DEI MARCHESI DI BAROLO S.p.A.

Via Alba, 12
12060 BAROLO
Tel:             0173 564400      
Fax: 0173 564444
E-mail: marchesi.barolo@marchesibarolo.com

CANTINE PIO BRUNO

Località Ghisa, 31
12056 MANGO CN
Tel:             0141 89240      
Fax: 0141 89240
E-mail: elisa.pio@libero.it

CANTINE SANGIORGIO dei F.lli Lovisolo s.n.c.

Via Case Sparse, 15
14040 BRUNO D’ASTI AT
Tel:             0141 764155      
Fax: 0141 764900
E-mail: lovisolo@sangiorgiovini.it

CANTINE ZONIN S.p.A.

Via Borgolecco, 9
36053 GAMBELLARA VI
Tel:             0444 640111      
Fax: 0444 640204
E-mail: zonin@zonin.it

CAPETTA I.VI.P. S.p.A.

Corso Piave n° 140
12058 S.STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 841611      
Fax: 0141 843277
E-mail: capetta@capetta.it

CASA VIN. ABBAZIA DI SAN GAUDENZIO srl

VIA ABBAZIA 6
12058 SANTO STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 840808      
Fax: 0141 843346
E-mail: info@abbazia.com

CASA VIN. MARENCO srl

Piazza Vittorio Emanuele, n° 10
15019 STREVI AL
Tel:             0144 363133      
Fax: 0144 364108
E-mail: marencovini@libero.it

CASA VIN. MORANDO S.R.L.

VIA NOVI 60/B
15076 OVADA AL
Tel:
Fax:

CASA VINICOLA BELLAVITA SRL

Corso Valsesia 230
13045 GATTINARA VC
Tel: 0163826135
Fax: 0163834932
E-mail: casa.vinicola@caldirola.it

CASA VINICOLA DOGLIOTTI S.N.C.

Via Fratelli Vicari, 70
14054 CASTAGNOLE DELLE LANZE AT
Tel:             0141 878153      
Fax: 0141 878153
E-mail: info@dogliottivini.it

CASA VITIV. CA’ DU CIUVIN di Cerutti Sergio

Via Manzotti, 6 bis
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855127      
Fax: 0141 855949
E-mail: cerruti@caduciuvin.com

CASCINA BURIO di Rosso Ivo

Via S. Grato, 44
14054 CASTAGNOLE LANZE AT
Tel:             0141 878300      
Fax: 0141 878008
E-mail: cascinaburio@libero.it

CASCINA CASTLE’T di Borio Maria

Str. Caselletto, 6
14055 COSTIGLIOLE D’ASTI AT
Tel:             0141 966651      
Fax: 0141 961492
E-mail: castlet@tin.it

CASCINA DEL SOLE

Località Piani, 13/bis
12056 MANGO CN
Tel:             0141 839835      
Fax: 0141 839835
E-mail: cs@cascinadelsole.net

CASCINA GIOVINALE di Ciocca

Via S.Stefano, 1
14052 CALOSSO AT
Tel:             0141 793005      
Fax: 0141 724347
E-mail: giovinale.ciocca@libero.it

CASCINA GNOLA di Ricagno Stefano

Regione Boschi, 4
15016 CASSINE AL
Tel:             0144 74101      
Fax:

CASCINA VALON di Bongioanni Bruno

Via Mango, 5
12050 NEVIGLIE CN
Tel:             0173 630170      
Fax: 0173 630170
E-mail: cascinavalon@tiscali.it

CASTELLO DEL POGGIO Soc. Agr. Semplice

Viale Mazzini, 85
36100 VICENZA
Tel:
Fax:

CE.VI.M. S.R.L.

Str. Alessandria, 44/46
14049 NIZZA MONFERRATO AT
Tel: 0141721625
Fax: 0141721625

CERRUTI LUIGI di Carruti Marisa snc

Via Porta Sottana, 8
12058 SANTO STEFANO BELBO CN
Tel: 0141844209
Fax: 0141844209

COCCHI GIULIO SPUMANTI srl

Via Malta, 17
14100 ASTI
Tel: 0141593742
Fax: 0141593742
E-mail: cocchi@cocchi.com

CONTRATTO GIUSEPPE SpA

Via G.B. Giuliani, 18/a
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 823349      
Fax: 0141 824650
E-mail: info@contratto.it

CORTE DEI BALBI SOPRANI srl

Via Cossano, 5/A
12058 S.STEFANO BELBO CN
Tel: 0141841611
Fax: 0141843277
E-mail: info@balbisoprani.it

COSSETTI CLEMENTE & FIGLI srl

Via Vittorio Emanuele II, 19
14043 CASTELNUOVO BELBO CN
Tel:             0141 799803      
Fax: 0141 799506
E-mail: vini@cossetti.it

DAFFARA & GRASSO CANTINE snc

Via Agliano, 20/21
14052 CALOSSO
Tel:             0141 853179      
Fax: 0141 853302
E-mail: daffaraegrasso@tiscalinet.it

DAVIDE CAMPARI – MILANO S.p.A. – Canale d’Alba –

Via Filippo Turati, 27
10121 MILANO
Tel: 0173967111
Fax: 0173967153
E-mail: info@campari.com

DAVIDE CAMPARI – MILANO S.p.A. – Novi Ligure –

Via Filippo Turati, 27
20121 MILANO
Tel: 02 62251
Fax: 02 6225312
E-mail: campari@campari.com

DAVIDE CAMPARI – MILANO S.p.A. c/o Rolando Dante

via
12056 MANGO CN
Tel: 0172477111
Fax: 0172478872

DUCHESSA LIA

Corso Piave, 140
12058 S. STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 843006      
Fax: 0141 843929
E-mail: capetta@capetta.it

F.LLI BECCARIS AZ. AGR.di Renato e Giovanni

Bricco Lù, 10
14055 COSTIGLIOLE D’ASTI AT
Tel:             0141 961464      
Fax: 0141 961464
E-mail: graziellare@yahoo.it

F.LLI GANCIA & C. S.p.A.

Corso Libertà, 66
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 8301      
Fax: 0141 835341
E-mail: infogancia@gancia.it

FERDINANDO GIORDANO SpA

Via Cane Guido, 47bis/50 Valle Talloria
12050 DIANO D’ALBA CN
Tel:             0173 239111      
Fax: 0173 239300
E-mail: giordano@giordano-vini.com

FOGLINO ANGELO CLAUDIO

Via Acqui, 23
15010 ALICE BEL COLLE AL
Tel:             368 3769991      
Fax:

FONTANAFREDDA SRL

Via Alba, 15
12050 SERRALUNGA D’ALBA CN
Tel:             0173 626111      
Fax: 0173 613451
E-mail: fontanafredda@fontanafredda.it

FRATELLI DEZZANI SRL

Corso Pinin Giachino, 140
14023 COCCONATO AT
Tel:             0141 907044      
Fax: 0141 907372
E-mail: dezzani@dezzani.it

FRATELLI MARTINI SECONDO LUIGI SpA

Località San Bovo Via Statale, 26
12054 COSSANO BELBO CN
Tel: 0141837211 0141 837262
Fax: 0141837204
E-mail: info@fratellimartini.it

GHIONE LUIGI MARIO di E. Ghione & C. snc

Regione San Giovanni, 94
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 823094      
Fax: 0141 832866
E-mail: vini-ghione@virgilio.it

GIOVANNI BOSCA TOSTI I.V.I. S.p.A.

Via Santa Tecla, n° 2
20122 MILANO
Tel:
Fax:
E-mail: tosti@tin.it

GRATTAROLA PAOLO

Strada dei Botti, 25
15011 ACQUI TERME AL
Tel:             0144 311716      
Fax:

GUASTI CLEMENTE & FIGLI S.p.A.

Corso 4 Novembre, 80
14049 NIZZA MONFERRATO AT
Tel:             0141 721350      
Fax: 0141 727000
E-mail: guasti@clemente.guasti.it

I VIGNAIOLI DI S.STEFANO s.s.

Località Marini, 13
12058 S.STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 840419      
Fax: 0141 840419
E-mail: ivignaioli@virgilio.it

L’ARMANGIA AZ. AGR. di Giovine Ignazio

Regione S. Giovanni, 122
14053 CANELLI AT
Tel:             0141 824947      
Fax: 0141 824947
E-mail: armangia@inwind.it

LA DOGLIOLA AZ. AGR.

Regione Infermiera, 226
14051 BUBBIO AT
Tel:             0144 83557      
Fax: 0144 852714
E-mail: info@ladogliola.it

LA GHERSA s.a.s. di Bologna Piera Teresa & C.

Via San Giuseppe, 19
14050 MOASCA AT
Tel:             0141 856012      
Fax: 0141 856484
E-mail: info@laghersa.it

LA TORRE DI CASTEL ROCCHERO VITICOLTORI ASSOCIATI

Strada Acqui Terme, 7
14040 Castel Rocchero AT
Tel: 0141760139
Fax: 0141760907
E-mail: latorre.castelrocchero@tin.it

MANFREDI ALDO & C. Azienda Vitivinicola s.a.s.

Via Torino, 15
12060 FARIGLIANO CN
Tel:             0173 76666      
Fax: 0173 76690
E-mail: info@manfredicantine.it

MARTINI & ROSSI S.p.A.

Corso Vittorio Emanuele II, 42
10123 TORINO
Tel:             011 81081      
Fax: 011 8108200

MICHELE CHIARLO srl Azienda Vitivinicola

Strada Nizza Canelli
14042 CALAMANDRANA AT
Tel: 0141769030
Fax: 0141769033
E-mail: chiarlo@tin.it

ORECCHIA LUIGI

Via Cassine n° 3
15010 ALICE BEL COLLE AL
Tel: 014474106
Fax:

OTTAZZI GIUSEPPE EZIO

Via Acqui, 19 – Barbarossa
15010 ALICE BEL COLLE AL
Tel: 014474429
Fax:

PODERI E CANTINE ODDERO di Oddero Mariacristina e Oddero Mariavittoria s.s.a.

Frazione S.Maria
12064 La Morra AT
Tel:             0173 50618      
Fax: 0173 509377
E-mail: info@odderofratelli.it

PRODUTTORI MOSCATO CASTION Soc. Coop. Agr.

Strada San Martino, 28
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855272      
Fax: 0141 855083
E-mail: p.agri@libero.it

PRODUTTORI MOSCATO D’ASTI ASSOCIATI s.c.a.

Via G. Carducci, 50/A
14100 ASTI
Tel: 0141353857
Fax: 0141436758
E-mail: pr.moscato@produttorimoscato.it

PRUNOTTO S.R.L.

Località San Cassiano, 4G
12051 ALBA CN
Tel:             0173 280017      
Fax: 0173 281167
E-mail: prunotto@prunotto.it

SANTERO S.p.A.

Via Cesare Pavese, 28
12058 SANTO STEFANO BELBO CN
Tel:             0141 841212      
Fax: 0141 841222
E-mail: santero@netcity.it

SAROTTO srl

Località Ronconuovo, 13
12050 NEVIGLIE CN
Tel: 0173630228
Fax: 0173630366
E-mail: r.sarotto@libero.it

SO.VI.PI. di Lovisolo Massimo & C.

Via Valle Chiozze, 2
14042 CALAMANDRANA AT
Tel:             0141 769025      
Fax: 0141 75455
E-mail: massimo@sovipi.it

SORIA BRUNO

Frazione S. MARTINO, 41
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel: 0141855205
Fax: 0141855205

SORIA SERGIO “Cascinetta”

Frazione S. Martino, 40
12053 CASTIGLIONE TINELLA CN
Tel:             0141 855158      
Fax: 0141 855158
E-mail: cascinettasoria@inwind.it

SPERONE di Giacomo Sperone .IVI.S. SpA

Via Bellini, 23
20095 CUSANO MILANINO MI
Tel:             02 6642901      
Fax: 02 66400680
E-mail: gsperone@tin.it

STOCK SPA

Corso Cavour, 5
34132 TRIESTE
Tel:             040 3888111      
Fax: 040 3888112
E-mail: info@stock-spa.it

TENUTA I QUARANTA di Annalisa Battuello

Regione Rioglio, 9
15010 RICALDONE AL
Tel: 3355874774
Fax: 0116496178
E-mail: info@i40.it

TENUTA OLIM BAUDA di Bertolino Dino

Strada Prata, 22
14045 INCISA SCAPACCINO AT
Tel:             0141 74266      
Fax: 0141 74266
E-mail: info@tenutaolimbauda.it

TENUTA VITIV. CASTELLO DI MOMBARUZZO TE.VI.CA.

Via Grosso, 34
14046 MOMBARUZZO AT
Tel:             0141 77001      
Fax: 0141 77001
E-mail: tenuta.castello@tin.it

TENUTE CISA ASINARI DEI MARCHESI DI GRESY & C. ss

Strada della Stazione, 21
12050 BARBARESCO CN
Tel:             0173 635222      
Fax: 0173 635187
E-mail: wine@marchesidigresi.com

TENUTE NEIRANO S.p.A.

Via Bellini, 23
20095 CUSANO MILANINO CN
Tel:
Fax:

TERRE DA VINO SpA

Via Bergesia, 6
12060 BAROLO CN
Tel:             0173 564611      
Fax: 0173 564612
E-mail: info@terredavino.it

TERRENOSTRE SCA

Località S. Martino ST. SP 592 n° 4
12054 COSSANO BELBO CN
Tel:             0141 88137      
Fax: 0141 88509
E-mail: info@terrenostrescrl.it

TOGNI S.p.A.

Via Leonardo Da Vinci, 1
60049 SERRA S. QUIRICO AN
Tel:             0731 8191      
Fax: 0731 880035
E-mail: info@togni.it

TOSO S.P.A.

Località San Bovo 4
12054 Cossano Belbo CN
Tel:             0141 83789      
Fax: 0141 88588
E-mail: info@toso.it

TRANCHERO OSVALDO & C. SS

Localita’ Verlossa, 36
12056 MANGO CN
Tel: 014189254
Fax: 014189651
E-mail: o.tranchero@libero.it

VALSA NUOVA PERLINO S. p. A.

Via Valgera, 94
14100 ASTI
Tel:             0141 446811      
Fax: 0141 446844
E-mail: perlino@perlino.com

VECCHIA CANT.SOC. DI ALICE BEL COLLE SESSAME DI ASTI Soc. Coop. A rl

Regione Stazione, 11
15010 ALICE BEL COLLE AL
Tel:             0144 74114      
Fax: 0144 74115
E-mail: vcab@acquiterme.it

VIGNE REGALI srl

Via Vittorio Veneto, 22
15019 STREVI AL
Tel:             0144 363485      
Fax: 0144 363777
E-mail: vglst@tin.it

Articolo 1.
(RICONOSCIMENTO DENOMINAZIONE) 1. La Denominazione di Origine Controllata e Garantita ‘ASTI’ è riservata ai vini che rispondono alle condizioni e ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione, in particolare: a) la denominazione ‘Asti’ senza altra indicazione o accompagnata dalla specificazione spumante (‘Asti’ o ‘Asti spumante’) è riservata alla tipologia di vino spumante.
b) la denominazione ‘Asti’ obbligatoriamente preceduta dalla specificazione Moscato (‘Moscato d’Asti’ è riservata al vino bianco non spumante.
Articolo 2.
(VITIGNI AMMESSI) I vini designati con le Denominazioni di cui ai punti precedenti devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti esclusivamente dal vitigno Moscato Bianco.
Articolo 3.
(ZONA RACCOLTA UVE) La zona di produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita ‘Asti’ è delimitata come segue: – in provincia di Alessandria: l’intero territorio dei comuni di Acqui Terme, Alice Bel Colle, Bistagno, Cassine, Grognardo, Ricaldone, Strevi, Terzo e Visone.
– in provincia di Asti: l’intero territorio dei comuni di Bubbio, Calamandrana, Calosso, Canelli, Cassinasco, Castagnole Lanze, Castel Boglione, Castelletto Molina, Castelnuovo Belbo, Castel Rocchero, Cessole, Coazzolo, Costigliole d’Asti, Fontanile, Incisa Scapaccino, Loazzolo, Maranzana, Mombaruzzo, Monastero Bormida, Montabone, Nizza Monferrato, Quaranti, San Marzano Oliveto, Moasca, Sessame, Vesime, Rocchetta Palafea e San Giorgio Scarampi; – in provincia di Cuneo: l’intero territorio dei comuni di Camo, Castiglione Tinella, Cossano Belbo, Mango, Neive, Neviglie, Rocchetta Belbo, Serralunga d’Alba, S. Stefano Belbo, S. Vittoria d’Alba, Treiso, Trezzo Tinella, Castino, Perletto e le frazioni di Como e San Rocco Senodelvio del comune di Alba.
Articolo 4.
(COLTIVAZIONI E RESE) 1. Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita di cui all’art. 2 devono essere quelle tradizionali della zona e comunque atte a conferire alle uve, al mosto ed al vino derivato le specifiche caratteristiche di qualità.
2. Sono pertanto da considerare idonei, ai fini dell’iscrizione all’albo di cui all’art. 10 della legge n. 164/1992, unicamente i vigneti ubicati su dossi collinari soleggiati, preferibilmente calcarei, o calcareo- argillosi, con l’esclusione dei vigneti impiantati su terreni di fondo valle o pianeggianti, leggeri od umidi.
3. I sesti di impianto, le forme di allevamento (in controspalliera) e i sistemi di potatura (corti, lunghi e misti), devono essere quelli generalmente usati, e comunque atti a non modificare le caratteristiche dell’uva, del mosto e del vino.
4. E’ vietata ogni pratica di forzatura.
5. La resa massima di uva per ettaro di vigneto in coltura specializzata per la produzione dei vini della Denominazione di Origine Controllata e Garantita di cui all’art. 1 non deve essere superiore a quintali 100, pari ad un massimo di 75 ettolitri di vino per ettaro.
6. A detto limite, anche in annate eccezionalmente favorevoli, la produzione dovrà essere riportata attraverso un’accurata cernita delle uve, purché quella globale del vigneto non superi del 20% il limite medesimo.
7. I vigneti di nuova iscrizione all’albo od oggetto di reimpianto dovranno essere composti da un numero di ceppi ad ettaro, calcolati sul sesto di impianto, non inferiore a quattro mila.
8. La Regione Piemonte, con proprio decreto, può modificare di anno in anno, prima della vendemmia, il limite massimo di produzione delle uve per ettaro per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita di cui all’art. 1 fissando un limite inferiore a quello stabilito dal presente disciplinare, ai sensi della legge n° 164/1992, dandone comunque comunicazione immediata al Ministero per il Coordinamento delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, al Comitato Nazionale per la tutela e valorizzazione delle denominazioni di origine dei vini ed alle Camere di Commercio competenti per territorio.
9. Le uve devono assicurare, anche attraverso una preventiva cernita, un titolo alcolometrico volumico minimo naturale del 9% per vino ‘Asti spumante’ e del 10% per il ‘Moscato d’Asti’.
10. Tuttavia nelle annate con condizioni climatiche sfavorevoli saranno considerate idonee anche le uve che assicurino al vino ‘Moscato d’Asti’ un titolo alcolometrico volumico minimo naturale del 9,5%.
La Regione Piemonte è delegata ad accertare la sussistenza per le zone delimitate all’art. 3, delle condizioni di annata climatica sfavorevole e ad autorizzare, entro il 15 settembre di ogni annata considerata tale, quanto disposto dal precedente comma.
12. La Regione Piemonte inoltre, di anno in anno, su richiesta del consorzio volontario di tutela o del consiglio interprofessionale di cui agli articoli 19 e 20 della legge n. 164/1992, può stabilire, prima della vendemmia, il livello di acidità, il profilo ed il contenuto aromatico minimi delle uve.
Articolo 5.
(VINIFICAZIONE E ALTRE NORME SULLA PRODUZIONE ED IMBOTTIGLIAMENTO) 1. Le operazioni di ammostamento delle uve per la produzione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita di cui all’art. 1 devono essere effettuate nell’ambito della circoscrizione territoriale delle provincie di Alessandria, Asti e Cuneo.
2. Nella vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche locali, leali e costanti, tra cui in particolare: cernita delle uve quando necessario, eventuale diraspatura dei grappoli e loro normale pressatura, formazione in vasche della cosiddetta coperta e aggiunta al mosto di coagulanti e chiarificanti nelle dosi consuetudinarie e comunque nei limiti previsti dalle leggi, conseguente decantazione del mosto seguita da filtrazioni o centrifugazioni dello stesso, refrigerazioni, anche conseguenti a fermentazioni atte ad ottenere il giusto rapporto fra alcole effettivo e zuccheri residui, sino al momento della presa di spuma per il vino ‘Asti spumante’ e fino al momento dell’imbottigliamento per il ‘Moscato d’Asti’.
3. La resa massima di uva in vino per la produzione dei vini a denominazione d’origine controllata e garantita di cui all’art. 1 non deve essere superiore a 75%.
4. Eventuali eccedenze non avranno diritto alla denominazione di origine controllata e garantita.
5. L’aumento del titolo alcolometrico volumico minimo naturale del mosto o vino destinato alla produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita’Moscato d’Asti’, deve essere ottenuto esclusivamente mediante aggiunta di mosto concentrato di uve moscato bianco prodotto in Piemonte, o di mosto concentrato rettificato.
6. La partita destinata alla spumantizzazione per la produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita ‘Asti Spumante’ da effettuarsi con il metodo della fermentazione naturale in autoclave o in bottiglia, deve essere ottenuta da mosti aventi le caratteristiche di cui al presente disciplinare.
7. Il processo di lavorazione per la presa di spuma, compreso il periodo di affinamento, non può avere una durata inferiore a mesi uno.
Le operazioni di elaborazione, di presa di spuma e stabilizzazione, nonché le operazioni di imbottigliamento e di confezionamento dei vini d.o.c.g. ‘Moscato d’Asti’ e ‘Asti spumante’ devono essere effettuate nel territorio delle province di Alessandria, Asti, Cuneo e nella frazione Pessione del comune di Chieri in provincia di Torino.
9. E’ in facoltà del Ministro per il coordinamento delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali di consentire che le suddette operazioni di preparazione siano effettuate in stabilimenti situati nel territorio della provincia di Milano o del restante territorio di quella di Torino, a condizione che in detti stabilimenti le ditte interessate producano da almeno 10 anni prima della entrata in vigore del D.P.R. 12 luglio 1963, n.930, ‘Asti Spumante’ e ‘Moscato d’Asti’.
10. E’ vietata per i vini a D.O.C.G. di cui all’art. 1 la gassificazione artificiale, parziale o totale, e per la loro conservazione è vietata l’aggiunta di qualsiasi antifermentativo anche se tali pratiche sono consentite a titolo generale dalle vigenti norme comunitarie e nazionali.
11. E’ consentito che il vino a denominazione di origine controllata e garantita ‘Moscato d’Asti’, rivendicato come tale al momento della denuncia annuale di produzione, possa essere destinato entro il 30 giugno successivo alla vendemmia alla elaborazione della denominazione di origine controllata e garantita ‘Asti spumante’, qualora corrisponda alle caratteristiche previste dal presente disciplinare. E’ vietata l’operazione inversa.
12. La Regione Piemonte, sentite le organizzazioni di categoria interessate, può stabilire, con opportune metodologie, ivi compresa la pesatura delle uve, controlli sia quantitativi che qualitativi, delle uve, anche in vigneto, dei mosti e dei vini sfusi od imbottigliati atti a fregiarsi della denominazione di origine controllata e garantita di cui all’art. 1.
Articolo 6.
(CARATTERISTICHE VINI AL CONSUMO) 1. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita ‘Moscato d’Asti’ all’atto dell’immissione al consumo deve rispondere alle seguenti caratteristiche: limpidezza: brillante; colore: paglierino più o meno intenso; odore: caratteristico, fragrante; sapore: dolce, aromatico, caratteristico, talvolta vivace o frizzante; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11% di cui svolto compreso nei limiti dal 4,5% al 6,5%; acidità totale minima: 5 per mille; estratto secco netto minimo: 15 per mille; pressione e CO2 fino a 1,7 Bar.
2. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita ‘Asti Spumante’ all’atto dell’immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche: spuma: fine, persistente; limpidezza: brillante; colore: da paglierino a dorato assai tenue; odore: caratteristico, spiccato, delicato; sapore: aromatico, caratteristico, delicatamente dolce, equilibrato; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12% di cui svolto compresi nei limiti dal 7% al 9,5%; acidità totale minima: 5 per mille; estratto secco netto minimo: 17 per mille.
E’ in facoltà del Ministero per le Risorse Agricole, Alimentari e Forestali, su richiesta specifica del Consorzio volontario di Tutela o del Consiglio Interprofessionale di cui agli articoli 19 e 20 della legge N° 164/92 e qualora ciò sia richiesto da esigenze mercantili di Paesi esteri, consentire lievi varianti ai parametri di cui ai commi precedenti.
Articolo 7.
(ETICHETTATURA) 1. Nella designazione e presentazione dei vini a denominazione di origine controllata e garantita ‘Asti’ o ‘Asti spumante’ e ‘Moscato d’Asti’ è vietata l’aggiunta di qualsiasi qualificazione diversa da quelle previste dal presente disciplinare, ivi compresi gli aggettivi superiore, riserva, extra, fine, selezionato, gran e similari.
2. Nella designazione della denominazione di origine controllata e garantita ‘Asti spumante’ o ‘Asti’ è altresì vietato l’uso di indicazioni geografiche che facciano riferimento a comuni, frazioni, zone, sottozone e vigne comprese nella zona di produzione di cui all’art. 3.
3. Nella designazione della denominazione di origine controllata e garantita ‘Moscato d’Asti’ è invece consentito l’uso delle indicazioni geografiche di cui al comma precedente purché le uve provengano totalmente dalle corrispondenti aree geografiche o toponomastiche, alle condizioni previste dal decreto ministeriale 22 aprile 1992.
4. E’ inoltre consentito, nella designazione dei vini d.o.c.g. ‘Asti’ o ‘Asti spumante’ e’Moscato d’Asti’ l’uso di indicazioni che facciano riferimento a nomi, ragioni sociali, marchi privati non aventi significato laudativo e non idonei a trarre in inganno l’acquirente.
5. Le indicazioni tendenti a specificare l’attività agricola dell’imbottigliatore quali’viticoltore’, ‘tenuta’, ‘fattoria’, ‘podere’, ‘cascina’ ed altri termini similari sono consentite in osservanza delle disposizioni CEE e nazionali in materia.
6. E’ consentita l’indicazione dell’annata di produzione delle uve, purché veritiera e documentabile.
Articolo 8.
(ESAMI E BOTTIGLIE) 1. In ottemperanza all’art. 13 della legge n°164/92 i vini di cui all’art. 1 per l’utilizzazione della rispettiva Denominazione di Origine Controllata e Garantita devono superare l’esame chimico fisico ed organolettico da effettuarsi su richiesta degli interessati, presso le Camere di Commercio competenti per territorio.
2. Per l’esame chimico fisico ed organolettico le Camere di Commercio possono avvalersi delle strutture di altre istituzioni, enti e consorzi volontari di tutela che dispongono delle necessarie attrezzature, all’uopo autorizzati.
3. I vini a Denominazione di Origine Controllata ‘Moscato d’Asti’ e ‘Asti spumante’ devono essere immessi al consumo in bottiglie aventi le caratteristiche di seguito specificate e munite del contrassegno di Stato previsto dall’art. 23 della legge n° 164/1992, applicato in modo tale da impedire che il contenuto possa essere estratto senza la inattivazione del contrassegno stesso.
4. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita ‘Moscato d’Asti’, deve essere immesso al consumo nelle bottiglie corrispondenti ai tipi previsti dalle norme nazionali e comunitarie e chiuso con tappo in sughero marchiato indelebilmente’Moscato d’Asti’. E’ vietato per tale tipologia l’uso del tappo a fungo e della gabbietta.
5. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita ‘Asti Spumante’, confezionato nel caratteristico abbigliamento dello spumante, deve essere immesso al consumo in bottiglie aventi le seguenti capacità: ml 187; ml 200; ml 375; ml 750; litri 1,5; litri 3; litri 4,5.
6. Inoltre, su richiesta delle ditte interessate, a scopo promozionale, può essere consentito, con specifica autorizzazione del Ministero per il Coordinamento delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, l’utilizzo della capacità di litri 6.
7. Le bottiglie di cui al comma precedente devono essere chiuse con tappo di sughero a fungo marchiato indelebilmente ‘Asti Spumante’ o ‘Asti’ nella parte che resta esterna alla bottiglia. Per bottiglie con contenuto nominale non superiore a cl. 20 è ammesso altro dispositivo di chiusura adeguato.
Articolo 9.
(PENALITA’) 1. Chiunque produce, vende, pone in vendita o comunque distribuisce per il consumo con la Denominazione di Origine Controllata e Garantita ‘Asti spumante’ o ‘Asti’ e’Moscato d’Asti’ mosti, mosti vini e vini che non rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal presente disciplinare di produzione ivi compresi i relativi requisiti di natura contabile e amministrativa comprovanti l’origine, è punito a norma degli articoli 28, 29, 30 e 31 della legge n° 164/1992.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *